Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

19.02.2018

19.02.2018 Storo

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

21.02.2018 Gavardo

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia






06 Febbraio 2018, 16.00
Prevalle
Scuola

Il mondo che vorrei

di John Comini
“Troppo spesso leggiamo notizie riguardanti genitori che si scagliano contro la scuola, di studenti che insultano e mancano di rispetto agli insegnanti, di insegnanti che non fanno come si deve il loro dovere… ” scrive la maestra Antonella Baccoli della Scuola Primaria di Prevalle

Ho ricevuto una mail dalla maestra Antonella Baccoli della Scuola Primaria di Prevalle. Oltre ai saluti, ai baci e agli abbracci mi ha chiesto il favore di pubblicare un breve articolo su Vallesabbianews. Ha scritto: “Io ti allego quello che scriverei io... tu vedi... da giornalista... cosa non va... cosa modificare!”. Ma siccome non sono un giornalista, e siccome quello che ha scritto è bellissimo, ho chiesto al Direttore Ubaldo Vallini di pubblicarlo integralmente. Eccolo…
 
Costruiamo la pace!
 
Troppo spesso leggiamo notizie riguardanti genitori che si scagliano contro la scuola, di studenti che insultano e mancano di rispetto agli insegnanti, di insegnanti che non fanno come si deve il loro dovere.
 
Troppo spesso ci dimentichiamo di segnalare quando invece la scuola mostra tutto il suo impegno quotidiano e quando la famiglia mostra gratitudine e collaborazione agli insegnanti.
 
Questo nell’Istituto Comprensivo di Prevalle succede spesso e l’Associazione Genitori ne è da sempre testimonianza!
Anche nella quotidianità, i genitori sono spesso pronti a dedicare il loro tempo, a mettere a disposizione le loro abilità, per interventi in classe a fianco degli insegnanti e dei bambini.
 
Alcuni genitori sono chiamati in classe per truccare i bambini ad Halloween, altri a leggere storie… La signora Seena, mamma dell’alunna Giorgia della 2^ A, nel mese di gennaio ha messo a disposizione il proprio talento artistico per realizzare un progetto d’arte, promosso dall’USP, dal titolo “Costruiamo la pace”. La mamma ha coinvolto alunni e insegnanti in momenti di meditazione, di gioco, di espressione delle proprie emozioni, per realizzare un vero “capolavoro” artistico, utilizzando varie tecniche pittoriche.
 
Se ai bambini si voleva dare un messaggio chiaro, di come la pace parta proprio da tutti noi, beh… questa volta non possiamo negare che l’obiettivo sia stato centrato e scuola e famiglia siano state un vero esempio per tutti i giovani studenti!

Maestra Antonella

 
Complimenti maestre, complimenti mamma Seena e complimenti bambini! Mi è venuta in mente una bella poesia, dal titolo “Ho dipinto la pace”.
 
“Avevo una scatola di colori
brillanti, decisi e vivi.
Avevo una scatola di colori
alcuni caldi, altri molto freddi.
Non avevo il rosso per il sangue dei feriti
non avevo il nero per il pianto degli orfani
non avevo il bianco per il volto dei morti
non avevo il giallo per le sabbie ardenti.
Ma avevo l’arancio per la gioia della vita
e il verde per i germogli e i nidi
e il celeste per i chiari cieli splendenti
e il rosa per il sogno e il riposo.
Mi sono seduta e ho dipinto la pace”.
 
Bella, vero? E allora aggiungo alcuni temi di bambini, tratti dal libro di Romano Battaglia “Lettere dal domani”. Siete pronti a commuovervi?
 
“Maria Dolores è la mia unica amica ma lei è muta e malata alle gambe e non può camminare e io la porto a spasso sulla carrozzella e così andiamo insieme per le strade del mio paese che è fatto tutto di pietre. La mia amica è molto bella nel viso e i suoi occhi sono azzurri e tutta la gente si ferma a guardarli perché sorridono sempre. Quando io guardo negli occhi di Maria Dolores mi sembra di camminare nel cielo”. (una bambina di dieci anni, Sagunto, Spagna)
 
“Stasera si è svolta la festa della luna ma la luna non c’era e allora i pescatori non hanno cantato la canzone della primavera e così siamo ritornati tutti tristi alle nostre case e qualcuno ha pianto perché la luna porta fortuna e noi non l’abbiamo vista spuntare nel mare. Io mi sono messo al collo una collana di conchiglie e ho invocato il Dio del mare e sono rimasto ad aspettare sotto la palma del mio giardino fino a notte tarda. Quando tutto era silenzio e la gente si era addormentata io ho visto spuntare una luna e allora sono corso a svegliare la gente ma nessuno ci ha creduto e la luna è tramontata”. (un bambino di dieci anni di Tahiti, Polinesia)
 
“Non lo so dove andrà questa mia letterina attaccata al pallone perché non lo so dove la porterà il vento. Spero che la porti lontano perché così sapranno che esistiamo anche noi in fondo al mondo. Io ho solo visto gabbiani e mare e mi hanno detto che il mondo è più grande del mare. Ho paura che Dio ci abbia dimenticati perché siamo troppo lontani. Chi trova questa mia letterina avvisi Dio che ci siamo anche noi in fondo al mondo”. (una bambina di nove anni di Usuhaia, Terra del Fuoco, Argentina)
 
“Il mio nonno ha le ruote perché le sue gambe sono a stecca e sulla testa porta sempre un cappellino nero perché ha freddo e non parla mai perché è triste. Al mattino la mia nonna porta il mio nonno al sole nel giardino e il mio nonno resta lì a guardare i fiori ma non può più curarli e allora fa finta di leggere il giornale. Quando c’è il vento il mio nonno è felice e si fa portare con la carrozzella in mezzo ai fiori e poi si mette a piangere così le sue lacrime volano sui fiori e così li annaffia e i fiori sono tutti contenti e il mio nonno sorride”. (un bambino di sette anni, Mosca)
 
“Caro Dio vieni subito qui perché ci sono troppi bambini che muoiono. Indossa una tuta e portati un elmetto e un fucile così ti accompagnerò al fronte. Quando arrivi tu sono sicuro che la guerra finirà. Io ti aspetto all’aeroporto. Quando scendi dall’aereo fammi un cenno con la mano perché io non ti conosco”. (un bambino di sette anni, Asia)
 
“La gente del mio paese non sorride più neanche la domenica quando ha le scarpe nuove nei piedi. Di notte le civette sui tetti non cantano più e gli alberi sulla piazza della chiesa sono stati tagliati e la gente non va più in chiesa a pregare perché non ha più tempo. Nel ruscello non ci sono più i pesci e nei prati non ci sono più farfalle poi il mio cane è morto e il mio babbo mi picchia. A volte penso: Ma non saremo già morti?”. (un bambino di nove anni, Norvegia)
 
“Nella mia casa ci sono due stanze, due lettini, una piccola finestra e un gatto bianco. Nella mia casa mangiamo solo la sera quando il mio babbo torna a casa con il sacchetto pieno di pane e di pesce secco. Nella mia casa siamo tutti poveri ma il mio babbo ha gli occhi celesti, la mia mamma ha gli occhi celesti, io ho gli occhi celesti e anche il gatto ha gli occhi celesti. Quando siamo tutti seduti a tavola nella nostra casa sembra che ci sia il cielo”. (una bambina di otto anni del Costarica)
 
Speriamo che i bambini salvino questo povero mondo, perché se dipendesse da noi grandi… Buona Pace a tutti, 
 
Maestro John 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/01/2014 07:00:00
Costruiamo insieme un mondo di pace E’ una cordata di enti e di associazioni quella che fra venerdì e domenica darà il via a Vobarno ad una intensa manifestazione dedicata alla pace

19/04/2011 15:18:00
Vorrei... In un mondo nel quale i valori vengono acclamati e mai agiti, quale senso dare alle richieste di impegno rivolte alle nuove generazioni?

21/10/2013 10:00:00
Un mondo pulito Un pomeriggio dedicato all'ambiente per i bambini della scuola primaria di Vallio Terme che anche quest'anno hanno aderito all'iniziativa "Puliamo il mondo" di Legambiente

29/09/2010 09:00:00
Educazione ambientale sul campo Venerdì animato per i bambini valliesi: i più grandi impegnati con “Puliamo il mondo” mentre per i più piccoli uno spettacolo teatrale.

29/09/2012 08:00:00
Puliamo il mondo Una mattinata ecologica per i bambini della scuola primaria di Vallio Terme che anche quest'anno hanno aderito all'iniziativa di Legambiente.



Altre da Prevalle
21/02/2018

La prima volta al voto

È in programma per domani, giovedì 22 febbraio, a Prevalle l’incontro per i neo elettori organizzato dalle Acli in collaborazione con le Parrocchie prevallesi

16/02/2018

«Il piacere di mettersi in piazza»

Si terrà il prossimo lunedì, 19 febbraio, a Prevalle la prima delle attività formative in tema di prevenzione del gioco d’azzardo dedicate ai genitori nell’ambito del progetto sulle ludopatie della Comunità Montana

15/02/2018

Cinquant'anni di crescita

Fondata nel 1967 fra gli altri da Angiolino Lancellotti, presente anche ieri a Drizzona, la Imbal Carton srl che produce imballaggi in cartone ondulato ha dunque superato i cinquant’anni di attività, festeggiati a settembre dello scorso anno a Prevalle con mezzo migliaio di invitati

15/02/2018

Per la Imbal Carton ondulato a km-zero

L'accordo fra l'azienda di Prevalle e la tedesca Progroup ha portato alla realizzazione, a Drizzona, di un modernissimo impianto per la produzioone del cartone ondulato. E la competitività balza alle stelle


12/02/2018

In azienda per imparare

Dalla Polonia, dalla Germania e dalla Francia. Con Erasmus, Arten di Prevalle apre agli studenti europei. E quelli italiani? Mora: «Coi nostri è più difficile»
(1)

11/02/2018

A carnevale ogni «squola» vale

È carnevale. E allora voglio ricordare con il sorriso le mie colleghe (e colleghi) della mitica scuola di Prevalle, citando uno scritto che avevo letto in pizzeria, tempo fa, mescolandolo con il saluto che avevamo fatto al Dirigente ora in pensione. Non metto i nomi, ma chi c’era si riconoscerà. Allegria!

10/02/2018

Una nuova auto ecologica per la Polizia Locale

Grazie a un finanziamento regionale il Corpo di Polizia Locale di Prevalle ha ora a disposizione una nuova auto di servizio, una bicicletta elettrica e nuova strumentazione all'avanguardia

08/02/2018

Ivar si amplia per logistica e academy

In un immobile adiacente allo stabilimento prevallese verrà realizzata la nuova sede per la logistica e nuova academy

06/02/2018

Grande successo per la prima eco passeggiata

Come annunciato da alcuni giorni e anche durante l'open day del Comitato Gaia, si è svolta la scorsa domenica, 4 febbraio, la prima eco passeggiata dal titolo "Puliamo la gavardina!" (4)

04/02/2018

Frontale a Prevalle

Brutto incidente lungo la Sp 116 in territorio di Prevalle, dove un’auto senza controllo ha colpito nella fiancata un fuoristrada e poi si è schiantata frontalmente contro un altro veicolo

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia