Skin ADV
Martedì 11 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










09.12.2018 Paitone

10.12.2018 Roè Volciano

09.12.2018 Gavardo

09.12.2018 Gavardo

11.12.2018 Agnosine Sabbio Chiese Valsabbia

09.12.2018 Idro Bagolino Anfo Valsabbia

10.12.2018 Bagolino

10.12.2018 Roè Volciano Salò

09.12.2018 Agnosine Valsabbia

10.12.2018 Agnosine






02 Giugno 2008, 00.00
Prevalle
Ricorrenze

Fra un Goglione e l'altro spuntò Prevalle


Sono stati celebrati a Palazzo Morani gli 80 anni di Prevalle, tra i ricordi ed i retroscena di una riunificazione forzata.
Sabato 31 maggio sono iniziate le celebrazioni per gli 80 anni di vita del Comune di Prevalle. Con una cerimonia a Palazzo Morani presieduta dal Sindaco Luca Massardi e alla presenza del Vice Prefetto dott. Naccari, dei Parroci don Roberto Guardini e don Rino Maffezzoni, sono state ricordate le vicende che portarono, nel giugno del 1928 alla riunificazione dei due antichi comuni di Goglione Sotto e Goglione Sopra.
Alcune classi dell’Istituto Comprensivo di Prevalle, accompagnate da insegnanti e dal dirigente scolastico, hanno gradito il racconto delle curiosità e dei retroscena che hanno accompagnato la forzata riunificazione in un solo comune, ma hanno vivacemente interloquito con il Sindaco e il Vice Prefetto sui temi della Costituzione il cui 60° anniversario ha pure caratterizzato l’incontro nella sala del Palazzo Morani.

Interessante e curioso, si diceva, il racconto di alcuni retroscena di quel fatidico 1928, a partire dal nome. Quando si racconta del passato di questa comunità a qualche forestiero non manca mai una punta di ilarità in chi scopre che un tempo si chiamava Goglione e, come non bastasse, Goglione di Sopra e Goglione di Sotto.
Eppure, se è solo per una questione di imbarazzante assonanza, Prevalle è in buonissima compagnia nel panorama locale quanto a paesi assurti a nuova vita per aver rimpiazzato un nome imbarazzante con nuovo appellativo, magari più decente, più gentile o semplicemente più adeguato dell’originale.

Di certo, e in ogni caso, assai lontano dalle radici più veraci. Accanto a Goglione mutato in Prevalle troviamo, non troppo lontano, Caccavero, addolcito in Campoverde, frazione di Salò un tempo comune autonomo; più a settentrione spunta Hano, con acca iniziale, vecchio nome di Capovalle e infine, sempre nei paraggi, balza all’orecchio l’antico nome di Treviso Bresciano, per secoli latinizzato con Cacij ma più spesso formalizzato in un imbarazzante Cazzi.
Anche la riunificazione non fu un caso isolato, fu anzi il frutto di una massiccia opera di razionalizzazione dei piccoli comuni su scala Nazionale.
A farne le spese furono innumerevoli comunità di antiche origini ma dal modesto numero di abitanti: Sopraponte e Soprazzocco furono uniti a Gavardo, Carzago a Calvagese, Castrezzone a Muscoline, Prandaglio a Villanuova, Ciliverghe a Mazzano, Virle Treponti a Rezzato, Paitone fu unito a Nuvolento e solo nel 1947 potè riacquisire piena autonomia, e così moltissimi altri ancora.

L’unione si perfezionò in tempi rapidissimi, nel maggio del 1928 giunse la Nota Prefettizia che invitava i Podestà ad adottare il provvedimento di riunificazione dei Comuni mentre il 28 giugno dello stesso anno perveniva il decreto di mutamento del nome. Infine il Regio decreto che sanciva definitivamente la nascita del comune unico di Prevalle entrò in vigore dal 1 settembre dello stesso fatidico 1928. La Sede Municipale fu fissata a Goglione Sotto così come Podestà fu nominato il cav. Orazio Goffi mentre i Bilanci furono fusi solo a partire dal 1 gennaio 1929. Si è sempre pensato che il tutto fosse passato come un processo di ordinaria amministrazione, senza rimostranze, senza prese di posizione polemiche o manifestazioni ostili.

Ha sorpreso non poco, invece, scoprire che la cosa non passò del tutto sotto silenzio soprattutto a Goglione Sopra dove il podestà, cav. Orazio Lancellotti volle lasciare una premessa a margine della deliberazione di riunificazione dei comuni che egli stesso dovette adottare il 25 maggio 1928.
“Nei riguardi del cambiamento di nome è pacifico che questo provvedimento siviene perché la popolazione tutta ha dimostrato tale desiderio. A questo desiderio io pure aderisco per vedere finalmente tolta la facilità di cadere, col nome di Goglione, nello scherno, quando, sia pure di allegro dileggio, lo si modifichi di poco pronunziandolo. Ma, a mio dire, e interpretando il desiderio della popolazione, credo si debba ricercare il nuovo nome in dati geografici o storici del paese. A questo non risponde certamente il nuovo nome proposto di "Prevalle". Per queste considerazioni io proporrei il nome di "Golleone". Questo nome ha il vantaggio di non staccarsi di molto dalla vecchia dicitura e di togliere ogni possibilità di sottintesi. E in più da vecchi documenti possiamo stabilire che già in altri tempi fu usato e che fu appunto tralignandolo che si arrivò al nome di Goglione”.

Infine il Podestà, quasi in sordina, era costretto "per debito d'ufficio" ad accludere al suo parere una "sottoscrizione contro la riunione". Di questa, tuttavia non conosciamo né gli ispiratori né il prosieguo, è l'unico residuo di una qualche forma di resistenza al provvedimento governativo e prefettizio. Curiosità ha destato anche il racconto delle vicissitudini di mons.
Paolo Guerrini, noto storico bresciano che ebbe serie noie per aver dileggiato le gerarchie fasciste che imposero il cambio del nome ideando Prevalle. Sorprendente infine anche la presentazione del vecchio progetto di un Palazzo Comunale datato 1930 (partito immediatamente dopo l’unificazione del paese) che avrebbe dovuto essere realizzato nel centro storico della frazione Mosina e che avrebbe davvero sfidato per sontuosità, almeno nella facciata l’attuale Palazzo Comunale.
Il costo preventivato dal progettista Enrico Scaroni di Virle e assommante a centocinquantamila lire, tuttavia, rese impossibile la realizzazione e il progetto rimase nei cassetti dell’ archivio.

Un percorso di storia e di vita del paese che è stato apprezzato e che nelle prossime settimane del mese di giugno proseguirà con la “Settimana della Memoria” e poi ancora in settembre con ulteriori manifestazioni a celebrazione degli 80 di vita del comune unico di Prevalle e del suo nome.

Cat
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/06/2016 15:29:00
Gli alberi di Palazzo Morani Gentile Direttore, vorrei esprimere tutto il mio disappunto per un fatto accaduto a Prevalle il 9 maggio scorso

15/06/2008 00:00:00
Presentato il libro «Ricordi Ninetta...» Il salone di palazzo Morani, sede municipale di Prevalle, era gremito come non mai ieri pomeriggio per la presentazione del libro che raccoglie le testimonianze di vita dei “grandi vecchi” del paese.

02/12/2017 07:30:00
A Prevalle arrivano i mercatini di Natale Domani, domenica 3 dicembre, gli spazi interni ed esterni di Palazzo Morani saranno la location di «Luci, parole, suoni e colori», un’esposizione natalizia accompagnata da musica, laboratori e visite guidate

19/11/2017 15:50:00
«Luci, parole, suoni e colori» Manca più di un mese a Natale, ma a Palazzo Morani l’atmosfera delle feste non si farà attendere così a lungo. Domenica 3 dicembre a Prevalle arriveranno, un po’ in anticipo, i mercatini

05/08/2008 00:00:00
Avanti tutta con Palazzo Morani Procedono a ritmo serrato a Prevalle i lavori a Palazzo Morani lesionato dal sisma del 2004. Nel frattempo il progetto di restauro è oggetto di uno studio e di una pubblicazione di respiro internazionale.



Altre da Prevalle
08/12/2018

Scontro violento all'incrocio

Una delle due auto schizza di lato e sfonda il muro di cinta di un’azienda. E’ andata bene: un ferito nemmeno tanto grave

30/11/2018

Ciao, Andrea Prezioso!

Ieri sera, tornando a casa, ho letto una di quelle mail che non vorresti mai leggere... (5)

29/11/2018

Aspettando il Natale

Questa domenica, 2 dicembre, Palazzo Morani si animerà di “Luci, parole, suoni e colori” con la manifestazione patrocinata da Ecomuseo del Botticino che inaugurerà le iniziative natalizie prevallesi 

26/11/2018

Schianto fra Prevalle e Nuvolera

Ancora un grave incidente, ancora lungo la 45Bis all’altezza del “curvone” fra le uscite di Prevalle e Nuvolento. A farne le spese un’intera famiglia: grave una mamma

21/11/2018

Siamo unici

Siamo tutti diversi. Nessuno è perfetto (anche se qualcuno pensa di esserlo). Se ci impegnassimo tutti, fin da bambini, a rispettare le differenze di ciascuno, vivremmo in un mondo migliore

13/11/2018

«La biblioteca a scuola»

Un progetto che permetterà ai genitori di trascorrere qualche ora con i propri figli in compagnia di un buon libro. L’inaugurazione questo mercoledì, 14 novembre, alla Scuola dell’Infanzia San Zenone di Prevalle 

07/11/2018

Acqua pubblica, se ne parla a Prevalle

Questa sera – 7 novembre – sarà don Gabriele Scalmana a chiudere la rassegna “Le ragioni del sì” organizzata dal Comitato Referendario Acqua Pubblica Valle Sabbia. Si vota il 18 novembre 

29/10/2018

Benvenuto Don Fabrizio

Una bella domenica di festa ieri a Prevalle, ove le comunità di San Zenone e San Michele hanno accolto il nuovo parroco con due celebrazioni eucaristiche (1)

28/10/2018

Congratulazioni Mattia

Tanti complimenti a Mattia Ragnoli di Prevalle che il 24 ottobre si è laureato in Economia e Commercio

27/10/2018

Assegni e premi di studio

C’è tempo fino al 17 novembre per presentare la domanda di partecipazione al bando indetto dall’Amministrazione comunale di Prevalle in favore degli studenti meritevoli 



Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia