Skin ADV
Sabato 24 Giugno 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


[Mura]


23.06.2017 Gavardo Villanuova s/C Paitone

24.06.2017 Mura

23.06.2017 Valtenesi

22.06.2017 Valsabbia

22.06.2017 Serle

22.06.2017 Anfo Valsabbia

22.06.2017 Vestone

23.06.2017 Agnosine

22.06.2017 Salò Garda

23.06.2017 Odolo






26 Maggio 2016, 12.51

Pillole di psicologia

Perché la musica accompagna le nostre azioni?

di Dott.ssa Annalisa Croci
La musica è accessibile a tutti, pertanto viene utilizzata in più contesti e con diversificate funzioni. Perché è uno strumento e una compagnia così diffusa?

Molte persone decidono di accompagnare le azioni della vita quotidiana con sottofondo musicale, diventa una compagnia e fa sentire meno la noia soprattutto nelle azioni ripetitive e obbligatorie; aiuta infatti ad avere un umore migliore, uno stato d’animo più spensierato.

Vi sono però persone che preferiscono lavorar o studiare in silenzio, solo così riescono ad avere concentrazione.

Alcuni studi scientifici hanno scoperto che la musica è in grado di modificare lo stato fisiologico, ad esempio modifica la pressione,  il battito cardiaco, il ritmo respiratorio e alcuni riflessi.

La musica ha un forte potenziale sulla persona: aumenta stati emotivi positivi o negativi, per questo molte persone vi ricorrono.

Inoltre essa rappresenta il “mezzo” per sfogarsi, per rilassarsi e, soprattutto per i giovani, una ragione di conforto.

Può però diventare un disturbo, se la persona non ha voglia di ascoltarla, ma viene proposta; ad esempio nei negozi, bar e in tutti i luoghi pubblici. In genere questo sottofondo ha l’obiettivo di predisporre all’acquisto o avere un atteggiamento positivo nei confronti del luogo.

Spesso tale musica risulta sgradita o con un volume elevato per i potenziali clienti; la motivazione è per la mancanza di scelta sul genere musicale o sulla possibilità di interromperla quando si vuole o alla percezione di un suono non gradito.

E’ importante infatti il ritmo e l’armonia che cerca la persona nella musica; l’armonia produce un senso di stabilità, di calma, conclusione e aspettativa.

La musica ha anche effetti benefici , ad esempio aiuta a lenire il dolore cronico e migliora l'umore, come dimostra uno studio (Siedlecki et al.) sul dolore cronico legato a patologie come l’artrite reomatoide.
Può anche essere considerata come un mezzo per allontanarsi momentaneamente da problemi reali, rifugiandosi in uno spazio tranquillo, dove sperimentare sollievo.


Dott.ssa Annalisa Croci
PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA PSICOANALITICA
Cel. 334/2357696
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID66417 - 26/05/2016 23:50:53 (Tc) ...vero...
non c'e' nulla di piu' disturbante,della musica alta in un bar mentre con amici si cerca dietro un bicchiere di fare conversazione...di contro in discoteca la musica è 100 volte piu' alta,eppure non 'disturba',cosi come nei concerti...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/01/2011 10:00:00
Pillole di Psicologia Pubblichiamo oggi il primo contributo di Paola per la nuova rubrica «Pillole di Psicologia»

17/08/2014 07:43:00
La depressione La depressione è un disturbo del tono dell'umore con conseguenze importanti sulla vita di chi ne è colpito a livello  lavorativo, sociale e familiare

15/06/2012 11:00:00
Lo sconosciuto che abita in noi Ci sono delle domande che ci terranno impegnati per un po' di tempo: cosa ci porta a prendere una strada piuttosto che un'altra? Cosa ci sostiene nella scelta? Quali sono le nostre radici?

24/12/2012 07:29:00
Un regalo che vale Si avvicinano le feste e i negozi sono pieni di belle cose da regalare; oggetti con tanti lustrini e carte colorate ci invogliano ad entrare e ad acquistare qualcosa per i nostri cari.

09/11/2014 07:00:00
Il Potere Metabolico dell'Integratore C – Consapevolezza La Consapevolezza ha un profondo impatto sul corpo umano




Altre da Pillole di Psicologia
24/04/2017

Ragazzi che si fanno male

Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

20/03/2017

I ritirati

Li riconosci perché non li vedi. O meglio, sono quei ragazzi che si isolano per paura del mondo che in alcuni casi diventa vero proprio panico

04/03/2017

Paura della diversità e routine del pensiero

L’antropologo Ernesto De Martino diceva che “la routine è noiosa ma dà sicurezza, questa nostalgia dell’identico è molto difficile da modificare”. Insomma la tendenza è quella di "andare in cerca del simile", perchè ogni novità fa paura

02/03/2017

Il corpo dei nativi digitali

I nuovi giovani, quelli digitali, in rete si cercano, si trovano, si incantano. O meglio si mostrano con mille volti o per lo meno con quegli Avatar che si possono impersonare

19/02/2017

Giovani e crisi d'esperienza

“I Care” scriveva sulla lavagna della sua canonica Don Milani. Egli voleva che i suoi allievi sviluppassero un interesse profondo per le questioni della vita e per tutti i problemi circostanti. E oggi?

10/02/2017

Se a un giovane manca l'idea di futuro

Da Pino Maiolo una riflessione, sull'onda dello sconcerto causato dalla lettera di Michele, il friulano che a trent'anni ha deciso di farla finita e che in queste ore sta rimbalzando sui giornali, in tv e sul web

08/02/2017

Gelosia fra fratelli

Spesso la nascita di un fratellino modifica l’equilibrio della famiglia e crea gelosie. Ecco alcuni consigli

24/11/2016

A Villanuova con Crepet

Pubblico delle grandi occasioni a Villanuova sul Clisi per la serata condotta da Paolo Crepet  sulle nuove dipendenze e l'emergenza creativa. Per noi c'era anche Armando Ponchiardi. Video


21/11/2016

Le nuove dipendenze e l'emergenza educativa con Crepet

Mercoledì al teatro Corallo di Villanuova sarà ospite il noto psichiatra e sociologo Paolo Crepet, studioso dell'adolescenza e delle dinamiche familiari, che presenterà il suo ultimo libro “Baciami senza rete”

Eventi

<<Giugno 2017>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia