Skin ADV
Venerdì 24 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Isola di San Paolo

Isola di San Paolo

di Paolo Salvadori


16 Marzo 2019, 08.00
Gavardo Valsabbia Provincia
Amministrazioni

Depuratore del Garda, si comincia da Gavardo

di Federica Ciampone
Il presidente Alghisi ha convocato in Broletto i sindaci del bacino del Chiese per illustrare loro il progetto definitivo del doppio depuratore. Il primo impianto sorgerà a Gavardo, con grande amarezza da parte dei sindaci e dei comitati ambientalisti, che però non si arrendono 

Un depuratore - il più urgente - a Gavardo per il lotto nord, e successivamente un depuratore per il lotto sud a Montichiari, mentre la zona dell’Est Garda rimarrà legata all’impianto di depurazione di Peschiera.  
 
Questo il progetto definitivo che il presidente della Provincia Samuele Alghisi ha prospettato, giovedì scorso, ai sindaci del bacino del Chiese, convocati in assemblea per fare il punto della situazione sul depuratore del Garda. 
 
L’incontro è la tappa finale del percorso avviato dalla Provincia, su incarico della Regione, a gennaio, per riuscire a dare una risposta rapida che permettesse di non perdere il cofinanziamento messo in campo dal Ministero dell’Ambiente, pari a 100 milioni su 230 di opera complessiva (la quota rimanente fa parte del piano d’ambito dell’Ato di Brescia e di Verona).
 
I lavori per la realizzazione del depuratore a Gavardo – impianto che permetterà l’eliminazione della condotta sub lacuale, le cui condizioni risultano ormai preoccupanti – partiranno nel 2020 e dureranno 4-5 anni. Il nuovo polo di depurazione, in grado di servire fino a 100mila abitanti equivalenti, sorgerà a fianco della 45bis, vicino all’impanto intercomunale attualmente in via di realizzazione per il trattamento degli scarichi di Gavardo, Villanuova, Vallio Terme e Muscoline.
 
Una soluzione che – si è detto in Broletto - sarebbe la migliore dal punto di vista tecnico e finanziario, ma anche ambientale. Il nuovo impianto, il cui costo complessivo previsto si aggira tra i 50 e i 60 milioni, consentirebbe infatti la dismissione dei piccoli depuratori obsoleti presenti in Valle Sabbia e in Valtenesi. Il nuovo polo sarebbe interrato e avrebbe la possibilità di creare scarichi diversificati a seconda della stagionalità e della situazione idrica del territorio, riducendo l’impatto ambientale e paesaggistico. Il 10% della tassa di soggiorno dei Comuni del Garda, inoltre, per i prossimi 8 anni sarebbe destinato a interventi di compensazione nelle zone coinvolte. 
 
Successivamente verrà ampliato il depuratore di Montichiari, che potrà servire 140mila abitanti equivalenti. In entrambi i casi si parla di depuratori di ultima generazione, che secondo i tecnici non creeranno alcun problema al fiume Chiese.
 
Delusi e amareggiati, dopo l’incontro, il sindaco di Prevalle Amilcare Ziglioli e quello di Muscoline Davide Comaglio. Come riportato dal Giornale di Brescia e da Brescia Oggi, il primo ha parlato dell’assenza di risposte convincenti, in particolare riguardo alle vere ragioni che impedirebbero di realizzare l’opera, anziché a Gavardo, in una località gardesana. Gli fa eco il sindaco Comaglio, che ha sottolineato come i sindaci a suo parere abbiano avuto solo il ruolo di uditori e non di interlocutori, e come tutto sembri già deciso, senza la possibilità di proporre alternative. 
 
I risultati delle consultazioni verranno ora consegnati, come da programma, all’assessore regionale Pietro Foroni. Nel frattempo i sindaci dell’asse del Chiese, i comitati ambientalisti e gli abitanti continueranno a ribadire con forza la propria assoluta contrarietà al progetto.
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79971 - 16/03/2019 08:10:26 (criticone) Questa è la vera politica...
Quella che impone e che di ascoltare non gliene frega niente. Tanti comitati, firme, proteste è poi, pochi, e magari con interessi, decidono per tutti senza preoccuparsi di cosa pensa veramente la gente. Non potrei chiamarla politica, meglio sarebbe definirla oligarchia a questo punto. Sbaglio?


ID79975 - 16/03/2019 13:57:28 (robvi) Chissà cosa direbbe
Greta Thurnberg, la ragazzina Svedese a cui Zingaretti ha dedicato la sua vittoria alle primarie del PD, a proposito del Presidente Alghisi (del PD come Zingaretti). Magari gli chiederebbe se nel portare avanti la sua decisione ha pensato al fiume chiese (che fa già pietà adesso senza depuratore), o alle prossime generazioni. O magari se ha pensato solo ai soldi del turismo gardesano ...


ID79976 - 16/03/2019 14:02:25 (ibisco) Con cin, li aspettiamo tutti
questi personaggi, fautori di questo progetto avveniristico, il giorno dell'inaugurazione del collettore, con un bicchiere in mano a fare un brindisi con la purissima acqua che scaricherà nel nostro Chiese!


ID79977 - 16/03/2019 14:08:19 (ibisco) Cin cin
Naturalmente volevo scivere questo nel titolo: cin cin.


ID79978 - 16/03/2019 19:16:09 (robvi) E comunque, tanto per fare 2 conti:
dislivello Salò-Gavardo = 150 mquantità di fognatura da pompare: 200 lt/giorno x 100.000 abitanti = 20.000.000 lt/giorno = 231 l/sPotenza delle pompe: 231 x 150 /(102 x 0,7) = 485 kWEnergia consumata dalle pompe: 485 x 24 x 365 / 1000 = 4.250 MWh/anno.Costo dell'energia elettrica: 0,15 €/kWh (tariffa agevolatissima...)COSTO ANNUO: 637.500 €/anno per alzare la cacca da Salò a Gavardo !e non ho contato tutte le acque bianche che finirebbero nelle nere quando piove (facendo raddoppiare il quantitativo di acque nere), i costi delle stazioni di pompaggio intermedie ecc. ecc.


ID79979 - 16/03/2019 22:37:20 (1977)
Quindi in 15 anni 10 miglioni di euro in piu solo per il funzionamento ... bella genialata ... ma questi ingenieri dove hanno studiato ????


ID79984 - 17/03/2019 10:02:41 (PETER72) En Vagú de Bale!
Se il nuovo depuratore interrato di ultima generazione é così ecologico e l'acqua che ne scaturisce non darà nessun problema al fiume Chiese, perché i gardesani non lo costruiscono a casa loro e ributtano l'acqua direttamente nel lago senza farla risalire in ValleSabbia con un futuro enorme spreco di energia?


ID79985 - 17/03/2019 10:27:32 (fedcactus) QUANDO LA POLITICA CALATA DALL'ALTO NON ASCOLTA PIU' LA GENTE
E pensiamo ancora dopo 3500 firme e manifestazioni CHE A QUESTI POLITICI GLIE NE FREGHI QUALCOSA? Forse e' arrivato il momento di azioni piu' eclatanti e incisive che diano veramente fastidio. SE NON ASCOLTANO E NON SI SIEDONO NEANCHE PER SENTIRE LE RAGIONI DELLA GENTE...O CON LE BUONE O CON......SVEGLIAMOCI||||


ID79989 - 17/03/2019 10:39:12 (fedcactus) L'ENNESIMO ESEMPIO DI UNA POLITICA BECERA
DEVONO RENDERSI CONTO CHE NON SIAMO NE' SCHIAVI, NE' SUDDITI


ID79990 - 17/03/2019 11:05:24 (fedcactus) PS
Le prossime manifestazioni iniziamo a farle sulla 45 bis bloccando le strade, e forse i signori del lago inizieranno a farsi qualche domanda


ID79998 - 17/03/2019 15:21:50 (PETER72) Vuoi vedere...
che alla Provincia e all'ATO non gliene frega niente se pompare la "cacca" dal Garda alla ValleSabbia costerà cinquecentomila o un milione di euro all'anno... Tanto poi questo costo mica lo pagheranno loro, verrà invece puntualmente spalmato sulle bollette degli utenti.


ID80011 - 18/03/2019 10:32:57 (Valle) denuncia penale
Sconsiglio vivamente di bloccare le strade per protesta. Con il nuovo decreto sicurezza ci si becca una bella denuncia penale.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/03/2019 11:14:00
Il «no» al doppio depuratore è corale L’incontro pubblico indetto sabato scorso dal “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il lago d’Idro” ha raccolto gli interventi di numerosi amministratori locali e rappresentanti delle associazioni ambientaliste. Organizzate le prossime tappe della protesta. VIDEO


28/02/2019 09:30:00
Insieme per dire «no» al depuratore Il Comitato Gaia organizza per questa domenica, 3 marzo, una camminata per protestare contro la decisione di costruire il mega depuratore del Garda a Gavardo e sul fiume Chiese. Per l’occasione non bandiere, ma… carta igienica 

14/03/2019 09:13:00
Associazioni in difesa del fiume Chiese Sabato pomeriggio a Gavardo il “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d'Idro” ha organizzato un’assemblea pubblica sulla salvaguardia del fiume e contro il progetto del maxi depuratore del Garda a Gavardo

19/02/2019 15:35:00
«Il Chiese va risanato, no al doppio depuratore nel fiume» Anche il consigliere regionale Ferdinando Alberti prende posizione sulla questione depuratore del Garda ribandendo il no al doppio impianto nel Chiese: “Ogni energia e risorsa devono essere utilizzate per il risanamento ed occorre evitare altri impatti sul fiume”

11/12/2018 08:00:00
Quale depuratore per il Garda? Giovedì 13 dicembre a Gavardo un incontro con tecnici e politici sul progetto del depuratore del lago di Garda promosso dal comitato ambientalista Gaia



Altre da Valsabbia
24/05/2019

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

24/05/2019

Ancora neve sui passi

E’ iniziato in questi giorni lo sgombero della neve e il ripristino delle arterie che dalle tre valli bresciane raggiungono il Crocedomini

23/05/2019

Sermec Volley Vallesabbia centra la promozione in Prima divisione

Con impegno e determinazione le atlete di coach Erika Corli e mister Marco Lauro hanno raggiunto il grande obiettivo che si erano prefissate


23/05/2019

Sempre più Rocca

Cresce il club degli amici della Rocca d'Anfo. Quest'anno si ampliano infatti gli sconti e le agevolazioni per i visitatori della fortezza


22/05/2019

Controlli a tappeto

Nel corso delle ultime settimane, i Carabinieri Forestali di Vobarno hanno eseguito molti controlli su inquinamento atmosferico e gestione illecita di rifiuti industriali (1)

21/05/2019

Finanziamenti per i Comuni di confine

Anche due Comuni valsabbini tra i destinatari dei fondi stanziati all’interno del bando 2019 dal Comitato Paritetico del Fondo Comuni Confinanti. Nel bresciano arriveranno complessivamente 7,5 milioni di euro  (3)

21/05/2019

Banca Valsabbina e FEI, 10 milioni per sostenere l'imprenditoria sociale

Il Fondo Europeo per gli Investimenti (gruppo BEI) garantirà l'80% dei prestiti erogati da Banca Valsabbina, per sostenere fino a 70 nuovi progetti con finanziamenti medi intorno ai 140mila euro

21/05/2019

A lezione di legalità

Legalità e comportamento da tenere in strada, soprattutto quando si è alla guida di un ciclomotore. Sono le “materie” di studio introdotte in classe dagli agenti della Locale della Valle Sabbia

20/05/2019

Il Perlasca che «spakka». E le donne ringraziano

Quattro studenti rapper sono stati premiati a Brescia al concorso “Io mi fido di Te”, per un testo contro la violenza sulle donne

19/05/2019

Valle Sabbia, focus sul lavoro

Un convegno in Comunità montana ha fatto il punto sul lavoro e l’occupazione in Valle Sabbia: il ruolo di Social Work

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia