Skin ADV
Giovedì 17 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Su e giù per la Val Gardena

Su e giù per la Val Gardena

di Nicola Zanetti



16.01.2019 Gavardo

15.01.2019 Idro Bione Mura Roè Volciano Valsabbia

16.01.2019 Valtenesi

15.01.2019 Vobarno

15.01.2019 Vestone Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2019 Salò Garda

16.01.2019 Gavardo

16.01.2019 Vobarno

16.01.2019

15.01.2019 Bagolino






08 Gennaio 2019, 08.05
Prevalle Valsabbia Muscoline
Giustizia

Niente prescrizione

di red.
Alla famiglia di Sara Comaglio, la giovane morta per incidente stradale al sottopasso di Prevalle sette anni fa, Anas ha versato circa 400mila euro. Il processo sulle responsabilità arriverà comunque a conclusione: udienza il prossimo 21 gennaio

Dal Giornale di Brescia

Il processo arriverà ad una conclusione. Se con l’assoluzione o una condanna è impossibile da sapere.
Di certo l’ultimo atto non farà rima con prescrizione.

Doppia svolta.

Sette anni dopo il tragico incidente stradale che si è portato via la 22enne Sara Comaglio, la famiglia della giovane morta nel tunnel di Prevalle lungo la 45bis potrà avere giustizia.
Un passo avanti importante in una vicenda processuale che nel 2015 poteva concludersi con un nulla di fatto se il gip Lorenzo Benini avesse accolto la richiesta di archiviazione presentata dalla Procura.

La madre della vittima si era opposta, il giudice le ha dato ragione e il sostituto procuratore Corinna Carrara, subentrata ad un collega che ha lasciato Brescia, ha ora fatto segnare una doppia svolta.
La prima è il risarcimento che la famiglia Comaglio è riuscita ad ottenere e la seconda è quella che ha portato ad evitare la prescrizione.

Lo schianto.

Era il 22 maggio 2012 quando la ragazza, agente di Polizia locale a Gussago, tradita da un’enorme pozzanghera nel sottopasso poco prima dell’uscita di Prevalle perse il controllo dell’auto finendo contro un’altra vettura che arrivava dal senso opposto.
Morì sul colpo.

Viaggiava a velocità entro i limiti e furono le condizioni dell’asfalto, completamente allagato, a provocare l’incidente.
Il sistema delle pompe idrovore quella sera era andato infatti in tilt dopo un temporale e chi sarebbe dovuto intervenire e non lo ha fatto era a conoscenza del guasto.

In aula.

A dibattimento - udienza fissata il 21 gennaio - è finito un solo imputato, Matteo C., all’epoca responsabile territoriale dell’Anas, ente addetto alla manutenzione di quel tratto di 45bis.
Il dirigente è accusato di omicidio colposo, reato che il sostituto procuratore Corinna Carrara ha reso più pesante, contestando anche l’aggravante della violazione delle norme sulla circolazionestradale.

Elemento che impedisce così che il processo si chiuda con la prescrizione.
Sarebbe stato un epilogo inaccettabile per la famiglia della 22enne Sara Comaglio che ha dovuto già attendere quasi sette anni per ottenere un risarcimento da parte di Anas.

L’Ente nazionale per le strade, che già aveva risarcito una donna rimasta ferita nel 2011 in un incidente avvenuto nello stesso tunnel e per le stesse ragioni che hanno provocato lo schianto in cui è morta Sara, ha versato solo nei mesi scorsi un indennizzo alla madre della ragazza che si era costituita parte civile e che ora non è più coinvolta nel processo. L’assegno ammonta a circa 400 mila euro.

La madre.

«Una cifra che non mi ridarà mia figlia. Con quei soldi voglio dare la vita ad altre persone. Sto già lavorando ad alcuni progetti» è il commento di Maria Luisa Massardi, la madre di Sara Comaglio, da sempre in prima linea per ottenere giustizia e verità.

«Grazie al pubblico ministero Carrara che ha impostato il processo così come me lo ero immaginato, sono tornata a credere nella giustizia e sono convinta che il dibattimento si chiuderà con una condanna.
Ho avuto davvero paura - aggiunge la donna - che tutto si concludesse con la prescrizione e non l’avrei mai accettato».

di Andrea Cittadini
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79090 - 09/01/2019 16:43:09 (m.luisa) La morte di uno può dare la vita ad altri.
Sono riconoscente a tutti gli automobilisti che transitando al Sottopasso mi hanno sostenuto nei giorni in cui esponevo la "protesta", a quelli che ricordano Sara, a quelli la cui vita è stata lasciata e a chi ha lottato con me. Trasformare la morte in vita x altre persone è il mio impegno oltre a quello che continuo a perseguire di chiedere sempre più Sicurezza Stradale. Grazie Ubaldo.M. luisa x Sara Comaglio


ID79097 - 09/01/2019 19:41:28 (ariatredici)
Grazie alla Sig.ra M.Luisa che trasforma il suo grande dolore in opere di vita per altri!!E grazie anche perché si batte per la sicurezza di tutti.Questa è troppo spesso trascurata!


ID79104 - 09/01/2019 21:14:35 (genpep)
M. Luisa, hai lottato come una leonessa per ottenere giustizia. l'hai fatto per la tua Sara, ma soprattutto per la sicurezza di tutti. grazie



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
31/01/2014 07:00:00
Sottopasso di Prevalle, interviene l'Anas A venti mesi dal tragico incidente in cui perse la vita Sara Comaglio, l'Anas appalta i lavori per rendere più sicuro quel tratto di 45Bis


21/05/2014 07:40:00
Ancora Domani, 22 maggio, saranno trascorsi due anni dalla morte di Sara Comaglio. La sua vita è schizzata via sulla strada invasa dall'acqua al sottopasso di Prevalle. La giustizia non ha ancora deciso il perchè. Da poco sono cominciati i lavori per mettere in sicurezza quel tratto si strada. E la mamma di Sara ci scrive


08/02/2015 12:00:00
Supplemento d'indagine Il gip Lorenzo Benini ha accolto l'opposizione della mamma di Sara Comaglio alla richiesta di archiviazione per l'incidente mortale sotto il cavalcavia di Prevalle dando

22/09/2012 07:52:00
Anas o agricoltori? La parola al Prefetto Il tema è l'allagamento della 45bis all'altezza del sottopasso di Prevalle. Un fenomeno che il 22 maggio scorso ha ucciso una giovane di Muscoline, Sara Comaglio.

21/05/2015 07:00:00
Sara, tre anni dopo Sono trascorsi tre anni dalla tragica notte dell’incidente che al sottopasso di Prevalle si portò via Sara Comaglio, 22enne di Muscoline. Una tragedia ancora in attesa di giustizia




Altre da Prevalle
14/01/2019

Data, luogo e... foto

Segnalateci gli episodi di degrado del territorio, in particolare riguardo alla pessima abitudine di alcuni di gettare rifiuti. Renderemo pubblica ogni vostra fotografia (5)

12/01/2019

In tre contro l'albero

Tanta paura, per fortuna poche conseguenze fisiche per le ragazze che nella notte si sono schiantate contro un albero mentre percorrevano la Sp 116 in territorio di Prevalle

29/12/2018

«Budellone by night»

La tradizionale camminata sul Monte Budellone sarà l’occasione ideale questa domenica sera, 30 dicembre, per scambiarsi gli auguri di buon anno ed ammirare il presepe allestito dal Gruppo Sport e Cultura 

25/12/2018

La Grande Guerra della Nonna Angelina... e della zia Lisa

È dedicato a ricordare l’anniversario della Grande Guerra, con una piccola storia familiare assai particolare ma del tutto autentica, il racconto di Natale che ci offre quest’anno Paolo Catterina (1)

24/12/2018

Nuova destinazione per l'ex L'Alco

L’area, un tempo centro di distribuzione commerciale, è stata inserita nel Piano delle alienazioni e verrà trasformata nel nuovo magazzino di una nota azienda valsabbina 

21/12/2018

Einar Ortiz, da Prevalle a Sanremo

Ce l’ha fatta: ieri sera il giovane cantante ha vinto la prima puntata di “Sanremo Giovani”, guadagnandosi un posto tra i “big” del prossimo Festival della Canzone Italiana 

20/12/2018

Einar Ortiz in gara a «Sanremo Giovani»

Il cantante prevallese di origine cubana, arrivato terzo nella scorsa edizione di “Amici”, parteciperà alla competizione dedicata alle nuove proposte, cercando di conquistarsi un posto per gareggiare con i “Big”, a febbraio, sul palco dell’Ariston 

12/12/2018

Aspettando Santa Lucia

La Santa più amata dai bambini farà tappa, nella giornata di oggi – 12 dicembre – in diversi paesi valsabbini. Non mancheranno, come da tradizione, tè, vin brulè, cioccolata calda e piccoli doni  

12/12/2018

Pedone investito

In gravi condizioni l'anziano che è stato falciato da un'auto questa mattina mentre camminava lungo via XI Febbraio a Prevalle


08/12/2018

Scontro violento all'incrocio

Una delle due auto schizza di lato e sfonda il muro di cinta di un’azienda. E’ andata bene: un ferito nemmeno tanto grave



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia