Skin ADV
Domenica 21 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Birba al lago della Vacca

Birba al lago della Vacca

di Fiorenza Zenucchi



20.07.2019 Vestone Valsabbia

19.07.2019 Bagolino Val del Chiese

19.07.2019 Gavardo

19.07.2019 Pertica Alta

19.07.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi

20.07.2019 Serle

19.07.2019 Val del Chiese

20.07.2019 Barghe

19.07.2019 Prevalle

20.07.2019 Gavardo






11 Febbraio 2019, 06.57

Genitori e figli

Quando il bullismo diventa normale

di Giuseppe Maiolo
Ci sono storie che si raccontano e altre, spesso quelle che parlano di prevaricazioni e violenze, che vengono tenute nascoste sotto il velo perverso dell’omertà. VIDEO
 
Delle storie del bullismo, ad esempio, si danno notizie che descrivono i fatti e si fanno cronache anche dettagliate ma che narrano poco della sofferenza che c‘è dentro delle vittime o di ciò che agita l’anima dei bulli. 

Della violenza orizzontale gli adulti spesso conoscono solo i fatti superficiali.
I genitori più ancora non sanno granché dei figli che sono vittime di derisioni e offese e conoscono poco o nulla delle tante varianti della violenza bulla che adesso si coniuga sempre di più on line.
In gran parte la maggior parte della gente è all’oscuro del malessere che prova chi è deriso e insultato.

Ma quello che è più grave è che un po’ tutti ci stiamo abituando alle prevaricazioni del bullismo fisico e verbale e che si sta normalizzando un fenomeno che normale non è. 

“Un gesto inutile e di immotivata gentilezza” è una storia nuova che ti provoca e ti fa pensare.
Un video-documento originale presentato qualche giorno fa a Bolzano e realizzato da un gruppo di adolescenti da una classe di un Liceo.
Una narrazione diversa che affronta il comportamento bullo da una prospettiva inusuale, quello di una comunità che ha fatto del bullismo un valore.

Scritta e realizzata dai ragazzi questa narrazione che usa la tecnica del “mockumentary”, un falso documentario, ha inteso mettere l’attenzione sulla realtà problematica del bullismo i cui comportamenti possono anche apparire positivi e, secondo la finzione del docu-film, la bulla un talento da scoprire.

Una lettura dunque paradossale quella fatta dai quindicenni che sotto la guida di un regista attento ed esperto come Federico Greco hanno denunciato un grave pericolo strisciante: considerare le prepotenze e le vessazioni come qualcosa di ormai costante e presente nella realtà che ci circonda che finisce per normalizzare il bullismo.
Più la società si abitua alle storie di quotidiana violenza e meno ne avverte la pericolosità.

È una realtà distopica, cioè negativa e falsa, dicono i ragazzi della seconda C quando mostrano che si fanno selezioni pubbliche per trovare una ragazza bulla da incoronare.
È un “non-luogo”, ovvero un spazio paradossale che ha acquisito una valenza positiva il posto dove si mettono in scena le varie parti, così come è “non-valore” l’entusiasmo di quella madre che  mostra la sua soddisfazione quando la propria figlia viene ufficialmente riconosciuta come bulla.
Ma tant’è! È quello che accade.

Una provocazione dunque, chiara e tonda.
Un apparente paradosso che però non va molto distante dalla realtà delle cose che stanno succedendo. Perché il bullismo di oggi sta diventando per tutti un modo di agire comune, troppo comune e abituale, al punto tale che è facile non vederlo e non sentirlo come un male da fronteggiare.

Lo dimostra la percezione che ne hanno i minori quando dicono che tutto sommato è un gioco divertente anche per le vittime e ancora di più lo evidenzia l’atteggiamento di anomala sorpresa degli adulti che alla fine, molto alla fine, si accorgono quanto la violenza delle parole e dei gesti si affolli dietro le loro spalle. 

Ed è a questi ultimi, ai grandi e a quelli che hanno doveri educativi, che credo debba essere maggiormente dedicato il docu-film dei ragazzi di Bolzano.

Giuseppe Maiolo
Università di Trento
www.officina-benessere.it



Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/08/2018 08:33:00
Le bulle Quando pensiamo al bullismo pensiamo ai maschi e alle prevaricazioni che esercitano tra pari, bambini o adolescenti. Non c’è dubbio che stando alle statistiche il fenomeno riguardi in gran parte il genere maschile, ma...

27/02/2019 07:00:00
Costruire l'umano per combattere il bullismo Sarebbe bello se le azioni bulle avessero anche una minima motivazione e il bullo o la bulla fossero soggetti riconoscibili a distanza. Dietro molte aggressioni, invece, e dietro la violenza ci sono dinamiche complesse ma spesso prive di una qualche specifica ragione

26/08/2018 09:23:00
Bullismo e disimpegno morale
Di bulli ce ne sono tanti. Troppi sicuramente e distribuiti un po’ dappertutto, non solo nei luoghi tradizionali come la scuola o il parco pubblico, e ora il web, dove è più facile spargere i semi dell’intolleranza e della violenza


08/12/2015 08:58:00
Bullismo, la violenza del silenzio Colpisce l’orrore delle sevizie contro un minore di 13 anni che viene legato ad un cancello e trattato come un urinale...

01/07/2018 08:20:00
Il bullismo a scuola La scuola è finita anche quest’anno ma a bilancio c’è sempre l’inquietante incremento del bullismo



Altre da Genitori e Figli
15/07/2019

Gli adolescenti, l'estate, l'amore

L’estate, per tutti è sinonimo di vacanza e di svago, di vita all’aria aperta. Per gli adolescenti ancora di più 

08/07/2019

Se un adolescente mente

Inventarsi una storia o farsi un film e mentire alla grande, in adolescenza ci sta. Eccome! Perché, come dice Gustavo P. Charmet, “I ragazzi che sostengono di dire sempre la verità ci devono preoccupare”

01/07/2019

I fatti di Bibbiano. Dalla violenza alla violenza?

Quando un amico e collega, qualche sera fa mi segnala la notizia appena diffusa dalle agenzie di stampa sui fatti di Bibbiano in provincia di Reggio Emilia, la mia reazione non è solo di sorpresa ma di totale sconcerto (1)

24/06/2019

WhatsApp, adescamento e pedopornografia

Stiamo perdendo la percezione del rischio. I bambini e gli adolescenti ne hanno poca o niente, ma questo è fisiologico. Gli adulti, invece, se poco competenti sulle nuove tecnologie digitali, sembrano sottovalutare i pericoli provenienti anche dall’utilizzo di un sistema di messaggistica come quello di WhatsApp, considerato sicuro

16/06/2019

Educare al fallimento

Tempo di bilanci per la scuola. Ma anche tempo di sofferenze per chi si aspettava risultati diversi, per chi ha debiti formativi da recuperare o addirittura viene bocciato.

10/06/2019

La disperazione infinita di Noa

Il gesto di Noa turba e sconvolge la coscienza collettiva. Genera sempre un’angoscia infinita la morte precoce di un adolescente, soprattutto quando si tratta di suicidio e nasce dalla caparbia determinazione di una ragazzina di 17 anni che ha rincorso da tempo il suo progetto

03/06/2019

Nuovi adolescenti, la comunicazione del dolore

“La nostra gioventù ama il lusso, è maleducata, se ne infischia dell’autorità e non ha rispetto per gli anziani”. Sembra uno di quei giudizi che pronunciamo un po’ tutti ogni qualvolta incontriamo adolescenti maleducati e offensivi. Invece questa frase la scriveva Socrate nel 470 a. C.

27/05/2019

Che bello lo sballo!

Se c’è una paura che hanno oggi i ragazzi è quella di essere vulnerabili. Non fragili, perché si sentono supereroi, ma deboli e incapaci di farcela, ad esempio nei confronti di un dolore

20/05/2019

Challenge. Le nuove sfide degli adolescenti

Le sfide fanno parte del nostro tempo. E non sono una novità, anzi. Ma adesso stanno diventando una moda che coinvolge un po’ tutti, grandi e piccini, e in particolare gli adolescenti.

07/05/2019

Manduria, adolescenti feroci e cultura della violenza

Un fatto incredibile, che sembra puntare i riflettori sull’adolescenza di oggi priva di senso morale, la quale per noia o divertimento esercita violenza sui più deboli e sugli indifesi

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia