Skin ADV
Mercoledì 26 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


In collaborazione con:

 

MAGAZINE


LANDSCAPE



21 Marzo 2016, 07.27

L'Eco del Perlasca

Tanti auguri Wikipedia

di Sebastiano Capretti
Il sapere libero online spegne 15 candeline

Era esattamente il 15 gennaio 2001, quando Jimmy Wales e il socio Larry Sanger, fondatori di Nupedia, un’enciclopedia online, accortisi della difficoltà di pubblicazione dovuta al tempo necessario per la scrittura e la revisione degli articoli, decidono di dedicarsi ad una nuova frontiera per la conoscenza digitale.

Nupedia sfruttava un cosiddetto “Wiki”, cioè una tipologia di sito che permette a chiunque di creare un contenuto da condividere sul web con la possibilità di essere scritto e modificato contemporaneamente da più persone. Da questo concetto nascerà l’idea di un nuovo modello di enciclopedia online, che prenderà il nome di Wikipedia.

Una volta che Nupedia è stato aperto alla scrittura il risultato si è subito rivelato strabiliante: nel suo primo anno di vita, la comunità di Wikipedia ha prodotto 21 mila voci.
Un numero davvero impressionante se si pensa che Numedia ne aveva pubblicati solo 21!

Jimmy Wales si rende subito conto della grande e immediata capacità comunicativa della sua creazione, tanto da decidersi a lasciarla definitivamente libera. Uno strumento per tutti e che da tutti poteva essere scritto, letto e revisionato, naturalmente seguendo alcune regole fondamentali.
Essendo Wikipedia gratuita e libera, chiunque può interagire per fare modifiche, revisioni o anche per scrivere nuovi articoli, cercando comunque di mantenere un punto di vista il più possibile neutrale. Un’enciclopedia scritta dalla gente per la gente.

Ad oggi Wikipedia è parte integrante della nostra quotidianità, tanto da essere normalmente percepita come una risorsa che possiamo dare per scontata, una sorta di memoria esterna alla quale ci affidiamo e spesso deleghiamo la nostra conoscenza.

I fatti parlano chiaro, Wikipedia è attualmente il sesto sito web più visitato al mondo ed è in grado di giocarsela con veri e propri colossi di internet, come Google e Facebook. Wikipedia è costituita da oltre 35 milioni di articoli in più di 250 lingue diverse, con circa 500 milioni di utenti unici e oltre 20 miliardi di pagine visitate mensilmente.
Numeri davvero impressionanti che rendono perfettamente l’idea dell’importanza mondiale di questa risorsa del sapere libero.

Oggi Wikipedia è affiancata da altri progetti collaterali e talvolta collegati tra loro. C’è infatti Wikibooks dove si trovano manuali liberi, Commons, dove vengono immagazzinate tutte le immagini usate nei vari progetti, Wikinotizie, dove le regole di Wikipedia vengono applicate alle notizie. Wikisource, dove si trovano documenti originali ormai liberi e non più coperti dai diritti d’uso e tanti altri come Wikivoyage, Wikispecies, Wikidizionario...

Esiste anche un’associazione di sostenitori di Wikipedia che si chiama Wikimedia che coordina progetti rivolti ai musei, alle biblioteche, alla scuola e poi gestisce il più grande concorso fotografico al mondo Wiki Loves Monuments e molto altro ancora.

Tanti auguri Wikipedia!
Per renderti conto di quanto in fretta si sviluppi questa enciclopedia clicca qui.

Sebastiano Capretti

Sitografia di riferimento:
Tra tutti, questo è l’articolo più documentato e approfondito che parla del compleanno di Wikipedia

Altro documentatissimo articolo che parla di Wikipedia, di come è organizzata e come funziona il progetto “un wikipediano in residenza” e della necessaria collaborazione tra biblioteche e Wikipedia intesa come bene comune

Articolo dal quotidiano La Repubblica che tocca molti temi

Radio 3 scienza ne parla nella puntata del 15-01-2016

Andrea Zanni, presidente di Wikimedia parla della cultura libera su Fahrenheit - Radio 3 nella puntata dell’11-01-2016

“15 anni di Wikipedia, il sapere che diamo per scontato” di Giovanni Boccia Artieri, docente di Sociologia dei Media Digitali, Università di Urbino Carlo Bo

Alcuni video della pagina Youtube di Wikimedia Italia

Articolo su La Stampa - Articolo su Ansa 1 - 2 - Articolo su Wired - Articolo su BlastingNews - Articolo su ThinkNews


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/06/2014 07:42:00
Stampanti 3D, il sogno americano è al Perlasca di Vobarno La scuola torna ad essere un passo più avanti dell'industria e succede qui, a Vobarno, con le stampanti 3D "autocostruite" nel laboratorio di meccanica. Un'innovazione per ora solo sognata dalla potente America di Obama


13/02/2018 11:00:00
In battaglia per la Vita La nostra esistenza a volte ci riserva degli eventi inaspettati, sta a noi decidere come reagire, se lasciarci abbattere o affrontarli con tutta la forza che abbiamo a disposizione

11/04/2017 07:37:00
Una scuola da primo premio Erano in cinquemila, ma a vincere il concorso sono stati i 16 della Seconda "Amministrazione Finanza e Marketing" del Perlasca, con un "servizio TG" sull'acqua Maniva. VIDEO 

22/03/2017 16:08:00
Scuola lavoro in ospedale Si è da poco conclusa una interessante esperienza formativa che ha portatogli studenti delle classi 4° e 5° A, che frequentano il corso di studi sui Servizi Socio Sanitari nella sede di Idro del Perlasca, in Ospedale a Gavardo

27/01/2016 18:09:00
Porte aperte ai nuovi studenti nella scuola della Valle Sabato 16 gennaio entrambe le sedi del Perlasca hanno dato la possibilità ai nuovi studenti e ai loro genitori di visitare la scuola e di vederla con veste diversa dal solito



Altre da Eco del Perlasca
17/06/2019

Intervista al preside

Noi della redazione del Perlasca di Idro, visto che quest’anno scolastico è per il professor Antonio Butturini l’ultimo e che fra pochi mesi potrà godersi la meritata pensione, l'abbiamo intervistato


07/06/2019

«Giochi senza età», un incontro tra generazioni

Gli studenti dell’indirizzo grafico del “Perlasca” di Vobarno hanno realizzato una brochure e un cortometraggio dedicati agli ospiti della Fondazione Casa di Riposo di Roè Volciano. Un’esperienza significativa per studenti, docenti e anziani 

20/05/2019

Il Perlasca che «spakka». E le donne ringraziano

Quattro studenti rapper sono stati premiati a Brescia al concorso “Io mi fido di Te”, per un testo contro la violenza sulle donne

14/05/2019

L'altalena dei ricordi

La mia nostalgia vagava tra vecchie foto. Ne ritrovai una scattata due anni prima, sembrava passato così tanto tempo, ma quel giorno lo ricordo come se fosse ieri...

13/04/2019

Cattamucì

Vivo in un piccolo paese vicino alle montagne, è il solito posto dove tutti si conoscono e i ragazzi vanno ancora al parchetto a fare casino.. (2)

12/04/2019

Il cuore artificiale, o meccanico

Questa fantastica macchina, nata in Russia 1937 e diventata un punto di riferimento per il trapianto di cuori solo negli anni duemila, permette di sostituire completamente e talvolta permanentemente il cuore umano

03/04/2019

I sapori vincenti della Valle

Intervista a Sara Scalvini, vincitrice di “Cuochi d’Italia” e direttrice del ristorante e trattoria “del Viandante"

02/04/2019

NonCascoNellaRete

A metà marzo, gli studenti delle classi 3ª dell’istituto Perlasca di Idro e di Vobarno, hanno partecipato al progetto - BullOUT NonCascoNellaRete – con la Polizia Postale

17/03/2019

Un tuffo nel passato ricordando Leonardo Da Vinci

A 500 anni dalla morte del genio italiano, anche noi studenti lo ricordiamo

16/03/2019

Mezzogiorno di... peperoncino

Più di 30 in ospedale a causa di un gesto sconsiderato. Il punto di vista degli studenti

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia