Skin ADV
Martedì 18 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Rododendro nano

Rododendro nano

di Clementino Ferrari



16.06.2019 Villanuova s/C Prevalle

16.06.2019 Casto

16.06.2019 Preseglie

17.06.2019 Garda

16.06.2019 Gavardo Valsabbia

17.06.2019 Gavardo Vallio Terme

16.06.2019 Preseglie

16.06.2019 Vestone

17.06.2019 Idro Vobarno Valsabbia

17.06.2019 Vobarno



19 Ottobre 2017, 15.26
Muscoline
Presentazione libri

«All'ombra del reticolato»

di Redazione
Questo sabato pomeriggio, presso la biblioteca di Muscoline, Roberto Maggi presenta i diari di Mario Maggi, combattente in Africa e prigioniero degli inglesi. Ingresso libero

Questo sabato, 21 ottobre, alle ore 17.00 presso la biblioteca di Muscoline, saranno presentati alla popolazione i diari di Mario Maggi, fedelmente trascritti e curati da Paolo e Roberto Maggi, insegnanti salodiani, nipoti dell’autore. Roberto Maggi dialogherà con Marcello Zane.

La vicenda di Mario Maggi,
salodiano, classe 1908, è magistralmente narrata in questi diari, gelosamente custoditi prima dall’autore stesso, successivamente dalla moglie e poi dalla famiglia, si sintetizza così: è la storia di un uomo che non volle mai venir meno ai propri ideali e che - senza nuocere a nessuno - pagò in prima persona il prezzo della fedeltà.

I due diari di Mario Maggi (“All’ombra del reticolato” e “Sulla via del ritorno”) raccolti in un unico, elegante volume, edito dalla casa editrice bresciana Liberedizioni, raccontano il trascorso storico, personale, a volte profondamente intimo, di un figlio del suo tempo; un tempo percorso da grandi tragedie e da conflitti, affrontati con la fede in Dio e nella Patria. Al di là della vicenda spiccatamente umana di Mario Maggi, i diari percorrono anche la vicenda, ancor oggi poco indagata, dei P.O.W., i prigionieri di guerra italiani catturati dagli inglesi in terra africana. L’esperienza di Maggi è quella di un recluso “ospite” di campi in Sudan (dal 1941 al 1943) e in Sudafrica (dal 1943 al 1947): ovvero una lunga durata, protrattasi oltre la fine della guerra, dalle durissime privazioni.
 
La difficoltà di comunicazione con le lontanissime famiglie, lo sprezzante atteggiamento dei carcerieri – che anche dopo l’armistizio e la fine della guerra non liberarono i loro “nuovi” alleati – resero i Prisoners of War manodopera a basso costo, dimenticati dal governo italiano, considerati a volte con disprezzo e diffidenza dai civili.

La testimonianza di Maggi è limpida e sincera nella duratura fedeltà alle proprie convinzioni e, soprattutto, agli affetti familiari.
Maggi aveva combattuto in Abissinia durante la guerra 1935-36. Si era guadagnato una croce di guerra al valor militare, perché nel suo ruolo di caporal maggiore portaferiti, espletò (come si afferma nella menzione d’onore) il suo compito durante i furiosi combattimenti nel Tembien, riuscendo a portare in salvo molti compagni con coraggio e sprezzo del pericolo.
 
La seconda guerra mondiale, Maggi, la combatte ancora in Africa Orientale partecipando alla conquista della Somalia britannica e alla battaglia di Cheren, di cui fu uno dei pochi superstiti.
 
In seguito al crollo dell’Africa Orientale Italiana, iniziò per Maggi la lunga prigionia nei lager inglesi, prima in Sudan e poi in Sudafrica. Spregiativamente classificato come Prisoner of War Recidive (prigioniero di guerra non disposto a collaborare), ritenne sempre in cuor suo un onore non aver venduto il proprio ideale.
 
Tardivamente rilasciato, Maggi poté riabbracciare la sua famiglia nel gennaio del 1947.
 
Passò in resto della sua vita dedicandosi al commercio delle scarpe prima a Brescia e poi a Salò e dilettandosi sulla tavolozza.
Socio del Nastro Azzurro, ha donato al museo salodiano la sua croce di guerra e la sua bandiera, che per anni è stata esposta nelle sale del museo stesso.
 
Mario Maggi è morto nel luglio del 1979.
 
Oggi grazie all’interessamento dei nipoti, la sua vicenda diviene patrimonio di tutti i salodiani e di coloro che lo hanno conosciuto e stimato.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/03/2016 16:17:00
«All'ombra del reticolato», i diari di Mario Maggi Giovedì sera presso la biblioteca di Vobarno, la presentazione del volume che raccoglie i diari di prigionia del salodiano Mario Maggi, trascritti dai nipoti Paolo e Roberto

13/06/2017 12:00:00
«Il Caimano del Garda» Per la rassegna “Incontri con l’autore”, questo giovedì 15 giugno, nella biblioteca di Vobarno sarà presentato il libro che Roberto Maggi ha dedicato alla storia di suo padre Armando


31/08/2017 11:45:00
Un gardesano a Porta Pia Il semplice e gradevole saggio di Maggi, "Un gardesano a Porta Pia", edito da Liberedizioni, verrà presentato presso il Museo della Rocca d’Anfo questo sabato 2 settembre alle 17. Presente l'autore che dialogherà con Marcello Zane


04/06/2014 07:24:00
Un gardesano a Porta Pia Verrà presentato questo giovedì alle 20.30 in biblioteca a Vobarno il libro «Un Gardesano a Porta Pia - Carlo Turina 1844-1870» di di Roberto Maggi. Per l'occasione Interverrà anche Marcello Zane, editore, giornalista e storico locale


21/11/2017 11:40:00
«La collina del ginepro» Questo giovedì sera, 23 novembre, presso la Biblioteca di Salò l’erborista Roberto Sarasini presenterà il suo romanzo e incontrerà i lettori



Altre da Muscoline
14/06/2019

Senza nome

Ancora sconosciuta l'identità della donna ritrovata alla centrale idroelettrica di via Dei Marassi a Prevalle. Il cadavere è stato ricomposto nel Centro di medicina legale di Brescia. Fra le ipotesi la disgrazia oppure il gesto deliberato


13/06/2019

I 90 di nonno Alessandro

Tantissimi auguri ad Alessandro di Muscoline che proprio oggi, giovedì 13 giugno, compie 90 anni

13/06/2019

Primo consiglio comunale per il sindaco Benedetti

Martedì scorso il giuramento in Municipio e l’assegnazione di ruoli e deleghe. Priorità a idee e progetti dei giovani per animare il paese 

12/06/2019

Tra bosco e stelle... pensando all'Africa

Nella corsa di questa sera a Muscoline, oltre alla consueta gara sportiva competitiva e non competitiva, una raccolta di scarpe e abbiglimento sportivo usato per un  progetto in Malawi

05/06/2019

«Horror vacui»

Il romanzo di Marco Cantarini verrà presentato domani sera – 6 giugno – presso la Biblioteca di Muscoline, ad ingresso libero

04/06/2019

Tutto da solo

Incidente stradale nel primo pomeriggio a Calvagese della Riviera. A farne le spese un 37enne di Lonato che ha perso il controllo della motocicletta ed è finito rovinosamente a terra

29/05/2019

Giovanni Benedetti sindaco di Muscoline

Alla guida del Comune cerniera tra Valsabbia e Valtenesi è stato eletto Giovanni Alessandro Benedetti, già capogruppo di minoranza nella precedente amministrazione


24/05/2019

Gerardo Chimini sull'organo Hertelmann

A Castrezzone di Muscoline l’antico strumento musicale, recentemente restaurato, ritornerà a suonare questa domenica, 26 maggio

22/05/2019

«Camminata nella storia»

Questa domenica, 26 maggio, a Muscoline una passeggiata nei luoghi storici del paese, preceduta da un incontro informativo condotto dalla storica Prassede Gnecchi questo giovedì sera, 23 maggio

21/05/2019

Una lista civica e una politica per Muscoline

Per la guida del Comune cerniera fra Valsabbia e Valtenesi si candidano a sindaco Giovanni Alessandro Benedetti per “Uniti per Muscoline” e Giommaria Bonazzi di Sannicandro per “Fratelli d'Italia”

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia