Skin ADV
Mercoledì 24 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Scorcio di Gavardo

Scorcio di Gavardo

di Massimo Schivalocchi



22.10.2018 Gavardo Vallio Terme

22.10.2018 Roè Volciano

23.10.2018 Gavardo

23.10.2018 Lavenone

23.10.2018 Vestone

23.10.2018 Provaglio VS

22.10.2018 Vestone

23.10.2018 Villanuova s/C Valsabbia

22.10.2018 Valsabbia Roè Volciano

23.10.2018 Odolo



13 Marzo 2018, 09.50
Roè Volciano
Ateneo di Salò

Roè Volciano nel progetto «Storia di Salò e dintorni»

di Redazione
Nell'ambito del progetto "Storia di Salò e dintorni" l’Ateneo di Salò terrà un incontro questo giovedì 15 marzo a Roè Volciano per approfondire la storia di questo paese spartiacque fra Garda e Valsabbia

Della storia di Roè Volciano hanno già scritto numerosi autori. Nel 1856 Federico Odorici, il grande storico di Brescia originario di Trobiolo, oltre alla ricostruzione della vita di alcuni personaggi illustri, citò una serie di documenti, i più antichi dei quali, dal 1150, sono stati ripresi da Guido Lonati nella sua Storia della pieve di Salò del 1931. Il più recente volume Roé Volciano nella storia, scritto da Venturini e Busi nel 1994, ha approfondito soprattutto le vicende delle chiese in età moderna e del processo di industrializzazione del XIX-XX secolo. In precedenza E. Ronchi, nel 1985, in Roé Volciano. Una lettura storico-urbanistica del territorio, aveva pubblicato numerose foto degli edifici residenziali dei centri storici che ne testimoniano la vitalità, tra XV e XVIII secolo, al tempo della Repubblica di Venezia.

Nuove ricerche, promosse dall’Ateneo di Salò su Roè Volciano rientrano nella Storia di Salò e dintorni, la cui pubblicazione è prevista dal 2019. I risultati già ottenuti in questi primi mesi e quelli che arriveranno grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale, potrebbero peraltro trovare spazio in uno specifico volume.

Il nuovo progetto nasce dunque per iniziativa della comunità locale. E la richiesta di approfondire le conoscenze sul proprio passato proviene dalla gente. Sorge spontanea una domanda: quale futuro si intende proporre per le testimonianze materiali e per la memoria storica del proprio passato? La risposta spetta a chi abita questo territorio, come comunità, associazioni e come individui. Il compito di chi si è assunto l’onere, a titolo del tutto gratuito, di scrivere questa storia è di organizzare scientificamente le informazioni raccolte con il contributo di tutti. L’obiettivo è di approfondire quegli elementi che ci permettono di ricostruire le vicende di una comunità, frutto dell’interazione tra ambiente e uomo :

(a) gli aspetti ambientali (geomorfologici, pedologici, della vegetazione, climatici) che l’uomo del passato ha sfruttato e trasformato, quasi sempre attento alla loro sostenibilità, ma impotente di fronte alle periodiche calamità;

(b) i paesaggi produttivi dell’agricoltura, accanto ai pochi destinati all’alpeggio e al bosco, dell’artigianato, divenuto poi industria, sfruttando inizialmente l’energia idraulica del Chiese e dei corsi d’acqua che sfociavano nel golfo di Salò;

(c) gli abitati che si sono sviluppati tutti in relazione alle strade;

(d) le architetture, molte della quali ancora leggibili nella loro sequenza, che raccontano storie di successi economici e sociali (dal XII al XVIII secolo, tra la fine del XIX e il XX secolo), alternati a pause e regressioni (nell’altomedioevo, nel primo ‘800).

Dalle residenze si risalirà poi alle famiglie che le hanno costruite e abitate e ai numerosi personaggi (uomini di cultura e imprenditori) che hanno dato lustro a questo territorio. Per scrivere queste nuove storie si partirà dalle fonti sistematiche: i nomi dei luoghi, le mappe catastali napoleonica e austriaca della prima metà del XIX secolo e i relativi registri; gli estimi per i tre secoli precedenti; alcuni, più antichi, censimenti di proprietà.

Fonti che forniscono migliaia di informazioni
che possono ora essere gestite e analizzate grazie agli strumenti informatici, nel nostro caso con il QuGIS, un software open source per apprendere il quale l’Ateneo di Salò ha organizzato un apposito corso tra gennaio e febbraio.

La raccolta di questi dati richiede la fattiva collaborazione degli abitanti, soprattutto dei più anziani, nati in un mondo che era ancora, almeno nel settore non industrializzato del comune, quello tradizionale della civiltà contadina.

Il progetto è coordinato da Gian Pietro Brogiolo (già professore ordinario e direttore della Scuola di specializzazione in Archeologia dell’Università di Padova). Ora in pensione, alterna attività di ricerca specialistica (quali la codirezione di tre riviste scientifiche di classe A e con ranking internazionale: “Archeologia Medievale”, “Archeologia dell’Architettura”, “Post Classical Archaeologies”) e di divulgazione (è curatore della mostra “I Longogardi. Un popolo che cambia la storia”, che dopo Pavia è ora esposta al Museo Archeologico Nazionale di Napoli e approderà, a maggio, all’Hermitage di San Pietroburgo).

La maggior parte del suo tempo è però dedicata ad iniziative di “ricerca partecipata” che consistono nel costruire (attraverso la collaborazione tra studiosi e la gente del posto) la storia di una comunità. Ad esempio, quelle già pubblicate di Vobarno e Toscolano Maderno e quella in corso di edizione di Vallio , per citare solo quelle relative a comuni nei quali opera l’Ateneo di Salò.

A questa nuova storia collaborano fattivamente l’assessore Simone Don (esperto di epigrafia romana), alcuni studiosi coinvolti nella Storia di Salò (Giovanni Cigognetti, Monica Ibsen, Giovanni Pelizzari) e appassionati.

Al fine di informare e coinvolgere la popolazione, se ne parlerà il 15 marzo alle ore 18 presso l’Auditorium Comunale di Roè Vociano, in Via Verdi, con la partecipazione di Gian Pietro Brogiolo e Simone Don.
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/05/2017 11:11:00
Storia di Salò e dintorni L’Ateneo di Salò si è fatto promotore di un’iniziativa per dare alle stampe la storia della cittadina gardesana, coinvolgendo studiosi e associazioni culturali del territorio

10/05/2017 14:54:00
Ambiente e paesaggio della Riviera gardesana Prosegue sabato prossimo, 13 maggio, con gli interventi di Antonio Foglio e Gian Pietro Brogiolo, il percorso di ricerca sull'«Ambiente e il Paesaggio», in seno al progetto «Storia di Salò e dintorni» promosso dall'Ateneo con la collaborazione e il patrocinio della Città di Salò

16/05/2017 15:39:00
Flora, fauna e biodiversità del Garda Sono gli argomenti del terzo incontro del percorso di ricerca «Ambiente naturale e paesaggio» in programma questo giovedì 18 maggio a Salò, nell’ambito del progetto «Storia di Salò e dintorni», promosso dall'Ateneo di Salò in collaborazione con l'Amministrazione comunale

21/02/2016 10:55:00
Svolta rosa per l'Ateneo di Salò L’antica istituzione culturale salodiana per la prima volta nella sua storia ha una presidente donna: la dottoressa Elena Ledda, studiosa dannunziana

04/03/2015 09:28:00
L'umanità esisterà ancora per il 600° dell'Ateneo? Nella Sala dei Provveditori del Comune di Salò, sabato prossimo, 7 marzo, alle 9.30 il prossimo importante appuntamento per ricordare il 450° della fondazione dell'Ateneo di Salò



Altre da Roè Volciano
22/10/2018

Dalla scuola al lavoro

Questo martedì alle 17:30, presso il Centro di Formazione Professionale SCAR di Roè Volciano, avrà luogo un incontro di presentazione della nuova collaborazione tra SCAR, Raffmetal e Fondital

22/10/2018

Genitori si cresce

Una rassegna itinerante nelle biblioteche valsabbine e gardesane per parlare con genitori ed educatori di pedagogia e cura dei bambini da 0 a 3 anni. Il primo incontro questo martedì, 23 ottobre 

22/10/2018

Tamponamento in via Gardesana

Un rallentamento improvviso ha messo in difficoltà il motociclista che è andato a sbattere contro un’auto

22/10/2018

Possiedi dati personali di altri? Sai trattarli nel modo giusto?

Dallo scorso 25 maggio 2018 è applicabile in tutti gli stati membri dell'Unione Europea il nuovo Regolamento UE 679/2016 per il trattamento dei dati personali (GDPR). Con Ellegi per saperne di più


21/10/2018

Il bracconiere pentito

Antonio Rizzardini, di Roè Volciano, dopo una vita intera trascorsa a dare sfogo alla sua passione venatoria in modo  spesso illecito, sembra pentirsi e chiede di potersi iscrivere al WWF (9)

21/10/2018

Mercatino missionario a Roè

E’ quello organizzato a partire da questa domenica nella sala “Giuseppina Bakhita” dell’oratorio di Roè Volciano.

13/10/2018

Per la campagna «Io non rischio»

I Volontari dell’Associazione Volontaria Aib - Protezione Civile di Roè Volciano saranno in piazza oggi e domani per la campagna di prevenzione contro il rischio sismico e di altre calamità naturali


12/10/2018

Auto contro bici

Un ciclista di 64 anni è finito in ospedale dopo essere stato investito da un’auto, lungo la via Bellini a Roè Volciano

10/10/2018

Gruppi Anpi in assemblea

Le sezioni di Salò, Roè Volciano, San Felice e Puegnago si riuniranno questo sabato, 13 ottobre, per riorganizzare le attività dell’associazione sul territorio. Un’occasione di dialogo e confronto aperta a tutti 

09/10/2018

«Il genocidio degli Armeni, una storia lunga un secolo»

Questo venerdì, 12 ottobre, a Roè Volciano una conferenza per ripercorrere la storia della persecuzione armena attraverso alcuni importanti documenti storici 



Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia