Skin ADV
Lunedì 18 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








16.02.2019

16.02.2019 Casto Mura Valsabbia

17.02.2019 Pertica Bassa Pertica Alta

17.02.2019 Agnosine

16.02.2019 Garda

16.02.2019 Bione

16.02.2019 Vobarno Valsabbia

16.02.2019 Vallio Terme

16.02.2019 Bagolino Valsabbia

16.02.2019 Serle






05 Dicembre 2018, 09.38
Gavardo Muscoline Garda
Depurazione del Garda

A gennaio un confronto in Regione

di Redazione
Lo ha annunciato l’assessore regionale al Territorio che incontrerà i sindaci del Lago di Garda e del bacino del fiume Chiese e i referenti degli Ato per giungere ad un progetto condiviso

Intorno a metà gennaio
si terranno le prime riunioni con i Sindaci del Lago di Garda, del bacino del fiume Chiese e con i referenti degli ATO di questi territori, sul tema della depurazione delle acque e del collettamento idrico di queste aree.
Lo ha affermato l’Assessore al Territorio, Pietro Foroni, dopo che in Consiglio regionale erano state presentate tre mozioni sull’argomento. Il tema è d’attualità da diversi anni e la localizzazione degli impianti che dovrebbero depurare l’area non è ancora stata decisa. Esiste al proposito uno studio commissionato all’Università di Brescia, le cui conclusioni non sono però ancora  a disposizione degli Enti locali.

In tutte le mozioni che erano state presentate (d’iniziativa, rispettivamente, dei Gruppi M5S, Lega, Fi, mentre il Pd ha ricordato di avere presentato a sua volta un documento sull’argomento, lo scorso anno) ricorre la richiesta di un confronto con i territori e della creazione di una “regia” comune per giungere ad un progetto condiviso. In ragione dell’impegno dell’Assessore ad avviare i tavoli già a gennaio, le mozioni sono state quindi ritirate.

In relazione alla mozione discussa in Consiglio Regionale sul tema del collettamento e della depurazione della sponda bresciana del Lago di Garda, il Consigliere Regionale Gian Antonio Girelli così commenta: "Il Partito Democratico non ha presentato mozioni sul tema perchè ne ha già presentata una nel 2017 e anche recentemente ha sollevato la questione in commissione. Questo perchè il tema in oggetto è una emergenza vera e propria riconosciuta da tutti e che insiste in un territorio di pregio e significativo con una sua articolata complessità ambientale, economica e sociale. L'opera, di cui per altro non esiste ancora un progetto vero e proprio, ha già ricevuto dal Governo Gentiloni un finanziamento di 100 milioni di euro.

E' ancora più necessario che Regione Lombardia si faccia carico di una regia che sappia decidere celermente quale progetto sia migliore per affrontare le soluzioni tecniche del sistema di depurazione che garantiscano in tempi certi le soluzione del problema, il minor impatto ambientale e una solida prospettiva futura di tranquillità. Per fare questo è necessario appunto che Regione si interfacci e realizzi un tavolo con tutti i soggetti istituzionali e non cominciando dagli enti locali e dalle province sia del lago che limitrofi e interessati."

 “Si tratta di un’opportunità per unire le forze – è il commento del vice Capogruppo della Lega Froriano Massardi – e lavorare per giungere ad un obiettivo, questo perché al momento si riscontra una preoccupante mancanza di notizie certe sul destino dell’impianto in questione.

Ai comuni infatti non è ancora stato concesso l’accesso agli atti per esaminare la documentazione prodotta dall’Università degli Studi di Brescia rispetto alle 6 alternative prospettate. Una mancanza di trasparenza che lascia il sottoscritto alquanto perplesso, specie perché in gioco c’è l’ecosistema della Val Sabbia. 

Come lascia perplesso l’idea che il corpo recettore sia proprio il fiume Chiese, che già subisce il peso di impianti preesistenti cui andrebbe a sommarsi il collettore dell’Alto Garda. Chi conosce questo fiume infatti sa bene come esso tragga l’acqua dal lago di Idro e che già oggi, per diversi mesi all’anno, dopo Calcinato, il fiume risulti in secca. Non possiamo quindi permetterci di andare a sovraccaricare un bacino che presenta questo genere di criticità, senza contare che la minima portata del fiume andrebbe a coincidere con la massima portata del collettore nei mesi estivi, se si considera l’aumento esponenziale di turisti che vive il lago di Garda”. 







 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78741 - 05/12/2018 13:51:15 (Filippo Grumi) carte in tavola
Forse sarà l'occasione per vedere i progetti di cui tanto si parla ma su cui è calata la "congiura del silenzio" e c'è da sperare che non siano quattro fogli con righe rosse messe qua e la come è stato mostrato al Sindaco di Muscoline.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/01/2019 10:17:00
Depuratore del Garda, la palla passa alla Provincia Ieri in Regione un primo confronto fra gli amministratori del Garda e del Chiese con la presentazione del progetto dell’Aato. Posizioni ancora distanti. Il confronto proseguirà in Broletto

14/01/2019 10:29:00
«No al depuratore», al via la raccolta firme In vista del tavolo tecnico in Regione, il comitato Gaia Gavardo ha dato inizio a una raccolta firme fra la popolazione per esprimere la contrarietà all’ipotesi del nuovo depuratore del Garda fra Gavardo e Muscoline

03/02/2019 09:56:00
Un depuratore «per» il Garda Gentilissimo Direttore, con la presente sono a condividere con Lei e con i suoi lettori la mia grande preoccupazione per la piega che ha ormai assunto il dibattito attorno al tema della depuratore “per il Garda” (non del depuratore “del Garda”!)...

05/11/2018 09:38:00
Maxi depuratore del Garda, se ne parla a Muscoline Questa sera a Muscoline un’assemblea pubblica per discutere dell’ipotesi di costruire sulle colline moreniche il depuratore del Garda

11/12/2018 08:00:00
Quale depuratore per il Garda? Giovedì 13 dicembre a Gavardo un incontro con tecnici e politici sul progetto del depuratore del lago di Garda promosso dal comitato ambientalista Gaia



Altre da Gavardo
17/02/2019

Serle in uno scatto, al via il concorso

C’è tempo fino al 31 marzo per partecipare al concorso fotografico per scuole e famiglie indetto dal Comune di Serle e da Ecomuseo del Botticino per valorizzare l’heritage serlese


15/02/2019

La rivoluzione digitale passa dai Chromebook

L’Istituto comprensivo “G. Bertolotti” di Gavardo è il primo della provincia a puntare tutto sulle nuove tecnologie. Ieri la consegna dei 31 computer portatili di nuova generazione agli studenti 


 

15/02/2019

Naviglio Grande a secco per manutenzione

Sarà tolta da questo sabato l’acqua dal Naviglio Grande Bresciano per l’annuale manutenzione. Invito ai frontisti del canale ad aprire gli scaricatori e ad effettuare eventuali riparazioni

15/02/2019

Dove va l'Europa?

Questa sera a Gavardo il terzo e ultimo appuntamento della rassegna Fabula Mundi promossa dalle Acli e da Ipsia Brescia Onlus, in collaborazione con il Circolo Acli Medio Chiese e dell'erigenda Unità pastorale di Gavardo (1)



13/02/2019

Grazie, Bruno!

Ieri improvvisamente ci ha lasciati Bruno Filippini. Ci sono persone che si prodigano per gli altri senza tanti squilli di tromba, senza mettersi in mostra. Lui era una di queste
(1)

13/02/2019

Discorsi diretti, la rabbia

Questa sera al teatro Pio XI di Gavardo il primo incontro della rassegna dedicata a genitori e figli sul tema delle emozioni

13/02/2019

Meno business e più amore per l'ambiente

Vorrei con la presente rispondere almeno in parte al sig. Sindaco di Salò e a quanto da lui dichiarato nella lettera pubblicata dal Giornale di Brescia, che mi ha lasciato alquanto perplesso ed amareggiato... (5)

13/02/2019

Il Museo archeologico si presenta

Domani, 14 febbraio, porte aperte a insegnanti ed educatori in occasione della presentazione delle attività didattiche museali. Iscrizione obbligatoria entro oggi, 13 febbraio 

13/02/2019

Vent'anni di Nati per Leggere

Torna presso la biblioteca di Gavardo l’iniziativa di letture per bambini in età prescolare accompagnati dai genitori. Questo mercoledì pomeriggio il primo di tre appuntamenti

12/02/2019

Malore mortale

Si è sentito male all’improvviso, si è accasciato al suolo fra gli amici e il suo cuore ha cessato di battere. Inutile ogni soccorso. E’ morto così un 77 enne di Gavardo (2)

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia