Skin ADV
Giovedì 23 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE



29 Gennaio 2019, 07.15

Eco del Perlasca

Dalla parte del cane 1

di Rhapsody
Simile a un batuffolo di cotone imbevuto nell’inchiostro nero, avevo circa 40 giorni, non ricordo molto di quel giorno ma l’immagine del muso triste di mia madre non la scorderò mai...

 Mi stavano portando via da lei, ero l’ultimo dei miei fratelli e a lei non rimaneva più nessuno, è rimasta sola come una cagna quando me ne sono andato l’ultimo giorno.
Quaranta giorni, troppo presto per un cucciolo ancora attaccato alla madre. Mi hanno messo in una macchina tra le braccia di un bambino che piangeva proprio come me, era triste ma nel vedermi gli si è illuminato lo sguardo, in quel momento ho capito che saremmo diventati amici.

Mi hanno portato in una casa gigantesca, per tutto il tempo sono stato in braccio al bambino che a tratti mi stringeva troppo la pancia e rischiavo seriamente di fargliela addosso, non sarebbe stato carino da parte mia.
Fortunatamente una donna mi ha preso delicatamente con le sue grandi mani e ha cominciato ad accarezzarmi, mi sembrava mia madre.
Aveva un profumo che sapeva di amore così ho cominciato a leccarle il viso nel tentativo di portami via quel suo meraviglioso profumo. Se questa era la mia nuova famiglia, beh la adoravo di già, non avrei chiesto niente di più.

Quello stesso giorno, mentre mangiavo le crocchette miste al latte e il sole stava calando, un uomo si è presentato davanti alla porta di casa. La donna gli è subito andata incontro per abbracciarlo e poi girandosi verso di me ha cominciato a sorridere.
Mentre la donna parlava con il sorriso stampato sul volto, l’uomo continuava a fissarmi con uno sguardo gelido che mi ha fatto venire il mal di pancia.

Poco dopo ha cominciato ad urlare e a indicarmi con un dito minaccioso.
Cosa stava succedendo? Era arrabbiato con me? Oh no stava urlando contro quella donna così dolce, era arrabbiato anche con lei, forse per causa mia. Ma cos’ho fatto?

I due hanno cominciato a discutere in modo violento finché il bambino non è sceso dalle scale per venire da me, forse per proteggermi visto che mi ha preso in braccio tutto preoccupato, come se stesse per accadere qualcosa di orribile. Stavo cominciando a capire cosa stava per succedere, l’uomo non mi voleva e avrebbe fatto di tutto per mandarmi via.

Ho passato la notte in uno stanzino buio che puzzava di vecchio e di metallo, non riuscivo a prendere sonno e avevo paura. Allontanarmi da mia madre non era stata una buona idea, anche se sapevo che non era colpa mia mi sentivo come se avessi fatto qualcosa di sbagliato che però non riuscivo a spiegarmi.
Come può essere così arrabbiata una persona senza motivo? Non è razionale o forse ero io a non capire quella rabbia. Forse in fondo non era davvero colpa mia, forse aveva avuto una brutta giornata e la rabbia gli era uscita spontanea.

Il giorno dopo la donna ha riaperto lo stanzino, i suoi occhi luminosi mi infondevano speranza, si vedeva chiaramente dallo sguardo che il bambino era suo figlio e per un attimo ho creduto che sarebbe andato tutto bene. Mi ha portato in cucina dove c’era l’uomo, aveva il viso rosso di rabbia ma nel vedermi è rimasto impassibile, non ha detto niente come se avesse finito tutte le parole da dire.
Un silenzio assordante durato per giorni. Giorni comunque migliori di quella sera in cui è arrivato l’uomo.

(continua)


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Vedi anche
05/02/2019 06:23:00
Dalla parte del cane 2 Dopo qualche tempo avevo imparato come muovermi dentro casa e fuori, stavo attento a non avvicinarmi troppo a quell’uomo perché chissà quali conseguenze ci sarebbero state se mi fossi trovato troppo vicino, sembrava un cane rabbioso a tre teste, letale..

19/02/2019 06:38:00
Dalla parte del cane 4 La donna mi guarda, sta piangendo e le lacrime le scorrono sul viso rosso e caldo...

12/02/2019 06:31:00
Dalla parte del cane 3 L’uomo si è ritrovato a 10 centimetri da me, stranamente mi ha accarezzato la testa fino al collo ma poi mi ha preso per il pelo del dorso e ha cominciato a tirare e a dire parole incomprensibili...

08/02/2018 15:15:00
Dalla memoria della Shoah al ricordo delle Foibe In occasione del Giorno del Ricordo domani, venerdì 9 febbraio, a Vestone andrà in scena l’evento teatrale “Il grimaldello della memoria” con Pino Casamassima e Bruno Noris

14/05/2019 06:57:00
L'altalena dei ricordi La mia nostalgia vagava tra vecchie foto. Ne ritrovai una scattata due anni prima, sembrava passato così tanto tempo, ma quel giorno lo ricordo come se fosse ieri...



Altre da Blog-Riflessi
13/04/2019

Cattamucì

Vivo in un piccolo paese vicino alle montagne, è il solito posto dove tutti si conoscono e i ragazzi vanno ancora al parchetto a fare casino.. (1)

19/02/2019

Dalla parte del cane 4

La donna mi guarda, sta piangendo e le lacrime le scorrono sul viso rosso e caldo...

12/02/2019

Dalla parte del cane 3

L’uomo si è ritrovato a 10 centimetri da me, stranamente mi ha accarezzato la testa fino al collo ma poi mi ha preso per il pelo del dorso e ha cominciato a tirare e a dire parole incomprensibili...

05/02/2019

Dalla parte del cane 2

Dopo qualche tempo avevo imparato come muovermi dentro casa e fuori, stavo attento a non avvicinarmi troppo a quell’uomo perché chissà quali conseguenze ci sarebbero state se mi fossi trovato troppo vicino, sembrava un cane rabbioso a tre teste, letale..

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia