Skin ADV
Venerdì 19 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Cattedrale di Notre Dame

Cattedrale di Notre Dame

di Maria Rosa Marchesi



17.04.2019 Sabbio Chiese Odolo

18.04.2019 Sabbio Chiese Odolo

17.04.2019 Sabbio Chiese

18.04.2019 Idro Valsabbia

17.04.2019

17.04.2019 Bione

17.04.2019 Gavardo

17.04.2019 Vobarno

18.04.2019 Vestone Valsabbia

17.04.2019






05 Dicembre 2018, 09.38
Gavardo Muscoline Garda
Depurazione del Garda

A gennaio un confronto in Regione

di Redazione
Lo ha annunciato l’assessore regionale al Territorio che incontrerà i sindaci del Lago di Garda e del bacino del fiume Chiese e i referenti degli Ato per giungere ad un progetto condiviso

Intorno a metà gennaio
si terranno le prime riunioni con i Sindaci del Lago di Garda, del bacino del fiume Chiese e con i referenti degli ATO di questi territori, sul tema della depurazione delle acque e del collettamento idrico di queste aree.
Lo ha affermato l’Assessore al Territorio, Pietro Foroni, dopo che in Consiglio regionale erano state presentate tre mozioni sull’argomento. Il tema è d’attualità da diversi anni e la localizzazione degli impianti che dovrebbero depurare l’area non è ancora stata decisa. Esiste al proposito uno studio commissionato all’Università di Brescia, le cui conclusioni non sono però ancora  a disposizione degli Enti locali.

In tutte le mozioni che erano state presentate (d’iniziativa, rispettivamente, dei Gruppi M5S, Lega, Fi, mentre il Pd ha ricordato di avere presentato a sua volta un documento sull’argomento, lo scorso anno) ricorre la richiesta di un confronto con i territori e della creazione di una “regia” comune per giungere ad un progetto condiviso. In ragione dell’impegno dell’Assessore ad avviare i tavoli già a gennaio, le mozioni sono state quindi ritirate.

In relazione alla mozione discussa in Consiglio Regionale sul tema del collettamento e della depurazione della sponda bresciana del Lago di Garda, il Consigliere Regionale Gian Antonio Girelli così commenta: "Il Partito Democratico non ha presentato mozioni sul tema perchè ne ha già presentata una nel 2017 e anche recentemente ha sollevato la questione in commissione. Questo perchè il tema in oggetto è una emergenza vera e propria riconosciuta da tutti e che insiste in un territorio di pregio e significativo con una sua articolata complessità ambientale, economica e sociale. L'opera, di cui per altro non esiste ancora un progetto vero e proprio, ha già ricevuto dal Governo Gentiloni un finanziamento di 100 milioni di euro.

E' ancora più necessario che Regione Lombardia si faccia carico di una regia che sappia decidere celermente quale progetto sia migliore per affrontare le soluzioni tecniche del sistema di depurazione che garantiscano in tempi certi le soluzione del problema, il minor impatto ambientale e una solida prospettiva futura di tranquillità. Per fare questo è necessario appunto che Regione si interfacci e realizzi un tavolo con tutti i soggetti istituzionali e non cominciando dagli enti locali e dalle province sia del lago che limitrofi e interessati."

 “Si tratta di un’opportunità per unire le forze – è il commento del vice Capogruppo della Lega Froriano Massardi – e lavorare per giungere ad un obiettivo, questo perché al momento si riscontra una preoccupante mancanza di notizie certe sul destino dell’impianto in questione.

Ai comuni infatti non è ancora stato concesso l’accesso agli atti per esaminare la documentazione prodotta dall’Università degli Studi di Brescia rispetto alle 6 alternative prospettate. Una mancanza di trasparenza che lascia il sottoscritto alquanto perplesso, specie perché in gioco c’è l’ecosistema della Val Sabbia. 

Come lascia perplesso l’idea che il corpo recettore sia proprio il fiume Chiese, che già subisce il peso di impianti preesistenti cui andrebbe a sommarsi il collettore dell’Alto Garda. Chi conosce questo fiume infatti sa bene come esso tragga l’acqua dal lago di Idro e che già oggi, per diversi mesi all’anno, dopo Calcinato, il fiume risulti in secca. Non possiamo quindi permetterci di andare a sovraccaricare un bacino che presenta questo genere di criticità, senza contare che la minima portata del fiume andrebbe a coincidere con la massima portata del collettore nei mesi estivi, se si considera l’aumento esponenziale di turisti che vive il lago di Garda”. 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78741 - 05/12/2018 13:51:15 (Filippo Grumi) carte in tavola
Forse sarà l'occasione per vedere i progetti di cui tanto si parla ma su cui è calata la "congiura del silenzio" e c'è da sperare che non siano quattro fogli con righe rosse messe qua e la come è stato mostrato al Sindaco di Muscoline.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/03/2019 17:53:00
A mediare sarà la Regione Non ha un ruolo specifico in materia, ma sarà Regione Lombardia a mettere tutti gli attori attorno a un tavolo per analizzare nei particolari una soluzione possibile alla depurazione del Garda. L'ha dichiarato l'assessore Foroni


18/01/2019 10:17:00
Depuratore del Garda, la palla passa alla Provincia Ieri in Regione un primo confronto fra gli amministratori del Garda e del Chiese con la presentazione del progetto dell’Aato. Posizioni ancora distanti. Il confronto proseguirà in Broletto

13/04/2019 10:00:00
Depuratore del Garda, il tavolo tecnico
Convocato giovedì scorso dall’Assessore regionale al Territorio Pietro Foroni, l’incontro per fare il punto sulla situazione ha visto la presenza di numerosi attori coinvolti, ma non quella dei sindaci del bacino del Chiese 


14/01/2019 10:29:00
«No al depuratore», al via la raccolta firme In vista del tavolo tecnico in Regione, il comitato Gaia Gavardo ha dato inizio a una raccolta firme fra la popolazione per esprimere la contrarietà all’ipotesi del nuovo depuratore del Garda fra Gavardo e Muscoline

03/02/2019 09:56:00
Un depuratore «per» il Garda Gentilissimo Direttore, con la presente sono a condividere con Lei e con i suoi lettori la mia grande preoccupazione per la piega che ha ormai assunto il dibattito attorno al tema della depuratore “per il Garda” (non del depuratore “del Garda”!)...



Altre da Garda
17/04/2019

Stanziamenti per l'Antincendio boschivo

Raddoppiate rispetto all’anno scorso le risorse assegnate da Regione Lombardia ai parchi e alle Comunità montane per le squadre Aib

16/04/2019

Al Trofeo Carpeneda Squizzato e Di Maria sul podio

I due atleti paralimpici della Canottieri Garda Salò hanno conquistato rispettivamente il primo e il secondo posto in classifica nella Regata nazionale organizzata dalla Lega Navale Italiana di La Maddalena 

15/04/2019

Esordio faticoso nel 15° Trofeo Brunelli

Buono il numero di iscritti, ma poco favorevoli le condizioni meteo nella prima prova del Campionato zonale Sailing Series della Classe Protagonist, disputato lo scorso weekend nel Golfo di Salò

14/04/2019

Alzabandiera con il Consiglio nazionale Ana

In occasione della riunione del Consiglio nazionale dell’Ana a Gardone Riviera, ieri alla cerimonia dell’alzabandiera erano presenti tutti i gagliardetti dei gruppi alpini della “Monte Suello”

13/04/2019

Open Week salute della donna

La prossima settimana, anche i presidi dell’Asst del Garda aderiscono all’iniziativa dedicata alla prevenzione cardiovascolare

13/04/2019

Depuratore del Garda, il tavolo tecnico

Convocato giovedì scorso dall’Assessore regionale al Territorio Pietro Foroni, l’incontro per fare il punto sulla situazione ha visto la presenza di numerosi attori coinvolti, ma non quella dei sindaci del bacino del Chiese 
(2)

13/04/2019

Volley per la vita

Banca Valsabbina e Millenium Volley Brescia sostengono l'attività di sensibilizzazione e prevenzione sui tumori al seno portata avanti da Komen Italia. Appuntamento domenica 14 aprile al Leone Shopping Center di Lonato

12/04/2019

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

11/04/2019

In scena olio e vino del Garda

Tutto è pronto per la seconda edizione di “That’s Garda”, l’evento dedicato all'olio e al turismo in programma all’Antica Cascina San Zago a Salò 

10/04/2019

Corso Asa a costo agevolato

È in partenza un corso di formazione per Ausiliario Socio Assistenziale a costo ridotto grazie a un fondo messo a disposizione dalle Comunità montane di Valle Sabbia e Parco Alto Garda e da alcune case di riposo (1)

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia