Skin ADV
Martedì 21 Agosto 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.08.2018

19.08.2018 Prevalle

19.08.2018 Valtenesi

19.08.2018 Garda

20.08.2018 Garda

19.08.2018 Anfo

20.08.2018 Valtenesi

20.08.2018 Bione

19.08.2018

20.08.2018 Sabbio Chiese Provaglio VS Barghe



23 Febbraio 2018, 09.18
Idro Bagolino Anfo Lavenone Valsabbia
Eridio

Cantiere a fine estate

di Ubaldo Vallini
La lunga fase progettuale per dotare il lago d'Idro di nuove opere di regolazione sarebbe arrivata al dunque e i tecnici prevedono di aprire i cantieri per la fine di questa estate

«Non tocca a me stabilire una tabella di marcia perché i lavori sono in carico ad Infrastrutture Lombarde, ritengo però verosimile che verso la fine dell’estate oppure subito dopo - così recheremmo meno disturbo anche alla stagione turistica - i lavori per la realizzazione delle nuove opere di regolazione del lago d’Idro potranno cominciare».

Così Dario Fossati, geologo, dirigente e massima autorità tecnica dell’Unità Organizzativa Difesa del Suolo in seno a Regione Lombardia.

Un po’ in ritardo rispetto a quanto era stato previsto negli anni scorsi.
«E’ sempre difficile prevedere prima quanto tempo ci vorrà per arrivare all’apertura dei cantieri in opere come queste – afferma Fossati -. Nel caso specifico abbiamo dovuto attendere che, su disposizione ministeriale, il Politecnico di Milano elaborasse un modello fisico per vedere se i calcoli teorici erano corretti e se era il caso di migliorare il progetto».

Novità dalle prove effettuate in laboratorio, che richiedono una modifica del progetto definitivo dell’opera, sono effettivamente arrivate.
«La galleria di scarico che prevede una portata di 330 metri cubi al secondo dovrà avere un diametro leggermente più ampio e dovremo modificare leggermente anche l’opera di presa.
Questo perché le prove hanno mostrato punti di pressione eccessiva all’interno del tunnel – conferma Dario Fossati -. Qualche altra modifica sarà necessaria per limitare la velocità dell’acqua quando rientra nel Chiese».

Questo farà perdere altro tempo?
«Per adeguare il progetto esecutivo, verificarlo ulteriormente e procedere a nuove autorizzazioni, non ci vorranno più di 60 giorni – afferma il tecnico -. Teniamo anche conto del fatto che queste modifiche non comporteranno variazioni economiche e questo è un problema in meno».

Poi il lago sarà regolato con un metro e 30 di escursione, come si è riusciti a fare in questi ultimi anni?

«Abbiamo sempre detto che la regola di gestione del lago non ha nulla a che fare con le opere di regolazione, che invece devono garantire in caso di piena la sicurezza dei territori attorno e a valle del lago» ha concluso Fossati.

.la foto è di Simonetta Lombardi.



Che poi ha precisato: «Quel metro e 30 è stato ottenuto a discapito dei volumi da garantire alle concessioni irrigue e con rilasci d’acqua dal Trentino che sono costati parecchio. Sarà difficile confermare quella minima escursione anche nei prossimi anni».

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75299 - 23/02/2018 11:58:26 (Baldo degli ubaldi)
Siamo sicuri o è l'ennesimo proclamo?


ID75305 - 23/02/2018 16:32:14 (Giacomino) Qualcuno è in grado
di dirci qualcosa circa la nuova Vestone Idro? se lo sa parli ora o taccia per sempre


ID75309 - 23/02/2018 23:21:20 (blb) 3,25!
non sono passati molti mesi quando in merito all'accordo sul nuovo ingresso a febbraio dell'anno scorso si dibatteva sul fatto che quell'accordo contemplava senza via di scampo una conferma della futura regolazione del lago a 3,25 mt come sancito nel 2002 ... Ubaldo non sembravi persuaso di questa cosa... Mi sembra che il sig Fossati e regione lombardia abbiano le idee chiare invece....


ID75310 - 23/02/2018 23:26:34 (blb) poi
ci si lamenta di 5 giorni di mancato DmV, mentre i lavori di posa del condotto fognario sono fermi da un anno per posizionare il tubo sotto 3,5 mt dall'alveo per dare spazio alla savanella e nessuno dice niente. Come lamentarsi per una piccola sbucciatura di un dito mentre si sta per essere travolti da un treno...


ID75311 - 23/02/2018 23:45:11 (blb) per chi non conosce:
"savanella" e' quel canale previsto (fin dall'inizio nella progettazione preliminare ) dalle opere del lago scavato nell'alveo alla fine del lago con lo scopo di farne fuoriuscire l'acqua ad un livello piu' basso (almeno 1,2 mt)


ID75312 - 24/02/2018 08:48:00 (ubaldo) x blb
Quell'accordo prevedeva tutto e il contrario di tutto. Se fosse come dici tu nessuno, in Regione si preoccuperebbero di affermare che 1,3 metri è troppo poco e che sarà necessaria un'escursione maggiore, ancora da stabilire. Voglio fare una precisazione. Io fui fra coloro che, in seno all'associazione Amici della Terra e non da altre posizioni, all'indomani di quell'accordo di programma, dissi che avremmo dovuto rimanere uniti e accanto alle Amministrazioni firmatarie, per fare in modo che di quell'accordo venissero rispettati i passaggi a tutela del lago (gli stessi per altro sui quali si basano gran parte dei ricorsi presentati in seguito). Altri la pensavano diversamente e ci fu anche una votazione, nella taverna di Carola. La mia posizione ottennne la maggioranza dei presenti. Nonostante questo, il nostro portavoce, il giorno dopo scelse di seguire un'altra strada ed è il motivo per cui mi sono autoescluso da quel sodalizio.


ID75313 - 24/02/2018 08:58:56 (ubaldo) x bilb 2
In Regione affermano che il metro e poco più di escursione massima di questi ultimi anni è costato volumi in meno all'irrigazione e rilasci in più da parte del Trentino. Ebbene: resto convinto che se le popolazioni del lago ed i loro amministratori avessero remato tutti nella stessa direzione, avremmo già investimenti nella Bassa per sfruttare meglio l'acqua del lago e pure una regola a conferma della possibilità, ampiamente dimostrata, di gestire l'Eridio con un metro e 30 di escursione. Il tutto col Trentino alleato, non fosse altro che per rassicurare l'Europa sui destini dell'ambiente palustre (Sic) di Baitoni. Qualcuno, non so se per interessi personali, di bottega o perchè davvero ci credeva (a questo punto distinguere fra queste motivazioni non mi interessa), ha preferito lavorare per dividere e in questo modo dare una grossa mano a Regione Lombardia e a chi mette in cima alle priorità l'agricoltura della Bassa (oltre che la


ID75314 - 24/02/2018 09:02:10 (ubaldo) x bilb 3
...oltre che la sicurezza dai territori). Davvero c'è qualcuno che crede di poter fermare il processo in atto coi ricorsi? Come al tempo dell'Avvocato del Lago, di triste memoria? E a proposito di informazioni corrette, la savanella "ad un livello più basso di almeno 1,2 mt" da dove salterebbe fuori?


ID75315 - 24/02/2018 10:41:56 (blb) UBALDO
Ho parlato di accordo dell'ingresso al paese firmato anno scorso (2017).. dove e' scritto chiaro che dopo opere si torna alla regolazione del 2002 Chiuso. Tu parli di accordo delle opere del lago del 2008 che assolutamente come dici doveva essere portato avanti insieme e mi trovi assolutamente d'accordo. Mi piacerebbe chiedere a quel portavoce cosa c'e' che non va in quell'accordo del 2008 e perche' non doveva essere firmato. Nessuno risponde, nessuno entra nel merito. Si continuano a demonizzare i firmatari.. ma non si risponde. Eppure il contenuto e' molto chiaro e molto vantaggioso: opere senza scavo alveo e con stramazzo davanti alla futura galleria (si condivide il progetto preliminare fatto salvo che la traversa sia al livello di quella esistente appunto e la galleria deve avere uno sbarramento di cemeto armato al medesimo livello dell'alveo naturale) opere compensative pulizia sponde ente gestore pasrtecipato dai comuni pulizia acque messa in sicurezza paleofrana.


ID75316 - 24/02/2018 10:43:03 (blb) .. che altro
potevamo pretendere? cosa c'e' che non va bene nell'accordo del lago del 2008?...


ID75317 - 24/02/2018 10:46:43 (blb)
anche qui concordo con te Ubaldo. Si e' remato contro l'accordo del 2008 e soprattutto si sono accusati i firmatari di avere venduto il lago... Perche? Perche' non deve essere firmato un accordo che prevede solo vantaggi per il lago e i lacustri...? nessuno risponde...


ID75318 - 24/02/2018 10:49:56 (Leonardo10) La firma
Di quell'accordo non va bene la firma. Se l' avesse firmato il portavoce di cui sopra il destino del lago o meglio della sua tutela avrebbe seguito un altro corso.


ID75319 - 24/02/2018 11:06:19 (blb)
qualcuno ha pensato bene di poter fermare le opere con i ricorsi e di buttare nel cesso l'accordo del 2008 pensando di fare meglio. Bene. quali sono i risultati oggi?


ID75320 - 24/02/2018 11:12:46 (blb) la Savanella
era presente fin dalla progettazione preliminare delle opere e' stata poi confermata nel progetto defintivo (che ahinoi purtroppo non ha tenuto conto degli accordi del 2008) e ce la troveremo nell'esecutivo.. la posa del tubo fognario( di qlc giorno fa) a 3,5 mt sotto l'alveo docet... Quindi ubaldo la Savanella é nei progetti


ID75322 - 24/02/2018 11:35:00 (ubaldo) Non mi pare...
nè che la savanella venga realizzata un metro e 20 sotto l'attuale limite, nè che l'accordo del 2017 preveda la regolazione futura a 3 e 25. So bene cos'è la savanella e il fatto che sia presente nella progettazione (lo scarto fra quello che era l'allora progetto e quello che veniva chiesto dall'attuale sindaco di Idro, mi pare che si riducesse alla fine a 30/40 cm. E si è buttata all'aria la possibilità di dialogare per questa misura, che evidentemente non era l'unico ostacolo. Quanto alla regola, visto che al momento non ce n'è un'altra (ed è qui che si sarebbe potuto lavoirare con una unità di intenti) è ovvio che al momento di ripristinarla si partirà da quella vecchia. Ma non è detto che debba essere riconfermata, anzi. Il pallino in questo caso ce l'avrà in mano il Trentino.


ID75325 - 24/02/2018 13:33:32 (Dru)
Non credo ad una parola scritta in articolo.. sarei stupido a credere il contrario, e guardate che nemmeno l’ho letto.


ID75326 - 24/02/2018 13:38:43 (blb) ubaldo
ho scaricato ii progetto defitivo da sintel la savanella e' larga parecchi metri profonda minimo un metro e venti. Basta comumenque che vai qui : http://www.lagodidro.regione.lombardia.it/wps/portal/site/lagodidro/DettaglioRedazionale/il-progetto/progetto-definitivo . La regione stessa ti dice che la quota savanella e' 365,8 . Siccome la quota del cemento delle paratoie attuali e' 367,2 il risultato e' 1,4 metri di profondita'


ID75327 - 24/02/2018 13:41:44 (blb) per accordo 2017
ripeto un post di qualche mese fa sull'argomento :http://www.vallesabbianews.it/files/magazine/doc/AccordoLombardiaTrento.pdfID71063 - 17/02/2017 17:52:58 (blb) questo e' estratto dall'accordo :B.3.2. Gli Enti sottoscrittori prendono atto che, dopo la conclusione degli interventidi messa in sicurezza delle opere di regolazione direttamente interferenti con ilivelli idrici del lago d’Idro, trovano nuovamente applicazione le condizioni stabilitenel “Regolamento per la gestione coordinata del lago d'Idro e dei serbatoidell'Alto Chiese - Edizione 21 Marzo 2002” allegato alla deliberazione della GiuntaRegionale della Regione Lombardia n. VII/9297 del 7 giugno 2002 (“Regolamento2002”).


ID75332 - 24/02/2018 14:33:10 (Dru)
Tutte balle, oggi ci sono le elezioni ed escono accordi ecprogetti, tutte cazzate sulla carta e poi non si un bel nulla..



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/08/2016 07:00:00
Turismo e viabilità, nuovi fondi dalla Regione Ulteriori fondi per la Valle Sabbia e un’opera di coordinamento da parte di Regione Lombardia per i progetti di valorizzazione in chiave turistica, per la viabilità e per opere di regolazione del lago d'Idro

14/11/2016 09:15:00
Ecco l'accordo sull'Eridio Accordo sottoscritto fra Regione Lombardia e Provincia di Trento, da noi anticipato settimane fa. Fissate le nuove regole per l'utilizzo dell'acqua del lago a scopo irriguo, prevista la costruzione di nuove opere di regolazione, di un percorso ciclopedonale e del collegamento in galleria con la Valvestino

07/03/2017 15:44:00
Livelli del lago: parla Gilmozzi L'assessore all'Ambiente della Provincia Autonoma di Trento, Mauro Gilmozzi, ha invitato la Regione Lombardia ad un tavolo che coinvolge tutti gli attori del territorio per la revisione del regolamento di gestione del lago datato 2002

07/01/2017 08:05:00
Livelli del lago, partita ancora aperta Le precipitazioni sono scarse, il lago d'Idro riesce ad ogni modo a garantire il minimo deflusso vitale al fiume Chiese. Coi lavori per le nuove opere di regolazione al via, quella dei livelli, è una partita ancora tutta da giocare

26/01/2015 09:30:00
Scontro in consiglio comunale Mentre nella realizzazione delle nuove opere di regolazione del lago la Regione è ormai passato alla fase degli appalti, continua l’animata discussione in Comune con la maggioranza che confida nel ricorso al Tar



Altre da Lavenone
11/08/2018

Così è morto Jannes Possi

La salma del noto pasticcere bresciano, recuperata dagli uomini del Soccorso alpino della Valle Sabbia, è stata ricomposta nell'obitorio del Civile di Brescia


10/08/2018

Morto nel dirupo dopo un volo di 500 metri

Jannes Possi, noto pasticcere bresciano, è precipitato col suo Fiorino dalla strada che dal Baremone porta al Maniva. Un volo di circa 500 metri


01/08/2018

Riscoprire il borgo di Presegno

Nelle serate di venerdì 3 e sabato 4 agosto sarà possibile farlo con una cena sotto le stelle tra luci, suoni e racconti e la rappresentazione di una commedia teatrale

19/07/2018

Sabato la Lavenone - Presegno

La manifestazione sportiva organizzata dall’Asp Lavenone in programma per questo sabato, 21 luglio, è aperta a podisti e ciclisti con bici da corsa e mountain – bike 

14/07/2018

Simona Frapporti seconda al Gran Prix

Ieri, venerdì 13 luglio, la pistard di Lavenone ha guadagnato un bel secondo posto al Gran Prix Città di Ascoli Piceno  (1)

13/07/2018

Ermes Pirlo in concerto

È in programma per questa domenica, 15 luglio, a Presegno l’evento musicale organizzato dagli “Amici Bisenzio e Presegno” all’interno della rassegna estiva nelle frazioni di Lavenone 

13/07/2018

Dalla Rocca alla Variante di Lavenone

Molti i temi toccati dagli amministratori valligiani in occasione della visita valsabbina da parte dell'assessore regionale. Obiettivo: velocizzare opere tanto attese
(3)

13/07/2018

Nuove opere? «Si comincerà entro i primi mesi del 2019»

Questa la previsione di Pietro Foroni, assessore regionale al Territorio, da noi incontrato in occasione di una sua visita in Valle Sabbia
(4)

07/07/2018

Grave 17enne caduto in bici sulle montagne della Valle Sabbia

Il ragazzo è caduto con la sua due-ruote ed è finito in una scarpata, scivolando per decine di metri. Grave un ragazzo di 17 anni



07/07/2018

Auto contro moto a Lavenone

Ad avere la peggio la coppia sulla moto, una Guzzi: sbalzati di sella sono volati per diversi metri. Per soccorrerli l'eliambulanza ha fatto la spola due volte fra la valle e gli ospedali della città
(15)

Eventi

<<Agosto 2018>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia