Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

19.02.2018

19.02.2018 Storo

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

21.02.2018 Gavardo

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia






08 Febbraio 2018, 07.30
Provincia
AIB

Incremento della produzione per l'industria e l'artigianato

di Redazione
I risultati al quarto trimestre 2017 delle indagini congiunturali dell’Ufficio Studi e Ricerche AIB e del Servizio Studi della Camera di Commercio evidenziano una nuova variazione positiva per le imprese manifatturiere bresciane

Nell’ultimo trimestre del 2017 - rileva una nota dell’Ufficio Studi e Ricerche AIB - l’attività produttiva delle imprese manifatturiere bresciane registra una nuova variazione positiva, coerente con un contesto nazionale e internazionale nel complesso positivi. La dinamica dell’industria provinciale è stata favorita dalla rinnovata vitalità del mercato domestico, unita al consolidamento di quello estero.
 
Nel dettaglio, la produzione industriale evidenzia una crescita congiunturale del 2,2%; la variazione tendenziale (ossia la variazione dell’indice nei confronti dello stesso periodo dell’anno precedente), pari a +3,1%, è positiva per la diciassettesima rilevazione consecutiva. Nel complesso, il 2017 si chiude con un incremento medio della produzione del 3,3%, in lieve accelerazione su quanto registrato nel 2016 (+3,2%).

La dinamica è del tutto assimilabile a quella del 2010, quando l’industria locale aveva potuto beneficiare di un “effetto rimbalzo”, dopo la forte caduta del 2009. Il recupero dai minimi registrati nel terzo trimestre 2013 è pari a +13,0%, mentre la distanza dal picco di attività pre-crisi (primo trimestre 2008) si attesterebbe intorno al 22%. 
 
L’artigianato manifatturiero bresciano – secondo il Servizio Studi della Camera di Commercio di Brescia - chiude il quarto trimestre del 2017 con un risultato positivo della produzione manifatturiera artigiana. La dinamica congiunturale è positiva (+0,8%). La crescita, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno è stata ancora più intensa e pari al 3,5%.

Complessivamente la crescita media annua del 2017 è stata pari al 3,6%, migliore del risultato dello scorso anno (1,7%).Il quadro positivo è stato supportato dal fatturato che ha segnato una leggera crescita rispetto al trimestre precedente (0,4%), ma più intensa su base annua (3,2%).Gli ordinativi hanno chiuso con risultati contrastanti: in lieve calo rispetto al terzo trimestre (-0,4%) e in aumento (2,1%) sullo stesso periodo dello scorso anno.
 
Il confronto territoriale evidenzia che l’artigianato bresciano ha conseguito risultati nel complesso in linea con la media lombarda.
 
Il recupero della dinamica produttiva trova conferma nell’evoluzione dell’indice della produzione industriale manifatturiera che, dopo avere raggiunto il punto di minimo alla fine del 2012, si mantiene su un percorso di crescita lento, ma costante.
 
I principali indicatori dell’industria:
 
- Con riferimento ai settori, l’attività è aumentata significativamente nei comparti: metallurgico e siderurgico (+8,7%), meccanica di precisione e costruzione di apparecchiature elettriche (+4,5%), carta e stampa (+4,4%), tessile (+3,0%), chimico, gomma e plastica (+2,7%), legno e mobili in legno (+2,4%). Hanno invece evidenziato un’evoluzione relativamente meno intensa i settori: maglie e calze (+1,8%), abbigliamento (+1,5%), calzaturiero (+1,5%), agroalimentare e caseario (+1,1%).  L’attività è rimasta sostanzialmente invariata nella meccanica tradizionale e mezzi di trasporto (0,0%), mentre è diminuita nel comparto materiali da costruzione ed estrattive (-2,1%).
 
- Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 36% delle imprese, diminuite per il 12% e rimaste invariate per il 52%. Le vendite verso i Paesi comunitari sono salite per il 25% degli operatori, scese per il 17% e rimaste stabili per il 58%; quelle verso i Paesi extra UE sono cresciute per il 22%, calate per il 21% e rimaste invariate per il 57% del campione.
 
- I costi di acquisto delle materie prime sono aumentati per il 42% delle imprese, con un incremento medio dell’1,6%. I prezzi di vendita dei prodotti finiti sono stati rivisti al rialzo dal 14% degli operatori, con una crescita dello 0,2%. 
 
- Le previsioni per i prossimi mesi sono nel complesso ottimistiche: la produzione è attesa in aumento da 32 imprese su 100, stabile dal 52% e in flessione dal rimanente 16%. 
 
- Gli ordini provenienti dal mercato interno sono in aumento per il 31% delle imprese, stabili per il 53% e in contrazione per il 16%; quelli dai Paesi UE sono in crescita per il 20% del campione, invariati per il 67% e in flessione per il 13%; quelli provenienti dai mercati extracomunitari sono in rialzo per il 23% delle aziende, stabili per il 64% e in diminuzione per il 13%. La manodopera è attesa in aumento dal 15% degli intervistati, invariata dal 77% e in diminuzione dall’8%. 
 
I principali indicatori dell’artigianato:
 
- Il fatturato del comparto artigianato mantiene una dinamica positiva che fa registrare un incremento tendenziale del 3,2% e congiunturale dello 0,4%, contribuendo al risultato complessivo che ha visto una crescita media annua del 4,3% rispetto al 2016.Le dinamiche dell’indice destagionalizzato del fatturato totale sono simili a quelle viste per la produzione industriale; in recupero, rispetto al 2012 ma ancora lontano dai massimi raggiunti nel 2007.
 
- Gli ordini sono cresciuti del 2,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, trainati da soprattutto dalla componente estera (ordini interni +1,8%; ordini esteri +5,2%).Nella media del 2017 gli ordini sono cresciuti del 3,1% in linea con la dinamica della produzione e del fatturato.
 
- Dopo due anni di valori positivi o nulli, nell’ultimo trimestre del 2017 il saldo occupazionale è tornato negativo e pari a -0,2%. Il risultato è stato determinato dal più alto tasso di uscita rispetto a quello di entrata.Aumenta la quota di imprese che ha fatto ricorso alla Cassa integrazione guadagni, passata dall’1,5% del terzo trimestre all’1,9% attuale.
 
- Contrariamente ai dati complessivamente positivi di fine anno, le aspettative degli imprenditori artigiani per il primo trimestre 2018 non sono ottimistiche. Per la produzione e per l’occupazione prevalgono le attese di stabilità. Per la domanda interna e per il fatturato le aspettative sono pessimistiche. L’unica nota di ottimismo si registra per la domanda estera.
 
L’Indagine AIB viene effettuata trimestralmente su un panel di 250 imprese associate appartenenti al settore manifatturiero.L’indagine sull’artigianato della Camera di Commercio, la cui fonte è l’indagine congiunturale Unioncamere Lombardia, ha coinvolto 208 imprese della provincia, pari a una copertura campionaria del 100%.
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/11/2017 11:30:00
Ancora in crescita l'industria e l'artigianato manifatturiero Ecco i risultati al terzo trimestre 2017 delle indagini congiunturali del Centro Studi AIB e del Servizio Studi della Camera di Commercio

12/12/2017 15:45:00
Volano le esportazioni bresciane Ecco i dati Istat al terzo trimestre 2017 elaborati dall’Ufficio Studi e Ricerche AIB e dal Servizio Studi della Camera di Commercio. Nei primi nove mesi dell’anno le esportazioni bresciane volano a 11,6 miliardi

03/05/2016 15:03:00
Bene la produzione industriale, meno l'artigianato I dati del primo trimestre 2016 dell'economia bresciana mettono in evidenza un ulteriore recupero della produzione industriale, mentre l’attività nell’artigianato manifatturiero subisce una battuta d’arresto

29/07/2016 14:30:00
Rallenta l'industria, segnali di ripresa per l'artigianato Nel secondo trimestre del 2016 l’attività produttiva delle imprese manifatturiere bresciane registra un nuovo incremento, anche se più fiacca rispetto ai trimestri precedenti. Segnali positivi dall'artigianato manufatturiero con fatturato e ordinativi in crescita

26/11/2010 07:00:00
Produzione industriale, ottobre in diminuzione Manifatturiero in calo nel mese scorso nell’industria bresciana secondo l’indagine congiunturale mensile del Centro Studi Aib.



Altre da Provincia
21/02/2018

Fonderie bresciane da record

L’indagine congiunturale Assofond a chiusura del 2017 ha analizzato la situazione dei comparti ghisa, non ferrosi e acciaio in termini di produzione e fatturato 

21/02/2018

«Il recupero della fucina del maglio»

Verrà presentato domani, giovedì 22 febbraio, a Brescia il volume «Il recupero della fucina del maglio. Archeologia industriale a Nuvolento» scritto da Gianfranco Cretti, che ha permesso allo storico edificio di rivivere

19/02/2018

Il credito e la cooperazione in Valle Sabbia

Dopo l’Unità, l’Italia dovette adeguarsi ai Paesi occidentali più avanzati nell’industrializzazione, come la Germania, l’Inghilterra, la Francia...


19/02/2018

«Intrigo e amore»

Tre ore di spettacolo col fiato sospeso quello andato in scena al Teatro Sociale di Brescia a cura del Teatro Stabile di Genova 

17/02/2018

La Giornata del Gatto

Anche quest’anno nella giornata di oggi, 17 febbraio, si rende omaggio ai nostri amici felini. Nel pomeriggio, in città, sarà presente un gazebo di ENPA Brescia presso cui sarà possibile informarsi sulle attività dei volontari e sostenerle

16/02/2018

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

14/02/2018

Il problema del radon

Un gas radioattivo tanto cancerogeno da essere considerato la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo. Vediamo qualche dato sulle situazioni di rischio e le misure preventive nei Comuni bresciani e in particolare in quelli valsabbini

13/02/2018

Buona la prima

Iniziata bene la prima giornata di ritorno del campionato per le giovanissime del Brescia calcio femminile dove milita la vestonese Alessandra Zanaglio (1)

13/02/2018

In galleria arrivano le lampade a led

Attraverso un project financing la Provincia sostituirà le vecchie lampade con oltre 10mila led in tutte le gallerie da lei gestite, comprese quelle valsabbine. Un risparmio importante sia in bolletta che nei costi di manutenzione (7)

12/02/2018

Ubriacarsi a Carnevale

Fatti eclatanti descritti da Pino Maiolo, con gli adolescenti protagonisti, sono avvenuti a Terlano, in Alto Adige. Ma non sono molto diversi da quelli di cui ci si lamenta da tempo anche a Bagolino o a Storo. Che sta succedendo? Aggiornamento ore 20:50
(5)

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia