Skin ADV
Venerdì 20 Luglio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



26 Gennaio 2015, 09.30
Idro
Eridio

Scontro in consiglio comunale

di Ubaldo Vallini
Mentre nella realizzazione delle nuove opere di regolazione del lago la Regione è ormai passato alla fase degli appalti, continua l’animata discussione in Comune con la maggioranza che confida nel ricorso al Tar
L’Idra si trasforma in Davide e prova ad affidare alla Regione Lombardia il ruolo di Golia. In questo “mix” fra mitologia e disamina biblica, sembrano riporsi le speranze dell’amministrazione comunale di Idro di contrastare i propositi del Pirellone, che nella realizzazione delle nuove opere di regolazione del lago è ormai passato alla fase degli appalti. I lavori previsti dalla Regione, infatti, vengono osteggiati dall’attuale maggioranza idrense, che li ritiene utili a garantire gli interessi di chi vuole sfruttare l’acqua del lago, piuttosto che quelli relativi alla sicurezza dei suoi abitanti, come invece viene affermato a Milano.

Il problema, come lo fu per Davide dei tempi di re Saul, è quello di riuscire a sfruttare con la dovuta agilità la presunta “pesantezza” degli adempimenti regionali. Il punto, a livello territoriale, è stato fatto nei giorni scorsi nel municipio del Comune rivierasco, dove su richiesta della minoranza, proprio sul tema degli imminenti lavori che prevedono di investire sul territorio circa 33 milioni di euro, ha avuto luogo un Consiglio comunale straordinario. «Proposte ed iniziative dell’Amministrazione comunale in merito all’imminente avvio delle nuove opere di messa in sicurezza del lago d’Idro”, è stato l’argomento all’ordine del giorno.

Due gli interventi principali da parte della maggioranza: quello del consigliere Walter Zecchi che nella sostanza ha ripercorso le vicende pregresse, affermando che la Regione viene a fare oggi quello che la maggioranza comunale di ieri ha concordato con loro di fare col famoso accordo di programma del 2008; quello dell’assessore Matteo Rovatti che ha invece indicato come via privilegiata da percorrere quella giudiziaria, riferendosi in modo particolare al ricorso già intentato contro il decreto di approvazione dei progetti regionali. Azione che verrà discussa in udienza pubblica nella sede bresciana del Tar il prossimo 6 maggio.

Contestati dalla minoranza, sia la ricostruzione dei fatti fino a qui accorsi, sia l’idea che quel ricorso al Tar possa essere risolutivo della controversia con la Regione. Nel primo caso, secondo i consiglieri di minoranza Salvaterra, Bona e Zambelli, è un errore identificare il progetto preliminare delle opere di regolazione del lago con l’Accordo di programma (da Salvaterra sottoscritto). «Ad affermare che nuova traversa e nuova galleria di scarico erano necessarie è stato il Registro Italiano Dighe - hanno affermato, nella sostanza - l’accordo di programma ha reso le popolazioni del lago, per una volta unite, in grado di partecipare da protagoniste alla loro realizzazione». Possibilità che l’attuale amministrazione avrebbe invece gettato al vento, abdicando al proprio ruolo di partecipazione attiva e responsabile.

Quanto alla via giudiziaria, questa è considerata dalla minoranza inadatta: «La maggioranza alla fine potrà affermare di aver fatto di tutto per contrastare la Regione, ma il problema qui è diverso: occorre decidere se subire la realizzazione di quelle opere, oppure provare ancora una volta a governarla».
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID54230 - 26/01/2015 14:15:27 (kyselak)
Egregio direttore. In tutti i contraddittori, anche i più pacati e sereni, le parti in conflitto tengono a raccontare le proprie verità sottacendo gli aspetti più scomodi della vicenda. Pertanto, persone non apertamente schierate, sono portate a dare ragione all'uno e all'altro dei contendenti non potendo attingere a tutta la documentazione necessaria per esprimere un giudizio definitivo e imparziale. Se si riuscisse a conoscere il testo del famoso referendum proposto dall'Amministrazione Salvaterra e bocciato dalla mancanza unanimità consiliare potremmo avere le idee più chiare. "Siete favorevoli alla costruzione della terza galleria" ha un approccio decisamente diverso nei confronti dell'opinione pubblica rispetto ad un edulcorato "Siete favorevoli alle opere per la sicurezza del lago?"


ID54231 - 26/01/2015 14:35:33 (Dru) Caro Kyselak, qui contesto fermamente la tua posizione
"siete favorevoli alla terza galleria" ha un impatto sicuramente edulcorato quanto "siete favorevoli alle opere per la sicurezza del lago". diverso sarebbe stato se il referendum avesse riportato questo: " siete favorevoli alla ricostruzione della galleria detta degli agricoltori, per la sua messa in sicurezza?", questa è la verità.Non credo comunque che si fosse giunti a scriverne il testo, ma non so...


ID54243 - 26/01/2015 17:25:05 (kyselak)
Dopo aver cliccato l'invio del commento ho immediatamente pensato a questa tua legittima obiezione. Ovvero ad un testo del quesito pi completo. Comunque vorrei, se possibile, conoscere il testo del quesito referendario per farmi un idea sulla posizione del proponenti e dell'allora minoranza che non ha ritenuto di procedere alla consultazione referendaria. Mi pare che ci sia stata scaramuccia in Consiglio comunale per questa posizione


ID54249 - 26/01/2015 17:44:06 (Dru)
c'eri? ;-)


ID54265 - 26/01/2015 21:12:46 (kyselak)
Non c'ero altrimenti mi sarei ricordato del testo del quesito referendario proposto all'approvazione del Consiglio


ID54266 - 26/01/2015 21:20:07 (kyselak)
Come fai a dire di non credere "comunque che si fosse giunti a scriverne il testo, ma non so..." se ci fu una votazione. Avranno votato per qualcosa o no? O si sono limitati ad uno scambio di vedute. Ho capito che dovrò fare l'ennesima richiesta di accesso agli atti.


ID54269 - 26/01/2015 21:42:05 (Dru) Non sono un esperto di pratiche comunali
Però non penso che sia necessario compilare un testo specifico, no? Forse è sufficiente la richiesta di un referendum che abbia come tema il Lago, un tema molto generico, ma sinceramente Kyselak puoi illuminarmi tu.


ID54273 - 26/01/2015 22:27:00 (kyselak)
In un tuo commento su altro post che non riesco a trovare, hai parlato di una lettera al sindaco di Idro che non è stata pubblicata dal direttore. Mi piacerebbe conoscerne i contenuti ma facebook per me è un'entità semi sconosciuta. Non potresti postarla sul sito lago e paese?



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/01/2017 08:05:00
Livelli del lago, partita ancora aperta Le precipitazioni sono scarse, il lago d'Idro riesce ad ogni modo a garantire il minimo deflusso vitale al fiume Chiese. Coi lavori per le nuove opere di regolazione al via, quella dei livelli, è una partita ancora tutta da giocare

04/01/2015 08:26:00
Lago: il Consiglio si pronunci Sarà un Consiglio comunale straordinario a dare indicazioni su come l’Amministrazione di Idro intende muoversi in merito all’imminente avvio dei lavori per la realizzazione delle nuove opere di messa in sicurezza del lago d’Idro

03/03/2017 07:15:00
«Rapporto annuale» Le opere per regolare il lago, i suoi livelli e l'ultimo accordo firmato dal sindaco Nabaffa, all'ordine del giorno del convegno aperto a tutti atteso per questa domenica a Idro

19/07/2013 09:00:00
Livelli del lago, ricorso presentato «Fuori tempo massimo» E' stato giudicato irricevibile il ricorso presentato dal Comune di Idro al Tribunale superiore delle Acque contro il rifiuto della Regione di modificare il progetto previsto dall'Accordo di programma

06/03/2017 07:31:00
«I lavori non cominceranno tanto presto» Così il sindaco Nabaffa a Idro, in occasione del convegno organizzato dagli Amici della Terra per fare il punto sulla battaglia per il lago 



Altre da Idro
19/07/2018

Cinema sotto le stelle a Crone

Continua fino ad agosto la rassegna di cinema all’aperto nella frazione di Idro 

18/07/2018

A Crone arriva la Festa Vintage

L’evento si terrà questo sabato, 21 luglio, con un raduno di auto e moto d’epoca, un pin up contest e tante bancarelle a tema 

17/07/2018

La nazionale si allena sull'Eridio

Il lago d’Idro apprezzato specchio d’acqua per gli allenamenti un equipaggio della nazionale italiana femminile under 23 in vista del mondiale

16/07/2018

Idro, turismo e imprenditoria

La capitale dell’omonimo lago ha visto l’apertura, in un solo anno, di sei nuove attività   (1)

16/07/2018

Al via il Torneo San Michele

Il campo da calcio di Idro fresco di restyling ospita da questa sera il torneo di calcio notturno e il 6° Trofeo Anmi Idro-Vallesabbia

16/07/2018

Caos sulla strada del rientro

Domenica pomeriggio di passione, per chi si è ritrovato a percorrere in discesa la 237 del Caffaro dal Trentino fino a Idro. Prima un incidente a mezzogiorno, poi uno alle 16. E il traffico ha potuto riprendere a scorrere solo dopo le 21 (4)

14/07/2018

Torna «Il Miglio» nel golfo di Lemprato

La terza edizione della manifestazione di nuoto in acque libere si svolgerà questa domenica,15 luglio, con partenza da Crone di Idro 

13/07/2018

Verricellati in zona sicura

Eliambulanza, vigili del fuoco e Soccorso Alpino in azione, fra Vesta e Baitoni, per soccorrere una famigliola di turisti cech che si sono trovati in difficoltà sul sentiero dei Contrabbandieri



13/07/2018

Dalla Rocca alla Variante di Lavenone

Molti i temi toccati dagli amministratori valligiani in occasione della visita valsabbina da parte dell'assessore regionale. Obiettivo: velocizzare opere tanto attese
(3)

13/07/2018

Nuove opere? «Si comincerà entro i primi mesi del 2019»

Questa la previsione di Pietro Foroni, assessore regionale al Territorio, da noi incontrato in occasione di una sua visita in Valle Sabbia
(4)

Eventi

<<Luglio 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia