13 Novembre 2019, 07.22
Urbanistica

Rigenerazione urbana

di red.

La Regione ha dato il via libera alla modifica delle norme che prevedono incentivi per gli interventi di recupero abitativo


Facilitare e rendere più convenienti gli interventi di rigenerazione urbana nelle aree dismesse e di recupero edilizio degli edifici, a completamento della strategia regionale per la riduzione del consumo di suolo.
E' questo l'obiettivo dei progetti di legge di modifica della legge 12 2005, focalizzati sulla rigenerazione urbana e gli incentivi al recupero, approvati dal Consiglio regionale, dopo che la Giunta regionale aveva licenziato la relativa delibera il 17 giugno scorso.

PRIMA REGIONE IN ITALIA
- Soddisfazione è stata espressa dall'assessore regionale al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni, secondo il quale "non ci sono al momento in Italia esempi come questo: la rigenerazione urbana è fondamentale per evitare consumo di suolo, recuperare l'esistente e abbattere i costi; se vogliamo preservare la Lombardia dal consumo di suolo, dobbiamo investire nel recupero dell'esistente, sia esso un immobile abbandonato o un'area dismessa o da bonificare.

Recuperare edifici fatiscenti serve a rendere più belle, vivibili e sicure le nostre città, costa meno in termini di denaro e burocrazia, ma serve anche a sottrarre spazio al degrado e alla criminalità".

PATRIMONIO SE VALORIZZATO E' LEVA IMPORTANTE
- "Questa normativa - ha commentato l'assessore Foroni - vuole avere un effetto shock sullo sviluppo urbanistico, segnando una linea di Demarcazione precisa e avendo un impatto immediato.
Dal giorno dopo l'entrata in vigore della legge, recuperare l'esistente diventerà più vantaggioso che costruire ex novo.

E' una legge che taglia tasse e burocrazia. Snellimento burocratico e procedure semplificate permetteranno di procedere più velocemente. Il patrimonio immobiliare può essere una leva di sviluppo per il territorio se sapremo valorizzarlo, rispondendo ai bisogni reali delle persone che lo abitano.

Senza l'incentivo del taglio degli oneri di urbanizzazione il settore edile continuerebbe a restare fermo". In tema di bonus volumetrico del 20 % sul costruito, l'assessore Foroni ha confermato che "non sarà automatico ma legato alla qualità dell'intervento, in base a criteri che stabilirà la Giunta regionale con un'apposita delibera".

OBIETTIVI E AZIONI PREVISTE
- La legge individua misure di incentivazione come riduzione di oneri o bonus volumetrici, per rendere più convenienti i progetti di rigenerazione urbana e di recupero del patrimonio edilizio; introduce semplificazioni procedurali per rendere più veloci i processi (procedura speditiva per individuare gli ambiti di rigenerazione, per recuperare immobili dismessi, per i cambi d'uso, normativa sugli usi temporanei); riallineandosi alla normativa edilizia statale con deroghe alle norme edilizie (distanze, altezze) punta a facilitare gli interventi di rigenerazione urbana e recupero del costruito e introduce premialità nei finanziamenti regionali per gli interventi.

Sono infine stati previsti l'istituzione di un fondo per finanziare interventi di rigenerazione, studi di fattibilità e strumenti finanziari innovativi per il partenariato pubblico privato.
"Una legge fortemente ecologica - ha rimarcato l'assessore - perchè punta a ridurre gli oneri per chi recupera e ad aumentarli a chi costruisce ex novo".

ATTENTI ALLE DIFFERENZE
- "Abbiamo deciso di dare vita a un apparato uniforme per tutta la Lombardia dando lo stesso tempo la possibilità di optare per scelte 'elastiche'. Non è una legge contro qualcuno, ma per tutta la Lombardia - ha spiegato Foroni - perchè offre agli enti locali la possibilità di affinare e declinare le normative secondo le loro differenti esigenze e fattispecie territoriali.
Non possiamo pensare che un piccolo Comune delle nostre montagne abbia le stesse problematiche di un capoluogo di Provincia o di una cittadina della Bassa, e viceversa.
Ci sono luoghi nelle nostre campagne che possiamo recuperare, dove il bonus non andrà a incidere più di tanto. E' una norma che consentirà anche di investire in ambito agricolo".

.fonte: comunicato stampa



Aggiungi commento:
Vedi anche
13/11/2019 07:30:00

«Legge regionale sbagliata, abbiamo limitato i danni Sul tema della rigenerazione urbana interviene per il Pd anche il consigliere regionale valsabbino Gianantonio Girelli

11/03/2016 07:54:00

A proposito di rifiuti Leggo su Valle Sabbia News dello storico risultato ottenuto dalla Comunità Montana di Valle Sabbia che, su mandato dei comuni, ha anticipato di sei mesi (sic!) la scadenza del contratto con Aprica per la gestione del sevizio rifiuti in Valle

08/01/2007 00:00:00

Una sfida ignorata in Europa... e in Valsabbia L’incessante sovraccrescita urbana rischia di compromettere l’equilibrio ambientale, sociale ed economico dell’Europa. È quanto afferma una relazione dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA).
A noi pare stia succedendo anche nella nostra Valle.

07/03/2016 08:30:00

Igiene urbana, quale? Rifiuti, la Vallesabbia prepara la rivoluzione. Questo il titolo dell’articolo riportato su Brescia Oggi, venerdì 4 marzo 2016. L'opinione del consigliere delegato Claudio Zanoni

05/11/2017 08:30:00

Nuove assunzioni per il sistema di raccolta porta a porta Martedì 31 ottobre, sul sito di Sae Valle Sabbia srl, sono stati pubblicati due bandi di assunzione per il servizio di nettezza urbana porta a porta.



Altre da Politica e Territorio
03/07/2020

Dopo il coronavirus donazioni per le famiglie in difficoltà

Il Comune di Roè Volciano ha aperto un conto corrente per raccogliere donazioni destinate a far fronte alle esigenze dei cittadini in gravi difficoltà economiche dopo l'emergenza coronavirus

03/07/2020

Sconti e promozioni per i turisti

Anche quest’anno la Comunità montana di Valle Sabbia ripropone l’iniziativa di valorizzazione della rete dei servizi e dei ristoranti per i visitatori della Rocca d’Anfo. L’adesione entro oggi, venerdì 3 luglio

03/07/2020

Audizione presidente nazionale Favero (Ana) al Pirellone

Progetto di Legge di valorizzazione alpini, con relatore il consiglire regionale valsabbino della Lega Floriano Massardi: “Avvicinare i giovani al mondo degli alpini, fondamentale trasmettere storia e valori del corpo”

03/07/2020

Sanità, Girelli: «Mancati finanziamenti agli Ospedali bresciani»

Il consigliere regionale valsabbino del Pd chiede spiegazioni alla Regione in merito alla richiesta di finanziamento inoltrata al Governo dove sono assenti le strutture bresciane, fra cui l'Asst del Garda

01/07/2020

Prevalle, riaperto il bar del circolo Acli

Sanificato e riorganizzato secondo le linee guida anti-covid19, il bar del Centro sociale di Prevalle riapre i suoi spazi alla popolazione, all'insegna di un responsabile ritorno alla normalità dopo l'emergenza

01/07/2020

Parchi pubblici comunali, manutenzione e controlli

Predisposto, a Gavardo, un piano di manutenzione e sostituzione delle attrezzature da gioco danneggiate. Da oggi, 1 luglio, i parchi resteranno chiusi nelle ore notturne per prevenire assembramenti ed evitare rumori molesti

01/07/2020

«Dannoso per il Chiese, inefficace per il Garda»

Anche per lo studio realizzato dai comitati e dalle associazioni ambientaliste mette in luce tutte le criticità del bacino del Chiese come possibile corpo recettore, ma anche che non è la soluzione migliore per lo stesso lago

01/07/2020

«Lo scenario Gavardo e Montichiari non è affatto la soluzione migliore»

Lo evidenziano due studi realizzati dalle due Amministrazioni comunali e dalle associazioni ambientaliste, inviati al ministero dell’Ambiente come osservazioni per il tavolo tecnico

30/06/2020

Mascherina ancora per due settimane

In Lombardia obbligo di mascherina fino al 14 luglio. Dal 10 luglio via libera a calcetto e discoteche. Fontana: “Fa caldo ma parere dei virologi è mantenere precauzioni”

28/06/2020

Lettera indiscreta al legislatore

In questi giorni abbiamo toccato il punto più basso della nostra giustizia: un sistema clientelare per le nomine delle cariche più importanti dello Stato