Skin ADV
Martedì 24 Gennaio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]



 
    

 
 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Castello di Tenno

Castello di Tenno

di Eliana Lombardi



23.01.2017 Giudicarie Storo

22.01.2017 Gavardo

22.01.2017 Vobarno

22.01.2017 Muscoline

22.01.2017 Bione

23.01.2017 Anfo

22.01.2017 Barghe

23.01.2017 Vobarno

22.01.2017 Giudicarie

22.01.2017 Gavardo



20 Agosto 2016, 14.06

Genitori & Figli

Il Phubbing: una nuova forma di trascuratezza

di Giuseppe Maiolo
A tutti sarà capitato almeno una volta di stare di fronte a una persona, amico o familiare, che mentre noi parliamo guarda il cellulare, risponde ad una mail o interagisce sul suo social

E’ un comportamento che molti definiscono irritante e altri lo considerano come l’esito della maleducazione imperante. 
Tecnicamente però questo fenomeno si chiama Phubbing.
Un termine inglese che coniuga il vocabolo phone con il termine snobbing e sta a indicare come che il telefonino ci sta portando a ridurre l’interazione con gli altri.

Distrarsi temporaneamente mentre si conversa, spostare lo sguardo o allentare l’attenzione dalla persona con cui sei in relazione, non è mai stato sinonimo di patologia.
Oggi però la diffusione massiccio dei dispositivi per comunicare, in particolare il telefonino o il tablet, stanno modificando radicalmente il nostro modo di interagire.

Parliamo tanto, forse troppo, ci ascoltiamo poco o nulla e ci guardiamo sempre meno negli occhi.
Gli unici che ci guardano direttamente in viso e negli occhi  sono gli animali domestici. Il rapporto occhio–occhio che sta all’origine comunicazione madre-bambino, sta scomparendo.
E questo è foriero di disagi e problemi. Forse la premessa per tanti disturbi che hanno a che fare con la comunicazione e che si chiamano depressione o isolamento.

Di certo il phubbing potremmo considerarlo la nuova forma di trascuratezza in quanto avere uno sguardo previlegiato ai propri dispositivi ci fa essere distanti sul piano relazionale. 
A volte, la mancanza di attenzione verso gli altri è totale e l’assenza si manifesta come vuoto di partecipazione emotiva e di empatia.

Gli studi stanno confermando l’allarme:
aumentano le nuove dipendenze e l’assenza di comunicazione produce disagio nelle relazioni di coppia e in quelle familiari.
Lo spazio affettivo, che è estremamente legato al modo con cui comunichiamo, si assottiglia fino a rende inconsistente il rapporto.
Lo distrugge.

Una ricerca del 2014 fatta da di Terre des Hommes e dal CISMAI ha messo in evidenza che tra le forme di matrattamento dei minori la trascuratezza materiale e affettiva è in preoccupante aumento.
Il 52,7% dei casi presi in carico dai servizi sociali e psicologici di un campione di 31 Comuni italiani è proprio per gli esiti della trascuratezza, spesso nel contesto familiare.

Questo spiega il perché sono già partite un po’ ovunque e soprattutto nei paesi anglossassoni campagne volte a fermare il phubbing.

In Italia questo termine è ancora sconosciuto ai più e poco o nulla si fa, soprattutto sul piano educativo, per pervenire il fenomeno e aiutare i nativi digitali ad un uso corretto dei vari dispositivi di comunicazione.
Prima di tutto però è necessario ricordare che, come sempre, in educazione quello che conta è l’esempio.

Giuseppe Maiolo
www.officina-benessere.it
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID67768 - 20/08/2016 21:31:48 (Marione)
Io lo uso quando voglio proprio terminare il discorso con chi mi sta smerigliando i Maroni...b



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/08/2014 07:34:00
Happy book con «Mamma che ridere» Appuntamento all'Officina del Benessere di Puegnago, questo sabato 23 agosto alle 18 e 30, per la presentazione dell'ultimo libro di Giuliana Franchini e Giuseppe Maiolo


18/03/2014 10:01:00
San Giuseppe: quale festa del padre? Si fa riferimento al padre putativo di Gesù, per ricordare le funzioni del padre, anche se prevale il sospetto che gli aspetti commerciali abbiano fatto perdere la valenza simbolica di questa figura

28/08/2015 16:48:00
«Se l'amore ferisce» Sarà presentato questo sabato presso l’Officina del Benenessere a Puegnago del Garda, il libro di Giuseppe Maiolo e Giuliana Franchini che indaga sull'amore violento, per conoscere, capire, contrastare l'abuso sessuale ma anche la violenza psicologica nei confronti delle donne

27/08/2015 09:57:00
Stress, metodi per contrastarlo I consigli del prof. Giuseppe Maiolo per contrastare lo stress nel libro presentato martedì sera al Tennis Club Milanino, a Villanuova sul Clisi

24/01/2013 08:00:00
Stress, conoscerlo per poterlo combattere Lo psicoanalista Giuseppe Maiolo presenta venerdì sera a Villanuova il suo libro "Basta stress", proponendo al pubblico anche degli esercizi pratici di distensione e antistress.



Altre da Genitori e Figli
23/01/2017

Cogliere il disagio in adolescenza

Durante l’adolescenza è importante stare attenti ai segnali che vengono inviati dai giovani come sbalzi di umore, pessimismo, isolamento relazionale. Anche se tristezza e pessimismo non vogliono dire depressione

31/12/2016

Senza biglietto

In cinque, non volevano pagare il biglietto dell'autobus. Li ha convinti un agente della Locale e alla fine i senza biglietto erano otto. E' successo a Barghe (14)

21/12/2016

Regalare tempo

I regali, si dice, sono un pensiero che si materializza soprattutto per ricordare che c’è qualcosa di affettivo che ci lega alla persona cui lo dedichiamo...

16/12/2016

Saper negoziare

I  conflitti di ogni tipo sono in crescita, quelli familiari ancora di più. Nonostante la rivoluzione tecnologica della comunicazione, sono aumentate le difficoltà comunicative e le incomprensioni.

21/11/2016

Indignamoci

Ogni giorno è un buon giorno per indignarsi! È lo slogan dell’Unicef per la Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza celebrata domenica 20 novembre. Credo si debba condividere

24/10/2016

Smartphone sotto controllo

I giovani, ma anche i bambini usano ormai costantemente le nuove tecnologie, con estrema facilità e molta più velocità degli adulti. Non è un male di per sè, ma attenti alle dipendenze

26/09/2016

Ciberbulling

Del bullismo sappiamo tutto. O quasi. Il che non significa che siamo mediamente in grado di controllarlo. Quello che invece conosciamo  ancora troppo poco è il cyberbulling, cioè il bullismo virtuale che sta soppiantando quello reale


22/07/2016

Grooming: la pedofilia in Internet

Tra rischi che corrono i minori in Internet vi è da sempre quello di essere adescati, cioè catturati dai maleintenzionati che vogliono procurarsi contatti reali di natura sessuale o materiale pedopornografico (1)

10/07/2016

Sexting

C’è una parola che descrive un nuovo comportamento dei nativi digitali il cui significato però è ancora poco conosciuto: sexting. (4)

28/05/2016

Social, opportunità e rischi

La grande “piazza” ha sostituito lo struscio o le vasche che un tempo caratterizzava il modo più comune di osservare e mettersi in mostra. Ma anche di conoscersi

Eventi

<<Gennaio 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia