Skin ADV
Mercoledì 25 Aprile 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 

Vista lago

Vista lago

di Maria Rosa Marchesi



25.04.2018 Valsabbia Garda

23.04.2018 Preseglie

23.04.2018 Storo

24.04.2018 Salò Valsabbia Garda

23.04.2018 Vobarno Vallio Terme

24.04.2018 Anfo Valsabbia

23.04.2018 Vobarno

25.04.2018 Odolo Provincia

23.04.2018 Roè Volciano Valsabbia Garda Valtenesi

23.04.2018 Vobarno






27 Aprile 2016, 09.52
Provincia
Teatro

«Muri - prima e dopo Basaglia»

di Davide Vedovelli
Giulia Lazzarini sarà protagonista questa sera al Teatro Comunale Le Muse di Flero in uno spettacolo che tratta della legge 180, meglio conosciuta come Legge Basaglia dal nome dello psichiatra e promotore della riforma psichiatrica in Italia.

Mercoledì 27 aprile alle ore 20.45 il Teatro Comunale Le Muse di Flero aprirà il sipario ad un’eccezionale Giulia Lazzarini, vincitrice nel 2015 del David di Donatello come miglior attrice non protagonista nel film di Nanni Moretti La Madre. In scena, Muri - prima e dopo Basaglia, uno spettacolo che tratta della legge 180, meglio conosciuta come Legge Basaglia dal nome dello psichiatra e promotore della riforma psichiatrica in Italia.

L’attrice Lazzarini darà voce ai ricordi di Mariuccia Giacomini, un’infermiera dell’ospedale psichiatrico di Trieste, raccontando ciò che l’ospedale psichiatrico era prima della legge 180 e il rivoluzionario cambiamento che questa ha portato nella nostra società. Da manicomio -prigione in cui le persone venivano considerate matte, legate con camicie di forza, a cui venivano somministrati in dosi massicce psicofarmaci, sottoposti a lobotomia, elettroshock. Da luogo di isolamento, dove era vietato ogni scambio con il mondo esterno, in cui la “persona” veniva meno, in cui tutti erano considerati uguali, indossavano gli stessi vestiti e avevano lo stesso taglio di capelli. Alla rivoluzione di Basaglia dove l’ospedale psichiatrico cambia volto, rompe i “muri”, diventa un luogo di dialogo, in cui i pazienti non sono più “internati”, ma uomini e donne con una propria dignità, non più solo dei numeri. Cambia anche il ruolo degli infermieri perché la mansione principale del personale ospedaliero non era più soltanto custodire e pulire, custodire e pulire, custodire e pulire, ma diventava il confrontarsi, dialogare, ascoltare.

Un testo che il regista e autore Renato Sarti sente molto vicino, per la propria esperienza personale, quando nel 1972, da poco aveva iniziato a fare l’attore in un piccolo gruppo teatrale a Trieste e la direzione dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale gli concesse l’uso del teatro situato nel comprensorio manicomiale a condizione che, durante le prove e gli spettacoli, fosse consentito l’accesso agli utenti. Proprio in quest’occasione Sarti conosce Brunetta, che lui ricorda così: “Brunetta, una ragazza lobotomizzata, che aveva marchiata sul suo volto tutta la violenza di cui le istituzioni sono capaci: pochi denti, occhi infossati, cicatrici. Insieme a una parte del cervello le avevano tolto anche la capacità di camminare diritta e l’uso della parola. Ciondolava in avanti, braccia a penzoloni, e si esprimeva a mugugni, come una scimmietta. Si sedeva con noi e non chiedeva altro che quello che per anni le era stato negato: comprensione e rispetto. Ogni gesto di affetto lo ricambiava con un sorriso che, nonostante fosse sdentato, era meraviglioso. Nel ’74 sono venuto a Milano a fare teatro. Brunetta non c’è più da parecchi anni, ma i suoi sguardi e la sua storia fanno indelebilmente parte della mia.”

L’infermiera che anima la Lazzarini, rivive la sua esperienza di tre decenni, riflette su quello che ha visto e vissuto in ospedale e lo fa con una nostalgia particolare, ma soprattutto con la lucidità estrema, quasi spietata, di chi si rende conto che la spinta di quegli anni si è affievolita, e rischia di finire inghiottita dall’indifferenza che – in un brusio continuo di antenne e motori – sempre di più ci avvolge e ottunde. Giulia Lazzarini prestando il suo corpo e la sua voce a tratti spezzata e a tratti melodiosa mostra tutto il suo talento in questa interpretazione. Uno spettacolo che vuole concentrarsi sui sentimenti semplici e raccontare una delle trasformazioni più complesse della nostra società.


Biglietti € 15,00 Intero - € 12,00 Ridotto

Prevendita in tutte le serate di spettacolo dalle 18,30 con precedenza allo spettacolo in programma
Prenotazione dei biglietti presso la Biblioteca Comunale di Flero Villa Grasseni 030.2560101
ogni mercoledì dalle 20 alle 22 e ogni sabato dalle 9 alle 12
o per mail (a seguito di conferma) biblioteca@comune.flero.bs.it
Ritiro dei biglietti prenotati dalle 18,30 alle 20 del giorno di spettacolo.
L’assegnazione del posto avverrà all’atto dell’acquisto presso la biglietteria

Biglietti disponibili anche online su www.vivaticket.it 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/04/2018 09:52:00
«Matti da (s)legare» Si terrà la prossima domenica, 15 aprile, il secondo appuntamento della rassegna “Nuvole”, che vedrà dialogare Alberta Basaglia e Massimo Cirri sull’importanza rivoluzionaria della riforma promossa dal celebre psichiatra Franco Basaglia

16/04/2018 10:40:00
Franco Basaglia, lo psichiatra rivoluzionario Molto partecipato e ricco di contenuti il secondo appuntamento della rassegna “Nuvole” che nella serata di ieri, 15 aprile, a Sabbio Chiese ha visto dialogare Alberta Basaglia e Massimo Cirri sull’importanza dell’introduzione della legge 180/1978 da parte del noto psichiatra

28/04/2008 00:00:00
Si chiude parlando di legge Basaglia Si concluderà domani sera, 29 aprile, il ciclo di incontro aventi per tema la follia, trattata stavolta dal punto di visto clinico e sociologico, a trent'anni dall'introduzione della legge Basaglia.

22/02/2014 07:00:00
L'Italia s'è desta (catalogo no-strano) Questa sera alle 21, presso il teatro comunale di Vobarno, per la rassegna "Un teatro tante storie" uno spettacolo dedicato alla cronaca nera del nostro Paese


01/02/2014 07:00:00
Anna dei miracoli Questa sera nel teatro parrocchiale "Giovanni Paolo II" di Agnosine, in occasione della Festa della vita, sarà portato in scena dalla Compagnia delle Muse di Cremona lo spettacolo teatrale di William Gibson




Altre da Provincia
25/04/2018

I «Più Blu» sul podio

Domenica scorsa la squadra di Odolo si è aggiudicata il secondo posto nelle finali del campionato provinciale di calciobalilla organizzato da Prometheus Asd

24/04/2018

Continua la crescita nel terziario bresciano

Ecco i risultati dell’Indagine congiunturale dell’Ufficio Studi e Ricerche AIB al primo trimestre 2018

21/04/2018

Trofeo Emilio e Giancarlo Ratti

A Valmadrera la seconda prova del campionato regionale individuale, una delle più temuta del panorama agonistico della marcia di regolarità in montagna (1)

21/04/2018

Testimoni di Geova Valsabbini all'assemblea

Anche dalla Valle Sabbia, dal lago di Garda e dal lago d’Idro sono attesi i fedeli per il convegno in programma questo sabato a Medole

20/04/2018

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

19/04/2018

Cinghiali: «Cosa stiamo aspettando?»

In merito all'emergenza cinghiali, argomento dibattuto a lungo che ha portato la Regione Lombardia a legiferare, punta il dito Gianantonio Girelli: «Non si può far nulla perchè mancano ancora i provvedimenti attuativi»
(4)

18/04/2018

La Guerra Bianca sui ghiacciai dell'Adamello

Per iniziativa delle tre sezioni bresciane dell’Ana questo venerdì a Brescia una conferenza nell’ambito delle commemorazioni per il centenario della Grande Guerra

18/04/2018

Gestire con professionalità il verde pubblico

Un invito particolare a chi si occupa dei parchi pubblici quello rivolto dagli Agronomi e Forestali di Brescia al convegno sulla potatura degli alberi ornamentali in città in calendario questo venerdì 20 aprile al Museo di Scienze naturali a Brescia

18/04/2018

Brescia Industrial Exhibition raddoppia

A un mese dal suo inizio, la fiera delle lavorazioni e tecnologie dei metalli segna una crescita del + 100%. La quarta edizione torna al Centro Fiera Montichiari il 17, 18 e 19 maggio

16/04/2018

Valsabbina, bilancio approvato

L'assemblea dei soci di Banca Valsabbina, convocata per sabato 14 aprile, ha approvato il bilancio 2017. In creescita raccolta, impieghi e presenza sul territorio


Eventi

<<Aprile 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia