Skin ADV
Giovedì 19 Ottobre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 



18.10.2017 Odolo

18.10.2017 Roè Volciano

18.10.2017 Vestone Vobarno Valsabbia

18.10.2017 Provincia

18.10.2017 Vobarno Gavardo Vallio Terme Serle

17.10.2017 Valtenesi

17.10.2017 Sabbio Chiese

18.10.2017 Vobarno Valsabbia Giudicarie Garda Valtenesi

18.10.2017 Valtenesi

17.10.2017 Barghe






24 Marzo 2017, 17.45
Giudicarie
Intolleranza

A fuoco il portone dei richiedenti asilo

di red.
Nottetempo, ignoti, almeno per il momento, hanno provato ad appiccare le fiamme al portoncino di ingresso della "Casa dei Sordomuti" di Roncone, dove da un paio d'anni vengono ospitati tredici richiedenti asilo 
 
Un gesto grave, che riporta indietro ai tempi bui della caccia alle streghe e a quelli più recenti dell'odio razziale. 
E' successo la notte scorsa Roncone, in un edificio appartenente alla fondazione Sordomuti di Trento dove da un paio d'anni alcuni volontari si occupano di ospitare una dozzina di richiedenti asilo, in attesa che le autorità possano decidenre se ne hanno diritto oppure no.

Allora, e Vallesabbianews aveva riportato la cronaca, c'era stata anche una raccolta di firme contro la decisione del parroco di utilzzare la struttura a quello scopo.
Lo stesso leader della Lega Nord Salvini era salito fino a Roncone per manifestare la sua contrarietà.

Mai però, al di fuori di qualche poco velata minaccia, qualcuno aveva adottato comportamenti intimidatori di questo tipo.
Danni limitati, va detto, ma si tratta comunque di un segnale inequivocabile ed inaudito di intolleranza. 

Ad accorgersi che qualche cosa stava accadendo e a dae l'allarme, poco prima delle 3 e mezza della notte scorsa, un vicino di casa che si era alzato per vedere se stava piovendo e ha notato le fiamme che aggredivano il portoncino della struttura.

Sul posto sono intervenuti prima i vigili del fuoco di Roncone erano sul posto con autobotte ed estintori.
Poi i carabinieri di Storo, che erano in servizio nella notte, e quelli di Tione, per i rilievi del caso e per raccogliere elementi utili a scoprire gli autori del misfatto.

I profughi presenti all'interno della strtuttura, nella quale già si stava propagando l'ossido di carbonio dovuto alla combustione del legno, sono stati svwegliati e fatti uscire da un altro ingresso.
Nessuno ha accusato problemi di salute.

Risolutive per le indagini e per dare un nome ed un volto agli attentatori, potrebbero essere le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso presenti in zona.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID71520 - 24/03/2017 18:43:17 (Tc) ...
l'atto in se e' di una vigliaccheria assoluta,ma quello che mi chiedo e' che dopo ben 2 anni,per 13 persone ancora le autorita' non si sono espresse sul loro futuro,e se salta fuori che non tutti avevano il diritto di stare li? Chi ha pagato in questo tempo per il loro mantenimento? Tutto gratis? Che facciamo ci facciamo ridare indietro i soldi?...Azz 13 persone in 2 anni!...Cioe' per una persona in un tempo di quasi 2 mesi non si e' ancora riusciti a fare un controllo? Ma che caz di autorita' abbiamo?? Che fanno? Dove stanno?


ID71521 - 24/03/2017 18:44:15 (Beppe60) Ma siamo matti???
Gesto di una gravità estrema. Potevano esserci delle vittime! Stiamo parlando di esseri umani!


ID71525 - 24/03/2017 19:59:50 (potatore) Il fuoco dell'incivilta'
A forza di soffiare sul fuoco dell'intolleranza l'incendio della xenofobia divampa e la civilta' muore


ID71527 - 24/03/2017 21:50:03 (liberissimo) Se se inciviltà
Provate a chiedervi perchè è successo .... mica uno si alza la notte e decide di lanciare bombe così tanto X fare neeee .... ps e non fate i sorpresi X piacere


ID71528 - 24/03/2017 22:54:20 (ubaldo) X liberissimo
No, magari dillo tu a noi cosa può giustificare un atto di questo genere. Così capiamo meglio e poi non ci sorprendiamo


ID71532 - 25/03/2017 09:33:11 (Venturellimario)
Poveretti, chissà che costi, tre litri di benzina, con quello che costa al giorno d'oggi, non di meno qualsiasi altro liquido comburente


ID71537 - 25/03/2017 12:42:40 (Vendicatore)
Se non ci arrivi a capirlo , son problemi tuoi ... hanno capito tutti tranne te


ID71540 - 25/03/2017 16:35:28 (Tc) Vendicatore...
parla per te...onestamente un gesto cosi vigliacco e meschino di cosa potrebbe essere frutto? Della stupidita' razzistica di certa gentaglia senza palle che dimostra in questo modo il proprio ego? Perche' non va li fissandoli negli occhi da quelle 13 persone e glielo dice in faccia di andarsene fuori dai cogli@ni...perche' non lo fa? Perche' son codardi e vigliacchi...e questi si reputano persone intelligenti? Sono conigli e della peggior specie...e quando verranno presi (perche' il tempo sistema sempre tutto) piangeranno come maiali al momento della morte...non sopporto i vigliacchi che non han coraggio e che meschinamente compiono atti di cui si pentiranno sicuramente...dove son finiti gli uomini con la U maiuscola? CA@@O!!!


ID71545 - 25/03/2017 21:37:57 (Ila77)
Quanto costano 13 richiedenti asilo? Chiedetevi quanto ci costano i Trentini, e chi paga, quelli si sono un debito!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/09/2017 15:00:00
Chi accoglie e chi no Il tema dell’accoglienza dei richiedenti asilo nel bresciano è oggetto, in questi giorni, di decisioni e accordi importanti. Cosa ne pensano i Comuni della Valle Sabbia?

16/07/2017 07:43:00
Serle atto secondo: da una tristezza all'altra Dopo le denunce a Cocca di Sotto è tempo di avvicendamenti: i richiedenti asilo cambiano sede e chiudono l'esperienza serlese anche i gestori della società Medica Srl. Indagini affidate ai carabinieri   

03/07/2017 06:59:00
Non arriveranno i richiedenti asilo all’Eureka di Vobarno Non arriveranno. E non perché qualcuno è rimasto intimorito dal gesto idiota di uno scalmanato che ha rotto un vetro e dato fuoco con della benzina all’interno di quei locali, sia chiaro

27/03/2017 17:03:00
Richiedenti asilo in Valle Sabbia, la posizione del Pd Sul tema della gestione dell’accoglienza di richiedenti asilo nei Comuni valsabbini prende posizione il coordinatore di zona del Valle Sabbia Mariano Agostini

19/04/2017 14:48:00
Il Decreto Minniti è una soluzione? Negli scorsi giorni il Parlamento ha dato il primo via libera al Decreto Minniti sull’immigrazione. Il provvedimento intende rispondere a delle esplicite richieste della Commissione europea di un’azione più efficace sui rimpatri e nella gestione dei richiedenti asilo



Altre da Giudicarie
18/10/2017

Borsa di studio... e di ricerca

Poliambulatori Santa Maria, giovani laureati al centro dell'attenzione: 5.000 euro di premio alla migliore idea dì sviluppo delle professioni sanitarie. E' la borsa di studio "Gianna Bergomi". E la struttura cresce, con nuovi spazi dedicati agli ambulatori


14/10/2017

Brescia - Giudicarie, per ora è no alla ferrovia

Non ha trovato consenso nella giunta trentina il progetto, rilanciato dal consigliere provinciale Degasperi, di un collegamento ferroviario fra Trento e Brescia attraverso la Valle Sabbia e le Giudicarie (9)

13/10/2017

Castagne, produzione da record

Quest’anno la produzione di castagne ha superato le più rosee aspettative dei coltivatori. Il prezzo, per le più pregiate, varia da 4 a 6 euro al kg

12/10/2017

Percorsi formativi: 80 mila euro dalla Rurale

La Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella investe nella realizzazione di progetti in ambito formativo, culturale e sociale e per investimenti materiali. Il termine di presentazione per enti ed associazioni è fissato per il 6 novembre


09/10/2017

Vince la «macafagna» di Cimego

Applauditissimi i valsabbini con la «tiragna», secondi ex equo con la «carbonera» di Storo e con quella di Condino, con quest'ultima che vince il voto popolare


07/10/2017

Disgrazia sui monti di Storo

Cercava funghi ed ha trovato la morte, scivolando per una cinquantina di metri in un canalone. Si tratta di Lia Pedrini, una 62enne di Castenedolo

06/10/2017

Coi Ciciurti alla conquista dell'oro storese

Ci sarà anche una squadra valsabbina, quest’anno alla disfida dei “Polenter” che si giocherà questo fine settimana a Storo (3)

05/10/2017

A Storo è tempo di festival della polenta

Torna questa domenica, 8 ottobre, a Storo la tradizionale sfida all’ultimo colpo di trisa tra i gruppi di “polenter”. Nove le polente in gara

29/09/2017

Spazzacamini, attrezzature moderne in chiave sicurezza

Dalle Giudicarie alla Valsabbia, dove si usano ancora camini e stufe a legna per riscaldarsi, il lavoro dello spazzacamino ha preso piede

26/09/2017

Alpini, fra impegno e ricordo

Il tradizionale raduno di San Maurizio delle Penne nere di Storo ha richiamato anche stavolta tanti Alpini. Il gruppo sta lavorando ad un nuovo monumento

Eventi

<<Ottobre 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia