Skin ADV
Giovedì 18 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Temporale in arrivo

Temporale in arrivo

di Gianfranco Fenoli



16.07.2019 Odolo Valsabbia

16.07.2019 Vestone Provaglio VS

16.07.2019 Bione

16.07.2019 Vestone Villanuova s/C

16.07.2019 Odolo Lavenone

17.07.2019 Vobarno

16.07.2019 Val del Chiese Storo

17.07.2019 Casto

16.07.2019 Agnosine

16.07.2019 Bagolino






12 Luglio 2019, 07.41
Gavardo Valsabbia
Lettera al Direttore

«Ma davvero il presidente Alghisi è l'unico responsabile?»

di red.
In merito alla richiesta delle minoranze di emendare la posizione gavardese sulla realizzazione del depuratore del Garda, anche “Insieme per Gavardo” dice la sua

Gentile Direttore,

davvero la vita è bella proprio perché ognuno la vive e la interpreta a modo suo! … E siamo fortunati a vivere in un paese ove tutti possono dire una cosa oggi e, domani, fare esattamente l’opposto…
Sarà questa la vera essenza della Democrazia?

E’ infatti con sentimenti ambivalenti che prendiamo visione della nota del gruppo consiliare di minoranza Gavardo Ideale, pubblicata dal Suo giornale, apprendendo così la lettura distorta che la minoranza dà dello svolgimento del Consiglio Comunale del giorno 4 Luglio.

All’ordine del giorno, com'è noto, vi era la mozione - presentata dal Sindaco Davide Comaglio - contraria all’eventuale localizzazione sull’asse del fiume Chiese dei depuratori “del Garda”, in via di ideazione.
Mozione che - per inciso - era stata trasmessa con buon anticipo anche alla minoranza, prefiggendoci unanimità di consenso, per derivarne la forza ed autorevolezza necessarie ai difficili passaggi che ci accingiamo ad affrontare. 

Unico nostro obiettivo, quello di opporsi in ogni modo lecito, forte ed efficace alla realizzazione dell’obbrobrio che ci vogliono far piovere addosso.
Il documento, pertanto, era già in partenza proposto come modificabile, proprio perché lo si voleva condiviso, posto ovviamente che le eventuali modifiche risultassero funzionali alla sua forza ed efficacia e necessariamente approvate da tutti i consiglieri; e, quindi, da condividere prima di entrare in aula.

La vigilia del Consiglio, ultimo giorno utile per poter presentare emendamenti, è giunta inaspettata - da parte della minoranza - la richiesta di inserire un comma che nella sostanza indicava nel Presidente della Provincia di Brescia l’unico responsabile (o… capro espiatorio) dell’odiosa vicenda.

Dopo aver spiegato con pacatezza e ragione, sia prima che durante il Consiglio e motivando ogni nostra perplessità, i motivi che sconsigliavano di inserire un testo come quello formulato dalla minoranza (che rischiava di far perdere valore all’insieme della mozione), pur di non andare allo scontro abbiamo anche proposto di integrare l’emendamento (non modificandone una sola parola), e però estendendolo a tutti i vari enti che a diverso titolo e grado di responsabilità stanno concorrendo alla localizzazione dei depuratori, chiedendone quindi - per tutti - le dimissioni dei vertici.

L’integrazione era di questo tenore:
“…., nonché, stante l’evidente corresponsabilità nel mancato coinvolgimento summenzionato da parte di Acque Bresciane, di AATO, di Regione Lombardia, del Ministero dell’Ambiente e di Comunità del Garda, nondimeno a richiedere prontamente le dimissioni di tutti i vertici di tali Enti, riservandosi nel caso di verificata sussistenza di responsabilità più gravi anche di eventuale deferimento alle Autorità competenti.”

La minoranza si è detta contraria anche a questa soluzione di buon senso, ed ha voluto andare forzatamente al voto ed allo scontro, pur di generare una inutile, evitabile polemica politica; sapendo in partenza che ne sarebbe uscita perdente, perché mai avrebbe potuto poi votare contro l’insieme della mozione, avendone condiviso il testo nella sua ragion d’essere.
Infatti, non ritirando l’emendamento, e neppure acconsentendone alla modifica, ne ha sancito la bocciatura dal Consiglio, con inevitabile (a nostro avviso) brutta figura.

Per inciso, la mozione del Sindaco Davide Comaglio è stata votata all’unanimità dal Consiglio Comunale nel testo originario.

Serviva loro tutto questo per motivare una poco ispirata lettera a Valle Sabbia News?
Noi pensiamo di no, perché basta andarsi a rivedere (e lo può fare chiunque) lo svolgersi della seduta del Consiglio Comunale del 4 Luglio sul sito del Comune di Gavardo, per capire che la maggioranza se ne è badata bene dal difendere il Presidente della Provincia di Brescia, al quale vanno indubbiamente ascritte delle responsabilità sulla mancata convocazione del promesso “tavolo tecnico”; e nessuno è cieco e sordo o poco intelligente da non capire che le vere responsabilità vanno individuate altrove, e su tavoli ben più influenti di quello del presidente provinciale.

Evidentemente, quindi, la natura dell’emendamento aveva una paternità ed una rivalsa meramente politica (se non partitica), che non poteva portare nessun beneficio alla causa. Anzi: in verità, ne indeboliva l’insieme, proprio perché di parte, e non rappresentativa di tutta la comunità Gavardese.

Queste le ragioni che ci fanno concludere che
alfine tutto si è risolto nel migliore dei modi, e nuovamente ci spingono a chiedere agli amici di “Gavardo Ideale Centrodestra” uno sforzo autentico per anteporre, nelle scelte future, il bene di Gavardo agli interessi di partito.

Grazie per l’attenzione e l’ospitalità sul Suo giornale

Cordiali Saluti,
Gruppo Consiliare Insieme per Gavardo

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID81146 - 12/07/2019 13:16:10 (caterina_monf) ma il Commissario?
Ma il Commissario cosa ha fatto a favore o contro il depuratore? Aveva pieni poteri. Ha preso qualche posizione?Se qualcuno sa rispondere. Grazie.


ID81148 - 12/07/2019 14:17:14 (Valle) Finalmente
Si iniziano ad individuare TUTTI i responsabili.


ID81149 - 12/07/2019 15:45:18 (piccoli) Complimenti
questo si chiama parlare, usando il cervello per farlo.


ID81153 - 12/07/2019 18:15:56 (1977)
La commissaria nel ruolo in cui aveva ha partecipato agli incontri in cui è stata invitata e ha, limitatamente al suo mandato, collaborato con Comaglio gia sindaco di Muscoline ... Avendo questo incarico a scadenza è comprensibile purtroppo che abbia mantenuto un certo distacco avendo oi da gestire tutte le altre magagne del comune..


ID81174 - 14/07/2019 19:42:16 (alfo70) Sig
Ma scusate. Le dimissioni del presidente della provincia di Brescia le chiedono gli esponenti del circolo pd di Gavardo, vostri stretti alleati ,nessuno commenta. Le dimissioni le chiedono la.minoranza di centrodestra gavardese, non capite il perché? ? Siete strani davvero.Alfonso



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/07/2019 10:30:00
Consiglio comunale sul tema depuratore È convocato per questo giovedì sera a Gavardo il consiglio comunale ad hoc sul tema del maxi depuratore del Garda. Intanto il presidente della Provincia annuncia la convocazione del tavolo di confronto

12/03/2019 16:42:00
«Depuratore del Garda a Gavardo? La responsabilità morale è di Alghisi» Nulla di fatto a Palazzo Broletto col Presidente della Provincia che ai Comitati ambientalisti avrebbe risposto di ritenersi mediatore solo a progetto approvato


15/06/2019 07:00:00
Si rafforza il fronte del no La presa di posizione del presidente della Provincia Alghisi e l’intraprendenza di questi giorni della presidente della Comunità del Garda Gelmini hanno messo in allarme e attivato il vasto fronte del no al depuratore, a cominciare dall'amministrazione comunale di Gavardo

11/07/2019 09:00:00
Gavardo e deturpatore: la voce della Minoranza “Gavardo Ideale Centrodestra", in Consiglio a Gavardo, ha chiesto le dimissioni del presidente Alghisi. «Con il voto contrario, l'attuale maggioranza mette in secondo piano correttezza e coerenza nei confronti dei gavardesi e del territorio»

14/06/2019 08:07:00
La voce gavardese del PD Il Circolo del Partito Democratico di Gavardo picchia duro sul ruolo fin qui avuto nella partita del depuratore gardesano dal presidente della Provincia: "Arrogante e inadempiente, è ora che se ne vada".




Altre da Valsabbia
17/07/2019

Laboratorio Gastronomico per valorizzare i prodotti locali

Lunedì 22 e 29 luglio al via i momenti formativi per elaborare il Menù delle Valli Resilienti creando una sinergia tra ristoratori e produttori agricoli locali

16/07/2019

Da Bruna con Carletto

Inaugurazione col botto per lo storico “Da Bruna” di Odolo. La ristorazione si arricchisce del forno a legna per le pizze e c’è anche l’area bimbi, mentre l’albergo guadagna una stella

16/07/2019

Stampa estera in valle

Le bellezze e i sapori della Valle Sabbia e del lago d’Idro sono stati apprezzati dai cinque giornalisti danesi e polacchi invitati da Visit Brescia - Bresciatourism a un tour promozionale (1)

15/07/2019

Un valsabbino ai vertici Lions

La Valle Sabbia ai vertici del servizio alla comunità con Lions Clubs International. Eletto Governatore del Distretto di Brescia -Bergamo - Mantova il gavardese Filippo Manelli


12/07/2019

Abbasso o rialzo delle tasse?

Quando calerà il sipario sull’argomento di distrazione di massa qual’è l’immigrazione e si dipanerà il mistero dei rapporti con la Russia, a Salvini e di Maio resterà di rispondere alle mirabolanti promesse sulla riduzione delle tasse. (9)

12/07/2019

Lo Spaccadischi... sotto l'ombrellone

Ci attende un altro fantastico weekend di musica e teatro tra Valle Sabbia, Garda e Provincia

12/07/2019

Giovanni Raccagni nuovo presidente del Rotary Valle Sabbia

Con lo slogan “Connettere il Mondo”, ha preso il via il 1° luglio il nuovo anno sociale del Rotary Club Valle Sabbia sotto la guida dell’architetto Raccagni

11/07/2019

Argento nazionale per il Volley Vallesabbia

Grandissimo traguardo quello raggiunto dalle ragazze dell’Omsi Volley Vallesabbia Juniores C.S.I., che hanno conquistato l’argento ai Nazionali di Cesenatico  (1)

11/07/2019

Gavardo e deturpatore: la voce della Minoranza

“Gavardo Ideale Centrodestra", in Consiglio a Gavardo, ha chiesto le dimissioni del presidente Alghisi. «Con il voto contrario, l'attuale maggioranza mette in secondo piano correttezza e coerenza nei confronti dei gavardesi e del territorio» (4)

11/07/2019

Rubati anche i sogni, al Cogess Bar

Qualche giorno fa i ladri sono entrati di notte al "Cogess bar - Non solo Bar" di Lavenone. Per loro solo un misero bottino: restano i danni ed il rammarico per il gesto contro un servizio così importante per tutta la comunità
(6)

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia