Skin ADV
Mercoledì 20 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giretto in piazza

Giretto in piazza

by simoguzz

[Varie]


19.02.2019 Gavardo

18.02.2019 Odolo

19.02.2019 Idro

19.02.2019 Bagolino

20.02.2019 Vobarno Provaglio VS Barghe

19.02.2019 Bagolino

19.02.2019 Sabbio Chiese

19.02.2019 Gavardo Valsabbia Garda

18.02.2019 Gavardo Valsabbia Garda

18.02.2019 Preseglie






11 Novembre 2018, 09.37

Blog - Genitori e figli

Le parole dell'odio

di Giuseppe Maiolo
Le parole dell’odio circolano realmente attorno a noi, oggi  più che mai in rete, e attraversano le relazioni, le contaminano e le feriscono

Le parole dellodio a volte devastano i rapporti reali, altre volte uccidono fisicamente anche quando restano virtuali.
Perché le parole sanno essere proiettili, frecce avvelenate e mortifere. In fondo tutte le parole non sono mai neutre e innocenti, hanno invece un corpo, un peso e una sostanza.
Sono appunto sostantivi, qualche volta anche aggettivi e verbi, ma più di tutto vocaboli che schiacciano come macigni quando veicolano pensieri ostili e emozioni incontrollate.

Diceva Tullio De Mauro che “L’odio non sa fare a meno delle parole”.
Anzi, dovremmo dire noi che se ne serve copiosamente soprattutto in questo tempo di avanzata comunicazione digitale in cui è condivisa l’idea che si può dire tutto quello che si vuole ed esprimere liberamente qualsiasi cosa si si pensi o si provi.

Così l’odio on line, chiamato ovunque Hate speech, si moltiplica in maniera esponenziale, si diffonde e si alimenta di tutti quei sentimenti inconsapevoli che albergano dentro ciascuno di noi. 
Cresce a  dismisura tra gli adulti spesso esclusivamente autocentranti, ma ancor più si sviluppa tra i bambini e i giovani che, incapaci di governare ciò che vivono, trasformano il bullismo reale in cyber e mettono in circolo con leggerezza e divertimento, le tossine pericolose dell’intolleranza e del disprezzo, degli insulti e della svalutazione.

E poi in rete le parole diventano ancora più odiose e mortifere perché appaiono assolute e senza risposta, deturpano ogni immagine e deformano irrimediabilmente il reale, rendono negativo il diverso quando invece è solo differente o fuori dalla norma, cioè dal dato statistico.

Le parole dell’odio tolgono la dignità e aggrediscono con una misera originalità verbale perché in genere sono espressioni offensive sempre uguali a se stesse, schemi ricorrenti e impersonali che non nascono da un proprio sentire né dall’esperienza diretta. 

Sono espressioni violente in sequenza, di solito frasi fatte che si basano su stereotipi e preconcetti, modi di pensare già pronti che non subiscono critica e confronto.
Idee non partecipate, ma imposte da chi sa più urlare che dialogare, imporre che condividere.

Colpiscono a morte perché narrano un non-sentire e un non-vedere in quanto chi le pronuncia è sintonizzato in modo eccessivo su se stesso, incapace di ascoltare l’altro e “mettersi nelle sue scarpe”. 

Giuseppe Maiolo
 Psicologia delle età della vita
 Università di Trento
www.officina-benessere.it

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/01/2019 10:53:00
Internet, «Usa la testa» Questo venerdì nel teatro dell'oratorio di Bagolino un incontro con il poliziotto e scrittore Domenico Geracitano sui rischi e le potenzialità della rete

13/11/2017 09:56:00
Cyber bullismo e web reputation, rischi e opportunità È in calendario questo mercoledì 15 novembre a Vestone un incontro rivolto a ragazzi, genitori, insegnanti ed educatori sui rischi dell’uso inappropriato di internet e dei social network

06/06/2017 11:38:00
Asst del Garda è social Dopo alcuni giorni di prova sono stati messi on line la pagina Facebook e il profilo Twitter Asst Garda, nati per informare su temi sanitari e socio-sanitari ma anche sulle iniziative, eventi e campagne proposti dall’Asst del Garda

15/05/2017 10:58:00
Cyberbullismo e web reputation Doppio appuntamento rivolto a ragazzi e famiglie sul tema dell’uso consapevole di internet e dei social network martedì a Roè Volciano e giovedì a Villanuova con l’esperto Domenico Geracitano, poliziotto e scrittore

10/04/2017 15:04:00
Il coraggio di educare Li incontro quasi ogni giorno ormai, andando nelle scuole e parlando con loro di Internet, dei social, delle attività che si fanno e dei rischi che si possono correre in rete...



Altre da Pillole di Psicologia
14/01/2019

A che servono i castighi e le punizioni?

Le frustrazioni, i rimproveri, le limitazioni e anche le punizioni servono, hanno la loro funzione: quella di far sapere al bambino ciò che è bene e ciò che è male, quello che si può  e quello che non si può fare

03/12/2018

Perché dopo i 30 anni si hanno meno amici?

Chi nota di avere molti meno amici rispetto a quando era giovane può evitare di andare in crisi: dopo i 30 anni, infatti, è normale avere meno connessioni sociali rispetto al passato


28/11/2018

Il «Grande Fratello» arriva fin da piccoli

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, con 57 voti favorevoli e 16 contrari, un progetto di legge che vuol favorire l'installazione di telecamere negli asili nido. C'è chi dice no
(11)

21/10/2018

La pedofilia on line

Tutto cambia, nel bene e nel male. Ora la pedofilia si è trasferita in Internet e i pedofili on line sono la nuova frontiera della depravazione sessuale

19/08/2018

Le bulle

Quando pensiamo al bullismo pensiamo ai maschi e alle prevaricazioni che esercitano tra pari, bambini o adolescenti. Non c’è dubbio che stando alle statistiche il fenomeno riguardi in gran parte il genere maschile, ma...

29/07/2018

Adolescenti e social

I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

08/06/2018

Apertura estiva per San Bartolomeo

La chiesa e il complesso dell’ex monastero di San Pietro in Monte Orsino a Serle riapre domenica a visite guidate e iniziative culturali che si protrarranno per tutta l’estate

11/04/2018

Limbo virtuale

Un film dai mille messaggi profondi che sfortunatamente accomunano la nostra società, un opera cinematografica che è in grado di farci riflettere su tutto quello che al giorno d'oggi molte persone sono costrette a vivere

23/01/2018

Terza sconfitta consecutiva al tie break

In uno scontro diretto per la zona salvezza il Tecnoace non riesce a completare la rimonta e si arrende dopo due ore e cinque minuti di gioco al Bruzzano

16/09/2017

Costruire l'umano nella scuola che cambia

La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia