Skin ADV
Martedì 20 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








19.11.2018 Vestone Capovalle Valsabbia

19.11.2018 Valsabbia Provincia

18.11.2018 Salò Valsabbia Garda

19.11.2018 Idro

20.11.2018 Casto Valsabbia

18.11.2018 Storo

19.11.2018 Casto Serle

19.11.2018 Vobarno

18.11.2018 Vestone Valsabbia

19.11.2018 Villanuova s/C Provincia



31 Luglio 2018, 11.10
Gavardo
Ambiente

Monitoraggio odorigeno, ecco i risultati

di Redazione
Il documento di valutazione è stato redatto da Arpa sulla base degli esiti delle schede di rilevazione compilate dai cittadini residenti nell’area industriale a sud di Gavardo e ai dati relativi al vento e alle condizioni meteo. Il commento del Comitato Gaia 

A distanza di cinque mesi dal termine della campagna di “monitoraggio odorigeno”, è ora a disposizione degli enti preposti il documento “Valutazione dei risultati del monitoraggio effettuato nel Comune di Gavardo (BS) per le molestie olfattive ai sensi della d.g.r. 15 febbraio 2012 – n. IX/3018: “Determinazioni generali in merito alla caratterizzazione delle emissioni gassose in atmosfera derivanti da attività a forte impatto odorigeno”.
 
Suddetto monitoraggio è stato programmato ed effettuato nell’ultimo trimestre del 2017 dall’Ufficio Tecnico del Comune di Gavardo al fine di affrontare la situazione di disagio olfattivo percepito dai cittadini della zona sud del paese; l’Amministrazione comunale ha poi provveduto ad inviare all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) il sinottico degli esiti delle schede di rilevazione compilate dai cittadini segnalatori, unitamente ai dati di velocità ed intensità del vento rilevati dalla centralina meteo di ARPA presente sul territorio comunale. 
 
I segnalatori sono stati scelti tra i cittadini disponibili residenti nell’area industriale a sud di Gavardo, un ipotetico cerchio di circa 1 km di diametro che ha come centro Soliani Arredamenti.
 
“Nonostante le nostre perplessità – ha commentato il Comitato Gaia - in merito ad un rilevamento nel periodo autunno/inverno, ovvero con finestre chiuse e condizioni meteo avverse, in tutti e 3 i mesi rilevati si sono verificati esuberi rispetto alla soglia di riferimento del 5% (ore di segnalazione/ ore complessive) che partono da un incredibile 22,7% (168,5 ore di segnalazione!) del primo mese (ben 4 volte oltre il limite previsto) al 9,7% (cioè quasi il doppio) del mese di dicembre, in cui comunque le attività presenti hanno avuto periodi di fermo, il che sta ad indicare un’elevata incidenza giornaliera degli eventi”.  
 
La situazione rilevata sembra essere indipendente dalla direzione del vento, poiché il fenomeno si presenta più frequentemente nei giorni infrasettimanali piuttosto che nei fine settimana. La fascia oraria “critica” è in genere dalle 8 alle 18; in alcune occasioni la molestia olfattiva si è protratta fino alle 23.
 
“Il tono edonico rilevato (ammoniaca, acre e metallico) – si legge nella relazione di Arpa - è coerente con l’attività di aziende presenti nella zona monitorata.  Come già evidenziato […] il disagio olfattivo è riconducibile prioritariamente a due tipologie di attività presenti sul territorio, l’attività di fonderia e l’attività di pressofusione”. E conclude: “È importante sottolineare che solo in alcune rare occasioni (6 volte), la direzione del vento si è mostrata coerente con le possibili fonti di molestie olfattive (Fonderie Mora e Pressofusione Tapparo). Considerando che la direzione dei venti, nella maggior parte degli eventi, non è coerente con nessuna delle possibili attività o fonti potenziali presenti nell'area indagata, non è possibile identificare in maniera chiara ed univoca la fonte di origine delle molestie olfattive. In considerazione dei risultati dell’analisi dei dati appare necessario procedere con le attività previste dalla fase B della richiamata normativa regionale di riferimento”.
 
“Come Comitato – così si esprime Gaia - non ci resta che segnalare che, nonostante tutte le belle parole spese dall’Amministrazione Comunale (anche nel recente passato), questo monitoraggio è stato effettuato ben 5 anni dopo l’entrata in vigore della legge e dopo 3 anni dall’incarico di Assessore all’Ambiente assegnato alla Sig.ra Angela Elisa Maioli. Ci chiediamo cosa si sarebbe potuto fare se questo monitoraggio fosse stato messo in campo anni fa, invece di perdere tempo in inutili chiacchiere e per denunciare chi, come noi, non ha fatto altro che difendere l’ambiente, la salute dei lavoratori e dei cittadini gavardesi. Visto che ora, a livello comunale, il nostro interlocutore non sarà più l’Assessore all’Ambiente ma sarà la Commissaria Prefettizia Vice Prefetto Dott. Anna Pavone, chiederemo a Lei un incontro urgente per illustrare la situazione e fornire la nostra massima collaborazione al fine di arrivare all’individuazione delle responsabilità e alla successiva messa in campo da parte delle istituzioni di ogni strumento possibile per risolvere questa annosa situazione”.
 
 






 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID77075 - 01/08/2018 07:48:12 (ariatredici)
I cittadini chiedono solo ed esclusivamente il rispetto per la salute e la qualità della vita che va a beneficio anche di tutta la collettività!! L' aria non si ferma, gira e tutti la respiriamo! Le regole, le norme sono state fatte per il bene della società!! Il proprio comune dovrebbe essere il primo garante di questo!! Perché ci devono volere anni e montagne di carte?? Tanto tempo e risorse sprecate ed intanto la vita scorre..


ID77076 - 01/08/2018 08:45:23 (ariatredici)
Leggo ora sul gdb che per bonificare la Caffaro si devono spendere 65 milioni di €. Soldi.che verranno sbo sborsati dalla collettività. Pensarci prima? Se fossero state rispettate le regole non ci sarebbe stato un danno x la collettività!!


ID77077 - 01/08/2018 18:46:13 (turk182) Cambiato interlicutore
Il vaso di Pandora è stato scoperchiato e ha riservato anche qualche sorpresa, speriamo che la Commissaria sia la sorpresa più grande e metta un po' di ordine in comune e faccia quello che deve essere fatto senza troppi se è tanti ma...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/09/2017 11:25:00
Problema odori, al via il monitoraggio coi cittadini L’Amministrazione comunale di Gavardo, su invito della Provincia, ha avviato un monitoraggio per registrare la presenza di odori fastidiosi nella zona a sud del paese

02/12/2017 09:20:00
Arpa, se ci sei batti un colpo Sono 134 le firme di cittadini in calce ad una richiesta ad Arpa, perché si intervenga analizzando l’aria attorno alle Fonderia Mora di Gavardo. Analoga richiesta era stata avanzata un paio di fa anche da Legambiente e Gaia


26/01/2008 00:00:00
I giovani «custodi» della qualità dell’aria Tre classi della Scuola primaria statale di Gavardo sono impegnate in un progetto di monitoraggio sul livello di smog e inquinamento del centro valsabbino, con l’appoggio dell’Amministrazione comunale.

19/09/2015 07:07:00
«Per il bene dei cittadini» «Ci auguriamo un'assunzione di responsabilità da parte dell'Amministrazione comunale». Nel mirino delle minoranze gavardesi le persistenti problematiche della Fonderia Mora. Un'interpellanza che verrà discussa il 2 ottobre in Consiglio


13/03/2018 07:59:00
Analisi Arpa su Fonderie Mora, la replica «Gli argomenti avanzati dall’Ats sono del tutto superficiali, fuorvianti e contraddittori» così nei giorni scorsi Legambiente, Medicina Democratica e Gaia



Altre da Gavardo
19/11/2018

Mens sana in corpore sano: il Centro Sportivo Karol Wojtyla

Gentile Direttore, l’avvio dei diversi campionati, con il vivace andirivieni di ragazzi/e dal Centro Sportivo dedicato al Santo Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla), è stato l’occasione per ricordare...


19/11/2018

«Il paradigma infinito»

Così s’intitola il prossimo appuntamento della rassegna culturale “Insoliti incontri” nell’ambito della sua seconda mostra temporanea presso il Museo archeologico della Valle Sabbia di Gavardo 

17/11/2018

Alunni con disabilità, nuovi approcci di assistenza e inclusione

La Scuola dell’Infanzia “Quarena” di Gavardo apripista di una sperimentazione su disabilità e inclusione scolastica

16/11/2018

«Incontri nel Chiostro», atto secondo

Il secondo appuntamento della rassegna, in programma per stasera - venerdì 16 novembre - vedrà la partecipazione di don Fabio Corazzina, parroco di Santa Maria in Silva a Brescia 

14/11/2018

Teatro Gavardo in «Lettera a don Milani»

Lo spettacolo che la compagnia teatrale gavardese ha dedicato alla figura del sacerdote andrà in scena questo venerdì, 16 novembre, a Polpenazze del Garda 

14/11/2018

I 47 di Fabio

Buon compleanno a Fabio Vezzola, di Soprazocco di Gavardo, che oggi, 14 novembre, spegne 47 candeline


14/11/2018

Megadepuratore. Ecco cosa ne pensa «Gavardo Rinasce»

Gentile direttore, dopo aver seguito attraverso la stampa la vicenda del collettore del Garda e aver partecipato alla serata informativa del 5 novembre a Muscoline...

13/11/2018

Elettrofisiologia e nuova Tac

Oltre 2 milioni di euro destinati da Regione Lombardia all’Ospedale di Gavardo nel piano di investimenti della sanità lombarda (3)

12/11/2018

Un nuovo mezzo per i Volontari Gavardesi

Grazie a una trentina di sponsor locali, la Pmg ha consegnato al sodalizio gavardese un nuovo Doblò in comodato d’uso gratuito per il trasporto persone (2)

12/11/2018

Utopie, tra passato e futuro

A 50 anni dal Sessantotto, cosa resta di quella rivoluzione culturale? Ne hanno parlato Roberto Rossini e Silvano Corli alla prima serata degli “Incontri nel Chiostro”



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia