Skin ADV
Martedì 23 Maggio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Papaveri sopra Crone

Papaveri sopra Crone

di Simonetta Lombardi



22.05.2017 Salò

22.05.2017 Provincia

21.05.2017 Provincia

22.05.2017 Idro Vestone Casto Roè Volciano

22.05.2017 Mura

22.05.2017 Muscoline Valtenesi

21.05.2017 Vestone Serle

23.05.2017 Vestone

21.05.2017 Barghe Villanuova s/C

21.05.2017 Valsabbia Giudicarie Storo






06 Aprile 2017, 10.26
Giudicarie Storo
Ricorrenze

Mezzo secolo di vita dei «Polenter di Storo»

di Aldo Pasquazzo
In occasione del pranzo sociale presso il rifugio “Lupi di Toscana” sono stati premiati i quattro soci fondatori del sodalizio

L’associazione Polenter di Storo conta mezzo secolo di vita. A presiederla vi è Giorgio Zocchi coadiuvato come vice presidente e segretario da Donato Candioli. “Mediamente – dice Zocchi - prepariamo una sessantina di polente all’anno con il clou al Carnevale Storese e con molte altre cucinate per feste o manifestazioni varie, anche fuori provincia”.

“La storia del gruppo - dice Candioli - ha origine alla fine degli anni sessanta per merito di quattro pionieri: il Bepino Perotel, i fratelli Bruno e Ceschino “Oe” e lo chef Antonello Grassi “Giosi” inconfondibile nel suo grande berretto bianco da Chef stellato. La prima uscita è al carnevale di Storo, con polenta e salamelle, cucinate nella fontana piccola di fronte all’ex Agnello oggi Piazza Cortella.

Un successo imprevisto, che ha obbligato i quattro ad “assumere” aiuti nella seconda esperienza del carnevale successivo. Entravano così nel gruppo l’Angelino Barber e il Nicola Paisoli, abbandonando nel contempo la polenta e salamelle per passare alla polenta carbonera.

Presidentissimo per moltissimi anni del gruppo fu il Giäcom Grassi “de Giustina”, che con l’amico Franco Ghiria stabilirono le dosi ideali per una polenta carbonera da 95-100 porzioni, dosi ancora oggi attuali e riassunte in quattro numeri: 10 – 8 – 8 – 4 che corrispondono a 10 kg di farina gialla di Storo, 8 kg di pasta di salame, prodotto tipico della Famiglia Cooperativa, 8 kg di formaggi, almeno quattro diversi, due freschi e due stagionati, e 4 kg di burro.”

Da quel lontano giorno della prima polenta e salamelle del “Perotel” e soci, tanti sono i Polenter, giovani e meno giovani, che si sono succeduti in questi anni, “a tresar” polente e a preparare“la cucia”.

Ed ancora oggi tanti degli allora giovani, oggi un po’ acciaccati e dei meno giovani, oggi patriarchi, “trisano” ancora con l’entusiasmo di sempre polente su polente e per questo sono stati festeggiati i patriarchi, con cinquant’anni di attività sulle spalle, domenica scorsa in occasione del pranzo sociale al rifugio Lupi di Toscana.

Un grazie pertanto ai fratelli Bruno e Ceschino Grassi, Pietro Ferretti e Battista Bonomini.

In foto:
. i premiati
. polenter all'opera

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/02/2017 10:31:00
I primi 50 anni dei polenter Raggiungono quest’anno il mezzo secolo di vita i polenter di Storo, che nell’assemblea annuale hanno riconfermato i vertici del direttivo e si preparano a festeggiare l’importante anniversario con una serie di eventi

20/05/2017 11:14:00
6° Trofeo Soci Fondatori Cai Odolo La terza prova del regionale individuale ha avuto luogo in quel di Odolo a cura della sottosezione del Cai, manifestazione che gli attuali vertici dedicano ai soci fondatori; per la parte logistica invece, fattiva è la collaborazione con alcuni atleti del Gam Vallio Terme

08/09/2015 15:50:00
Trofeo Cai Odolo, 4° memorial Soci Fondatori A Odolo, a cura della locale sezione CAI, domenica è andato in scena il 4° memorial Soci Fondatori, 9^ e penultima prova del campionato regionale individuale; oltre 120 gli atleti accorsi per questo che sta diventando un classico appuntamento post feriale

30/08/2012 09:30:00
Cai Odolo, in marcia per ricordare i soci fondatori Domenica a Odolo la gara di marcia di regolarità Trofeo Cai Odolo, Primo Memorial Soci Fondatori, ultima prova del circuito Montagne valsabbine.

17/09/2016 14:04:00
Il Trofeo Soci Fondatori sottosezione Cai di Odolo assegna i titoli regionali Anche per gli agonisti della regolarità in montagna è arrivato l'ultimo appuntamento stagionale ufficiale con la disputa della 12ª prova individuale valida per assegnare il prestigioso riconoscimento.



Altre da Giudicarie
21/05/2017

250 piccole leve dei pompieri in gara

Ventisei squadre giovanili dei vigili del fuoco si sono sfidate nella tappa di Storo del Campionato provinciale Ctif

21/05/2017

Cassa Rurale, un anno di svolta

Approvato il bilancio 2016 che registra un utile di 1 milione 114 mila euro, migliori indici di solidità patrimoniale e l’adesione alla nuova capogruppo Cassa Centrale Banca

19/05/2017

Allievi dei vigili del fuoco in competizione

Si svolgerà questo sabato pomeriggio presso il Centro sportivo di Storo una tappa del Campionato provinciale Ctif, 6° Memorial "Mario Zulberti"

19/05/2017

Assemblea generale

L'appuntamento con l'Assemblea generale della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella è per questo sabato, 20 maggio alle ore 20 al Palacongressi di Andalo e al Polivalente di Darzo, collegati fra loro in teleconferenza

15/05/2017

Esperienza di lavoro all'estero, con Interlabor

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella da il via alla 4^ Edizione del progetto Interlabor. che offre 18 opportunità di stage all'estero per giovani fra i 20 e i 32 anni. Adesioni entro luglio. (1)

14/05/2017

Cambio della guardia per l'ANC "Carlo Baldracchi"

Obrofari succede a Rasi alla presidenza della Sezione carabinieri in congedo della Valle del Chiese

14/05/2017

Schianto nella notte a Darzo

Uno scontro violentissimo quello poco prima di Darzo ha coinvolto anche una coppia di lavenonesi, ricoverata poi all'ospedale di Tione

12/05/2017

Tutti insieme per la Festa delle Famiglie

Una bella domenica di incontro tra le famiglie delle sei comunità parrocchiali di Storo e Bondone quella andata in scena domenica scorsa a Idroand di Baitoni

12/05/2017

Pesticide Action Week

Coltivare biologico si può. Oltre che rendere più sano l'intero pianeta è anche remunerativo. Se n'è parlato nei giorni scorsi a Storo con gli esperti del Comitato per il diritto alla Salute giunti per l'occasione dalla Val di Non (1)

11/05/2017

Senza parole

Un lettore ci invia questa foto. Ci pare che non ci sia bisogno di commenti (5)

Eventi

<<Maggio 2017>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia