Skin ADV
Lunedì 18 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








18.02.2019 Odolo

16.02.2019

16.02.2019 Casto Mura Valsabbia

17.02.2019 Pertica Bassa Pertica Alta

17.02.2019 Agnosine

16.02.2019 Bione

16.02.2019 Garda

16.02.2019 Vobarno Valsabbia

16.02.2019 Vallio Terme

16.02.2019 Bagolino Valsabbia






14 Novembre 2018, 05.39
Gavardo Valsabbia Muscoline Valtenesi
Lettere

Megadepuratore. Ecco cosa ne pensa «Gavardo Rinasce»

di red.
Gentile direttore, dopo aver seguito attraverso la stampa la vicenda del collettore del Garda e aver partecipato alla serata informativa del 5 novembre a Muscoline...

... abbiamo incontrato il Sindaco Davide Comaglio che per primo si è attivato per capire e per portare a conoscenza ciò che stava accadendo e che, oltre ai sindaci del territorio e ai diversi comitati ambientalisti, ha avuto l’appoggio del Commissario prefettizio di Gavardo.
Il collettore in questione, è ormai cosa nota, andrebbe a riguardare sia Muscoline che Gavardo oltre che Montichiari.

La preoccupazione è tanta, così come lo sono le domande in attesa di risposta.
La scelta calata dall’alto. E’ impensabile non coinvolgere preliminarmente le Amministrazioni di Muscoline e di Gavardo (oltre che tutte quelle lungo l’asta del Chiese) nella realizzazione di un collettore che andrebbe a scaricare i reflui del Garda nel fiume Chiese.

Ricordiamo che oltre all’ipotesi Gavardo/Muscoline che riceverebbero le fognature dei comune dell’Alto Garda, vi è Montichiari che dovrebbe sobbarcarsi i comuni della Valtenesi.
Il tutto all’oscuro delle popolazioni interessate e con difficoltà ad avere risposte alla richiesta di chiarimenti presso le autorità competenti.

Il Garda è luogo di bellissimi paesaggi, è luogo di turismo, è conosciuto e frequentato anche da tutti noi. Va sicuramente pulito e depurato, questo è fuori discussione, ma senza creare problemi alle altre comunità, a quelle che non si affacciano direttamente sul lago, ma che non di meno hanno luoghi e territori che amano e che per questo vogliono preservare e salvaguardare.

La collocazione.
Ci siamo chiesti dove potrebbe essere collocato questo nuovo, grande, depuratore di 100.000 ab/eq.
Le opzioni previste dal progetto sembrerebbero sostanzialmente due: fare un depuratore a Muscoline o farne uno a Gavardo.
Già da qualche tempo è in fase di realizzazione il collettore con depuratore intercomunale (Gavardo, Villanuova, Vallio e in parte Muscoline) a Gavardo ma questo non sarebbe naturalmente sufficiente ad accogliere le acque dell’Alto Garda.
Verrebbe quindi a profilarsi l’ipotesi, nemmeno tanto remota, di costruire un secondo depuratore di maggiori dimensioni sul territorio gavardese in un luogo che, ad oggi, è sconosciuto.

L’aspetto ambientale.
Il collettore del Garda, per quanto riguarda il nostro territorio si prospetta un’opera enorme, se non abnorme.
Si parla di un progetto che andrebbe ad occupare 26mila metri quadrati (4 campi da calcio), con tubature di diametro elevato che dovranno attraversare le colline per un dislivello di 200 metri.
Sappiamo bene che il territorio non è pianeggiante, che non si possono tracciare linee rette. Da dove passeranno questi tubi? Come si pensa di arrivare a Gavardo o a Muscoline?

A discapito di cosa? Quanto andrebbero a deturpare il territorio?
L’aspetto sanitario: L’acqua del collettore dovrebbe essere teoricamente depurata ma cosa potrebbe accadere in caso di un guasto? Se l’acqua entrasse nel Chiese non depurata, cosa accadrebbe all’ecosistema del nostro fiume?

Come abbiamo visto stiamo parlando di tubazioni di notevoli dimensioni con una grande portata d’acqua. La portata del fiume Chiese è limitata, in particolar modo in estate, rispetto alla quantità di acqua che verrebbe sversata da questi impianti, soprattutto in virtù del fatto che non tutti i paesi dell’Alto Garda hanno una divisione tra acque bianche e acque nere.

E’ lì che a nostro modesto parere si dovrebbe intervenire decisamente e prioritariamente.
Con la separazione, infatti, non si avrebbe più il problema degli scolmatori che scaricano a lago a causa dei temporali estivi e che inquinano l’acqua del Garda.

L’aspetto economico.
Non è un aspetto secondario. Quale sarà infatti il costo complessivo dell’opera? Il Ministero ha concesso €60milioni che coprono circa la metà del costo dell’opera. Il resto andrà in tariffa a tutti i bresciani compresi noi che avremo un impianto che non vogliamo.

Esistono soluzioni alternative? Sì. Ci sarebbe la possibilità di potenziare il depuratore di Peschiera come previsto in una opzione dall’Università di Brescia o di sistemare le condotte sublacuali già esistenti.
Oppure si potrebbe pensare di intraprendere una strada diversa come è stato illustrato anche nella serata del 5 novembre, ovvero la realizzazione di depuratori locali più piccoli coinvolgendo i comuni della riviera gardesana, evitando così di impattare gravemente l’ambiente. Alcuni paesi del Trentino, dell’Alto Garda, hanno optato per questa soluzione, così come per esempio la medesima scelta è stata fatta per la depurazione del lago di Costanza in Germania.

Perché si vuole costruire un collettore nuovo e di grande impatto ambientale?
Perché scaricare i reflui del Garda nel fiume Chiese? Perché non coinvolgere le Amministrazioni locali? E qui gli interrogativi che ci poniamo sono molti!

La mancanza di chiarezza alimenta parecchi dubbi congiuntamente al dover subire le conseguenze di una scelta per la soluzione di un problema che non dovrebbe appartenere alle nostre comunità.

Per questo motivo Gavardo Rinasce appoggerà il Sindaco di Muscoline Davide Comaglio nelle azioni che sceglierà di intraprendere, sarà al suo fianco per la salute e il bene dei cittadini di Muscoline e di Gavardo.
Sosterremo il Commissario prefettizio di Gavardo dott.ssa Pavone e i sindaci dei comuni siti lungo l’asta del Chiese che si sono uniti in questo percorso per la difesa del nostro territorio e delle acque del fiume Chiese.

Gavardo Rinasce dice NO al Depuratore del Garda!

Gavardo, 13 novembre 2018
Il Direttivo di
Gavardo Rinasce


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/02/2019 09:56:00
Un depuratore «per» il Garda Gentilissimo Direttore, con la presente sono a condividere con Lei e con i suoi lettori la mia grande preoccupazione per la piega che ha ormai assunto il dibattito attorno al tema della depuratore “per il Garda” (non del depuratore “del Garda”!)...

11/12/2018 08:00:00
Quale depuratore per il Garda? Giovedì 13 dicembre a Gavardo un incontro con tecnici e politici sul progetto del depuratore del lago di Garda promosso dal comitato ambientalista Gaia

02/12/2018 06:36:00
Gavardo paese dei depuratori? Mi permetto di dire anch’io la mia, per quanto riguarda il depuratore che un giornale ha definito testualmente: “Sarà a Montichiari e a Gavardo (dopo la rivolta di Muscoline)”

09/11/2018 09:27:00
Massardi: «Contrari a ipotesi Gavardo-Muscoline, criticità tecniche e ambientali» Il consigliere regionale valsabbino della Lega prende posizione sull’ipotesi di collocare il maxi depuratore del Garda fra Muscoline e Gavardo

22/11/2018 06:25:00
Una «lista civica» per Gavardo Da Gavardo in Movimento: «Abbiamo avuto modo di leggere quanto uscito sui giornali in seguito alla conferenza stampa organizzata da Gavardo Rinasce in vista delle prossime elezioni amministrative...»



Altre da Valsabbia
18/02/2019

Massardi: «Alghisi convochi subito il tavolo tecnico»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega chiede al presidente della Provincia di convocare con urgenza il tavolo tecnico, come previsto dall'incontro in Regione, per trovare una soluzione condivisa
(1)

18/02/2019

Per la Comunità del Garda il depuratore a Gavardo e Montichiari

Nell’assemblea di sabato dei Comuni gardesani ribadita la scelta “tecnica” di due depuratori nei comuni sull’asse del Chiese per i reflui dei paesi del lago (3)

18/02/2019

Come si amministra un Comune

C’è tempo fino a giovedì 21 febbraio per iscriversi al corso “ABC, Amministrare il Bene Comune” organizzato dalle Acli provinciali in collaborazione con le Acli della Valle Sabbia

16/02/2019

Un film western nel Savallese

Si intitola “Il sangue del cielo” e sarà girato a marzo tra Casto e Mura. Script e regista un giovane cineasta di Briale, studente dell’accademia Laba di Brescia 



16/02/2019

InEurope, con la Cassa Rurale

Daniele Tramontana, originario di Ponte Caffaro, è oggi in partenza per Marsiglia. Parteciperà ad un progetto di volontariato europeo


16/02/2019

Legalità e Impresa

E' iniziata in Valle Sabbia nella sede vobarnese di Fondital la serie di incontri programmati da Aib in collaborazione col Comandante provinciale della Guardia di Finanza colonnello Salvatore Russo

15/02/2019

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

13/02/2019

Brucia bene la legna, non bruciarti la salute

Il caminetto, il suo calore, il suo proiettare luci e bagliori confortevoli sono un vero piacere, ma…
VIDEO


13/02/2019

Assolto perché il fatto non sussiste

Dopo circa 8 mesi di udienze e poco meno di sette ore di camera di consiglio, lunedì il Tribunale di Ferrara ha assolto Spartaco Gafforini, ex direttore generale di Banca Valsabbina

13/02/2019

Meno business e più amore per l'ambiente

Vorrei con la presente rispondere almeno in parte al sig. Sindaco di Salò e a quanto da lui dichiarato nella lettera pubblicata dal Giornale di Brescia, che mi ha lasciato alquanto perplesso ed amareggiato... (5)

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia