Skin ADV
Mercoledì 12 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE




10.12.2018 Roè Volciano

11.12.2018 Agnosine Sabbio Chiese Valsabbia

11.12.2018 Gavardo

11.12.2018 Bagolino

10.12.2018 Bagolino

10.12.2018 Roè Volciano Salò

10.12.2018 Agnosine

10.12.2018 Val del Chiese

11.12.2018 Gavardo

11.12.2018 Val del Chiese Storo






19 Aprile 2013, 07.00

Punti di Vista

Bersani il Surrealista

di Aldo Vaglia
Un assaggio si era già avuto in campagna elettorale. Mentre una parte prometteva di restituire l'IMU, un'altra di dare a tutti un reddito di cittadinanza di 1000 euro, Bersani sognava di smacchiare il giaguaro.

È un problema più di psichiatria che di politica quello che assilla oggi il PD e il suo segretario.
Come artista avrebbe superato di gran lunga tutti i contendenti, ma gli elettori fanno già fatica a capire il reale è difficile che interpretino anche i migliori sogni.

La scelta di Marini è il completamento, del Surrealismo: dal sogno alla follia.
Nulla di quanto aveva detto nei giorni precedenti poteva preludere che dal cappello sarebbe uscito il “lupo marsicano”, ancora più improbabile l’accordo con Berlusconi.
È vero che le vie dell’inciucio sono infinite, ma la faccia simpatica del segretario sembrava una garanzia che i più squalificati cialtroni dell’egocentrismo sarebbero rimasti alla finestra.

Sulle povere spalle del filosofo della metafora, ben interpretato da Crozza, si sono accaniti i soliti fratelli coltelli che da tempo ne ricercano lo scalpo, e lui ha fatto di tutto per concedersi come agnello sacrificale. La schiera di cooptati incapaci di vita propria ucciderebbero volentieri il padre, senza pensare che si ritroverebbero orfani e immediatamente gabbati,

Oggi la strada stretta è diventata impervia; lo sbocco può essere il proseguire nella vendetta.
Al trombato Marini si potrebbero aggiungere, Amato, D’Alema, la Finocchiaro, tutto nel solco di ”muoia Sansone con tutti i Filistei”, ma si potrebbe anche tentare un nuovo aggancio con i 5 Stelle. La più naturale alleanza di quei Democratici che credono in Bersani.

Certo il furbo comico genovese vorrebbe alcune contropartite, che sono comunque sempre meno indecenti di quelle che si dovrebbero dare al fuggiasco giudiziario.
L’alleanza a sinistra eviterebbe in ogni caso la frantumazione del PD e un’eventuale uscita del Renzi di turno avverrebbe al centro, con i noti risultati già sperimentati con Rutelli.

Se il surrealista ritornerà a ragionare, si riprenderà dalla batosta di essere arrivato primo e non aver vinto e manderà al diavolo i D’Alema, i Veltroni, I Turchi, i Franceschini,  tutti quelli che fingono di volergli bene, potrà ancora essere di qualche utilità a quel povero partito che ha gli elettori migliori della sua classe dirigente.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID31149 - 19/04/2013 08:40:29 (Dolcestilnovo)
In un altro Paese, dagli USA al Burkina Faso, Bersani , avendo sostanzialmente perso le elezioni scialacquando 12 o 13 punti di vantaggio in 2 mesi, si sarebbe gi ritirato in campagna a coltivar rapanelli. Invece e' ancora li' a farfugliare di giaguari e dentifrici e a cercare l'accordo con il mefistofelico nano. Dando ragione a Grillo.PS, scusi Aldo, ma non crede che parlare di fratelli coltelli che cercano di prendere lo scalpo a Bersani sia un tantino eccessivo?


ID31152 - 19/04/2013 08:59:14 (Dru) Sei sempre un passo avanti Aldo
e mi fai paura, non saprei cosa dire in questo momento su questo argomento, certo che Bersani è un uomo non è una macchina e le pressioni sono davvero tante.


ID31153 - 19/04/2013 09:17:09 (Capitano) Mi pare evidente
che Bersani non è il problema del PD. Il vero problema è che PD e PDL hanno governato insieme per 20 anni. Di cose torbide, con il "placet" dell'uno e dell'altro, ne han fatte tante. E fare un torto a Berlusconi eleggendo un nome che non garantisca per lui contro le sue cose private, aprirebbe un Vaso di Pandora che porterebbe all'autodistruzione i 2 ex-principali partiti italiani. Una domanda per il gentile Aldo Vaglia: con il senno del poi, il M5 stelle ha fatto bene a rifiutare l'accordo con il PD?


ID31154 - 19/04/2013 12:50:33 (Ernesto)
son convinto, e spero che alla fine salga al colle rodota^!!!


ID31157 - 19/04/2013 13:26:07 (genpep)
dedicato ai miei amici che hanno buttato nel cesso 2 euro per votare Bersani alle primarie: vi siete accorti finalmente che il gargamella è il miglior alleato del berlusca? o nella migliore delle ipotesi: canditato meno cretino non potevate trovarlo?


ID31158 - 19/04/2013 14:22:51 (Aldo Vaglia)
Siamo nel mentre gentile Capitano, non nel poi, ma il senno potremmo usarlo ugualmente. Al perdente Bersani non si possono piu' imputare scelte che non e' in grado di effettuare. Grillo ha scompaginato tutti i piani della vecchia nomenclatura del Pd, i giovani seguono piu' lui di Bersani. Oggi ci sono due carte da giocare quella di Prodi e quella di Rodota', la prima piu' rivoluzionaria e dirompente della seconda. Vedremo come vengono giocate le diro' poi chi aveva ragione a rifiutare l'accordo col PD.


ID31159 - 19/04/2013 15:44:18 (ROBIN) mi chiedo...
.....dov'è l'italia giusta di bersani??


ID31163 - 19/04/2013 17:53:53 (Dolcestilnovo)
Prodi a me non dispiace, odora di bucato come diceva Montanelli. Quantomeno non ci si deve vergognare di lui e da' lezioni di dignita' a molta gente.E poi non va bene allo psiconano, questa e' la miglior credenziale per Prodi.


ID31164 - 19/04/2013 18:43:38 (Giacomino) Se posso dire la mia
affiderei provvisoriamente la presidenza della camera al vice e voterei come presidente della repubblica Laura Boldrini.


ID31167 - 20/04/2013 09:07:28 (Ernesto)
si Giacomino,mi sembra una personcina a modo!!!!!


ID31168 - 20/04/2013 09:50:38 (Capitano) gentile Aldo Vaglia
La carta Prodi è stata scartata ora resta la carta Rodotà... :D La mia vuole essere solo una provocazione simpatica..


ID31169 - 20/04/2013 09:51:39 (Aldo Vaglia)
Caro Dolcestilnovo, alla luce di quanto e' successo con Prodi, ti sembro ancora eccessivo?


ID31170 - 20/04/2013 09:57:07 (Aldo Vaglia)
Si Capitano! Con Prodi forse si e' bruciato anche l'incendiario D'Alema. Purtroppo non vedo pompieri pronti ad intervenire.


ID31195 - 20/04/2013 18:41:13 (Capitano) Azz.. la carta Napolitano
non l'avevo considerata...


ID31196 - 20/04/2013 19:00:25 (Capitano) Se in Via delle Fratte...
adesso che Bersani si è dimesso, arriva Renzi il cerchio si chiude.. ;)


ID31198 - 20/04/2013 20:46:27 (Dru) io non voglio infierire
Ma, avrete finalmente capito chi è il più grande statista che Italia abbia mai nemmeno potuto immaginare di avere no?


ID31199 - 20/04/2013 21:26:28 (Capitano) accetto suggerimenti..
non me ne viene in mente uno...


ID31201 - 20/04/2013 22:26:45 (novelloimu2012)
Noto le previsioni (o speranze) errate dell'articolista sulla surreale ed irreale allenaza con i grillini, incapaci di fare proposte, l'unico vero politico (mi spiace un po) che ci capisce Berlusconi, con Vs buona pace. Ciao


ID31203 - 21/04/2013 07:14:53 (Dolcestilnovo) Se si parla di scalpo di Bersani
Certo Aldo ritengo eccessivo quel commento. la rielezione del vecchio bacucco e' la più' vomitevole dimostrazione di quanto la gang di PDF e PDL se ne strafreghi dell'Italia.


ID31205 - 21/04/2013 11:06:58 (Dru) ma lo Stato va superato...
...e Berlusconi è l'ultimo degli statisti: noi vogliamo superare gli statisti, certo di questo movimento di tutti i cambiamenti abbiamo paura e quindi ci difendiamo con le Costituzioni e con i Rodotà e con i Napolitano che ci sembrano essere quella garanzia alla sopravvivenza del nostro essere dello stato appunto, ma è nel pensare appunto contraddittoriamente il divenire che ogni paura ci assale, e allora non abbiate paura che anche Sanasone con tutti i filistei perirà sotto il tempio.


ID31209 - 21/04/2013 12:31:23 (Aldo Vaglia) Per Dolcestilnovo
Penso che la sigla PDF stesse per partito dei FESSI, mentre PDL partito dei ladri. Come dice Dru tra fessi e ladri e' chiaro che lo statista non puo' che essere il nano (conta il contesto) capo dei ladri. Come dicevo in un articolo di qualche giorno addiettro "tranquilli che nulla cambiera'", non era necessario essere l'oracolo di Delfi per capire che i nipotini della volpe del tavoliere (D'Alema) erano dei poveri cinici, ostinati e dilettanti e non dei cinici, intelligenti ed astuti. Il povero Bersani non e' l'assassino, ma la vittima di un sistema che viene da lontano. Prenderne lo scalpo non serviva a niente. E' questo che non sono riuscito a spiegarti Dolcestilnovo.


ID31210 - 21/04/2013 12:45:28 (Dru) Ritengo
Che comunque anche se è verità che non cambierà il "nulla" come non cambierà il "tutto", però questo non significa che non vi sia divenire se il divenire è l'apparire. Ora è apparsa con tutta la sua potenza la Tecnica e lo Stato con questo dovrà fare i conti anche se ora ha posto Napolitano alla sua tutela, che lo Stato resista alla Tecnica è necessario ma mostra tutte le sue crepe del tempo, che lo Stato soccomberà(=tramonterà) per lasciare il posto alla "nuova potenza"(= la Tecnica) è necessario.


ID31216 - 22/04/2013 08:40:04 (Dolcestilnovo)
No Aldo, hai spiegato benissimo. Io forse non mi sono spiegato bene quando mi riferisco allo scalpo di Bersani. Mettiamola cosi': Bersani non sarebbe stato un bersaglio appetibile da parte dei Pellerossa. PS: PDF era un refuso, ma hai avuto una buona idea circa un nuovo nome del partito, che renderebbe esattamente l'idea. Partito dei Falliti potrebbe andare anche bene.


ID31220 - 22/04/2013 09:00:15 (Dru) dallo Zibaldone... sul Bello sembra di leggere Platone nel Sofista Quando lo Straniero ;-) parla a Teeteto del modello .
Provatevi a respirare artificialmente, e a fare pensatamente qualcuno di quei moltissimi atti che si fanno per natura; non potrete, se non a grande stento e men bene. Così la tropp’arte nuoce a noi: e quello che Omero diceva ottimamente per natura, noi pensatamente e con infinito artifizio non possiamo dirlo se non mediocremente, e in modo che lo stento più o meno quasi sempre si scopra. Vedi Difficoltà d’imitare: più facile il far più che quel medesimo: quanto sia difficile l’essere uguale: quanto rara in natura l’uguaglianza perfetta: quindi la maraviglia nata dall’imitazione e il diletto nato dalla maraviglia. Vedi Quintiliano l. 10, c. ii. quindi la maggior facilità di esprimere un bello ideale che il proprio bello naturale anche minore dell’ideale.


ID31221 - 22/04/2013 09:01:52 (Dru) scusate ho sbagliato post
capita anche ai più attenti filosofi



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/03/2013 07:00:00
La politica tra rottamazione e restauro Non è una questione di destra o sinistra e nemmeno di antichità e modernità, un buon restauro è a volte migliore della sostituzione con prodotti di bassa qualità

21/09/2012 07:00:00
Anatra zoppa Stabilita la verità giudiziaria, cambiare le facce senza alcun rinnovamento della politica non potrà più essere l'esercizio di maggior interesse per i rappresentanti valligiani.

20/01/2016 18:13:00
Punti di vista, il libro Vestone. Esattamente un anno fa, il 20 gennaio 2015, ci lasciava Aldo Vaglia, collaboratore tra i più apprezzati del nostro giornale telematico

09/03/2014 07:27:00
Destra e sinistra sono scatole vuote Nei prossimi mesi un’overdose di dichiarazioni su destra e sinistra, su ladri e comunisti, conservatori e riformisti,liberisti e statalisti, ingorgherà il dibattito politico e sarà tanto più urlata quanto meno gli  schieramenti  politici avranno da proporre discussioni sensate

12/03/2014 07:04:00
Un Valsabbino Doc Chi è il dott. Alberto Vaglia, scrittore, medico, prima a Brescia poi a Vicenza, che conclude la sua carriera professionale come Primario della Divisione di Malattie Infettive a Treviso Veneto?



Altre da
20/12/2013

«Precisazioni doverose»

Il sindaco di Gavardo, con un comunicato stampa, replica ad una delle accuse rivoltegli dalla minoranza consiliare anche dalle nostre pagine. Pubblichiamo in forma integrale (1)

20/12/2013

Maroni: «Se necessaria l'emodinamica si farà»

Nei discorsi degli amministratori pubblici locali intervenuti nel corso della cerimonia, la richiesta alla Regione di garantire le risorse necessarie al funzionamento e quella di un nuovo reparto per l'emodinamica

19/12/2013

«Più trasparenza nei conti della Gavardo Servizi»

Una critica circostanziata della minoranza consiliare di Gavardo al Centro contro la municipalizzata gavardese e alcune scelte della giunta Vezzola su Tares e Ufficio di Polizia locale

19/12/2013

Mafia: unanimità d'intenti

Girelli: «Ok dal Consiglio; Regione Lombardia sostenga gli Enti locali nel recupero dei beni confiscati alla mafia» (1)

17/12/2013

Presidio investigativo antimafia

Sull'onda delle dichiarazioni del procuratore antimafia Franco Roberti, il consigliere regionale Gianantonio Girelli chiede di istituire anche a Brescia un presidio della Dia

17/12/2013

«Rimpatriamo gli stranieri che delinquono»

In merito alla drammatica vicenda di Serle, prende posiizone la Lega Nord della Circoscrizione della Valle Sabbia. Pubblichiamo il comunicato a firma del segretario circoscrizionale Sebastiano Baruzzi (27)

17/12/2013

Regalo di Natale per la Siae

Un balzello di 3 e 4 euro sul prezzo di smartphone, tablet e computer: in gran segreto sta per passare l'innalzamento di oltre il 300% della tassa sui dispositivi tecnologici destinato ad ingrossare le casse della Siae

17/12/2013

«Operazione di facciata»

Girelli: «Quella della giunta Maroni è stata un'operazione di facciata e i ticket per i lombardi rimangono costosi ed iniqui». Il consigliere regionale rilancia (1)

15/12/2013

Forconi di Valsabbia

Anche la Valle Sabbia ha scoperto il suo movimento di protesta. Per ora poco organizzati, ma arrabbiati, si sono fatti vedere per la prima volta questa domenica sera a Pregastine (8)

15/12/2013

Marina, motore vobarnese

La giornata giusta per ricordarla era stata programmata per settembre, in occasione della visita del ministro Kyenge nel Bresciano, che poi non è avvenuta. Si farà questo lunedì (1)

Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia