Skin ADV
Domenica 26 Marzo 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



25 Marzo 2009, 00.00
Gavardo
La Prima Repubblica

Mezzo secolo nel segno della DC

di Giancarlo Marchesi
Si è ripercorso mezzo secolo di storia italiana nel segno della Democrazia cristiana l’altra sera a Gavardo, in occasione della presentazione del libro-intervista di Arnaldo Forlani «Potere discreto».
Si è ripercorso mezzo secolo di storia italiana nel segno della Democrazia cristiana l’altra sera a Gavardo, in occasione della presentazione del libro-intervista di Arnaldo Forlani «Potere discreto» edito da Marsilio per la collana Gli specchi della memoria.

All’incontro, organizzato dall’Associazione Pro Loco del Chiese, è intervenuto Sandro Fontana, ex senatore e docente universitario, curatore con Nicola Guiso del volume. Fontana ha scandito, stimolato dalle domande dello storico Roberto Chiarini, le tappe fondamentali della storia della nostra Repubblica.

Arnaldo Forlani, che è stato segretario politico della Dc, premier, ministro delle Partecipazioni statali, della Difesa e degli Esteri, ha raccontato la sua intensa e lunga esperienza politica rispondendo alle domande di due interlocutori amici, Sandro Fontana (ex direttore del Popolo) e Nicola Guiso, capo dei servizi parlamentari dell’antico quotidiano ufficiale della Dc.

In apertura del suo intervento, il curatore del volume non ha nascosto le difficoltà incontrate nella preparazione dell’intervista-racconto: «Ci sono voluti otto anni – ha precisato Fontana – per pubblicare questo libro, perché Forlani, che ha idee molto chiare sul passato, anche su quello più vicino a noi, per esprimere una sintesi ragionata sui fatti che lo hanno visto protagonista, ha preferito attendere».

Durante la serata Fontana non ha mancato di valorizzare la testimonianza dell’ex segretario democristiano, persona molto equilibrata, evidenziando che «proprio Arnaldo Forlani è rimasto fedele più di tanti altri alla lezione di Moro, realizzando la terza fase del disegno dello statista assassinato dalle Brigate rosse, con il superamento di una visione tolemaica del sistema: “Il futuro non sarà più nelle nostre mani, e se non saremo capaci di un sussulto d’intelligenza questo futuro sarà addirittura contro di noi”, diceva Moro. Forlani ha consentito a Giovanni Spadolini, leader del Partito repubblicano, il più piccolo dei partiti alleati, di diventare presidente del Consiglio e di inaugurare la lunga stagione del “pentapartito”».

L’ex direttore del Popolo ha fatto risaltare che «nel quindicennio tra la morte di Moro e la fase di Mani pulite, di cui Forlani è stato attento regista, l’Italia scavalcò la Gran Bretagna fra i paesi più industrializzati per reddito globale e procapite e il tasso d’inflazione si ridusse dal 16 al 4,6 per cento».

L’ultima parte della conversazione è sta dedicata alla drammatica fase di Tangentopoli che per Forlani culminò con la sofferta testimonianza al processo Enimont. «Forlani conserva da testimone – fa notare il curatore dell’intervista – giudizi sereni e severi insieme, ma soprattutto di particolare interesse, e dovrebbero indurre a riflessioni doverose quanti sino a oggi se la sono cavata lavandosene pilatescamente le mani».

Rispetto ad altri leader democristiani, Forlani ha sempre mantenuto un certo riserbo, ma con questa lunga intervista a Fontana e Guiso fa affiorare un’interessante e stimolante rilettura dei fatti legati alla Prima repubblica che ha già suscitato non poco interesse.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/03/2009 00:00:00
Il potere discreto di Arnaldo Forlani Sandro Fontana e Roberto Chiarini questa sera alle 20.30, presso la sala convegni del Museo civico archeologico di Gavardo, presenteranno il saggio «Potere Discreto. Cinquant’anni con la Democrazia Cristiana».

17/03/2017 15:05:00
Rizzo e «La Repubblica dei brocchi» Il giornalista del Corriere sarà ospite questo sabato sera a Bione per la presentazione del suo ultimo libro sul declino della classe dirigente italiana

21/03/2011 07:00:00
Non dimentichiamoci del lavoro «Fra le conquiste di questo secolo e mezzo di storia italiana non dimentichiamoci delle conquiste nel mondo del lavoro» è l'esortazione di un lettore.

20/03/2017 16:23:00
«Una classe dirigente scaricabarile» Partecipato incontro sabato sera a Bione con Sergio Rizzo per la presentazione del suo ultimo libro “La Repubblica dei brocchi”
• Video

11/01/2016 09:38:00
Festeggiati i 25 anni di Agri 90 La presentazione della seconda edizione del libro “La terra dell’oro” è stata l’occasione per festeggiare il quarto di secolo della cooperativa agricola di Storo



Altre da Gavardo
26/03/2017

Passeggiando in bicicletta accanto a te

È primavera, svegliatevi bambini! Tanti vengono a scuola in bicicletta, alcuni con bici nuove e scintillanti, altri con mezzi scassati ma simpatici

25/03/2017

A Giovanni Paolo Zamboni l'Oscar dello sport bresciano

C’era anche il tiratore gavardese ieri sera fra i premiati con il prestigioso riconoscimento assegnato ai migliori atleti bresciani, per i risultati ottenuti nel tiro a volo nel 2016
(1)

24/03/2017

Morbidi incontri in via Romana

Cosa ci fa un materasso matrimoniale con tanto di rete a doghe, abbandonato contro un albero sulla passeggiata detta "Via Romana" fra Villanuova e Sopraponte di Gavardo? Che sia la proposta per un nuovo punto di raccolta per rifiuti ingombranti? (11)

22/03/2017

Educazione finanziaria in classe

Coinvolgerà anche una decina di scuole valsabbine il progetto di educazione finanziaria “Coltiva il tuo sogno” rivolto ai bambini della scuola primaria. Per le scuole materiali didattici gratuiti e un grande concorso che mette in palio una stampante 3D

20/03/2017

Ecco i poeti gavardesi

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia, questo martedì 21 marzo presso la biblioteca di Gavardo sarà presentato il volume con i componimenti inediti di 23 gavardesi (1)

18/03/2017

Grazie

Abbiamo il piacere, ogni tanto, di pubblicare delle lettere che ci raccontano di qualche cosa che funziona, che esprimono gratitudine. Questa volta il meriti sono quelli della Fondazione La Memoria di Gavardo.  Lo facciamo doppiamente volentieri

17/03/2017

Vaccinazioni anche all'ospedale

Il servizio di prevenzione dell'Asst del Garda avviato dall'inizio dell'anno per le vaccinazioni contro il meningococco si estende anche all'interno delle strutture ospedaliere


16/03/2017

Infarto sui pedali

Sembra che stesse percorrendo via Orsolina Avanzi in bicicletta. Probabilmente ha avuto un malore, l'hanno trovato riverso a terra e non c'è stato più nulla da fare



16/03/2017

Associazione Resilience Onlus, educare alla resilienza

Ha sede a Gavardo l’associazione Resilience Onlus, che fornisce supporto formativo al personale locale nei Paesi colpiti da catastrofi naturali e guerre civili. Un aiuto prezioso per ricominciare



15/03/2017

Il Giudice Albertano, quarto atto

Sarà presentato questo venerdì 17 marzo a Gavardo “Il caso della scala senza fine”, il nuovo romanzo della saga del detective medievale creata da Enrico Giustacchini

Eventi

<<Marzo 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia