09 Luglio 2019, 07.13
Roè Volciano Valsabbia Muscoline
Giustizia

Nessuna responsabilitĂ  per i vertici Anas

di val.

Dopo sette anni è stato assolto Matteo Castiglioni, il responsabile territoriale Anas anche per la 45Bis, a Prevalle, dove morì Sara Comaglio


Il 22 maggio del 2012, Sara Comaglio, agente della Locale, stava rientrando a casa dal servizio quando la sua Punto è decollata su una pozzanghera alta diversi centimetri, mettendosi di traverso, andando a sbattere con la fiancata contro un’Audi che scendeva dalla parte opposta.

Sara aveva 22 anni. E’ morta sul colpo.

Quell’allagamento era già stato più volte segnalato, ma nessuno era intervenuto sulle pompe idrovore che spesso andavano in tilt, come hanno affermato numerosi testimoni.

Ieri l’udienza, col pubblico ministero Corinna Carrara che ha chiesto la condanna del Castiglioni ad un anno e sei mesi.
Gli avvocati difensori però hanno smontato tutte le tesi dell’accusa e il giudice Maria Chiara Minazzato l’ha assolto “per non aver commesso il fatto”.

A pagare per quella morte assurda sarà solo il cantoniere che già è stato condannato in via definitiva a sei mesi.
Chi è “sopra di lui”, insomma, è riuscito a dimostrare che di quei guasti non ne sapeva nulla.

.in foto: Sara paracadutista; l'incidente; la pozzanghera ancora presente un'ora dopo lo schianto.



Commenti:
ID81113 - 09/07/2019 18:22:14 - (oiram) -

LE SENTENZE VANNO RISPETTATE. SCONCERTANTE CHE CHI PAGA E' SEMPRE L'ULTIMO GRADINO, I COLLETTI BIANCHI DIETRO LE SCIVANIE RIESCONO SEMPRE A FARLA FRANCA. L'ITALIA CHE NON VUOLE CAMBIARE.

ID81114 - 09/07/2019 18:30:06 - (Carletto) -

per una volta non c'è stata la pilatesca sentenza di dover dare una simbolica condanna anche ai vertici per accontentare gli urlatori (vedi sopra). In questi casi la responsabilità effettivamente è quasi sempre di chi i lavori li esegue male o non li fa del tutto, pensare che un dirigente in un ufficio prenda e vada a controllare singolarmente il lavoro di centinaia di operai è assurdo. Certo che soli sei mesi per quello che di fatto è un OMICIDIO lasciano sgomenti.

ID81118 - 09/07/2019 20:04:25 - (genpep) -

una volta grossi stipendi erano sinonimo di grosse responsabilità, ora le responsabilità non le ha più nessuno. Non era la prima volta che la galleria si allagava, anzi la storia si ripeteva già da parecchio tempo.Delle due l'una, o i dirigenti non servono a nulla e allora poteva non sapere, o sapeva e allora è responsabile.

ID81119 - 10/07/2019 07:09:54 - (stefano1511) -

mi spiace sara un bacio a te lassĂą.

ID81356 - 31/07/2019 16:44:20 - (Domenico69) -

Dispiace molto per una ragazza giovane che purtroppo non c'e piĂą e rispetto per lei.......... Le colpe per chi ha fatto la galleria e per chi l'ha messa in opera ci sono tutte e pure per chi ha tergiversato sulla soluzione del problema allagamenti.....Ma la dinamica dell'incidente non esclude che una velocitĂ  moderata avrebbe potuto evitare il disastro

Aggiungi commento:
Vedi anche
08/01/2019 08:05

Niente prescrizione Alla famiglia di Sara Comaglio, la giovane morta per incidente stradale al sottopasso di Prevalle sette anni fa, Anas ha versato circa 400mila euro. Il processo sulle responsabilitĂ  arriverĂ  comunque a conclusione: udienza il prossimo 21 gennaio

31/01/2014 07:00

Sottopasso di Prevalle, interviene l'Anas A venti mesi dal tragico incidente in cui perse la vita Sara Comaglio, l'Anas appalta i lavori per rendere piĂą sicuro quel tratto di 45Bis

28/09/2012 12:00

Doppia partita L'Anas gioca su due tavoli la soluzione all'annoso problema degli allagamenti lungo la 45bis, all'altezza del sottopasso nel territorio comunale di Prevalle.

22/09/2012 07:52

Anas o agricoltori? La parola al Prefetto Il tema č l'allagamento della 45bis all'altezza del sottopasso di Prevalle. Un fenomeno che il 22 maggio scorso ha ucciso una giovane di Muscoline, Sara Comaglio.

21/05/2016 07:18

In memoria di Sara Si sta avvicinando il 22 maggio. Quattro anni prima, Sara Comaglio moriva schiantandosi lungo la 45Bis, tradita dalla strada allagata, che nemmeno pioveva. La madre ancora chiede giustizia. E intanto ammonisce



Altre da Roè Volciano
13/08/2020

«Al passo del Chiese» arriva in Valsabbia

Nella terza tappa del cammino lungo il Chiese, ieri Mirko Savi e i suoi accompagnatori sono passati da Gavardo per giungere a Roè Volciano da dove oggi ripartiranno per Idro

11/08/2020

Auto ferma, la moto la tampona

Ferito più nell’orgoglio che nel fisico, per fortuna, il 22enne alla guida di una Yamaha, anche se c’è mancato poco finisse sotto ad un camion

06/08/2020

Pavoni sempre a podio

Prosegue la scia positiva per il giovane endurista di Roè Volciano alle prese nell’ultimo caldo fine settimana con la seconda tappa degli Assoluti d’Italia

06/08/2020

Stefano e i 30

Tantissimi auguri a Stefano di Roè Volciano che proprio oggi, giovedì 6 agosto, compie 30 anni

03/08/2020

Una scuola... a pois!

Manca ancora tanto tempo all’inizio della scuola ma, visto che gli impegni che attendono i docenti per quest’anno saranno triplicati (e complicati!), alcuni insegnanti della scuola media F. Odorici di Roè Volciano si sono ritrovati per fare il PUNTO della situazione

01/08/2020

Vietato il transito sul ponte della ferrovia

Non essendo garantita una percorribilità in completa sicurezza, il sindaco di Roè Volciano Mario Apollonio ha disposto, a seguito di alcuni controlli, la chiusura del ponte sulla ciclabile a Tormini

26/07/2020

In moto contro un'auto, grave centauro

Gran brutto incidente a Roè Volciano, dove un motociclista ha centrato un’auto che stava girando a sinistra. Per lui un volo in ospedale con codice rosso

25/07/2020

Gli 80 di Speranza

Tanti auguri a Speranza, di Roè Volciano, che proprio oggi, sabato 25 luglio, raggiunge 80 splendidi anni

22/07/2020

La banda riprende a suonare

Anche l’Amministrazione comunale ha voluto rivolgere un saluto alla ripresa delle attività della Corpo bandistico di Roè Volciano presso l’auditorium della cooperativa San Giuseppe

12/07/2020

Dopo la tempesta, la conta dei danni

Anche in bassa e media Valle Sabbia la furia del nubifragio di ieri pomeriggio è stata devastante. A Serle il vento ha scoperchiato due abitazioni; allagato anche stavolta il sottopasso della 45bis a Prevalle