Skin ADV
Giovedì 18 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Temporale in arrivo

Temporale in arrivo

di Gianfranco Fenoli



16.07.2019 Odolo Valsabbia

16.07.2019 Vestone Provaglio VS

16.07.2019 Bione

16.07.2019 Vestone Villanuova s/C

16.07.2019 Odolo Lavenone

17.07.2019 Vobarno

16.07.2019 Val del Chiese Storo

17.07.2019 Casto

16.07.2019 Agnosine

16.07.2019 Bagolino






14 Marzo 2019, 07.30
Gavardo Muscoline
L'intervista

Comaglio: «Esperienza positiva e gratificante»

di Cesare Fumana
Abbiamo incontrato il sindaco di Muscoline che, al termine del primo mandato, ha deciso di concludere la sua esperienza amministrativa. Ma di lui si parla insistentemente come probabile candidato sindaco a Gavardo: glielo abbiamo chiesto

Anche Davide Comaglio, primo cittadino di Muscoline
, termina quest’anno il suo primo mandato alla guida dell’amministrazione comunale del Comune cerniera fra Valsabbia e Valtenesi. L’abbiamo incontrato per tracciare un bilancio di questa esperienza.

Che esperienza è stata a fare il sindaco di Muscoline in questi cinque anni?
«Dopo una lunga gavetta nell’amministrazione comunale, desideravo fare un’esperienza da sindaco, e devo dire che è stata molto positiva e gratificante, anche perché, in un paese medio piccolo come il nostro, c’è ancora un rapporto diretto con i cittadini e il sindaco è ancora un punto di riferimento».

Qual è il progetto che le ha dato più soddisfazione?
«È stata la sistemazione della lottizzazione Regali, una questione che si trascinava da 40 anni e ha coinvolto più di 60 famiglie: un quartiere sorto nel 1984, dove non erano state completate le opere di urbanizzazione, illuminazione e asfaltatura, a seguito del fallimento della ditta.
Attraverso un accordo tra i residenti e l’amministrazione comunale, raggiunto dopo una serie di riunioni e incontri, siamo riusciti a venirne a capo. Grazie soprattutto alla fiducia che i cittadini hanno riposto nell’amministrazione comunale. Questo mi hai fatto sentire utile e realizzato».

Quali sono le opere principali realizzate durante questo mandato?
«Sono state molte: il completamento della pista ciclopedonale a Cabianco, il parcheggio vicino alla Chiesa di Castrezzone, come detto la sistemazione definitiva della Lottizzazione Regali, il parco verde vicino al Santuario del Carmelo e il parco giochi a San Quirico,  l’allargamento della strada di Moniga del Bosco, l’acquisizione della centrale idroelettrica, la realizzazione e mappatura dei sentieri nei boschi, e infine il campo in sintetico dell’oratorio, i cui lavori inizieranno in questi giorni.
Come, ho scritto sul notiziare comunale distribuito in questi giorni, tutto questo si è potuto realizzare grazie all’impegno e al lavoro degli assessori, dei consiglieri e dei dipendenti comunali».

Dal punto di vista sociale, la crisi degli anni passati ha creato delle difficoltà nel suo Comune?
«Dal punto di vista occupazionale non abbiamo avuto ripercussioni a Muscoline, anche se non sono mancate situazioni sociali più delicate, per famiglie con fragilità, sia di italiani sia di stranieri. Ma sul fronte dei Servizi sociali la nostra amministrazione è stata attenta a garantire i servizi per le scuole, con risorse alle Scuole dell’infanzia paritarie e i servizi di doposcuola, mensa e scuolabus per la primaria, di cui beneficiano, ovviamente, anche le famiglie».

Come sono stati i rapporti con la minoranza?
«Abbiamo cercato di coinvolgere i consiglieri di minoranza su tematiche molto importanti e questo ha fatto sì che in questi cinque anni non abbiamo mai ricevuto un volto contrario in Consiglio comunale: credo sia un caso più unico che raro.
Il merito va anche ai consiglieri di minoranza per aver dimostrato attenzione non preconcetta alle proposte della maggioranza».

Quali sono, se ci sono state, le difficoltà di fare il sindaco in un Comune medio piccolo?
«Pur nella complessità dell'operare non ho trovato particolari difficoltà, perché avevo alle spalle una lunga esperienza come consigliere prima, poi di assessore e vicesindaco, che mi ha permesso di conoscere bene la macchina comunale e quindi di agire con la necessaria conoscenza. Importante è stato l'aiuto costante del vicesindaco Fiamozzi e dell’assessore Goffi, come di tutto il gruppo di maggioranza.
La tegola che si è abbattuta su di noi negli ultimi sei mesi, con il progetto del maxi depuratore del Garda, è stata invece più pesante, perché siamo stati presi alla sprovvista».
 
Lei si è dimostrato il primo e il più combattivo amministratore contro il progetto del depuratore del Garda, prima a Muscoline e poi a Gavardo.
«Sì, come ho detto, sono stato preso alla sprovvista, ma da subito mi sono impegnato nella difesa del territorio, dall'inizio a Muscoline fino all'attualità di Gavardo, perché è una problematica che riguarda l’intero fiume Chiese. Per questo mi sono attivato per coinvolgere gli altri sindaci e amministratori dell’asse del Chiese e le associazioni ambientaliste già impegnate sul territorio. È una situazione delicatissima, ma il nostro impegno e la nostra lotta civile proseguirà senza sosta».

Da luglio scorso è stato anche Consigliere provinciale. Che esperienza è stata?

«Anche questa è stata un’esperienza positiva e affrontata con entusiasmo, perché mi ha consentito di avere una visione più ampia rispetto a quella del Comune.
Avevo anche le deleghe alla Formazione, al Lavoro e al Turismo e questo mi ha consentito anche di avere rapporti di un certo livello. Ricordo che non sono previste indennità per questo incarico e ho rinunciato anche ai rimborsi spese».

Si ripresenterà per un secondo mandato come sindaco di Muscoline?
«No. Come avevo già anticipato al mio gruppo ancora all’inizio di questo mandato, con l’esperienza di sindaco avrei chiuso i 20 anni di amministrazione a Muscoline. Credo che dopo 20 anni sia giusto lasciare a forze nuove».
 
Il suo gruppo si ripresenterà?
«Sì, gli attuali giovani consiglieri unitamente a nuove candidature sapranno sicuramente creare una proposta per ben amministrare Muscoline nei prossimi anni, come fatto in questo quinquennio».
 
Il suo nome circola insistentemente come possibile candidato sindaco a Gavardo di una lista civica. Cosa ci dice al riguardo?
«Quando qualche mese fa si è diffusa anche a Gavardo la notizia della mia non ricandidatura a Muscoline, in molti, sapendo che sono gavardese, sono venuti a sondare la mia disponibilità.
Conosco bene la situazione in cui versa il Comune di Gavardo, commissariato a seguito del fallimento dell’amministrazione targata Lega-Forza Italia, e oggettivamente in difficoltà sotto molti punti di vista, che richiederebbero un impegno assoluto e totalizzante. Sto ancora riflettendo se e come la mia lunga esperienza di amministratore pubblico, non iscritto a nessun partito politico, possa essere utile per un Comune importante come Gavardo». 






 

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
31/03/2019 09:00:00
Davide Comaglio a guida di «Insieme per Gavardo» Alle prossime elezioni amministrative l'attuale sindaco di Muscoline si candiderà come primo cittadino di Gavardo con una lista civica aperta, nella convinzione che il paese possa tornare a essere un punto di riferimento per l’intera Valle Sabbia 

22/05/2019 07:20:00
A Gavardo vota Davide Comaglio sindaco Finalmente i gavardesi potranno decidere di chiudere definitivamente con il passato recente e VOLTARE PAGINA votando la lista civica INSIEME PER GAVARDO

28/05/2019 15:16:00
Passaggio di consegne Conclusa l'esperienza del commissariamento comincia quella di Davide Comaglio nel ruolo di sindaco di Gavardo. I saluti della dottoressa Anna Pavone


03/07/2018 08:00:00
Comaglio nuovo consigliere provinciale Per le dimissioni di un consigliere chiamato ad altro incarico, il sindaco di Muscoline subentrerà come primo dei non eletti della lista «Comunità e territorio» a palazzo Broletto


23/05/2019 16:00:00
Quel volantino della Lega Egregio Direttore, è attraverso la Sua redazione che il Direttivo di Gavardo Domani intende far giungere pubblicamente all’arch. Davide Comaglio ed ai cittadini Gavardesi...



Altre da Gavardo
17/07/2019

Il giro del mondo (o quasi) con un Trio che suona in cinque

Questo giovedì al parco Baronchelli a Gavardo protagonista l’ensemble milanese Box Trio, con musica di mille genti fra sonorità ebraiche, ritmi balcanici e armonie greche

16/07/2019

Restyling per le piazze

Completato il rifacimento della pavimentazione di piazza Marconi a Gavardo, sono ora iniziati i lavori per sistemare piazza De’ Medici

15/07/2019

Un valsabbino ai vertici Lions

La Valle Sabbia ai vertici del servizio alla comunità con Lions Clubs International. Eletto Governatore del Distretto di Brescia -Bergamo - Mantova il gavardese Filippo Manelli


13/07/2019

Propongo lo scambio depuratore - ex ospedale

Vorrei cortesemente chiedere spazio nella rubrica "Lettere al direttore" per poter pubblicare queste mie riflessioni sul tema maxi depuratore a Gavardo (4)

13/07/2019

«Incontriamoci»

Le mamme di Gavardo e dintorni esprimono delle osservazioni alla replica dell’on. Gelmini alla precedente lettera aperta sul tema depuratore per i comuni dell'Alto Garda, e chiedono di specificare data e luogo dell'incontro che auspicano possa realizzarsi a breve (2)

12/07/2019

Zanola campione italiano master

L’atleta dell’Atletica Gavardo 90 ha conquistato ben due medaglie ai Campionati Italiani Master su pista andati in scena a Campi Bisenzio


 

12/07/2019

«Ma davvero il presidente Alghisi è l'unico responsabile?»

In merito alla richiesta delle minoranze di emendare la posizione gavardese sulla realizzazione del depuratore del Garda, anche “Insieme per Gavardo” dice la sua (5)

11/07/2019

Gavardo e deturpatore: la voce della Minoranza

“Gavardo Ideale Centrodestra", in Consiglio a Gavardo, ha chiesto le dimissioni del presidente Alghisi. «Con il voto contrario, l'attuale maggioranza mette in secondo piano correttezza e coerenza nei confronti dei gavardesi e del territorio» (4)

10/07/2019

Matteo, dottore in Scienze Motorie

Congratulazioni a Matteo Pasini di Sopraponte di Gavardo, che ieri si è brillantemente laureato in Scienze Motorie presso l'Università di Brescia

10/07/2019

No depuratore, la protesta si sposta in città

Il 26 luglio a Brescia una grande mobilitazione per ribadire il no deciso all’ipotesi di costruire i depuratori per le fogne dei comuni dell’Alto Garda a Gavardo e Montichiari. (2)

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia