Skin ADV
Martedì 28 Gennaio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Cigno al porticciolo di Desenzano

Cigno al porticciolo di Desenzano

di Gianfranco Fenoli



27.01.2020 Bagolino

27.01.2020 Vobarno Sabbio Chiese Bagolino Gavardo Valsabbia Muscoline Provincia

26.01.2020 Gavardo

26.01.2020 Bione Agnosine Valsabbia

27.01.2020 Gavardo

27.01.2020 Bagolino Valsabbia Valtrompia Provincia

28.01.2020 Bagolino

26.01.2020 Bagolino

27.01.2020 Sabbio Chiese

26.01.2020 Gavardo






19 Giugno 2017, 08.48
Gavardo
Inaugurazioni

Colonia di monte Magno, una storia che riprende

di Cesare Fumana
La comunità di Sopraponte si è ritrovata ieri sul monte Magno per l’inaugurazione dei lavori di restauro della Casa Beata Vergine di Fatima

“Oggi si riprende la storia della Colonia, come luogo di accoglienza e fraternità”. Sono queste le parole usate ieri da mons. Cesare Polvara, provicario generale della diocesi, all’inaugurazione dei lavori di ristrutturazione della Casa Beata Vergine di Fatima, sul Monte Magno, a Sopraponte di Gavardo.

Con il monsignore gavardese, a celebrare la Messa c’erano l’amministratore parrocchiale di Sopraponte, don Angelo Nolli, e suo fratello mons. Armando Nolli, entrambi soprapontini e tutti con un ricordo diretto di quando il compianto don Antonio Andreassi negli anni Cinquanta, costruì con i volontari la Colonia.

“Ricordo quando da bambini venivamo fin quassù con la Jeep rossa di don Antonio – ha ricordato mons. Polvara – e i tuffi nella piscina”.

Ora, con risorse della Parrocchia di Sopraponte, e grazie anche al lavoro di tanti altri volontari l’ampia struttura è stata sistemata, messa a norma, rifatti gli impianti, per renderla nuovamente fruibile sia per le attività parrocchiali, ma che sarà messa a disposizione anche di altri gruppi (scout, oratori, associazioni, ecc.) che ne facessero richiesta.

Al termine della celebrazione, con l’accompagnamento del corpo bandistico di Sopraponte e alla presenza dei rappresentati comunali, è stata prima intitolata la chiesetta ai tre Pastorelli di Fatima, poi è stata scoperta una targa in ricordo della ristrutturazione con una dedica all’indimenticato don Antonio. Infine il taglio del nastro per sancire il nuovo inizio di questa bella struttura immersa nel verde.

Di seguito l’intervista a don Angelo Nolli, realizzata dalle telecamere di Armando Ponchiardi.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID72365 - 20/06/2017 10:01:54 (turk182) due pesi
che strano, i gavardesi spendono 1.350.000 euro per sistemare il teatro di Sopraponte che sarà usato per far suonare la banda 2 volte all'anno e i volontari soprapontini sistemano la colonia senza chiedere soldi a nessuno. Magari si sarebbe potuto fare il contrario con il doppio risultato di risparmiare i soldi dei gavardesi e mettere a norma una struttura che davvero potrebbere essere usata da tutti come la Colonia e lasciare il teatro alla "buona volonta'" al portafoglio "dei chei sei suarpont".


ID72384 - 22/06/2017 12:02:55 (Blink1820) Blink182
ci sarebbero alcune precisazioni......tra le tante....il fatto che il teatro è stato utilizzato proprio Pro Colonia la sera prima dell' inaugurazione....l' altra, che il teatro era voluto dalla maggior parte dei soprapontini (visto come sono andate le elezioni.....) Questo non c'entra nulla con la ristrutturazione della Colonia, opera GIUSTA e ben fatta.


ID72386 - 22/06/2017 16:20:20 (turk182) sarà
Il Teatro l'avranno voluto tutti i soprapontini (cosa che non mi risulta) e comunque l'hanno PAGATO TUTTI I GAVARDESI, non dimenticatevelo, cari soprapontini.a proposito,tutto a posto con agibilità e permessi vari?gia' è stato inaugurato con permesso "temporaneo" solo per dare l'ultimo palcoscenico al Sindaco condannato e sospeso (mi risulta che anche in qual caso, molti soprapontini non abbiano gradito l'uso della memoria di Don Andreassi in questo modo)..ma magari mi sbaglio anche questa volta. Per la colonia concordo, opera buona e giusta e meritevole è stato l'impegno dei volontari, tutti e senza distinzione.


ID72387 - 22/06/2017 16:29:31 (Blink1820)
ciò che è fatto è fatto....il succo è che a Sopraponte (e quindi Gavardo...)in questi anni è stato fatto qualcosa, ed è stato fatto per tutta la comunità. Opere che godrà tutta la popolazione. Poi se si vuol fare sempre polemica e lamentarsi sempre di tutto...ognuno è libero di pensare quello che vuole. E' sempre più facile criticare che fare. In un momento storico di crisi mondiale....qualcosa di buono è stato fatto.


ID72390 - 22/06/2017 23:25:47 (turk182) libertà
per fortuna esiste la liberta' di pensarla come si vuole, lei in un modo, io in un altro.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/06/2017 09:26:00
Nuova vita per la ex Colonia di Monte Magno Tre giorni di festa a Sopraponte di Gavardo per l’inaugurazione della ristrutturazione della Casa Beata Vergine di Fatima, nel ricordo dell’indimenticato don Antonio Andreassi

04/07/2019 09:47:00
Il 25° del gruppo volontari della Colonia Sarà celebrato venerdì presso la Colonia di Monte Magno il 25° del sodalizio che si occupa della gestione ordinaria e straordinaria della Casa Beata Vergine di Fatima della parrocchia di Sopraponte

24/06/2017 07:00:00
Concerto d'estate della banda di Sopraponte Questo sabato sera, presso il teatro di Sopraponte, sarà di scena il Corpo Bandistico “Nestore Baronchelli” che dedicherà il proprio concerto estivo alla parrocchia, in l’occasione dell’inaugurazione della ristrutturata colonia “Beata Vergine di Fatima” in Monte Magno.

20/11/2018 09:00:00
Bondone e la sua chiesa Dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria, è situata sulla balconata a sud del paese, affacciata sul lago d’Idro 

25/02/2017 09:43:00
«Colpo di scena: inaugurabile, ma inagibile!» Come mai, dopo l’inaugurazione, il teatro di Sopraponte non è stato ancora utilizzato e per alcuni eventi del comune è stato usato il teatro parrocchiale di Gavardo? Sulla questione chiedono lumi le consigliere di Gavardo Rinasce



Altre da Gavardo
28/01/2020

Il 75° anniversario del bombardamento

Davvero emozionante la ricostruzione virtuale del centro storico di Gavardo proposta ieri sera da Andrea Pasini e Nicola Ghidinelli. Questa sera la presentazione del nuovo libro di Marcello Zane e domani la commemorazione ufficiale

28/01/2020

Anna Vertua non ce l'ha fatta

È deceduta ieri – lunedì - in ospedale l’85enne rimasta gravemente ferita nel frontale di sabato scorso sulla 45bis. Originaria di Mompiano, la donna abitava da qualche anno a Soprazocco di Gavardo


27/01/2020

Comuni sotto infrazione

Ci sono anche alcuni Comuni valsabbini e limitrofi a rischio multe per infrazioni relative alla rete idrica, dei quali uno messo in mora e 7 per cui sono state aperte le procedure per il ricorso


27/01/2020

Il centro storico prima del bombardamento

Nell’ambito dei “Giorni della Memoria”, questo lunedì sera a Gavardo la presentazione di un progetto realizzato da due ingegneri gavardesi com’era il nucleo storico di Gavardo prima della devastazione delle bombe

26/01/2020

Sembra ieri

Sfoglio l’album di foto di famiglia. Sembra ieri che ero bambino, e il tempo sembrava eterno. Le foto in bianco e nero restituiscono i ricordi, che giungono al cuore con la dolcezza e la malinconia dei fiocchi di neve…

26/01/2020

Gavardo casa mia...

Gocce di storia e un percorso trekking ad anello con partenza da Gavardo, terra di mezzo, ricca di grande storia, chiamata fin dal medioevo la porta della Valle Sabbia

25/01/2020

Documento falso, due anni a Vezzola

Nuova condanna in primo grado per l’ex sindaco di Gavardo legata alla vicenda della carta carburanti di quando era a capo dell’area finanziaria del comune di Soiano del lago

25/01/2020

Danza e teatro per fare memoria

Sono già sold out le due date dello spettacolo ideato appositamente per questa Giornata della Memoria in cartellone sabato e domenica al teatro Salone Pio XI di Gavardo
• VIDEO


25/01/2020

FeliceMente... fotografando

Sono stati premiati nei locali della biblioteca di Gavardo i quattro vincitori del contest fotografico legato alla programmazione di @FeliceMente2019

24/01/2020

Al via il Cineforum Cai

Questo venerdì sera la prima serata della rassegna ideata dal Cai di Gavardo con il film “Road 47”, appuntamento nell’ambito dei Giorni della Memoria



 
Eventi

<<Gennaio 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia