Skin ADV
Martedì 25 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Sulla via della seta

Sulla via della seta

by Maurizio



24.09.2018 Anfo

23.09.2018 Val del Chiese

24.09.2018 Vobarno Roè Volciano

23.09.2018 Villanuova s/C

23.09.2018 Gavardo

23.09.2018 Villanuova s/C

23.09.2018 Gavardo

24.09.2018 Barghe

23.09.2018 Salò Garda

24.09.2018 Storo






17 Giugno 2018, 10.09
Gavardo Valsabbia
Blog - Maestro John

Una vita in vacanza

di Maestro John
La scuola primaria è finita e adesso tutti in vacanza! C’è un video molto divertente in cui si vedono  uscire dalla scuola i bambini urlanti, e dopo un minuto correre fuori le maestre ancor più urlanti!

E allora ecco le pizzerie piene di bambini scatenati, o piene di colleghi esausti che si danno l’arrivederci al prossimo anno scolastico.
Anch’io, tranquillo pensionato, sono stato invitato in pizzeria dai genitori dei miei ex alunni di quinta, insieme ai miei colleghi ed ai ragazzi felici e vocianti.

E siccome sono vecchio, avrei dovuto portarmi i tappi, ma tra regali, sorrisi e messaggi, sono riuscito a sopravvivere in mezzo a mille emozioni.
Ed a stento ho trattenuto la commozione quando, alla fine di una gustosissima pizza alle cipolle (con birra media, eh!), la mamma della dolce e splendida Clara ha letto questa lettera, a nome di tutti i genitori delle classi A B e C…
 
“Carissimi maestri, a conclusione di questo quinto ed ultimo anno scolastico, sentiamo il dovere di ringraziarvi sinceramente per aver trasmesso ai nostri figli conoscenze fondamentali per la loro crescita.
Lo avete fatto crescendoli in un ambiente sereno e tranquillo, con competenza e professionalità, ma soprattutto con amore, pazienza, umiltà tali da creare un legame affettivo anche con tutti noi.

Teniamo a dirvi che siete stati per noi preziosi, e speriamo di incontrare sulla nostra strada, ancora delle persone che vivono il lavoro come una missione d’amore al vostro pari.

Quindi maestri GRAZIE, per ogni volta che li avete accolti con un abbraccio, perché quando non ci siamo noi genitori, è bello sapere che qualcuno li accoglie con affetto.
GRAZIE per le regole che avete saputo insegnare loro, per la disponibilità a capire ogni carattere, per i sorrisi che avete dispensato.
GRAZIE per aver insegnato a condividere, a tollerare e ad avere rispetto per ciò che li circonda ma soprattutto per averli fatti sentire “bravi alunni”.
Siamo onorati di avervi affidato i nostri figli e speriamo possiate conservarli nel vostro cuore come sicuramente noi tutti faremo con voi. GRAZIE”


Ascoltavo e pensavo: i vostri figli sono già nel mio cuore dal primo giorno che li ho visti! E anche voi genitori (e le mie stupende rappresentanti di classe!).
Faccio fatica a gestire gli addii, e allora sono corso via, e mi scuso se non ho salutato tutti, ma quando ci sono troppe emozioni “l’è mia facil per gì vècc!”.
E fortuna che pioveva a dirotto, così nessuno ha potuto osservare le mie lacrime.

E quando a casa ho visto il video che la maestra Bruna aveva preparato per tutti i ragazzi, con le immagini dei “Cinque anni speciali” vissuti insieme, lì proprio ho pianto a catinelle, leggendo la filastrocca finale dal titolo “Una valigia piena di…”

“Nella valigia del tuo futuro, lo so,
vorresti mettere tante cose, ma poche sono quelle veramente preziose.
Per compiere un lungo, se fossi in te, metterei il CORAGGIO,
quella strana energia interiore che ci aiuta a prendere la strada migliore.

E perché il cammino noioso non sia, porterei con me la FANTASIA
che ci dischiude mondi inesplorati e rende veri i sogni immaginati.
Se fossi in te mai potrei scordare la TENEREZZA nel saper amare
neppure perderei, a qualunque età, la mia COSCIENZA, la mia DIGNITÀ.

Facendo in  modo che non stia stretto metterei in valigia tanto RISPETTO:
rispetto per ciò che dona la natura rispetto per l’arte e per ogni cultura.
Rispetto per lo studio e il lavoro di domani, rispetto per i deboli e per gli anziani,
rispetto per chi ti ha cresciuto ed educato, per ogni persona che un po’ di sé ti ha dato.

Infine, non scorderei tanta LEALTÀ che viaggia insieme alla SINCERITÀ.
C’è ancora posto nel tuo bagaglio? Allora mettici anche qualche piccolo SBAGLIO.
I vostri insegnanti”


A giugno
ho avuto la fortuna di poter realizzare un ultimo spettacolo con i “miei” fantastici ragazzi e tutti i 360 alunni della Primaria di Prevalle, dal titolo “Un giorno speciale” (una piccola storia di amicizia, vedi locandina).

Come sempre c’era tutto il paese sugli spalti, ed i piccoli attori sono stati come sempre meravigliosi.
E fatemi ringraziare chi ha collaborato, in un modo o nell’altro.

GRAZIE a... AGE, Polisportiva Prevallese, Centro Sportivo "Dante Giacomini", Assessorato allo Sport, Comune di Prevalle, famiglia Landi Riccardo, Gosetti Mario, Braga Michele, Parrocchia, Imbal Carton, Volontari Ambulanza, Volontari Protezione Civile, Gruppo Alpini, Associazione Amici del Bacio, Amadio Bresciani (gazebi), ditta Folli Scavi di Paitone per gli ancoraggi, Volontari Vigilanza Scolastica (Nonni Vigile), mamme costumiste e papà collaboratori, tutti i docenti, Dirigenza, Segreteria e Personale ATA e a tutti quelli che hanno collaborato.  Un grazie particolare è destinato alla maestra Rosy Zentilini per gli splendidi balletti e per l’entusiasmo che ci ha messo, al maestro Angelo Mora vero deus ex machina dell’organizzazione (veramente la macchina ce l’ha…) ed al maestro Luca Lombardi, per la disponibilità e l’amicizia.

Alla fine dello spettacolo ho potuto abbracciare alcune ex alunne (una più bella dell’altra…) che avevo lasciato 5 anni fa.
In pochi minuti ho saputo tante cose sulla loro vita, io le ascoltavo il mio cuore è andato a 300 all’ora. Tra di loro c’era la bionda Sophie Glisenti, frequenta il liceo “Tartaglia-Olivieri” di Brescia.
È una vera artista, bravissima nel disegno (vedi foto) e nelle sculture.

Ha vinto un concorso letterario per le scuole con la poesia “Lei, spaventosa”…

“Ascolto,
ragazza verde stracolma di vita,
fruscii nel timpano,
le persone dalle orecchie da coniglio
capiscono le tue parole.

Persone,
dai fari immensi, nella notte luccicanti,
intravedono il tuo nucleo di roccia,
un pozzo profondo, delicato.

Nessuno ti vuole,
le tue grida silenziose
inghiottiscono il sole,
il vento tetro arriva;
nasconditi
lei, è quasi vicina.”


Complimenti, Sophie!

Tempo fa una maestra di nome Margherita aveva dato ai suoi studenti questi originali e bellissimi compiti per le vacanze.

Fai delle belle dormite riposanti, pisolini compresi.
Se il tempo è bello, non stare chiuso in casa, esci e gioca all’aperto.

Passa tutto il tempo possibile con i tuoi genitori: se la mamma cucina qualcosa aiutala leggendole la ricetta e allungandole qualche ingrediente; se il papà ha tempo fai delle belle passeggiate con lui, a piedi o in bicicletta.
Se hai dei nonni vicino a te fatti raccontare le storie di quando erano piccoli: sono molto divertenti e loro saranno felici di parlartene. Se ti va fai con loro il disegno di quello che hanno narrato, lo appenderemo in classe al ritorno.

La sera, prima di dormire, fatti leggere una storia o un bel libro a puntate. Se la mamma o il papà sono troppo stanchi leggi tu per loro. Non dimenticare, prima di addormentarti, qualche bella coccola.
Gioca in allegria con fratelli, sorelle, cugini e amici, ricordando di aver rispetto e pazienza.

Cerca di guardare meno TV possibile: in alternativa leggi o fai un bel disegno. Lo appenderemo in classe al ritorno.
Se hai animali domestici curali con particolare attenzione e gioca tanto con loro, hanno bisogno della tua compagnia e del tuo affetto.
Se fai un piccolo viaggio con i tuoi non giocare tutto il tempo ai videogames: guarda il paesaggio, leggi i cartelli lungo la strada e segna sul quaderno di italiano, su un taccuino o su un foglio i luoghi che visiti, magari accompagnando i nomi con un disegno delle cose che più ti hanno colpito o con una bella cartolina acquistata là.

L’ultimo giorno di vacanza, ripassa le tabelline ripetendole ad alta voce. Inoltre controlla con cura l’astuccio e la cartella, così da tornare a scuola ordinato e pronto al lavoro in classe.”


E adesso le scuole medie (io le chiamo ancora così, ok?!). La vita dei ragazzi continua, e spero che sia una buona vita.
Sta riscuotendo un grande successo “Una vita tra i banchi”, parodia della canzone presentata all’ultimo festival di Sanremo.

“Una vita tra i banchi fino ai capelli bianchi
hai un foglio che avanza è tutta la classe che urla e che canta
per un mondo diverso studiar non è tempo perso
dobbiamo ascoltar le lezioni
ascolta altrimenti ti alzi e vai fuori!

Prepara lo zaino e la merenda
per il compito in classe abbiamo studiato
Abbiam la merenda e le figurine
un frutto succoso e le patatine. Andiamo, dai!

Arrivi a scuola, saluti gli amici
e poi entri in classe e vai al tuo banco
non trovi il quaderno, il compito fatto
controlli il diario ed apri l’astuccio

Speriamo dai che non m’interrogherai…
Il compito in classe, l’interrogazione
ti alzi alla lavagna rispondi dal posto
una domanda una risposta
ma poi quando suona la ricreazione? E suona dai!

Nell’intervallo incontri gli amici
discorsi pesanti, selfie felici
a volte c è il bullo, l’amica carina
il ragazzo che canta per tutta mattina…
Speriamo dai che con noi ti divertirai!”


A scuola gli esami non finiscono mai
, ma gli esami della vita vanno affrontati con coraggio e un cuore immenso.
In questi tempi duri per la gentilezza e la bontà, spero che i “miei” ragazzi non perdano mai il sorriso da regalare a tutti, anche a chi non ce l’ha. Ciao ragazzi, mi mancherete! E mancherete anche a tutti i vostri maestri (come alla maestra Vanna, nella foto con me sul sidecar…fermo…)

Il vecchio maestro John

Come dicevamo con il mio amico Ermanno: Speriamo che le nostre mogli non vogliano passare con noi una vacanza sopra uno sperduto atollo tropicale…
Cosa faremmo insieme notte e giorno? L’è mei mörer! A parte che per le mogli c’è sempre l’opzione squali…








 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID76602 - 17/06/2018 12:45:43 (Iva) complimenti maestro
Ancora una volta mi stupisce sempre bravo e sensibile maestro. Complimenti maestro e continui a scrivere


ID76603 - 17/06/2018 17:37:41 (tulipano)
GRAZIE maestro John.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/04/2017 10:57:00
Il Gatto e la Volpe Nella mia lunga vita di maestro ho conosciuto centinaia di bambini. Ce ne sono di tutti i tipi (e di tutti i colori)...

28/03/2017 10:37:00
Una vacanza studio in inglese fuori casa L’amministrazione comunale di Vallio Terme propone per la prossima estate una vacanza studio interamente in inglese per i bambini della primaria e delle medie

09/10/2016 08:32:00
Mi ricordo montagne verdi Quarta settimana di scuola. Il 4 ottobre si ricordava San Francesco. Quand’ero bambino si iniziava la scuola il primo di ottobre e dopo 3 giorni era già vacanza. Che bellezza! Non saprei dire però se la cosa fosse condivisa dalle mamme… 

11/06/2017 08:00:00
Strada facendo È finita! La scuola è finita, ora una raffica di riunioni e poi... in pensione! E questo è anche il mio ultimo articolo...

12/11/2017 09:32:00
Lasciatemi cantare Abbiamo sempre cantato. Quelli della mia generazione, intendo. In chiesa, all’oratorio, a scuola, in colonia, in campeggio, al mare o in montagna, in pullman o camminando. Sarà stato che la guerra era finita da poco, sarà stato che la gente ricominciava a credere nel futuro, che c’era in giro un’aria di speranza.



Altre da Gavardo
25/09/2018

Il Borgo del Quadrel vince il Palio

L’entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco non sono certo mancati al gruppo del Borgo del Quadrel, che si è aggiudicato la vittoria nella tradizionale disfida promossa dall’Oratorio di Gavardo 

23/09/2018

Sembra quand'ero all'oratorio

C’è un posto bellissimo che si potrebbe chiamare la città dei bambini e dei ragazzi. È un posto dove fare comunità, incontrarsi, giocare, fare amicizia, costruire legami basati sulla bontà, la semplicità, la gioia, la gratuità ed il servizio agli altri. (1)

23/09/2018

Fonderie Mora, «Intervenga il commissario»

Cittadini e associazioni ambientaliste hanno inoltrato una lettera al commissario prefettizio per richiedere un incontro urgente sulla situazione ambientale relativa alla fabbrica gavardese (1)

21/09/2018

Una nuova cappa per l'Ospedale di Gavardo

L’apparecchio è stato donato al Reparto di Oncologia dall’azienda Valsir Spa di Vestone e dall’Associazione ESA Onlus e servirà a garantire professionalità e sicurezza nella preparazione dei farmaci chemioterapici  (4)

21/09/2018

Gavardo paese commissariato, di chi è la colpa ?

L'ex vicesindaco Sergio Bertoloni ci scrive rispondendo a quanto da noi pubblicato a firma dell'ex consigliere Michele Vezzola


20/09/2018

Le nozze di diamante di Pasqua e Tarcisio

Tantissimi auguri a Pasqua e Tarcisio di Sopraponte che proprio oggi, giovedì 20 settembre, festeggiano 60 anni di matrimonio

20/09/2018

A tutela dell'incolumità, in attesa delle verifiche

Con una nota il Commissario Prefettizio di Gavardo, dott.ssa Anna Pavone, precisa le ragioni dell'istituzione del senso unico alla strettoia di Sopraponte

19/09/2018

È tempo di Palio dei Borghi

Prende il via questo giovedì la sfida fra i cinque borghi di Gavardo, che si concluderà domenica con la festa di San Luigi

19/09/2018

L'associazione «Borgo del Quadrel» premia i poeti dialettali

La scorsa settimana, in un auditorium gremito, sono state premiate le migliori poesie partecipanti al concorso in ricordo di Cesare Cavagnini. Presentato anche il volume “Rime e ricordi”, che raccoglie tutte le opere presentate 

19/09/2018

Raccolta porta a porta: i risultati di una buona gestione pubblica

I primi dati ufficiali sul servizio di raccolta porta a porta, ai quali la stampa ha dato ampio risalto, mi permettono di condividere con i lettori gavardesi, ma non solo, di Valle Sabbia News, alcune riflessioni personali...



Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia