Skin ADV
Domenica 27 Maggio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Rosa di maggio

Rosa di maggio

by Terry



25.05.2018 Vobarno

25.05.2018 Vobarno

27.05.2018 Valtenesi

26.05.2018 Anfo

25.05.2018 Val del Chiese

25.05.2018 Vobarno

26.05.2018 Preseglie

26.05.2018 Salò

27.05.2018 Vobarno

25.05.2018 Villanuova s/C






13 Gennaio 2015, 07.00
Gavardo
Shoah

Pietre d'inciampo, per non dimenticare

di Cesare Fumana
Sono state posate ieri a Soprazocco di Gavardo dall’artista Gunter Demnig due pietre con targa commemorativa in ricordo di una coppia di coniugi ebrei deportati nel campo di stermino di Auschwitz
La comunità gavardese ha voluto ricordare due vittime del nazifascismo, Rivka Jerocha e Davide Arditi, catturati perché ebrei a Soprazocco di Gavardo e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz, da dove non fecero ritorno. Una storia rimasta nell’oblio e sconosciuta ai più.
 
A loro sono state dedicate due “Pietre d’inciampo”, due sampietrini ricoperti da una targa in metallo che riportano il nome delle vittime, un progetto ideato dall’artista tedesco Gunter Demnig, che dal 2000 ha iniziato a posare queste pietre in tutta Europa. 
 
La posa è avvenuta ieri  pomeriggio a Soprazocco di Gavardo, davanti all’abitazione di via Benecco, dove Rivka Jerocha e Davide Arditi vivevano prima della cattura.
L’iniziativa nel bresciano è stata promossa dalla Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura, a cui hanno aderito i comuni di Adro, Brescia e Gavardo: ieri mattina, infatti, prima di Gavardo, sono state posate una “Pietra d’inciampo” ad Adro e sei a Brescia.
 
Alla posa sono intervenuti Alberto Franchi, presidente della Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura, che ha voluto ringraziare l’amministrazione comunale, la biblioteca e la scuola secondaria di primo grado di Gavardo per aver aderito all’iniziativa e l’artista che è intervenuto per la posa dei sampietrini. Il saluto dell’amministrazione comunale è stato portato dall’assessore Bruno Ariassi.
 
Franchi ha ricordato il valore della memoria di queste vittime del totalitarismo, nella maggior parte giovani, internati e uccisi nei campi di concentramento perché considerati “inferiori”. «Queste pietre sono state definite “monumenti minimi” antiretorici, in risposta alla retorica dei dittatori».
 
Nel corso della cerimonia gli alunni delle classi terze medie dell’istituto comprensivo “Bertolotti” di Gavardo, guidati dalla professoressa Laura Toselli, hanno presentato la biografia dei due deportati e letto altri brani e poesie di internati.
 
Era presente anche Marino Ruzzenenti, che attraverso un lavoro di ricerca presso l’Archivio di Stato di Brescia, ha ricostruito la storia di tanti ebrei bresciani sterminati dal regime nazifascista, confluita nel libro “La capitale della Rsi e la Shoah”, del 2006.
 
La scuola, in collaborazione con la biblioteca, aveva organizzato in precedenza degli incontri con il  prof. Ruzzenenti che ha illustrato la storia e per preparare la cerimonia.
 
Rivka Jerocha e Davide Arditi furono catturati dai Carabinieri della locale stazione il 22 dicembre 1943. I coniugi, di origine bulgara ma cittadini italiani, avevano lasciato la Bulgaria per sfuggire alla persecuzione nazista degli ebrei e avevano trovato alloggio presso una famiglia di Soprazocco. A causa di una delazione, pratica ignobile ma lautamente ricompensata dalle autorità della Rsi, furono arrestati e trasferiti nelle carceri di Canton Mombello a Brescia.
Il 6 febbraio 1944 furono internati nel campo di concentramento di Fossoli-Carpi. Da lì il 22 febbraio 1944 partirono (con lo stesso trasporto di Primo Levi e di Guido e Alberto Dalla Volta) giungendo ad Auschwitz il 26 successivo.
Davide Arditi, avendo già 61 anni, non passò la selezione e venne ucciso all’arrivo; la moglie Yerohan o Jerchan Rifka (così nell’elenco di Liliana Picciotto Fargion) morirà in luogo e data ignoti, forse ancora durante il viaggio.
 






 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID53669 - 13/01/2015 13:50:12 (sonia.c) grazie a tutti!
grazie ragazzi! e non dimenticate mai ,che la barbarie, è dentro l'uomo. che nessuno ne è al riparo! la negazione-cecità di non voler riconoscere neanche l'ipotesi del male,può portare a non vedere-riconoscere neanche il male manifesto..non cedete alla tentazione della negazione! in nessun campo e in nessun momento della vostra vita.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/01/2016 14:54:00
Pietre d'inciampo, per fare memoria In occasione della “Giornata della Memoria”, saranno posate lunedì prossimo, 18 gennaio, a Salò e a Gardone Riviera due “Pietre d’inciampo” per ricordare due vittime dello sterminio nazista degli ebrei

11/01/2015 10:00:00
Se inciampi nella memoria Per iniziativa della Cooperativa Cattolico-Democratica di Cultura di Brescia, saranno posate questo lunedì pomeriggio a Soprazocco di Gavardo due "Pietre d'inciampo" in ricordo di due vittime del nazifascismo

02/02/2018 09:10:00
Dalle leggi razziali allo sterminio La vicenda dei fratelli Arturo e Umberto Soliani da Gardone Riviera a Auschwitz sarà presentata questo sabato pomeriggio alla biblioteca di Muscoline

29/01/2017 08:42:00
E' a Firenze il Memoriale degli italiani ad Auschwitz In merito a "La vergogna di essere italiano", lettera di Massimo Pasinetti da noi pubblicata nei giorni scorsi, registriamo una novità: si trova a Firenze il Memoriale degli italiani deportati, arrivato un'anno fa da Auschwitz

06/11/2017 12:35:00
Medaglie d'onore agli ex deportati valsabbini In occasione della celebrazione del 4 novembre, giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, il Prefetto di Brescia ha consegnato a ventuno ex deportati bresciani la Medaglia d’onore. Tra loro undici valsabbini



Altre da Gavardo
27/05/2018

Mio cognato Sergio

Sabato alle 5 della sera ci ha lasciato Sergio Franceschetti. È mio cognato, perché ha sposato mia sorella Rita (1)

27/05/2018

Sergio Franceschetti è «andato avanti»

Si terranno questo lunedì nella chiesa parrocchiale di Gavado i funerali di Sergio Franceschetti, conosciuto per il suo passato nell’amministrazione pubblica e per il suo impegno fra gli Alpini della “Monte Suello”

26/05/2018

In sella con l'Avis

Domenica il consueto appuntamento con la biciclettata di primavera promossa dall’Avis di Gavardo che coniuga lo sport con la promozione della donazione di sangue

24/05/2018

I cent'anni della Scuola dell'Infanzia

In occasione di questo anniversario così importante la Scuola dell’Infanzia “Regina Elena” organizza nelle prossime settimane diverse manifestazioni aperte a tutta la popolazione

22/05/2018

«Un Santo con la penna»

Ha debuttato la scorsa settimana il nuovo spettacolo del gavardese Emanuele Turelli, dedicato alla figura di don Carlo Gnocchi e di altri eroi della ritirata di Russia   


21/05/2018

Grave al Civile dopo il tamponamento

Brutta disavventura per il 14enne di Gavardo che con lo scooter è finito addosso ad un’auto, mentre viaggiava sulla Provinciale 116 fra Bostone e Gavardo (1)



21/05/2018

«L'alfabeto ebraico, la lingua sacra dell'Eterno»

Si svolgerà a Gavardo per iniziativa della Fondazione "Piero Simoni" e dal Museo Archeologico della Valle Sabbia in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura un nuovo ciclo di incontri dedicati alla lingua e alla cultura ebraica

20/05/2018

È, l'amico è...

Quando frequentavo le magistrali a Brescia, facevo il viaggio in pullman insieme al mio amico Deni, cioè Andrea Giustacchini. Eravamo nella stessa classe e nel pomeriggio andavo spesso a trovarlo (2)

17/05/2018

Mons. Italo Gorni nella squadra del Vescovo Tremolada

Il parroco di Gavardo, Soprazocco e Vallio Terme è stato nominato nuovo vicario episcopale per la vita consacrata della diocesi

17/05/2018

80 candeline per nonno Germano

Buon compleanno a nonno Germano, di Gavardo, che oggi, 17 maggio, raggiunge le 80 primavere


Eventi

<<Maggio 2018>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia