Skin ADV
Martedì 13 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    







25 Luglio 2014, 07.03
Idro
Lettere

Gambe corte

di Alessandro Vaglia
«L'Entrata al Paese di Idro non è nel programma della Provincia. Chi mente? (mentire significa dividere ciò che è unito o unire ciò che è diviso). La Provincia o il Sindaco di Idro?»

Sono sconcertato sul lato della Logica, ma per niente sorpreso da quello dell'illogica.

Nell'ultimo Consiglio comunale, primo nella seconda legislatura Nabaffa, ho ascoltato personalmente il Sindaco dichiarare che "il Nuovo ingresso al paese" sarà finanziato nell'ambito del completamento del primo lotto della Barghe-Idro, allora sono andato sul sito della Provincia e ho guardato il progetto.

Faccio un piccolo inciso, sono il "cattivo" che ha mostrato in diverse occasioni che chi presenta ricorsi contro la Regione, il comune di Idro con il suo sindaco Nabaffa, contro le opere di messa in sicurezza, e in specifico chi dice di essere contro la Savanella, in realtà è colui che la recepisce nei suoi progetti,tavole prospettiche e computi metrici fin dal lontano 2011, durante i primi anni della  prima legislatura Nabaffa.

Oggi mi trovo nella situazione opposta per un diverso tema, il tema si presenta con audacia nel suo primo consiglio del suo secondo mandato: il sindaco Nabaffa dice che l'entrata è cosa fatta nell'ambito del completamento del primo lotto della Barghe-Idro, mentre io sulle carte documentate in Provincia non riscontro alcuna entrata.

Ora, che ciò che non è è, cioè la Savanella, e ciò che è non è, cioè l'entrata al paese,  siano contraddizioni, credo che tutti lo sappiate, che il bue non sia l'asino pure, eppure io continuo a sentire da questa amministrazione che il bue è l'asino e mi piacerebbe che questo dire fosse giustificato.

Sembra che non conti più accertare la verità nel nuovo mito che avanza, ciò che conta sono le parole sempre contraddette dalla realtà.
Mi chiedo e chiedo al Nabaffa oggi che mostri quanto detto in consiglio e cioè che smentisca con documenti ciò che io continuo con documenti a mostrare.

La Savanella è nelle tavole in Comune mentre l'entrata al paese non è nelle tavole e nel preliminare del progetto in Provincia sulla Barghe-Idro, come conciliare questa realtà con le continue parole che la contraddicono?

Attenzione, perché le parole sono scritte in Verbale di deliberazione del consiglio comunale e dicono...

Per la Savanella il sindaco: «si vuole insinuare che nel progetto d'ingresso al paese c'è un'approvazione "nascosta" della Savanella. Preferisco rispondere con documenti alla mano».

Per la Savanella io al sindaco: «ma come è possibile travisare la realtà in questo modo, affatto "nascosto" i documeni del progetto  documentano quasi in ogni loro foglio che il comune di Idro ha recepito la Savanella e poi sindaco, erano due mesi che documentavo i fatti, e lei dice che preferisce rispondere con documenti alla mano? Quando? non era l'occasione per rispondere punto su punto, in quanto i fatti e i documenti c'erano già tutti? O lei si riferisce a documenti che deve ancora produrre? Ma se li deve ancora produrre non le viene il sospetto che è producendoli che contravviene a quelli già prodotti e in mano sua?»

Per l'entrata al paese il sindaco: «L'opera sarà sarà finanziata nell'ambito del completamento del primo lotto della Barghe-Idro.»

Per l'entrata al paese io al sindaco: «Se la logica è la stessa che per la Savanella allora c'è d'augurarsi nella provvidenza della Provincia o in qualche altra provvidenza.»

Capisco che fare il sindaco non sia cosa facile, facile però è risultare coerenti con i documenti, altrimenti il sospetto che viene è che chi si riferisce a quelli appunto mente (mentire significa dividere ciò che è unito o unire ciò che è diviso, è sempre un volere che le cose siano altro da sé).

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID47722 - 25/07/2014 08:37:08 (Giacomino) Mi pareva di avere capito
che il nuovo ingresso di Idro non fosse più nei programmi della provincia. Quando la provincia c'era ancora.


ID47723 - 25/07/2014 08:39:10 (Aldo Vaglia) Caro Dru
Purtroppo in politica le bugie hanno le gambe troppo lunghe e quando vengono scoperte i danni prodotti sono irreversibili. Sul lago si usano dati storici 'opinabili' e 'contraddetti' da ogni documento che sulla storia della vallesabbia ha da sempre fatto scuola. Si costruisce un racconto, funzionale ad un movimento, che prima nega la paleofrana, e poi ne attribuisce le colpe all'innalzamento della strada, su una semplice estrapolazione di una frase del Riccobelli, senza alcun altro supporto, (in contrasto con le fotografie pubblicate anche su Sei di Idro se...) senza nemmeno verificare se la frase si riferisse alla Soghetta o a Ruine. (La lontananza dalla Grotta a Ruine, citata nello stesso documento come altra causa dell'innalzamento dei livelli, fa propendere per il riferimento piu' vicino,(facilmente il riferimento era alla Soghetta). Non dimentichiamo che a quei tempi il lago terminava in quel punto e lo spostamento in Ruine e' di molto posteriore.


ID47724 - 25/07/2014 08:45:28 (Baldo degli ubaldi)
E' facile in campagna elettorale promettere mari e monti , anche se in questo contesto è forme meglio dire "laghi e monti",ma poi per non perdere la faccia bisogna mantere le promesse fatte , altrimenti è meglio lasciare a chi è veramete interessato a fare qualcosa.


ID47725 - 25/07/2014 08:50:50 (Aldo Vaglia)
Il seguito e' cosa nota: qualsiasi atto venga prodotto e' strumentalizzato e letto come tentativo di rubare l'acqua a Idro. Mai si legge cosa e' realmentmente scritto, ma cio' che gli occhiali del pregiudizio fanno scorgere. Le opere di sicurezza vengono cosi' ricacciate in un angolo per preferire, interessi di bottega politici ed economici. Quanto tu scrivi, anche in questo articolo, non si discosta per niente da quanto e' stato prodotto in questi anni, da chi si dichiara salvatore del Lago, ma che del lago ha una visione ben miope e ristretta.


ID47726 - 25/07/2014 09:00:07 (Dru) Per Giacomino
Quando il sindaco in consiglio dice che l'entrata al paese è finanziata nell'ambito del completamento del primo lotto, significa che nel primo lotto c'è l'entrata, secondo parole del Sindaco. Allora se nell'ambito non c'è, e qundo nell'ambito non c'è, io tiro una sola conclusione e cioè che il mio sindaco non è un'amministratore, ma è un politico. L'amministratore avrebbe detto: " faremo il possibile per inserire nelle opere principali della bretella Barghe-Idro anche l'entrata". Ma Nabaffa non è un amministratore, Nabaffa è un politico. Ma a Idro serve un politico o un amministratore? Se Idro è l'unico paese ad avere davvero bisogno di un'entrata e è l'unico a non averla, significa proprio ciò che significa, non ciò che si vorrebbe significasse.


ID47736 - 25/07/2014 14:15:47 (kyselak)
per non tediare la gente vi rimando al mio commento ID45739. Bravo Alessandro a focalizzare l'ennesima contraddizione, carte alla mano. Non vorrei che la tua segnalazione porti, come risposta, al tappezzamento del paese con manifesti che evidenziano il fotomontaggio del nuovo ingresso esibito in campagna elettorale. Infatti quando evidenziai la contraddizione della contrattazione del sindaco Nabaffa per la "vendita" del lago, il paese fu tappezzato a dovere dallo "slogan ideato da una giovane mente e che l’associazione Amici della Terra ha subito adottato". In virgolettato tratto da "Le cicale e le formiche". Quest'ultime scomparse inghiottite dal lago.


ID47737 - 25/07/2014 15:44:49 (Leonardo10)
Complimenti Sig.Vaglia lei non manca di cogliere le contraddizioni e porta a sostegno delle proprie tesi documenti che tutti possono consultare. Il problema è che tutti, ma proprio tutti, i paesi della valle hanno avuto le loro rotonde, tranne idro, forse il paese che ne aveva più bisogno.A questo punto idro, per una disgraziata firma del 2011, perde il lago, con il regalo savanella, e non guadagna l'ingresso, proprio perchè di regalo alla provincia si è trattato.


ID47743 - 25/07/2014 18:26:50 (Leretico) Le acrobazie politche di un furbo
Negare sempre. Abbozzare sempre. La gente dimentica presto. Qui carta canta ma il canto non vuole essere ascoltato. Ho già avuto l'impressione che dopo le nomine degli assessori e dopo l'analisi delle deleghe a loro affidate, ci fosse aria di tempesta, frangenti nei quali i topi abbandonano la nave. Conoscendo poi la situazione finanziaria del comune di Idro e profilandosi all'orizzonte sconfitte giudiaziarie costosissime, mi chiedo quando arriveranno al dunque i drammi che si sono, con acrobazie furbesche, rimandati nel tempo. Che tristissima vicenda. Quando potrà mai avvenire che i furbi vengano riconosciuti come tali? Quando finirà questa agonia?


ID47749 - 26/07/2014 08:25:51 (Leonardo10)
A questo punto la Regione ha il pallino del gioco, e quindi prima realizzerà le opere e solo successivamente, se il trentino insisterà, realizzerà l'ingresso di idro. In campagna elettorale era stata presentata una situazione opposta: forte opposizione alle opere e rapida realizzazione del nuovo ingresso. E' vero poi quanto sostiene seccamani e cioè che i comitati sapevano che il sindaco di idro aveva autorizzato la savanella? Per anni si è chiarito ogni singolo punto e ora, su questioni determinanti,se non ci fosse il sig.vaglia, regnerebbe il silenzio.


ID47750 - 26/07/2014 10:16:15 (kyselak)
Ammettiamo pure che una volta approntata la rotatoria da parte della Provincia per collegare la deviante all'attuale SP (all'inizio del paese per intenderci) il Comune di Idro abbia ottenuto dal Trentino il finanziamento, per quanto tempo dovremo ancora aspettare l'ingresso? Non conosco bene la tempistica per la costruenda deviante ma mi sa che ad andar bene andiamo nel 2019 o oltre. E se Trento chiudesse il rubinetto come ha gi fatto Bolzano e con una situazione debitoria da far tremare i polsi, l'unica alternativa sar quella di rivolgersi alla tanto vituperata Regione Lombardia magari indossando il cilicio come gli anacoreti cristiani in segno di purificazione


ID47751 - 26/07/2014 10:26:46 (Leonardo10)
Alternativa che la regione Lombardia avrà ovviamente già previsto. Dal 2011 per loro la strada è tutta in discesa.


ID47756 - 26/07/2014 17:02:53 (bobdylan) bobdylan
Bravo Dru ,complimenti perchè con forza sottolinei sempre in ogni tuo scritto le contraddizioni e le incoerenze del comportamento di alcuni nostri politici,in questo caso del sindaco di Idro che liberamente dice,afferma per poi non fare niente di quello che ha detto o affermato e prendere così in giro chi gli crede. Credete a me l'ingresso a Idro con questa amministrazione non si farà mai perchè non troverà più i soldi necessari e poi non c'è nessuna volontà.


ID47759 - 26/07/2014 18:33:21 (kyselak)
L'hai detta giusta non c' nessuna volont altrimenti non si spiegherebbe la rinuncia al finanziamento senza sedersi al tavolo per perfezionare il progetto. Sono curioso di vedere come rispondera' il Sindaco alle incalzanti domande della minoranza al prossimo Consiglio comunale. Certo la claque non mancher ma la carne sul fuoco e' tanta e appetitosa. Il lago delle contradditorieta' e delle ipocrisie ha fagocitato le formichine


ID47763 - 26/07/2014 21:27:38 (Dolcestilnovo) Lo sai bobdylan?
quel'e' la canzone preferita del sindaco di Idro? Ovviamente Blowin in the wind, quella che fa "...risposta non c'e' o forse chi lo sa caduta nel vento sara'".In realta' dovrebbe essere Jokerman.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/06/2015 08:03:00
Il barone di Münchhausen Non solo lago, ma anche la viabilità, al centro delle discussioni a Idro: «Il sindaco di Idro dice no alla mozione della minoranza  sull'entrata al paese. E ancora non si sa come farà ad ottenerla» scrive Alessandro Vaglia


29/07/2018 10:52:00
«E' sempre colpa degli altri» Buon giorno direttore, di seguito una lettera che le chiediamo di pubblicare. Grazie e buona domenica.
E noi volentieri pubblichiamo



28/12/2015 07:30:00
Perché le ideologie hanno perso nel '900, ma non a Idro Ho letto con estremo disinteresse gli auguri di buone feste che il sindaco di Idro ha concepito nel giornale locale, Idro Informa. E gli faccio i miei auguri


07/10/2009 16:02:00
Senso unico? Precisiamo In merito alle scelte di viabilità interna fatte dall'Amministrazione di Prevalle, che hanno provocato la raccolta di 500 firme da parte dei cittadini, il sindaco Ziglioli precisa.

03/11/2017 12:00:00
Idro, la parola al sindaco Giuseppe Nabaffa, sindaco di Idro, ha tracciato per noi un bilancio degli ultimi anni di amministrazione tra opere realizzate, turismo, aggregazione e raccolta differenziata. Ha colto poi l’occasione per fare un annuncio importante



Altre da Idro
09/11/2018

Esti srl passa ad Acciaierie Venete

Il gruppo siderurgico padovano si amplia in territorio valsabbino acquisendo la maggioranza della Esti di Idro

03/11/2018

Auguri Linda

Buon compleanno a Linda, di Idro, che oggi, 3 novembre, spegne 31 candeline


29/10/2018

Scuole chiuse? Ecco quali

Ecco le scuole che siamo certi saranno chiuse questo martedì in Valle Sabbia. Per le altre non abbiamo ricevuto comunicazione alcuna

20/10/2018

Con la testa e con il cuore si va ovunque

Trecentocinquanta studenti del Perlasca hanno incontrato in aula magna Giusy Versace, per capire che nulla può fermare i loro sogni, se li perseguono con la giusta determinazione. Un incontro organizzato da Raffmetal (1)

14/10/2018

Trovato con richiami vivi proibiti

A individuarli gli agenti della Polizia Provinciale del Distaccamento di Vestone in un deposito attrezzi a Capovalle. Nei guai un imprenditore recidivo di Idro

10/10/2018

L'ultimo saluto a don Angiolino Cobelli

Saranno celebrati questo giovedì 11 ottobre nel Duomo di Salò i funerali del sacerdote che è stato pastore anche di alcune parrocchie dell’alta Valsabbia. Stasera la veglia funebre

09/10/2018

Natura e paesaggi in fotografia

Questo giovedì, 11 ottobre, in città sarà possibile ammirare i lavori di Denis Bertanzetti, fotografo di Idro, che attraverso i suoi scatti celebra la bellezza dell’ambiente alpino e della sua fauna  (1)

09/10/2018

Forestali e territoriali verso l'accorpamento

Tempo di trasferirsi per molti carabinieri forestali, le cui stazioni sono state accorpate a quelle territoriali. Il processo di fusione coinvolge anche alcuni presidi valsabbini  (6)

01/10/2018

Quattro appuntamenti sull'acqua pubblica

Giovedì sera a Gavardo la prima di quattro serate in Valle Sabbia in vista del prossimo referendum consultivo provinciale sull’acqua pubblica, promosse dal Comitato Referendario Acqua Pubblica Valle Sabbia (2)

30/09/2018

Il quotidiano scrive, «Lago e Paese» interroga

Come sta il vecchio ponte di Idro? Qualche anno fa Vallesabbianews aveva pubblicato delle foto che ne descrivevano più di tante parole lo stato di degrado. Dopo Genova la questione torna alla ribalta
(5)



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia