Skin ADV
Giovedì 17 Agosto 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Blumone da Passo Serosine

Blumone da Passo Serosine

by Cai Bagolino



16.08.2017 Sabbio Chiese

15.08.2017 Garda

15.08.2017 Idro Mura

16.08.2017 Salò Garda

15.08.2017 Sabbio Chiese

16.08.2017 Bagolino

15.08.2017 Giudicarie

15.08.2017 Giudicarie

16.08.2017 Storo

16.08.2017






24 Aprile 2017, 08.16

Genitori & Figli

Ragazzi che si fanno male

di Giuseppe Maiolo
Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

Una buona quota di questi ragazzi, pari a circa il 10%, tende a ripetere alcuni gesti pericolosi.
Al di là del fatto che alcuni casi siano atti dimostrativi, certe azioni sono davvero preoccupanti.
In  particolare però preoccupa la percezione del rischio che hanno i ragazzi. Una percezione alterata che li spinge a sottovalutare i pericoli e a non riconoscere il malessere che attraversa questa loro epoca di crescita. 

Tra le espressioni più emergenti del disagio giovanile
oltre all’abuso di alcool e di sostanze, oltre alla sottovalutazione di alcuni rischi collegati all’uso della rete e all’abuso senza controllo dei dispositivi, sono in aumento le condotte autolesive indirizzate al corpo.
In particolare il tagliarsi in varie parti sembra stia diventando qualcosa che i teenager mettono in atto per combattere ad esempio il dolore psichico.

Non è una moda, quanto invece l’espressione di un malessere interno che gli adolescenti non sanno come gestire. Lo indirizzano al proprio corpo perché sembra più facile vivere il dolore fisico e soprattutto perché questo riduce o non fa avvertire l’altro. 

In adolescenza il corpo acquisisce un'importanza fondamentale.
È lo spazio visibile che indica le trasformazioni e i cambiamenti che stanno avvenendo. È il contenitore di quel mondo interno sconosciuto e oggi scarsamente esplorato perché alle emozioni e ai sentimenti stiamo dedicando poca attenzione. È il luogo dove si manifesta sempre più precocemente la sessualità e le sue imbarazzanti pulsionalità.
Poiché il tempo per l’elaborazione e l’integrazione di quella tempesta ormonale e di tutte le sensazioni nuove è poco, pochissimo, il corpo diventa anche il luogo dove scaricare la tensione e l’angoscia, o dove spostare quella profonda sofferenza a cui gli adolescenti non sanno dare un nome.

Inoltre ai ragazzi di oggi manca il tempo della noia che c’era una volta ed era rappresentato da uno stare per ore supini a guardare il soffitto.
Quell’ozio mancante perché negato e svalutato dalla frenesia di una vita iperstimolata e stracolma di impegni che imponiamo anche ai bambini, sembra non aiutare il lavoro importante di elaborazione del mondo interiore che interessa l’intera fase adolescenziale.

Così c’è un acuto bisogno di adulti capaci di accompagnare e sostenere la crescita difficile degli adolescenti di oggi e soprattutto capaci di accorgersi subito dei gesti pericolosi che mettono in atto i ragazzi quando stanno male.
Tagli ai polsi o alle caviglie, piccole bruciature sulle braccia, o lesioni alle mani possono essere abilmente tenuti nascosti, camuffati da incidenti, oppure coperti dall’abbigliamento.

Proprio per questo c’è la necessità che i genitori non sottovalutino mai le ferite spacciate per accidentali dai teenager, così come è fondamentale osservare il loro comportamento che in casa li spinge a restare eccessivamente isolati nella loro camera o in bagno.
Prestare attenzione a una diffusa irritabilità e ai repentini cambi di umore è utile per monitorare la loro crescita e chiedere immediatamente un aiuto specialistico se queste manifestazioni sono frequenti. 

L’autolesionismo può essere il modo rischioso con cui gli adolescenti in difficoltà tentano di risolvere quel loro malessere e affrontare le fatiche di  un’età della vita complessa e difficile.  

Giuseppe Maiolo
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/01/2015 07:49:00
Litiga con la convivente e si accoltella Grave episodio di autolesionismo, l’altro giorno a Manerba del Garda. A farsi del male un argentino 37enne che si è colpito più volte al torace e all’addome

11/08/2014 07:49:00
L’estate degli adolescenti L’estate, per tutti è sinonimo di vacanza e di svago, di vita all’aria aperta. Per gli adolescenti ancora di più.

07/04/2016 18:03:00
Adolescenti, voglia di libertà e rispetto del proprio corpo A seguito della circolazione di materiale pedopornografico messo in rete da adolescenti della scuola media del paese, è stato organizzato nei giorni scorsi a Bedizzole un incontro con alcuni esperti

04/10/2012 10:26:00
MyTown per gli adolescenti Riprende dopo la pausa estiva il progetto sostenuto da anni dal Comune di Prevalle per gli adolescenti del paese. Stasera il primo incontro.

30/10/2010 07:00:00
Ma che devono fare! Chi sono, che fanno, come crescono gli adolescenti in Valle Sabbia? Siamo sicuri che abbiano possibilità e strumenti per diventare adulti consapevoli.



Altre da Genitori e Figli
03/08/2017

Piromania, che piacere!

Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

25/07/2017

Bulli e bulle per me pari sono

Ci sono tempi come i nostri che vedono comportamenti e modi di agire che si vanno trasformando radicalmente

08/06/2017

A proposito di Balena blu

L’allarme è virale, come si dice ora nel tempo digitale. E’ bastato un servizio decisamente inquietante per mettere in angoscia genitori e educatori, infuocare gli animi di preoccupazione e far gridare all’emergenza

03/05/2017

Prevenire il Cyberbullismo

Sul cyberbullismo è noto l’impegno del Parlamento italiano che, almeno al Senato, ha approvato un disegno di legge per la tutela dei minori vittime di aggressioni e offese sul web. Tuttavia...

10/04/2017

Il coraggio di educare

Li incontro quasi ogni giorno ormai, andando nelle scuole e parlando con loro di Internet, dei social, delle attività che si fanno e dei rischi che si possono correre in rete...

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

20/03/2017

I ritirati

Li riconosci perché non li vedi. O meglio, sono quei ragazzi che si isolano per paura del mondo che in alcuni casi diventa vero proprio panico

02/03/2017

Il corpo dei nativi digitali

I nuovi giovani, quelli digitali, in rete si cercano, si trovano, si incantano. O meglio si mostrano con mille volti o per lo meno con quegli Avatar che si possono impersonare

01/03/2017

Il «gioco» del sexting

Cyberbullsmo, e sexting, continuano ad essere fenomeni emergenti e gravi di questo nostro tempo tecnologico

10/02/2017

Se a un giovane manca l'idea di futuro

Da Pino Maiolo una riflessione, sull'onda dello sconcerto causato dalla lettera di Michele, il friulano che a trent'anni ha deciso di farla finita e che in queste ore sta rimbalzando sui giornali, in tv e sul web

Eventi

<<Agosto 2017>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia