10 Settembre 2019, 09.47
Odolo Valtenesi
Rassegna

Due tappe per la «Cultura che cura»

di Davide Vedovelli

Continuano gli appuntamenti della rassegna del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano dedicata al legame tra cultura e benessere. Questa sera - martedì 10 settembre - un reading – concerto a Polpenazze e giovedì un incontro al Museo del Ferro di Odolo 


Reading - concerto "La sovrana lettrice", con Piergiorgio Cinelli - Martedì 10 settembre a Polpenazze
 
La rassegna “FeliceMENTE. La cultura cura” del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano fa tappa a Polpenazze Del Garda con una imperdibile serata: “La sovrana lettrice” tratto dall’esilarante romanzo di Alan Bennet, con Barbara Mino alla lettura e le musiche di Piergiorgio Cinelli, noto cantautore bresciano che utilizzando l’espressività del dialetto rilegge in chiave “bresciana” brani musicali famosi.
 
Nel romanzo di Bennet i libri sono i portatori di una vera rivoluzione nella vita della regina d'Inghilterra e nell'ingessata routine di Buckingham Palace. Per un puro accidente, la regina ha scoperto quegli oggetti strani e affascinanti che sono i libri, non può più farne a meno e cerca di trasmettere il virus della lettura a chiunque incontri sul suo cammino.

Il recital affianca all'humor di Alan Bennet l'ironia delle canzoni di Piergiorgio Cinelli, con un doveroso tributo alla grande musica pop inglese.
 
“La sovrana lettrice” sarà a Polpenazze D/G martedì 10 settembre alle 21:00 in Piazza Castello (in caso di pioggia si terrà in Sala Civica). L’ingresso è libero, per informazioni Biblioteca di Polpenazze 0365/674460.
 
 
Al Museo del Ferro di Odolo con FeliceMENTE - Lettura e musica con Leda Vignocchi e Alessandro Calabrese  - Giovedì 12 settembre
 
Questo giovedì, 12 settembre, “FeliceMENTE” farà tappa al Museo del Ferro di Odolo con il reading “La cambio io la vita che…” di Leda Vignocchi accompagnata da Alessandro Calabrese alla chitarra e canto.

Una lettura scenica dedicata a quei fatti, a volte inattesi, spesso semplici, che possono cambiare una vita intera. Svolte radicali che, per scelta o per caso, in un attimo cambiano tutto. Sono spesso storie di coraggio e consapevolezza, che sanno dare speranza al lettore, per questo l’evento è stato definito “Reading rigenerante” dalle curatrici della rassegna.

E per sottolineare il legame con il benessere a termine serata il pubblico potrà sorseggiare una tisana offerta dall’ Erboristeria Mil Flores di Sabbio Chiese, per un momento di piacere e di convivialità.
 
L’appuntamento è per giovedì 12 settembre alle ore 21:00 al Museo del Ferro di Odolo in via Massimo d’Azeglio. L’ingresso è libero, per informazioni Biblioteca di Odolo 0365/826376.
 


Aggiungi commento:
Vedi anche
05/11/2019 07:00

Le strade dei sapori La rassegna “FeliceMente – La cultura cura” si avvia alla fase conclusiva. Questa sera – martedì 5 novembre – appuntamento a Vestone con letture e musica dedicate al cibo e alla sua storia

24/10/2019 08:00

Un seminario sulla cultura come cura Nella giornata di venerdì 25 ottobre, nell’ambito della rassegna “FeliceMente”, bibliotecari e operatori culturali sono invitati a partecipare ad un incontro di studi sulla relazione tra cultura e salute --- ANNULLATO ---

14/10/2019 14:40

La buona salute Continuano gli appuntamenti della rassegna “FeliceMente”, dedicata alla cultura come cura. Questo martedì, 15 ottobre, la kermesse fa tappa a Manerba per un incontro con due ospiti d’eccezione

29/10/2019 11:46

La passione per la montagna La rassegna “FeliceMente” continua questo mercoledì sera, 30 ottobre, a Gavardo con l’incontro con l’autore e alpinista Stefano Ardito

08/10/2019 15:54

«La cultura cura», un seminario per gli addetti ai lavori Venerdì 25 ottobre a Gavardo una giornata di studi per bibliotecari e operatori del settore Cultura, organizzata nell’ambito della rassegna “FeliceMente” con il contributo dell’Associazione Italiana Biblioteche



Altre da Valtenesi
31/07/2020

In corsa per Gabriel

«Loro stanno salvando mio figlio, io vado in bicicletta. Come posso aiutarli?». Nasce così la sfida di Manuel Ragnoli, sui pedali, per 560 chilometri in 24 ore

24/07/2020

Si è spenta Prassede Gnecchi

Insegnante e storica dell'antifascismo, è nota per la realizzazione delle pietre d'inciampo sul Garda e in Valtenesi in memoria degli ebrei sterminati nei lager nazisti. Se n'è andata dopo una lunga lotta contro la malattia

11/07/2020

Nubifragio, i danni di vento e grandine

La violenta tempesta che si è abbattuta nel bresciano oggi pomeriggio ha provocato numerosi danni, alcuni anche in Valle Sabbia

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni

02/07/2020

Pioggia, vento e grandine piegano la Valtenesi

Oltre a provocare smottamenti, allagamenti e cadute di alberi, il forte temporale di ieri ha danneggiato vigneti e uliveti, i cui raccolti subiranno perdite in percentuale importante

22/06/2020

Un anno sabbatico

È quello che ha chiesto il presidente Poinelli ai gruppi della “Monte Suello”: annullate tutte le manifestazioni del 2020 compresa l’Adunata sezionale a Vestone e Nozza

22/06/2020

Fabio Lozito capogruppo dell'anno

È stato assegnato al capogruppo di Agnosine il premio “Milesi” per il 2019. Premiato anche un alpino di Moniga e il gruppo di Valvestino

22/06/2020

Penne nere, «Stima e fiducia dalla gente»

L’assemblea annuale della “Monte Suello” di ieri a Polpenazze era chiamata a valutare le iniziative e il bilancio del 2019, ma si è inserita con forza l’attualità della pandemia

21/06/2020

Il flash mob delle «mamme del Chiese»

Alla protesta di comitati e associazioni ambientaliste si unisce quella di alcune mamme che ieri pomeriggio si sono radunate a Gavardo per ribadire il loro “no” al progetto del maxi depuratore del Garda