Skin ADV
Giovedì 17 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Su e giù per la Val Gardena

Su e giù per la Val Gardena

di Nicola Zanetti



17.01.2019 Gavardo Villanuova s/C Muscoline

16.01.2019 Gavardo

15.01.2019 Idro Bione Mura Roè Volciano Valsabbia

16.01.2019 Valtenesi

15.01.2019 Vobarno

15.01.2019 Vestone Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2019 Salò Garda

16.01.2019 Gavardo

16.01.2019 Vobarno

16.01.2019






01 Agosto 2018, 08.20
Gavardo
Trekking

Ad un passo dal cielo

di Ceci
Proprio una bella avventura il "Trekking delle famiglie" organizzato dalla sottosezione del Cai di Gavardo a San Martino di Castrozza dal 6 al 13 luglio

«Lassù sulle montaagneee, fra booschi, e valli d'ooor..».
Così recita una bella canzone che si canta quando in un rifugio ci si riposa dalla faticosa risalita tra prati, sentieri, qualche pietra d'inciampo e la vista meravigliosa di qualche laghetto.
Magari ti ritrovi che uno della compagnia ha con sé l'armonica a bocca e di colpo parte un bel coro, tanto che alcuni ragazzi arrivati fin lassù dal fondovalle si girano di scatto e pieni di stupore ti applaudono.

Segno che l'atmosfera della montagna, della baita, del pascolo tutto intorno, a noi settantenni fa ritornare i ricordi ma a loro fa scoprire un altro modo di gioire, del trovarsi insieme.
Certo le giornate, così come sono state programmate, sembrano fatte apposta per una botta di ricostituente al fisico ma anche allo spirito.

Lasciate a casa le preoccupazioni di tutti i giorni
(come per magia sembrano essersi svanite nel nulla) eccoci immersi nel relax assoluto.

Primo la colazione a buffet: sembra che tu debba fare il pieno di carburante. 
La conta di quanto hai ingurgitato, di cosa hai introdotto: non si sa… A mezzodì come sarà? Meglio portarci avanti!

Poi l'appuntamento fuori dall'hotel per la partenza: alcuni per la serie A con le super camminate, poi la serie B le cui mete sono alla portata dei più.
Alcuni sono provvisti di cartina dei sentieri da affrontare, per cui, bastoncini alla mano, zaino in spalla... si parte.

Su, su, sempre più in su fino allo stupendo paesaggio dei rifugi, delle malghe (dove ci trovi anche il cane di Belle e Sebastien e i tanti giovani innamorati della montagna e dediti all'alpeggio) immerse nell'anfiteatro delle Dolomiti, patrimonio dell'UNESCO.
In una escursione guidata ci viene spiegato il perché di questo riconoscimento, oltre che le delucidazioni sulla flora e sulla fauna del  luogo.

Il pranzo al rifugio, (a parte alcuni che non rinunciano ad un buon primo o secondo con polenta) per la maggior parte di noi consiste in una fetta di strudel, oppure lo yogurt con i frutti di bosco o i favolosi strauben (frittelle tirolesi), un frutto, un caffè, vista anche la sostanziosa colazione fatta e la previsione della cena di benvenuto, piuttosto che la cena tipica.

Poi il rientro e sulla via del ritorno c'è lo spazio per fissare gli appuntamenti del pomeriggio all'arrivo in hotel.
Mentre quasi tutti i maschietti si godono il letto, le femminucce si ritrovano al reparto wellnes (piscina, sauna ecc.) e lì danno il meglio di loro.
Siccome dalla piscina al bagno turco, passando per la sauna e l'idromassaggio lì è tutta zona del silenzio, pensano bene di dar libero sfogo agli “speteguless”, tanto da farsi riprendere, come scolarette in ricreazione, dalle addette di turno nel reparto.

Il top però è all'angolo delle tisane
: le proviamo tutte o quasi, fredde calde corroboranti e rilassanti, digestive e tonificanti, giusto per consigliare chi verrà dopo di noi.
La cena come detto non ha bisogno di particolari sottolineature tranne che finisce sempre un po' tardi, per cui passi direttamente, il più delle volte, al riposo notturno, a volte preceduto da una piccola uscita in paese, giusto per non andare a letto con la cena sullo stomaco.

Una nota degna di segnalazione l'hanno  avuta le passeggiate nei boschi.
Indimenticabile quella immersa nella “foresta dei violini” di Paneveggio (con il ponte tibetano, le cascatele, gli abeti che danno il legname per la costruzione degli strumenti musicali) e le passeggiate che ti portano alle malghe in sentieri non troppo impegnativi.

Non dovendo spendere fiato in eccesso
hai voglia di raccontarti con chi al momento ti affianca, alla persona che in quel momento ti è vicino.
Le manifesti i tuoi sentimenti, le tue impressioni su questo o quell'avvenimento, su particolari situazioni e -perché no- sciogliere anche qualche nodo,  sentendoti libero di farlo con persone che capisci essere in sintonia con i tuoi pensieri.

Voglio concludere con una frase detta da uno del gruppo che abbiamo condiviso un po' tutti: “Chissà perché qui in montagna si trova gente contenta, gentile, raramente trovi persone arrabbiate, ci si saluta tutti, al contrario di quanto succede giù al paesello....sarà perché la nostra testa riceve più ossigeno?" 
Mah!!!! ..chissà.......

by  ceci

P.S.- Io e mio marito è la quarta volta che partecipiamo a questa proposta del CAI di Gavardo e, forse l'avrete già capito....abbiamo cambiato luoghi e valli ma la compagnia è sempre più OK!

Nell’ultima foto il cane della Malga Civertaghe.








 

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/09/2018 10:14:00
A passo d'asino Questo sabato, 15 settembre, un'esperienza di trekking outdoor adatta a tutta la famiglia targata AttivAree - Valli Resilienti. Prenotazione obbligatoria entro il 12 settembre 

23/12/2015 09:53:00
Capodanno delle famiglie Non avete ancora pensato dove trascorrere i festeggiamenti per l’ultima notte dell’anno? Una proposta giunge da Gavardo dove per il terzo anno consecutivo al Palazzetto delle sport andrà in scena “Il Capodanno delle famiglie”

30/10/2018 15:36:00
La Compagnia dell'Adamello colpisce ancora Una bella impresa quella compiuta la scorsa estate da tre giovani di Gavardo, che hanno affrontato un meraviglioso trekking verso il Palon de la Mare 

03/12/2014 10:23:00
Famiglie riunite per il Capodanno gavardese Tutto è pronto per la seconda edizione di Capodanno delle Famiglie, che lo scorso anno ha coinvolto più di trecento persone

31/08/2007 00:00:00
Trekking al monte Magno Domenica 2 settembre trekking da Villanuova al monte Magno. Con ngli accompagnatori di media montagna alla scoperta dei segni della storia e delle meraviglie della geologia.



Altre da Gavardo
17/01/2019

Un piccolo ricordo di un grande uomo

Un omaggio a don Lionello Cadei, molto amato dalle comunità valsabbine e dell'Alto Garda, venuto a mancare ieri pomeriggio  

17/01/2019

Valsabbini a Norcia

La Sovrintendenza ha autorizzato l’iter di realizzazione del nuovo e definitivo monastero benedettino, e anche in quest’occasione i volontari gavardesi sono pronti a portare il loro aiuto per la ricostruzione 

17/01/2019

Don Lionello ci ha lasciati

Saranno celebrati questo venerdì a Gavardo i funerali del sacerdote che ha prestato servizio nelle parrocchie della Valsabbia e dell’Alto Garda (1)

17/01/2019

Caccia all'uomo

Proseguono le ricerche del 45 enne di Villanuova scomparso insieme al suo rapitore, un marocchino di 36 anni, nei boschi di Prandaglio. Motivi passionali alla base del folle gesto (2)

16/01/2019

Sotto sequestro

Un italiano di 45 anni è stato sequestrato nella zona di Gavardo da uno straniero armato. Sono in corso le ricerche

16/01/2019

Floriano Massardi commissario della Lega

Nominato dal segretario provinciale Bertagna, Massardi assume la guida dei leghisti gavardesi dopo la decadenza del precedente direttivo  (1)

16/01/2019

La Missione Popolare fa tappa a Sopraponte

Sarà la comunità parrocchiale di San Lorenzo ad accogliere da questo mercoledì i padri Oblati di Maria Immacolata in vista dell’avvio dell’Unità pastorale

14/01/2019

«No al depuratore», al via la raccolta firme

In vista del tavolo tecnico in Regione, il comitato Gaia Gavardo ha dato inizio a una raccolta firme fra la popolazione per esprimere la contrarietà all’ipotesi del nuovo depuratore del Garda fra Gavardo e Muscoline (5)

12/01/2019

Le 90 primavere di Tullio

Tantissimi auguri a Bortolo Savoldi di Villanuova che proprio oggi, sabato 12 gennaio, compie 90 anni

09/01/2019

Domeniche al Museo

Questa domenica – 13 gennaio – il Museo archeologico della Valle Sabbia di Gavardo inaugura le sue aperture domenicali, in programma una volta al mese fino a giugno 



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia