Skin ADV
Mercoledì 25 Aprile 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Vista lago

Vista lago

di Maria Rosa Marchesi



25.04.2018 Valsabbia Garda

23.04.2018 Preseglie

23.04.2018 Storo

24.04.2018 Salò Valsabbia Garda

23.04.2018 Vobarno Vallio Terme

24.04.2018 Anfo Valsabbia

25.04.2018 Odolo Provincia

23.04.2018 Vobarno

23.04.2018 Roè Volciano Valsabbia Garda Valtenesi

23.04.2018 Vobarno






10 Dicembre 2016, 14.49

Libri

Lacrime di sale

di Laura
Più volte gli è stato chiesto se non vacilli mai la sua fede in un Dio che permette tutto questo dolore. Che c’entra Dio, ha risposto. A causare quel dolore non è Dio ma sono gli uomini

Una lunga intervista, curata dalla giornalista Rai Lidia Tilotta a Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, raccoglie una testimonianza, a tratti sconvolgente, che arriva dritta alla pancia.

Dalla lunga chiacchierata nasce il libro “Lacrime di sale” che inizia con il ricordo di una battuta di pesca, la caduta in acqua accidentale di Bartolo ragazzino, la consapevolezza che, con quelle condizioni di luce, poteva finire dimenticato lì, a 40 miglia da Lampedusa.

Ma procediamo con ordine, Pietro Bartolo, laurea in medicina, una specializzazione in ostetricia e ginecologia, è il medico di Lampedusa, l’isola dove è nato, cresciuto, ed è il posto dove è tornato per fare il suo mestiere, ha rinunciato alla carriera prestigiosa, per guardare di nuovo il mare, quel mare che può dare la vita, ma può anche toglierla. In un’isola come Lampedusa si sa che le onde possono essere insidiose, le loro reazioni sono imprevedibili.

Bartolo è figlio di un pescatore e ha dovuto lasciare l’isola a soli 14 anni per studiare, il ciclo era cadenzato da estati a pescare e inverni freddi trascorsi a contare voti e ore di solitudine.

Un medico dunque, che sa cosa significhi cadere nell’acqua al buio e rimanere inascoltato, una persona che conosce la condizione di solitudine lontani da casa. Pietro Bartolo è colui che si sobbarca il lavoro, enorme, di accogliere, secondo profilassi sanitaria, le persone migranti che affrontano le onde nel tentativo di raggiungere l’Europa sulle cosiddette carrette del mare. Spesso gente reduce da prigionie, lunghi viaggi a piedi nel deserto, che ha venduto reni per pagarsi la traversata, che ha visto morire fratelli, sorelle, genitori.

Ed è sempre a Bartolo che tocca il compito di far loro l’autopsia, come ha raccontato nel docufilm di Gianfranco Rosi, in Fuocoammare, quanto questi giungono cadaveri.

Lacrime di sale è un pugno nello stomaco, narra cose che nessun articolo di giornale e immagine televisiva potrà mai narrare, e ti inchioda alla tua coscienza. Le sofferenze del medico Pietro Bartolo, il suo senso di impotenza (qualche volta), la sua rabbia (sempre), il suo smarrimento sono così autentici da diventare i tuoi. Come la sua gioia e il suo stupore di fronte all’invincibile forza della vita.

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID70157 - 10/12/2016 16:58:51 (Dru) Vede Lura
Un Dio che permette ad un uomo la produzione del dolore o è un Dio inconsapevole e un Dio inconsapevole del dolore ci è estraneo, cioè estraneo al dolore causato, indifferente, o se invece è consapevole della produzione è impotente o malvagio.


ID70158 - 10/12/2016 17:00:11 (Dru)
Chi risponde che Dio com il dolore non c'entra non sa chi è Dio.


ID70159 - 10/12/2016 17:06:28 (Dru) .. E naturalmente l'obiezione ha gioco facile
rispondendo.. è naturale che non lo sappia, in quanto il sapere di Dio è argomento di Fede. Ma ilcrifugio nella fede non consente l'atteggiamento veritativo, sicché dire che è l'uomo che fa il male non si giustifica se non come atto di fede. Ma allora chi ha fede in Dio disprezza forse l'uomo, in quanto ciò che è peccato per Dio è prodotto dell'uomo? Vedete voi si fede che così le cose per Dio si fanno enormemente più complicate se solo un poco più ragionate.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/12/2011 16:25:00
Dolore lombare e sciatico: terapia con epidurale Il dolore della colonna vertebrale, in particolare il dolore lombare e la sciatica, sono molto frequenti e invalidanti.

12/09/2012 09:02:00
Percezione del dolore Il dolore è uno dei sentimenti più faticosi da decifrare, ci accompagna nella nascita e nella morte, forse il primo e l'ultimo che la nostra carne porterà in viaggio.

09/04/2012 10:12:00
Dolore cronico oncologico E’ noto che il dolore cronico non è una malattia ma è da considerarsi un sintomo di una malattia o comunque di una disfunzione dell’organismo...

18/01/2012 12:00:00
Scendiamo dall'altalena Prendersi cura del proprio senso dell'equilibrio ci permette di scendere da quell'altalena che è la nostra vita, che ci porta nelle vette più alte e nei più profondi abissi, e che ci fa credere che potremmo fermarci per sempre nell'uno o nell'altro stato, nell'esaltazione o nel dolore più profondo.

12/04/2014 07:24:00
Incredulità, dolore e senso di smarrimento Alessio Quaini si è sentito male mentre era coi compagni di scuola. Alle fasi concitate dei soccorsi, al dolore per quanto stava accadendo e al tragico epilogo finale, hanno partecipato anche loro




Altre da Libri & Film
25/04/2018

Cinquant'anni di poesia di Innocente Foglio

È stato presentato presso la libreria La Salodiana a Salò il nuovo volume del poeta di origini bagasse che raccoglie il suo lavoro poetico degli ultimi cinquant’anni

04/04/2018

Pellegrini sul Cammino di Santiago

Sarà presentato questo giovedì 5 aprile a Villanuova sul Clisi, il libro nel quale Umberto Averoldi racconta la sua esperienza lungo il famoso cammino devozionale spagnolo (3)

28/02/2018

Gli ultimi 10 anni di ricerca del museo

Questo venerdì sera a Gavardo la presentazione degli Annali del Museo con le ricerche e gli studi effettuati dal 2007 al 2016

26/02/2018

«Partirò! Il mio Cammino di Santiago»

Sarà presentato questo mercoledì 28 febbraio a Gavardo, il libro del villanovese Umberto Averoldi che riporta il racconto di viaggio lungo il più famoso cammino devozionale d’Europa

06/02/2018

«Il Carnevale nella Valle del Caffaro»

Sarà presentato questo venerdì sera a Ponte Caffaro il libro del gavardese Giovanni Baronchelli, frutto di un lavoro di ricerca per indagare le peculiarità antropologiche del famoso carnevale di Bagolino

05/02/2018

Le otto montagne

Il romanzo, di Paolo Cognetti, ha vinto il Premio Strega 2017. E' la storia di un'amicizia fra un "cittadino" e un "montanaro". In mezzo ci stanno la natura, la ricerca di se stessi e anche molto altro. Bello, coinvolgente e piacevole da leggere


04/01/2018

«Salò a volo d'uccello»

Uno sguardo dall’alto sulle bellezze di Salò e del suo golfo nel libro fotografico edito dalla Bams, il primo di una serie dedicato alle località del lago di Garda

18/12/2017

«L'ultima madre»

Nato come spettacolo sul tema dei desaparecidos, il romanzo di Giovanni Greco ha come protagonista la verità in tutte le sue declinazioni

29/11/2017

O capiamo o moriamo

Pubblicato recentemente, il libro “O capiamo o moriamo” sarà presentato dall’autore Mario Adinolfi domenica 3 dicembre a Villanuova sul Clisi


08/11/2017

«Controvento»

Il libro di Federico Pace, edito da Einaudi, parla di storie e di viaggi che in un istante possono cambiare la vita di una persona

Eventi

<<Aprile 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia