Skin ADV
Domenica 17 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Specchi riflessi

Specchi riflessi

di Renato Sorice



16.06.2018 Sabbio Chiese

17.06.2018 Sabbio Chiese Bagolino

15.06.2018 Gavardo

15.06.2018 Casto Provincia

16.06.2018 Vobarno Valsabbia Garda

15.06.2018 Val del Chiese Storo

15.06.2018 Gavardo

15.06.2018 Prevalle

16.06.2018 Gavardo

15.06.2018 Valsabbia





25 Luglio 2017, 11.00
Gavardo Valsabbia
Convegno Pd

«Riforma sanitaria in alto mare»

di Cesare Fumana
Nell’incontro promosso venerdì sera a Gavardo dal Pd della Valle Sabbia sono state evidenziate le lacune della riforma sanitaria lombarda e i forti ritardi nell’attuazione della stessa

Riforma sanitaria lombarda: quali le necessità di salute del territorio della Valle Sabbia? Quali le problematiche dell'ospedale di Gavardo?

A fare il punto della situazione su queste questioni ci ha pensato l'incontro organizzato dal PD della Valle Sabbia, intitolato “Sanità: ospedale ma non solo”, che con il supporto di amministratori locali, medici del territorio, sindacalisti e politici ha cercato di fare un quadro dello stato dell'arte dell’attuazione della riforma sanitaria regionale sul territorio della valle.

Dopo l'introduzione di Mariano Agostini, responsabile di zona del Pd della Valle Sabbia, ha preso la parola Marianna Dossena, responsabile del Dipartimento Sanità del Pd di Brescia, la quale ha fatto una disamina delle problematiche ancora aperte sul tema della riforma sanitaria regionale.
“Se i presupposti della riforma presentati con il libro bianco erano condivisibili – ha detto l’esponente del Pd –, la sua attuazione non ci convince per una mancata chiarezza che coinvolge anche gli operatori sanitari e quanti dovrebbero realizzare la riforma. Inoltre manca la valorizzazione del territorio e quella sinergia e quel legame fra sanità e settore socio-assistenziale, e un luogo di confronto con i sindaci, portatori dei bisogni del territorio. Non da ultimo preoccupa la sostenibilità economica della riforma, anche in termini di servizi resi”.

Le problematiche dei lavoratori della sanità sono state presentate da Franco Berardi, segretario generale della Funzione pubblica della Cisl Lombardia. Anch’egli ha espresso un parere positivo sulla necessità della riforma, per risolvere alcune carenze strutturali precedenti, come la continuità di cura dopo le dimissioni dall'ospedale degli acuti, quindi la lunga degenza e la riabilitazione. Ha però evidenziato alcune carenze ancora presenti, come il personale insufficiente, la mancanza dell'infermiere di famiglia, il mancato coinvolgimento delle RSA, il ruolo dei medici di medicina generale, una mancanza di progetti di prevenzione che consentirebbero anche una diminuzione dei costi, infine le numerose crisi aziendali ancora non risolte degli ospedali dedicati alla riabilitazione.

All'incontro a rappresentare l’Asst del Garda c'era il direttore sanitario Pietro Piovanelli, il quale per quanto riguarda il coinvolgimento dei sindaci ha sottolineato che è meglio evitare di cedere a un ritorno al passato quando gli amministratori locali erano coinvolti in prima persona nella gestione della sanità, provocando in molti casi sprechi e disservizi.

Ha poi detto che l’Asst del Garda, dal punto di vista organizzativo, sta costruendo quella rete di servizi sanitari sul territorio previsti dalla riforma, che è quindi in corso di attuazione.
 
Il tema, invece, della nuova gestione dei malati cronici è stato affrontato da due medici dell'ambulatorio San Luca di Bostone, il dott. Angelo Braga e il dott. Gianluca Bettini.
I cronici rappresentano circa il 40% dei pazienti di un medico e entro la fine dell'anno per 12 diverse patologie riceveranno una lettera con la quale dovranno scegliere chi si occuperà della gestione della cronicità.
lo potranno fare anche i medici di famiglia dando vita, però, a delle cooperative. I due medici hanno evidenziato un’eccessiva burocratizzazione del sistema e anche in questo caso la mancanza del collegamento con il settore socio assistenziale.

Sul tema del legame col territorio e dell’ospedale di Gavardo è intervenuto il sindaco di Villanuova Michele Zanardi, assessore anche Comunità Montana, che ha spiegato che non è un ruolo di comando né di gestione quello che richiedono i sindaci, bensì dei tavoli di confronto perché si ravvisa la necessità di una programmazione pluriennale comune di sui temi della sanità e del socio sanitario.

“Poi, al di là dell’importante ruolo dell'ospedale di Gavardo per il territorio della Valle Sabbia e dell’Alto Garda – ha evidenziato Zanardi –, sarebbe importante anche prevedere servizi flessibili sia attraverso il potenziamento dei presidi territoriali come quello di Nozza, sia con nuove modalità di prestazioni per gli abitanti dei territori svantaggiati, in particolare per quelli montani più lontani dagli ospedali.

Ha concluso i lavori il consigliere regionale Gian Antonio Girelli, membro della Commissione Sanità, il quale ha evidenziato i forti ritardi della riforma.
Sul tema poi dell'ospedale di Gavardo ha sottolineato che non c'è solo l'esigenza dell'emodinamica.
A tal proposito, ha annunciato di aver depositato un'interrogazione all'assessore regionale alla Sanità per chiedere conto su quali sono i progetti della Regione in campo sanitario per il territorio della Valle Sabbia, sia per l'ospedale che per gli altri presidi sanitari territoriali: “Al di là delle dichiarazioni dei direttori generali, che sono gli esecutori degli indirizzi regionali, è opportuno sapere quali sono questi indirizzi”.

In qualità di presidente della Commissione Antimafia della regione, Girelli, per quanto riguarda la sanità lombarda, ha potuto constatare una inadeguatezza dei piani anticorruzione delle diverse Aziende socio sanitarie territoriali. I casi San Raffaele, Maugeri e “Operazione Smile” hanno evidenziato eclatanti sistemi di corruzione e di inappropriatezza dei controlli nell'ambito sanitario lombardo. “Anche su questo fronte – ha detto – c’è ancora molto da fare”.

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/07/2017 09:25:00
Sanità e ospedale, un confronto col Pd Il tema della riforma sanitaria regionale e le ricadute sul territorio, Ospedale di Gavardo compreso, al centro di un incontro organizzato questo venerdì sera a Gavardo dal Partito Democratico della Valle Sabbia con amministratori, medici e sindacati

06/05/2017 10:24:00
5 milioni all'Asst del Garda I fondi regionali saranno destinati alla riconversione in Pot dell'ex ospedale di Lonato e il rimanente per attrezzature necessarie a Gavardo e Desenzano

14/08/2014 09:05:00
L'ospedale di Gavardo? «Un'eccellenza» E' diffusa opinione fra i valsabbini che l'ospedale di Gavardo troppo spesso faccia fatica a dare risposte adeguate alle esigenze di salute dei cittadini, soprattutto in caso di gravi emergenze. Abbiamo raccolto una testimonianza che afferma il contrario


07/05/2014 06:56:00
Emodinamica, il pressing dei sindaci Amministratori della Vallesabbia uniti nel chiedere al Pirellone una risposta celere e positiva in merito a quello che viene ritenuta una priorità sanitaria per il territorio valsabbino, del Medio e dell’Alto Garda

02/11/2008 00:00:00
Un incontro critico sulla «riforma Gelmini» La questione calda della “riforma Gelmini” della scuola primaria è stata al centro di un incontro organizzato dal circolo del Pd di Gavardo lo scorso giovedì sera. Ovviamente molto critici sul tema i relatori.



Altre da Valsabbia
17/06/2018

Una vita in vacanza

La scuola primaria è finita e adesso tutti in vacanza! C’è un video molto divertente in cui si vedono  uscire dalla scuola i bambini urlanti, e dopo un minuto correre fuori le maestre ancor più urlanti!
(2)

17/06/2018

Consegnati 37mila euro

Cifra che è stata raccolta sul conto corrente dedicato al Gruppo Ferrate dalla Cassa Rurale. E la sottoscrizione continua


16/06/2018

Giorno di festa

La fine del Ramadan a Vobarno, è stata occasione di incontro fra il popolo dei valsabbini musulmani e tutti i vobarnesi (1)

16/06/2018

Giudicarie Valsabbia Paganella e Saone, fusione fatta

La firma fra i presidenti delle due Casse rurali sancisce la fusione dei due istituti di credito che avrà decorrenza effettiva dal 1° luglio


15/06/2018

A Sabbio l'Italiano di Palla Elastica

Nel fine settimana, Sabbio Chiese ospiterà la seconda tappa del Campionato Italiano di Palla Elastica, giunto quest’anno alla sua decima edizione

15/06/2018

Estate d'asfalto

Anche alcuni tratti delle strade provinciali della Valle Sabbia, secondo i piani della Provincia, saranno interessate quest'estate dal rifacimento del manto di asfalto
  (1)

15/06/2018

L'anello valsabbino, una scommessa?

Le Guardie Ecologiche Volontarie della Comunità Montana sono all’opera per rendere fruibile agli escursionisti un percorso che permetta di toccare la maggior parte dei comuni valsabbini 



14/06/2018

Buon compleanno all'Arma dei Carabinieri

A Bagolino i carabinieri in congedo della sezione Valsabbina in Preseglie hanno festeggiato insieme il 204° di fondazione dell’Arma e il 68° del sodalizio

14/06/2018

«Famiglie al Museo» parte da Casto

Questa domenica, 17 giugno, il primo appuntamento estivo del Sistema Museale della Valle Sabbia dedicato alle famiglie con bambini 

13/06/2018

Tre anni fa il dramma

Il 13 giugno del 2015, nei pressi di Ponte Prada a Bagolino, lungo la Sp 669, moriva un giovane motociclista di Parma. Ci scrive il papà


Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia