Skin ADV
Sabato 25 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Isola di San Paolo

Isola di San Paolo

di Paolo Salvadori



23.05.2019 Gavardo

24.05.2019 Bagolino Valsabbia

23.05.2019 Vobarno

23.05.2019 Gavardo

24.05.2019 Barghe

23.05.2019 Odolo

24.05.2019 Gavardo

23.05.2019 Anfo Valsabbia

23.05.2019 Idro

23.05.2019 Gavardo



21 Ottobre 2018, 09.45

Blog - Genitori e figli

La pedofilia on line

di Giuseppe Maiolo
Tutto cambia, nel bene e nel male. Ora la pedofilia si è trasferita in Internet e i pedofili on line sono la nuova frontiera della depravazione sessuale
    
La rete internet, e non solo il Deep Web che è uno spazio virtuale nascosto usato di solito per l’attività illegale, adesso offre ai pedofili ampie possibilità di soddisfare la loro sessualità deviante.
Non si tratta di una nuova categoria di molestatori ma di una modalità più comoda e facile per adescare bambini e adolescenti e coinvolgerli in attività sessuali prima virtuali e poi reali.

In genere i pedofili on line sono più giovani dei molestatori “tradizionali” e non hanno precedenti crimini sessuali.
Sfruttano le reti peer-to-peer per cercare e scambiare materiale pedopornografico e alcuni di loro ricorrono anche alle chat dove è più facile contattare i minori.
Hanno una buona capacità empatica e sono in grado di entrare in sintonia emotiva con i bambini e gli adolescenti che incontrano, visto utilizzo di Internet che ne fanno minori in qualsiasi momento della giornata.

La cosa particolare sono le nuove tecniche di adescamento, subdole e pericolose. Una di queste è il child grooming, una pratica specifica messa in atto secondo un preciso “copione”.
La traduzione italiana della parola grooming è “prendersi cura” di un animale e, nello specifico, strigliare il cavallo.
Per estensione, il termine è divenuto indicativo di un comportamento di cura e di attenzione alla relazione tra un adulto e un minore, finalizzata alla costruzione di un rapporto di fiducia. Gli studi, descrivono l’adescamento on line come un avvicinamento graduale e per tappe.

La prima è finalizzata alla costruzione dell’amicizia.
Infatti dopo il primo contatto virtuale con il minore, che solitamente avviene con un’identità falsa in quanto chi adesca si fa passare per coetaneo o si finge femmina quando è maschio, il pedofilo costruisce lentamente un rapporto di amicizia carico di attenzione e affetto che gratifica il bambino o l’adolescente.

In un momento successivo valuta la possibilità di essere scoperto e inizia a sondare in che misura il minore sia sotto il controllo dell’adulto, quale presenza abbiano i genitori nella sua giornata e con quali dispositivi è connesso.
Poi inizia una vera e propria manipolazione del minore che serve a fargli credere che di lui si può fidare e può parlare in maniera confidenziale della sua vita e dei suoi problemi personali.

A quel punto il pedofilo in chat comincia a fare richieste intime relativamente alla sessualità per poi passare a esplicite richieste di azioni sessuali on line magari attraverso l’esibizione di attività autoerotiche davanti una webcam.
Non è raro che a quel punto il molestatore invii esplicito materiale sessuale e lo accompagni da un atteggiamento minaccioso e offensivo per indurre il minore a fare quanto richiesto. Da qui alla pretesa di un contatto reale, il passo e breve e il minore, per fiducia e paura, accetta.

Ciò significa che
le nuove modalità di adescamento on line, richiedono una particolare attenzione da parte degli adulti di riferimento i quali hanno come dovere quello di tutelare i minori dapprima conoscendo bene il fenomeno e poi dando loro come autoprotezione, specifiche indicazioni di comportamento.

Giuseppe Maiolo
Doc. Psicologia delle età della vita – Università di Trento
www.officina-benessere.it

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/07/2016 07:13:00
Grooming: la pedofilia in Internet Tra rischi che corrono i minori in Internet vi è da sempre quello di essere adescati, cioè catturati dai maleintenzionati che vogliono procurarsi contatti reali di natura sessuale o materiale pedopornografico

01/03/2014 18:34:00
Prostituirsi per gioco? A leggere di giovani adolescenti che a Ventimiglia si prostituiscono per "gioco", colpiscono diverse cose

14/09/2015 11:12:00
L'arte di negoziare con i figli Riprende il percorso per GENITORI IN FORMAzione con un altro ciclo di incontri che si terranno nei vari comuni della Valle Sabbia nei prossimi mesi. Questo mercoledì l'appuntamento è a Sabbio Chiese con Giuseppe Maiolo. L'abbiamo intervistato


09/07/2018 07:53:00
Ludopatia Il termine ludopatia è ormai diventato familiare. Se ne parla sempre di più e si insiste, meno male, sugli aspetti gravi, anzi gravissimi. La parola indica gioco che produce patologia!

14/10/2018 08:00:00
Castrazione chimica per la pedofilia? Inutile Ogni qualvolta accadono violenze sessuali sui bambini o di stupri sui minori come il recente caso della studentessa asiatica violentata a Firenze qualche settimana fa, torna fuori da parte di personaggi pubblici o politici l’idea della castrazione chimica come soluzione



Altre da Pillole di Psicologia
14/01/2019

A che servono i castighi e le punizioni?

Le frustrazioni, i rimproveri, le limitazioni e anche le punizioni servono, hanno la loro funzione: quella di far sapere al bambino ciò che è bene e ciò che è male, quello che si può  e quello che non si può fare

03/12/2018

Perché dopo i 30 anni si hanno meno amici?

Chi nota di avere molti meno amici rispetto a quando era giovane può evitare di andare in crisi: dopo i 30 anni, infatti, è normale avere meno connessioni sociali rispetto al passato


28/11/2018

Il «Grande Fratello» arriva fin da piccoli

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con 57 voti favorevoli e 16 contrari, un progetto di legge che vuol favorire l'installazione di telecamere negli asili nido. C'è chi dice no
(11)

11/11/2018

Le parole dell'odio

Le parole dell’odio circolano realmente attorno a noi, oggi  più che mai in rete, e attraversano le relazioni, le contaminano e le feriscono

19/08/2018

Le bulle

Quando pensiamo al bullismo pensiamo ai maschi e alle prevaricazioni che esercitano tra pari, bambini o adolescenti. Non c’è dubbio che stando alle statistiche il fenomeno riguardi in gran parte il genere maschile, ma...

29/07/2018

Adolescenti e social

I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

08/06/2018

Apertura estiva per San Bartolomeo

La chiesa e il complesso dell’ex monastero di San Pietro in Monte Orsino a Serle riapre domenica a visite guidate e iniziative culturali che si protrarranno per tutta l’estate

11/04/2018

Limbo virtuale

Un film dai mille messaggi profondi che sfortunatamente accomunano la nostra società, un opera cinematografica che è in grado di farci riflettere su tutto quello che al giorno d'oggi molte persone sono costrette a vivere

23/01/2018

Terza sconfitta consecutiva al tie break

In uno scontro diretto per la zona salvezza il Tecnoace non riesce a completare la rimonta e si arrende dopo due ore e cinque minuti di gioco al Bruzzano

16/09/2017

Costruire l'umano nella scuola che cambia

La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia