Skin ADV
Domenica 18 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Neve sul monte Stino

Neve sul monte Stino

di Cristina Pellizzoni



16.02.2018 Salò Garda

16.02.2018 Valsabbia

16.02.2018 Paitone Valsabbia

16.02.2018 Giudicarie

17.02.2018 Casto

17.02.2018 Vestone

17.02.2018 Vobarno Vallio Terme Serle Paitone Valsabbia

16.02.2018 Giudicarie

16.02.2018 Idro Barghe Mura

16.02.2018 Gavardo Vallio Terme Muscoline






13 Gennaio 2015, 07.00
Gavardo
Shoah

Pietre d'inciampo, per non dimenticare

di Cesare Fumana
Sono state posate ieri a Soprazocco di Gavardo dall’artista Gunter Demnig due pietre con targa commemorativa in ricordo di una coppia di coniugi ebrei deportati nel campo di stermino di Auschwitz
La comunità gavardese ha voluto ricordare due vittime del nazifascismo, Rivka Jerocha e Davide Arditi, catturati perché ebrei a Soprazocco di Gavardo e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz, da dove non fecero ritorno. Una storia rimasta nell’oblio e sconosciuta ai più.
 
A loro sono state dedicate due “Pietre d’inciampo”, due sampietrini ricoperti da una targa in metallo che riportano il nome delle vittime, un progetto ideato dall’artista tedesco Gunter Demnig, che dal 2000 ha iniziato a posare queste pietre in tutta Europa. 
 
La posa è avvenuta ieri  pomeriggio a Soprazocco di Gavardo, davanti all’abitazione di via Benecco, dove Rivka Jerocha e Davide Arditi vivevano prima della cattura.
L’iniziativa nel bresciano è stata promossa dalla Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura, a cui hanno aderito i comuni di Adro, Brescia e Gavardo: ieri mattina, infatti, prima di Gavardo, sono state posate una “Pietra d’inciampo” ad Adro e sei a Brescia.
 
Alla posa sono intervenuti Alberto Franchi, presidente della Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura, che ha voluto ringraziare l’amministrazione comunale, la biblioteca e la scuola secondaria di primo grado di Gavardo per aver aderito all’iniziativa e l’artista che è intervenuto per la posa dei sampietrini. Il saluto dell’amministrazione comunale è stato portato dall’assessore Bruno Ariassi.
 
Franchi ha ricordato il valore della memoria di queste vittime del totalitarismo, nella maggior parte giovani, internati e uccisi nei campi di concentramento perché considerati “inferiori”. «Queste pietre sono state definite “monumenti minimi” antiretorici, in risposta alla retorica dei dittatori».
 
Nel corso della cerimonia gli alunni delle classi terze medie dell’istituto comprensivo “Bertolotti” di Gavardo, guidati dalla professoressa Laura Toselli, hanno presentato la biografia dei due deportati e letto altri brani e poesie di internati.
 
Era presente anche Marino Ruzzenenti, che attraverso un lavoro di ricerca presso l’Archivio di Stato di Brescia, ha ricostruito la storia di tanti ebrei bresciani sterminati dal regime nazifascista, confluita nel libro “La capitale della Rsi e la Shoah”, del 2006.
 
La scuola, in collaborazione con la biblioteca, aveva organizzato in precedenza degli incontri con il  prof. Ruzzenenti che ha illustrato la storia e per preparare la cerimonia.
 
Rivka Jerocha e Davide Arditi furono catturati dai Carabinieri della locale stazione il 22 dicembre 1943. I coniugi, di origine bulgara ma cittadini italiani, avevano lasciato la Bulgaria per sfuggire alla persecuzione nazista degli ebrei e avevano trovato alloggio presso una famiglia di Soprazocco. A causa di una delazione, pratica ignobile ma lautamente ricompensata dalle autorità della Rsi, furono arrestati e trasferiti nelle carceri di Canton Mombello a Brescia.
Il 6 febbraio 1944 furono internati nel campo di concentramento di Fossoli-Carpi. Da lì il 22 febbraio 1944 partirono (con lo stesso trasporto di Primo Levi e di Guido e Alberto Dalla Volta) giungendo ad Auschwitz il 26 successivo.
Davide Arditi, avendo già 61 anni, non passò la selezione e venne ucciso all’arrivo; la moglie Yerohan o Jerchan Rifka (così nell’elenco di Liliana Picciotto Fargion) morirà in luogo e data ignoti, forse ancora durante il viaggio.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa



 


Commenti:

ID53669 - 13/01/2015 13:50:12 (sonia.c) grazie a tutti!
grazie ragazzi! e non dimenticate mai ,che la barbarie, è dentro l'uomo. che nessuno ne è al riparo! la negazione-cecità di non voler riconoscere neanche l'ipotesi del male,può portare a non vedere-riconoscere neanche il male manifesto..non cedete alla tentazione della negazione! in nessun campo e in nessun momento della vostra vita.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/01/2016 14:54:00
Pietre d'inciampo, per fare memoria In occasione della “Giornata della Memoria”, saranno posate lunedì prossimo, 18 gennaio, a Salò e a Gardone Riviera due “Pietre d’inciampo” per ricordare due vittime dello sterminio nazista degli ebrei

11/01/2015 10:00:00
Se inciampi nella memoria Per iniziativa della Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura di Brescia, saranno posate questo lunedì pomeriggio a Soprazocco di Gavardo due "Pietre d'inciampo" in ricordo di due vittime del nazifascismo

02/02/2018 09:10:00
Dalle leggi razziali allo sterminio La vicenda dei fratelli Arturo e Umberto Soliani da Gardone Riviera a Auschwitz sarà presentata questo sabato pomeriggio alla biblioteca di Muscoline

29/01/2017 08:42:00
E' a Firenze il Memoriale degli italiani ad Auschwitz In merito a "La vergogna di essere italiano", lettera di Massimo Pasinetti da noi pubblicata nei giorni scorsi, registriamo una novità: si trova a Firenze il Memoriale degli italiani deportati, arrivato un'anno fa da Auschwitz

06/11/2017 12:35:00
Medaglie d'onore agli ex deportati valsabbini In occasione della celebrazione del 4 novembre, giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, il Prefetto di Brescia ha consegnato a ventuno ex deportati bresciani la Medaglia d’onore. Tra loro undici valsabbini



Altre da Gavardo
16/02/2018

Filippo Tagliani trionfa in Francia

Grande exploit per il giovane ciclista Elite di Soprazocco di Gavardo, portacolori della Delio Gallina Colosio Eurofeed, alla Boucles du Haut-Var (1)

16/02/2018

«Discorsi diretti», dialogo genitori-figli

Un percorso di formazione per genitori innovativo quello che prenderà il via nelle prossime settimane a Gavardo, con protagonisti i figli, e una grande sorpresa finale (4)

15/02/2018

«Sperimentando», al via i laboratori di archeologia

Il Museo Archeologico della Valle Sabbia organizza a partire da questa domenica, 18 febbraio, degli incontri di archeologia sperimentale per adulti. Ci sono ancora posti liberi per il primo incontro, dedicato alla lavorazione della selce 

13/02/2018

Migranti e migrazioni

L’ultimo appuntamento a Gavardo della rassegna “Fabula mundi” ha trattato il tema delle migrazioni, delle cause, delle soluzioni fin qui adottate e delle prospettive future

07/02/2018

«Quanto ancora dobbiamo aspettare?»

Le minoranze gavardesi unite nel chiedere lumi all’assessore all’Ambiente in merito all’adeguamento delle Fonderie Mora alle prescrizioni per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (7)

06/02/2018

Grande successo per la prima eco passeggiata

Come annunciato da alcuni giorni e anche durante l'open day del Comitato Gaia, si è svolta la scorsa domenica, 4 febbraio, la prima eco passeggiata dal titolo "Puliamo la gavardina!" (3)

06/02/2018

Medicina interna, nuovo direttore a Gavardo

La dott.ssa Silvia Polo è il nuovo direttore di Struttura Complessa della Medicina Interna di Gavardo. Ha preso servizio il 1 febbraio


06/02/2018

«Il Carnevale nella Valle del Caffaro»

Sarà presentato questo venerdì sera a Ponte Caffaro il libro del gavardese Giovanni Baronchelli, frutto di un lavoro di ricerca per indagare le peculiarità antropologiche del famoso carnevale di Bagolino

04/02/2018

C'è ancora da spiegare

Il “porta a porta” ha preso il via, ma forse non se n’è parlato abbastanza.
Aggiornamento ore 17 di domenica
(16)

03/02/2018

Alla scoperta degli animali antichi e pelosi

Le visite e i laboratori didattici del Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo continuano. Questa domenica, 4 febbraio, si andrà alla scoperta della fauna dell’Era Glaciale

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia