19 Dicembre 2014, 07.25
La Nostra Valle online

Testimonianze belliche

di Redazione

Vallesabbia, oltre 35 mila euro per valorizzare i manufatti della Grande Guerra, il 50 per cento a fondo perduto arriva da Regione Lombardia


Poco meno di 18 mila euro a fondo perduto per la valorizzazione dei ruderi della Grande guerra in Vallesabbia.
Sono stati concessi da Regione Lombardia in seguito alla partecipazione della locale Comunità montana (che ha sua volta ha messo sul piatto la stessa cifra) al bando di selezione per progetti e interventi di promozione e valorizzazione del patrimonio storico della prima guerra mondiale in Lombardia.

Il progetto – al quale ha partecipato attivamente anche il Sistema interbibliotecario della Valsabbia - è stato seguito da Saef, società bresciana specializzata in questo tipo di pratiche, che ha declinato, fino a finanziamento, i passaggi necessari all’acquisizione del contributo.

Gli interventi finanziati da Regione Lombardia, per un contributo totale di 17.870 euro, prevedono azioni di riqualificazione e rivalutazione dei manufatti bellici che sorsero durante la Grande guerra.
In particolare sul sistema fortificatorio che si estende in quota sopra il lago d’Idro con l’intenzione di strutturare un vero e proprio “museo diffuso” che contempli tali reperti storici.

Si tratta del sistema difensivo delle truppe italiane conosciuto come il “Valchiese” composto da sentieri, trincee, gallerie e manufatti.
Le azioni prevedono la pulizia di tali sentieri con il ripristino degli itinerari tematici, la realizzazione di segnaletica specifica fino alla creazione di un’applicazione per smartphone che possa guidare il visitatore all’interno del percorso con adeguate informazioni storiche. 

Non solo: sarà un percorso ad anello che avrà come elemento accomunante lo sfondo del lago d’Idro, teatro di guerra negli anni che andarono dal 1915 al 1918.
Nello specifico verrà realizzato un percorso ad anello sulle quote intorno al lago d'Idro, concepito per un trekking di più giorni ma fruibile anche in giornata grazie al facile accesso stradale alle tappe principali, ovvero:

• Idro – Forte di Valledrane – Treviso BS – Cavallino della Fobbia (percorso alla principale roccaforte dello sbarramento di fondovalle);
• Cavallino della Fobbia – Cocca Veglie – Capovalle – Mandoal - Monte Stino (Linee fortificate di raccordo con Alto Garda e complesso del Forte di Monte Stino; visita al Museo Reperti Bellici di Capovalle);
• Monte Stino – Parole – Ponte Caffaro (complesso fortificato Monte Stino, mulattiere di guerra di collegamento tra lago e alte quote, sentiero dei contrabbandieri tra gli antichi confini di Stato);
• Ponte Caffaro – Monte Breda – Cima Ora – Passo Baremone – Rifugio Rosa del Baremone (ponte sul fiume Caffaro già confine di stato, dorsale fortificata del monte Breda, complesso fortificato di cima d'Ora);
• Rifugio Rosa del Baremone - Monte Censo – Santa Petronilla – Monte Paghera – Pieve – Idro (linee fortificate di raccordo tra cima d'Ora e rocca d'Anfo, sentiero di arroccamento a Monte Censo).

Il progetto sarà, per altro, coordinato con le iniziative analoghe in merito alla valorizzazione dei manufatti storici della Grande Guerra nei territori confinanti.
L’evoluzione delle azioni prevede lo sviluppo nel corso dei 12 mesi del 2015 con un cofinanziamento del 50 per cento della Comunità montana di Vallesabbia, a raddoppiare il contributo di Regione Lombardia, per un totale di oltre 35 mila euro.

“Siamo fieri di questo riconoscimento regionale – ha sottolineato G.Maria Flocchini, presidente della Comunità montana di Vallesabbia -; perché va nella direzione della valorizzazione del nostro territorio.
Le testimonianze belliche sono elementi che non vanno lasciati nel dimenticatoio ma mostrati e resi fruibili affinché ci si possa rendere conto di quanto cruenti siano stati i momenti di guerra del passato”.

Non solo: il finanziamento di questo progetto va a rafforzare una collaborazione preziosa: “Da sempre – conclude – la nostra comunità montana cerca la collaborazione dell’ente regionale per progetti di sviluppo emblematici e da sempre abbiamo trovato positivi riscontri in Regione Lombardia, a dimostrazione di una collaborazione fattiva in direzione del territorio”.

Fonte: comunicato stampa



Aggiungi commento:
Vedi anche
29/09/2016 17:18:00

Un'escursione inaugura l'Alta Via dei Forti Sarà inaugurato domenica 2 ottobre al Forte di Valledrane il progetto ideato per valorizzare sentieri e manufatti della Grande Guerra attorno al lago d’Idro

03/08/2016 07:00:00

Turismo e viabilità, nuovi fondi dalla Regione Ulteriori fondi per la Valle Sabbia e un’opera di coordinamento da parte di Regione Lombardia per i progetti di valorizzazione in chiave turistica, per la viabilità e per opere di regolazione del lago d'Idro

29/04/2015 10:15:00

Recupero trincee sullo Stino Una quarantina di volontari fra alpini, protezione civile della “Monte Suello” e del Museo Reperti bellici Capovalle hanno ripulito sentieri e sistemato i camminamenti risalenti alla Grande Guerra

07/10/2016 10:49:00

Dalla Regione fondi per i sentieri Saranno otto i sentieri rimessi a nuovo in Valle Sabbia grazie a un contributo regionale destinato ai Comuni attraverso la Comunità montana

02/11/2015 09:40:00

97mila euro per i sentieri montani Regione Lombardia ha messo a disposizione delle Comunità montane fondi per progetti di manutenzione e riqualificazione dei sentieri montani



Altre da La nostra Valle Online
04/07/2020

Fondi per gli interventi forestali

Ammontano a circa 300 mila euro i contributi disponibili per il bando “Misure forestali” pubblicato dalla Comunità montana destinati ai Comuni e ai soggetti privati operanti nella filiera forestale bosco-legno

03/07/2020

Sconti e promozioni per i turisti

Anche quest’anno la Comunità montana di Valle Sabbia ripropone l’iniziativa di valorizzazione della rete dei servizi e dei ristoranti per i visitatori della Rocca d’Anfo. L’adesione entro oggi, venerdì 3 luglio

02/06/2020

Giovani partecipazioni

I giovani partecipano poco alle associazioni? E perché molte associazioni non riescono a coinvolgere i giovani? A queste domande cerca di rispondere il progetto Giovani PartecipAzioni

29/05/2020

Tre bandi sociali

Sono stati pubblicati dall’Ambito Distrettuale 12 di Valle Sabbia tre bandi sociali per vita indipendente, a sostegno della disabilità e per il mantenimento dell’alloggio in affitto

11/05/2020

Bando a sostegno dell'agricoltura di montagna

C'è tempo dal 18 maggio al 29 giugno per presentare le domande per il “Bando 2020” per gli interventi a sostegno dell'agricoltura in aree montane pubblicato dalla Comunità montana di Valle Sabbia

22/04/2020

Bottega a domicilio tramite smartphone

Il momento è di quelli tragici e difficili da affrontare, la risposta non può che essere innovativa. Così in Valle Sabbia, a cura di Secoval che è il braccio operativo della Comunità montana per i sevizi innovativi da dare ai Comuni, è nata “La bottega a domicilio”

17/04/2020

La bottega a domicilio

Secoval ha lanciato un’iniziativa per la consegna della spesa a domicilio per negozi e aziende della Valle Sabbia

19/03/2020

«Dobbiamo essere più prudenti»

Il presidente della Comunità montana di Valle Sabbia ringrazia chi è impegnato in prima linea a contrastare il virus e chiede a tutti di fare la propria parte, con atti di responsabilità

23/02/2020

Ex centrale, nuovi spazi per la comunità

In tanti ieri a Barghe per il taglio del nastro della ristrutturazione della ex centrale idroelettrica che ora diventa un polo per il sostegno alle fragilità, per la formazione, per i giovani
• VIDEO

22/02/2020

La Valle Sabbia in tv

Le bellezze della Valle Sabbia protagoniste su Cremona Tv in occasione dell’ultimo speciale dedicato alla promozione turistica della valle