Skin ADV
Lunedì 16 Luglio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    





09 Aprile 2018, 14.34
Gavardo
Lettere

Commissione ambiente? No grazie

di red.
Invitato a partecipare alla Commissione Ambiente, senza un preciso Ordine del giorno su cui prepararsi, il Comitato Gaia declina l'invito e lo cede a due cittadini firmatari dell'ultima petizione

Ecco perchè Gaia non parteciperà alla Commissione Ambiente e Territorio convocata per oggi.

«Con lettera data 26/03/2018 a firma del Vicesindaco Prof. Bertoloni Sergio, dell’Assessore all’Ambiente sig. Maioli Angela Elisa e del Presidente della Commissione Ambiente e Territorio, veniamo informati della nostra convocazione in una seduta delle Commissione Ambiente e Territorio avente per oggetto “osservazioni inerenti le attività produttive ed industriali presenti sul territorio comunale”.

Unitamente a Legambiente, altra associazione convocata, abbiamo risposto alla lettera che ci è pervenuta evidenziando che noi abbiamo sempre chiesto, come da lettere agli atti, un tavolo di confronto con tutti gli attori interessati alla grave situazione ambientale e di salute pubblica legata alle attività delle Fonderie Mora s.p.a. presso l’ente territoriale di competenza, ovvero il Comune di Gavardo, perché lo ritenevamo (e lo riteniamo ancora oggi) un passaggio fondamentale di confronto tra le parti che però è sempre venuto meno in quanto sempre limitato dai formalismi legati allo svolgimento della conferenza dei servizi.

Abbiamo appreso con soddisfazione quanto promesso dal Vicesindaco Prof. Bertoloni in Consiglio Comunale del 21/02/2018 ad integrazione di un interpellanza delle minoranze proprio sulla questione Fonderie Mora s.p.a in cui si prospettava una commissione ad hoc (o una commissione ambiente e territorio specifica sul tema) in cui fossero presenti tutti gli interessati, il Vicesindaco chiudeva dicendo “è una promessa!”

Noi però riceviamo una lettera di convocazione della Commissione Ambiente e Territorio il cui oggetto è “Osservazioni inerenti le attività produttive ed industriali presenti sul territorio comunale“.

Non ci appare chiaro di quale delle quasi 700 attività produttive (commerciali, industriali, edilizie, ecc) presenti sul territorio del Comune di Gavardo si voglia discutere in quella seduta a meno che non si voglia discutere di tutte e quante, cosa ovviamente impossibile ma, mancando l’ordine del giorno non ci è possibile saperlo, unica cosa certa ed evidente è che non sono nominate le Fonderie Mora s.p.a., come già successo per la convocazione dell’assemblea pubblica prodromica all’avvio del monitoraggio odorigeno.

Emerge chiaramente che NON si tratta nè di quello che noi abbiamo chiesto e, cosa ben più grave, nè di quello che era stato promesso ai cittadini gavardesi nella sede istituzionale più importante per l’attività amministrativa del comune, ovvero il Consiglio Comunale.

Sappiamo che le Commissioni, da Statuto Comunale
, hanno una funzione consultiva e preparatoria al Consiglio Comunale quindi abbiamo chiesto di capire quale fosse lo scopo di questa seduta della Commissione dato che, ad esempio, la questione Fonderie Mora s.p.a. era già stata oggetto di numerose interpellanze e non possiamo certamente dimenticare cosa è accaduto già in passato in Consiglio Comunale quando si è trattato di esaminare una mozione delle minorazione al riguardo, eventi che hanno portato i cittadini a scrivere la famosa lettera “anche senza i nostri amministratori” che tanto scalpore ha suscitato nella comunità gavardese.

Non riuscendo a capire quale fosse il reale oggetto della seduta
della Commissione e con l’unico scopo di prepararci al meglio il nostro contributo con lettera del 04/05/2018 abbiamo cortesemente chiesto che ci venisse fornito l’Ordine del Giorno in cui si evidenziassero quali fossero gli argomenti trattati al fine di poter valutare anche se e in che modo partecipare alla seduta.

Con lettera del 05/04/2018 a firma solo del Vicesindaco Prof. Bertoloni Sergio non ci viene fornito alcun ordine del giorno ma, oltre ad altre considerazioni, ci viene evidenziato che lo spirito della convocazione è quello di “offrire informazioni ai Consiglieri e alle realtà ambientaliste che Voi rappresentate e per condividere aspettative, problematiche ed interventi possibili”, una lettera che invece di chiarire, contribuisce ancor di più a creare confusione e ad allargare il campo delle possibili tematiche e che oggettivamente parlando, non potendo essere noi dei tuttologi, ci mette un po’ in difficoltà.

All’interno del Consiglio del Comitato è nata così una profonda discussione relativamente alla partecipazione alla seduta della Commissione, sugli argomenti da portare e sulle aspettative legate al nostro intervento.

Nel giorno di Sabato 07 aprile però due articoli pubblicati dalla testata giornalistica on line Vallesabbianews e dal Giornale di Brescia relativamente ad una lettera firmata da 131 cittadini gavardesi che lamentano la solitudine in cui sono stati lasciati dall’amministrazione gavardese nell’affrontare la problematica di salute pubblica e ambientale legata alle Fonderie Mora S.p.A., ci hanno offerto un nuovo spunto di discussione e hanno spinto il Comitato a prendere una decisione diversa rispetto a quanto ipotizzato fino ad allora.

Ci ha spinto nella direzione che poi abbiamo preso l’ultima affermazione riportata nell’articolo del Giornale di Brescia in cui si dice che la seduta della Commissione sarebbe “un’occasione per affrontare nella sede e nelle modalità più consone anche le questioni sollevate nella lettera dei cittadini“.

C’è solo un piccolo particolare, NESSUN rappresentante dei cittadini è stato invitato a parlare in Commissione e non spetta certo a noi chiarire quanto contenuto nella lettera a firma di 131 cittadini semplicemente perché non ne siamo noi gli autori.

Il Consiglio di GAIA ha preso quindi la decisione di cedere a due cittadini (i cui nominativi saranno comunicati all’Amministrazione Comunale) il proprio diritto di parola in Commissione con l’intento di agevolare quel dialogo diretto tra istituzione e cittadini che nella situazione legata alle Fonderie Mora è sempre mancato.

Il Comitato GAIA rinnova il proprio invito ad un tavolo di confronto con tutti gli attori interessati alla grave situazione ambientale e di salute pubblica legata alle attività delle Fonderie Mora s.p.a. presso l’ente territoriale di competenza che veda la presenza non solo delle Fonderie Mora s.p.a. ma anche gli enti che hanno l’effettivo potere di decisione ovvero Provincia di Brescia ed ARPA.

Per il Comitato GAIA
Il Portavoce
Ing. Grumi Filippo







 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75732 - 09/04/2018 15:29:34 (turk182) Vorrei ma non posso
Sembra questo il succo alla base della convocazine di questa Commissione. Commissione Ambiente e Territorio che l'Amministrazione Comunale NON ha ritenuto utile convocare quando c'era da discutere della Convenzione della cava del Monte Tesio, per esempio. Ho letto l'articolo del Giornale di Brescia e veramente risulta difficile immaginare quali siano le "decisioni" che dovrebbe poter prendere la Commissione visto che non ha alcun potere al riguardo e che, mentre invece, quando ne ha avuto l'occasione, il Consiglio Comunale con una retromarcia mai vista prima, si è rimangiato l'ordine del Giorno relativo alla mozione sulle Fonderie. Ancora una volta si evidenzia che questa amministrazione fa molta fatica a parlar chiaro....


ID75758 - 10/04/2018 22:01:37 (skyrunner968) ma io dico
ma è possibile che nel vostro comune non ci sia mai niente di chiaro?è possibile che ci sia così poca attenzione ai problemi ambientali e non si voglia aiutare i cittadini a mettere in riga chi non rispetta norme e leggi ',dopo tutto questo tempo?!e' possibile che dopo tutti questi anni ancora si facciano questi teatrini?non c'è più niente da discutere a mio avviso c'è solo da intervenire!!e di solito le amministrazioni POSSONO se vogliono!! ma la vostra evidentemente penso di no a mio parere.Il comune ha il dovere di tutelare la salute dei cittadini! senza se e senza ma, non continuare ad esitare, non sentirsi tutte le volte costretto a giustificarsi!!chi si giustifica di solito ha la coscienza sporca!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/01/2018 08:00:00
Sabato l'open day del Comitato Gaia Domani, sabato 27 gennaio, in occasione della consegna dei kit per la misurazione del livello di NO2 a Gavardo il Comitato Gaia sarà presente per raccogliere le adesioni per la prima Eco Passeggiata sulla gavardina

03/02/2018 07:09:00
«Quell'assessore si deve dimettere» Il Comitato Gaia chiede le dimissioni di Angela Elisa Maioli dall'assessorato all'ambiente del Comune di Gavardo. Secondo il Comitato avrebbe mentito nella lettera "In risposta al Comitato Gaia" da noi pubblicata lunedì scorso


16/02/2018 12:00:00
La risposta dell'assessore Maioli L’assessore all’Ambiente del Comune di Gavardo risponde alle accuse formulate nei suoi confronti dal Comitato Gaia

18/06/2015 07:14:00
Accesso agli atti In merito all'ordinanza di sospensione dei lavori per dotare le Fonderie Mora di adeguati filtri di depurazione, interviene il comitato Gaia


28/12/2017 17:00:00
Cava sul Tesio, le perplessità di Gaia Il comitato ambientalista Gaia (Gavardo Ambiente Informazione Attiva) espone il suo punto di vista su quanto è stato detto al Consiglio Comunale dello scorso giovedì, 21 dicembre



Altre da Gavardo
12/07/2018

Affidate ad esterni le manutenzioni ospedaliere

Da qualche giorno la manutenzione degli impianti ospedalieri gestiti dall’Asst di Desenzano, viene affidata ai tecnici “somministrati” da Manutencoop Facility Management (1)

09/07/2018

Dimissioni: la posizione di Gavardo in Movimento

Con una nota divulgata nel pomeriggio Gavardo in Movimento commenta le dimissioni di massa avvenute nelle scorse ore fra i membri della maggioranza
(8)

09/07/2018

Dimissioni di massa

Il 20 luglio si avvicina e in attesa di una conferma delle dimissioni del sindaco Vezzola, oppure di una marcia indietro, la Maggioranza gavardese a guida Bertoloni si sta liquefacendo (19)

06/07/2018

Alpini in festa

Sarà un fine settimana “alpino” quello in programma a Pompegnino di Vobarno e sul Monte Tesio a cura delle Penne Nere dei rispettivi Gruppi 

06/07/2018

Gavardo, il commissario dal 20 luglio

Con una nota al vicesindaco e a tutti i consiglieri comunali, il segretario comunale di Gavardo ha precisato i tempi dell’avvio del commissariamento (5)

05/07/2018

«Le otto stagioni» chiudono il Festival

È in programma per questo sabato, 7 luglio, al parco Baronchelli di Gavardo la serata conclusiva del festival musicale “Il Ponte. Gavardo in Concerto” 

04/07/2018

Omaggio alla Venerabile Madre Elisa Baldo

Questo mercoledì 4 luglio presso Casa San Giuseppe a Gavardo un concerto in onore della fondatrice delle suore Umili serve del Signore, nell’anniversario della morte

03/07/2018

Ciao, Gabriele!

Un ritratto e un saluto all’amico Gabriele Rivetta, prematuramente scomparso a causa di una malattia (3)



03/07/2018

In arrivo 11 «piccoli ambasciatori di pace»

Giungeranno anche quest’anno in alcuni paesi della Valle Sabbia i bambini Saharawi, per svolgere visite specialistiche e trattamenti sanitari e trovare un po’ di sollievo dalle torride temperature del deserto

01/07/2018

Il Mavs nella rete museale lombarda

Anche il Museo archeologico della Valle Sabbia di Gavardo sarà visitabile gratuitamente con l’abbonamento regionale (1)

Eventi

<<Luglio 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia