Skin ADV
Domenica 23 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Al lago di Braies

Al lago di Braies

di Eliana Lombardi



21.09.2018 Gavardo Valsabbia

21.09.2018 Gavardo

22.09.2018 Vestone Valsabbia

21.09.2018 Villanuova s/C

21.09.2018 Pertica Bassa Valsabbia

22.09.2018 Roè Volciano

22.09.2018

21.09.2018 Prevalle

21.09.2018 Val del Chiese

21.09.2018 Sabbio Chiese






08 Dicembre 2017, 12.04
Provincia
Società

Non ci posso credere

di Ubaldo Vallini
La petizione "Via i pesci dall'acquario di Fazio" ha raggiunto in pochissimo tempo quasi duemila firme. L'acquario però è ancora in trasmissione dopo la lettera aperta scritta dalla presidente di AssoVegan

Premetto che ognuno è padronissimo di trascorrere il suo tempo come vuole, anche combattendo una battaglia per la liberazione dei pesci dagli acquari. E non ho nulla da dire a chi decide di non cibarsi di esseri viventi. Non mi disturba nemmeno un po’.

Quello che mi spaventa è che una petizione che mira a togliere gli acquari dalla TV possa essere sottoscritta in breve tempo con migliaia di firme.

Non capisco più in che mondo siamo: tanto più che i vegani qui rappresentati dalla presidentessa di AssoVegan, sono gli stessi che poi trovano del tutto normale tenere in casa gatti, cani, conigli e altro, ovviamente castrandoli (nei forum è questo che si trova).

Questa la storia. Come racconta “Veganok” Animal Press con un comunicato diffus nelle scorse ore:

«A seguito dell'esordio di Fabio Fazio su RAI1 con la nuova edizione di “Che tempo che fa”, con pesci detenuti in un acquario, la presidente di AssoVegan - Associazione Vegani Italiani aveva scritto ai primi di ottobre al conduttore una lettera aperta che aveva suscitato scalpore e un notevole riscontro mediatico.

Nella lettera ribadiva che: "Mostrare pesci prigionieri a tutta l’Italia è una cosa senza alcun senso nonché obsoleta.
La nostra realtà è indignata: lavoriamo costantemente per divulgare il rispetto della vita in tutte le sue forme e siamo rimasti molto delusi che una trasmissione come questa, molto seguita, proponga animali in cattività a soli fini estetici.
E pensare che la televisione potrebbe essere un’occasione preziosa di sensibilizzazione alla questione animale; un amplificatore potente in merito a questioni etiche a favore di scelte più sostenibili.
Invece siamo ancora fermi qui: a difendere la nostra posizione di fronte ad un palese atto di violenza e di sfruttamento
".

In quella lettera anche altri membri del Comitato Etico di AssoVegan
avevano preso le distanze da questa terribile scenografia-prigione, sottolineando che dalla TV di Stato ci si aspetta un pensiero evoluto e antispecista, che promuova ideali di bellezza: per gli animali e per le nuove generazioni che hanno bisogno di un respiro di rispetto, libertà e giustizia.

Nonostante i commenti negativi e di condanna per l'infelice scelta, l'acquario è ancora lì, con relative assicurazioni del conduttore che afferma sostanzialmente che i pesci stanno bene e sono monitorati da un veterinario.

Renata Balducci non si arrende alla caduta di stile di Fazio:
"Nessun vivente può stare bene al di fuori del proprio habitat, anche se monitorato da veterinari: al massimo si sopravvive".

Grazie alla determinazione di tante persone responsabilmente sensibili e attente alla tutela e al benessere di chi è più debole è nata da poco una petizione, lanciata da Roberto Contestabile, membro del Comitato Etico di AssoVegan e collaboratore della testata online "Promiseland" (www.promiseland.it), che afferma: "Lo sfruttamento animale ha diverse forme e luoghi: acquari, gabbie, zoo, laboratori di ricerca, allevamenti, circhi, capsule spaziali, sagre, corride, palii, mostre, tornei, rievocazioni storiche, giostre, religiosità, manifestazioni culinarie e folkloristiche... e anche uno studio televisivo".
Dopo poche ore dalla pubblicazione la petizione aveva già raggiunto quasi duemila firme.

"Si aggiungono firme ogni minuto - aggiorna Renata Balducci - e quando la petizione avrà raggiunto qualche migliaio di sottoscrizioni sarà consegnata al Direttore di RAI1 Angelo Teodoli affinché si renda conto di quanti telespettatori che pagano il canone non gradiscono finanziare una forma di violenza qual è la prigionia dei pesci in un acquario".»

Siamo curiosi di vedere come va a finire

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID74363 - 08/12/2017 14:20:00 (roberto74) Siamo al limite?
Secondo me si, iniziamo ad essere al limite....di sopportazione. Mi riferisco a queste associazioni. E un dubbio mi assale, stanno forse cercando visibilità e di far parlare di se? Forma di violenza un pesce in un acquario? Di quelle dimensioni? Ma che ne sanno loro se il pesce soffre o se sta bene? Perché loro DEVONO condizionare la vita di un essere che nemmeno parla e può esprimersi? E soprattutto, perché loro impongono e gli altri devono sottostare a quando detto da questi neogruppi nati come fiori in pochi anni? Ops, attenzione che i fiori potrebbero essere sfruttati se messi in una frase come questa e rischio una denuncia...pardon.


ID74364 - 08/12/2017 15:43:31 (ibisco)
Mi sembra di sentire la voce dei nostri avi che sussurrano: "i ga' trop botep".


ID74365 - 08/12/2017 16:39:43 (piedemerda)
a parte che a mè il programma di fazio mi capita di guardarlo solo per l'acquario, il programma non mi piace, ma l'acquario si, se all'associazione non piace, basta che cambi canale, se una maglia non ti piace la cambi, queste associazioni non piaciono a nessuno ma non si possono cancellare, allora non rompano le scatole e guardino altri programmi che a noi piace quell'acquario.


ID74366 - 08/12/2017 16:59:38 (parcifes)
Appunto non sai se sta bene per cui lo lasci nel suo ambiente naturale.


ID74368 - 08/12/2017 18:32:58 (agri)
Come dice un mio caro amico se ADAMO ED EVA IN PARADISO AVESSERO MANGIATO IL SERPENTE AL POSTO DELLA MELA OGGI SAREMMO ANCORA TUTTI LI.. consentite una barzelletta, davanti a certe affermazioni ,non ci sono altre parole.


ID74369 - 08/12/2017 19:19:43 (gino)
Hai ragione Roberto, siamo limite...oltre il limite!!!


ID74373 - 09/12/2017 12:38:56 (Tc) ...
proprio un cazz@ da fare ste pseudoambientalisti o pseudonaturalisti...ci sono tanti posti in montagna liberi con tante bestie da curare prima che scompaia la tradizione dei malgari...che si uniscano,staranno immersi nella natura,a contatto 24h al di con i loro beniamini animali...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/05/2016 20:00:00
«A scuola fino al 30 giugno» Un prolungamento del tempo scolastico, è quello chiesto da una mamma, che ha lanciato una petizione online. E il Ministro Giannini le ha risposto


21/04/2010 07:07:00
Vegetariani nella sede degli Alpini C'è tempo fino a giovedì per prenotare una cena "vegan" a Vobarno e contribuire al salvataggio di alcuni animali.

09/02/2016 17:25:00
Giustizia per Raffaele I familiari del ragazzo di Paitone morto in un incidente sul lavoro in Svizzera hanno lanciato una petizione su Change.org per chiedere alla magistratura elvetica di non chiudere le indagini

03/04/2013 10:58:00
Acqua pulita con l'ultravioletto Buone notizie per i pesci che potranno nuotare in buone acque, nel senso letterale. Un programma di ricerca europeo ha sviluppato una nuova tecnologia per purificare le acque dell'acquario

09/01/2010 10:03:00
Una petizione per Gavardo Contro il parcometro nel parcheggio dell'ospedale, la minoranza in Consiglio si organizza con una petizione. Inizia domenica la raccolta delle firme.



Altre da Provincia
20/09/2018

Coltelli artigianali in mostra al Maglio

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio questa domenica, 23 settembre, il Maglio di Nuvolento ospiterà l’esposizione dei coltellinai del nord Italia e la forgiatura delle lame battute a mano 

15/09/2018

Tre Valli in coro a Barghe

La rassegna corale che riunisce idealmente Valtrompia, Valsabbia e Valcamonica conclude il suo primo ciclo questa sera – sabato 15 settembre – presso la Parrocchiale di Barghe 

15/09/2018

A Preseglie la prima campanella

Il centro valsabbino ha ospitato l'inaugurazione dell'anno scolastico provinciale


12/09/2018

Competenze e profili 4.0 nella nuova indagine retributiva

La ricerca, curata dall’Ufficio Studi e Ricerche di Aib, sarà presentata domani – giovedì 13 settembre – nella sala Beretta di Aib a Brescia

11/09/2018

Export bresciano, 4,5 miliardi tra aprile e giugno

È quanto emerge dai dati Istat al secondo trimestre 2018 elaborati dall’Ufficio Studi e Ricerche AIB e dal Servizio Studi della Camera di Commercio 

10/09/2018

Speciale corsi 2018

Vallesabbianews propone alle associazioni sportive e culturali del territorio uno spazio dedicato alla pubblicizzazione dei nuovi corsi. Ecco come


10/09/2018

Un canto d'amore alla Terra

Arianna Scommegna torna ad Acque e Terre Festival con il reading “Un albero di trenta piani”. L’appuntamento è per domani, 11 settembre, a Nuvolento

06/09/2018

Valsabbia, semestrale ok

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina ha approvato la situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018, che mostra tutti i principali risultati economici in miglioramento

05/09/2018

Edizione numero otto

Assistenza sociale e socio-sanitaria, tutela e valorizzazione del patrimonio artistico storico e ambientale, azioni culturali ed istruzione. Il 13 settembre in Comunità montana per saperne di più

04/09/2018

Al Ducos una passeggiata «vittoriana»

Questo venerdì, 7 settembre, in città una passeggiata notturna a lume di candela dedicata a spiritismo, medium e morte nell’età vittoriana


Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia