Skin ADV
Martedì 26 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Celeste primavera

Celeste primavera

di Gianfranco Fenoli



25.03.2019 Bagolino

25.03.2019 Prevalle Provincia

25.03.2019 Capovalle Valsabbia

24.03.2019

25.03.2019 Gavardo

25.03.2019 Salò

24.03.2019 Bione

25.03.2019 Sabbio Chiese

25.03.2019 Vallio Terme

24.03.2019 Villanuova s/C






21 Febbraio 2018, 07.11
Gavardo
Ambiente

«Con la polvere sotto il tappeto»

di Raffaele Forgione
Ad un anno dalla Conferenza di Servizi che ha stabilito un dettagliato cronoprogramma di interventi all’interno delle Fonderie Mora, Legambiente lamenta un sostanziale nulla di fatto. Attesa per il Consiglio comunale gavardese

Ed ecco la nota diffusa da Legambiente per firma del presidente del Circolo Brescia Est Raffaele Forgione.
Siamo nuovamente a scrivere, nostro malgrado, relativamente all’inquinamento causato dall’attività della Ditta Fonderia Mora Spa sita in Gavardo.
-----------------------------------------

E’ trascorso ormai quasi un anno dalla Conferenza di Servizi svolta presso la Provincia di Brescia, nella quale era stato stabilito un preciso e dettagliato cronoprogramma d’interventi da effettuarsi per mitigare la pesante situazione in cui ci si ritrova a vivere e lavorare nelle vicinanze della Fonderie, cronoprogramma diventato prescrittivo, cioè obbligatorio, a seguito del rilascio dell’AIA dopo la pausa estiva.

Dato il persistere dei fumi visibili ad ogni ora di giorno e di notte, delle emissioni odorigene, delle polveri nere che si depositano ancora in quantità notevole e del rumore che è stato certificato da ARPA essere superiore a quanto previsto, anche dalle norme comunali, nel novembre 2017, noi di Legambiente abbiamo richiesto ad ARPA un’ ispezione urgente per valutare lo stato effettivo dei lavori di adeguamento dell’impianto così come prescritti in AIA, ispezione che venne effettuata a fine dicembre ma della quale non si conoscono ancora le risultanze.
Comunque, ad oggi la situazione, in base alla percezione esterna da parte dei cittadini e Aziende circostanti non sembra aver subito miglioramenti.

Le analisi effettuate da ARPA hanno confermato, in modo incontrovertibile, che la fonte delle polveri nere depositate sulle Aziende e abitazioni circostanti proviene dall’ attività svolta da Fonderia.
ARPA però ha svolto la sua ricerca solo per capirne la provenienza, ma non risulta sia stata condotta un’analisi approfondita che ne caratterizzasse tutto il contenuto e la sua eventuale pericolosità per la salute, come invece avevano espressamente chiesto in modo inequivocabile cittadini e comitato GAIA.

Inoltre, la risposta giunta da ATS alle domande di chiarimenti inoltrate da GAIA a questo proposito appare, eufemisticamente parlando, semplificatoria e non esaustiva, ai limiti dello sberleffo.
Infatti l’analisi ha considerato solo un campione minimo, parziale, ovvero solo i campioni presenti a terra, per loro natura i più grandi e pesanti mentre quelli più fini, dispersi nell’aria non sono stati oggetto d’indagine.

Si tratta quindi di particelle troppo grosse per essere inalate, e non vengono considerate tutte quelle presenti, anche di minore dimensione, che vanno a depositarsi ben oltre i 400 metri delle zone campionate.
Perché ARPA non ha analizzato quelle prelevate all’interno dell’azienda, alla fuoriuscita dal filtro, (guarda caso danneggiato proprio in quel periodo….) per essere sicura che non fossero contaminate da fattori esterni?

Di fronte alle troppe domande rimaste prive di risposta e alla risposte non chiare e esaurienti i cittadini si sentono sempre più soli e, per usare una metafora, con la sensazione che la polvere sia tenuta sempre e solo sotto il tappeto .

In data 21 febbraio 2018 si terrà il Consiglio Comunale del comune di Gavardo.
In questa sede si richiederà all’amministrazione comunale di dare risposta ad un’ interpellanza posta dalle minoranze relativamente a questa vicenda.
Tante sono le domande che vengono poste e ci auguriamo che, almeno in questa occasione, non ci sia un atteggiamento pilatesco da parte di chi ha il dovere di dare risposte e proporre soluzioni.

L’ Ass.re all’ambiente ha affermato in più interventi pubblici, di aver fatto tutto quanto sia in suo potere per risolvere questa situazione. Alla luce dei fatti sul suo operato noi abbiamo delle grosse riserve.
A noi pare veramente incomprensibile come l’Assessore possa ritenere l’azienda “un esempio di collaborazione”.

Come noto, la Fonderia è già stata diffidata in tre occasioni dalla Provincia, ha ricevuto un diniego al rilascio dell’AIA e Legambiente ha presentato un esposto in procura relativamente a questa situazione e a breve chiederemo un incontro con chi sta gestendo il nostro esposto.

Noi rimaniamo a fianco dei cittadini e dei comitati locali che si adoperano per risolvere la questione e che NON HANNO MAI CHIESTO LA CHIUSURA DELLA FONDERIA ma che essa operi rispettando le norme che ne regolamentano l’attività.
Non è chiedere la luna, è chiedere semplicemente l’ovvio.

Molti a nostro avviso sono i problemi che attendono ancora da parte di tutte le istituzioni, un’ adeguata e concreta risposta a tutela dell’ interesse dei cittadini e della collettività.

Non mancheremo di richiamare ognuno alle proprie responsabilità, anche attraverso l’azione costante di denuncia di quanto osserviamo.







 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75278 - 21/02/2018 13:17:26 (turk182) chiaro
Questa lettera rimette le cose nel loro giusto ordine. Era fin troppo palese il tentativo di portare la questione ad uno scontro personale per far passare in secondo piano chi ha davvero grosse responsabilità in questa vicenda. prendersela con un comitato di cittadini accusandoli di aver "sollevato un polverone" la dice lunga sull'atteggiamento di chi dovrebbe essere super partes e invece sembra proprio fare fatica a rendersi conto del ruolo che ricopre. Ha fatto bene Legambiente a riportare ordine delle cose e a sollevare il tappeto...


ID75282 - 22/02/2018 09:39:02 (turk182) DICOTOMIA
Non capisco, sentendo il consiglio comunale sembra che sulla questione il comune non possa fare praticamente niente se non il passacarte, leggendo le dichiarazioni dell'assessora riportate dalla stampa sembra invece che abbia fatto tutto lei. Delle due, l'una. Di certo rimane solo il lavoro fatto dai comitati e dai cittadini. chissà cosa avrebbero potuto fare con il supporto dei loro amministratori locali.


ID75284 - 22/02/2018 17:23:04 (Dioniso) Lavoro e salute
Ho sempre trovato particolarmente ricca di spunti e di riflessioni la Sentenza della Corte Costituzionale n. 85 del 2013 sul caso Ilva di Taranto. In particolare il punto 9) della seconda parte, dove la Suprema Corte illustra il corretto bilanciamento tra i diversi diritti fondamentali tutelati dalla Costituzione, in particolare il diritto alla salute (Art. 32) e al lavoro (Art. 4), e ricorda che non vi è una prevalenza di uno sugli altri. Rilevo, e mi pare un dato di fatto, che con riguardo alle Fonderie, si discute di un diritto solamente, mentre compito delle Istituzioni è il loro bilanciamento, come la Corte spiega magistralmente.


ID75293 - 23/02/2018 09:53:50 (turk182) ti pareva
Paragonare la questione ILVA (sito di interesse nazionale) alla questione Fonderia è l'ennesimo tentativo di sviare l'attenzione.Comunque Dioniso ha ragione su una cosa e su questo può fare molto, inviti il suo assessore all'ambiente ad essere super partes perchè sembra proprio non esserlo.Ps invece di citare una sentenza forse Dioniso dovrebbe citare la Costituzione su cui ha giurato, art. 32 "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti."


ID75294 - 23/02/2018 10:05:09 (ariatredici) Dionisio
E' inutile cercare di girare la frittata!!! Qui nessuno parla, né ha mai parlato di far chiudere l' azienda!!! Si chiede SOLO il rispetto delle regole per un minimo di salvaguardia della salute e della vita di tutti!! Ma lei le hai viste le foto??? Si è documentato?? Siamo nel 2018!! Abbiamo fatto molte conquiste tecnologiche su tutti i fronti!! I sistemi di filtraggio adeguati ci sono !!!Allora usiamoli!! Anche nella gestione della nostra personale famiglia siamo chiamati ad avere comportamenti che tutelano la vita di tutti!


ID75295 - 23/02/2018 10:11:32 (ariatredici)
Se noi tutti non ci decidiamo a mettere davanti al denaro il rispetto della creazione e della vita continueremo a piangere !! Ci lamentiamo dei tumori!! Bambini ammalati di tumore!! All' ilva com'è la situazione ???? Lavorare nel rispetto della salute si può!! Molti imprenditori lo fanno con impegno , sacrificio e risorse personali! !! Questi sono gli esempi



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/03/2015 07:00:00
Gaia, la Provincia e le Fonderie Mora Il Comitato Gaia, Legambiente ed un gruppo di cittadini interessati, hanno avuto modo di incontrare l'Amministrazione provinciale per esporre le preoccupazioni che riguardano il sito produttivo gavardese delle Fonderie Mora


04/09/2015 16:25:00
Legambiente? No grazie Legambiente chiede in municipio una copia della relazione ispettiva dell'Arpa alle Fonderie Mora. L'azienda nega il suo consenso all'accesso agli atti amministrativi che la riguardano. Il Comune di Gavardo si adegua


13/03/2018 07:59:00
Analisi Arpa su Fonderie Mora, la replica «Gli argomenti avanzati dall’Ats sono del tutto superficiali, fuorvianti e contraddittori» così nei giorni scorsi Legambiente, Medicina Democratica e Gaia

18/06/2015 07:14:00
Accesso agli atti In merito all'ordinanza di sospensione dei lavori per dotare le Fonderie Mora di adeguati filtri di depurazione, interviene il comitato Gaia


02/02/2016 13:49:00
Fonderie Mora, la Provincia detta i tempi Gavardo Ambiente Informazione Attiva (Gaia), rende nota in sintesi la presa di posizione da parte della Provincia di Brescia, in merito ai continui rinvii all'adeguamento degli impianti da parte dell'azienda Gavardese, che sono la sua storia più recente




Altre da Gavardo
25/03/2019

«Gavardesi per un paese migliore» si presenta

In vista della prossima tornata amministrativa, scende in campo una nuova lista civica per «ricreare quel senso di appartenenza ad una comunità, quel senso di rispetto delle persone, quel senso di rispetto del territorio e delle regole che a Gavardo, se non perduti, sembrano molto affievoliti» (3)

23/03/2019

Raccolta viveri pro Caritas

Questo fine settimana, sabato 23 e domenica 24 marzo, l’oratorio San Filippo Neri e la Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo di Gavardo attivano una campagna di raccolta alimentare

23/03/2019

I miracoli della Vergine dei Terni

Domenica sera, in occasione della Missione Popolare, nella chiesa di Santa Lucia a Sopraponte di Gavardo, viene riproposta la rappresentazione teatrale del gruppo “Teatro Bambino” di Sopraponte


 

22/03/2019

Rinnovo dell'adesione all'Anpi

La sezione Anpi Bassa Valle Sabbia, questa domenica 24 marzo, sarà presente in piazza De Medici a Gavardo per il tesseramento 2019

22/03/2019

Un premio prestigioso al Punto Sposi di Gisella Oliva

Anche quest’anno, le oltre 55.000 aziende di Matrimonio.com si sono contese i premi Wedding Awards concessi ai migliori professionisti del settore nuziale. Al negozio gavardese è andato il primo premio nella categoria "Sposa e accessori"


21/03/2019

A mediare sarà la Regione

Non ha un ruolo specifico in materia, ma sarà Regione Lombardia a mettere tutti gli attori attorno a un tavolo per analizzare nei particolari una soluzione possibile alla depurazione del Garda. L'ha dichiarato l'assessore Foroni
(2)

21/03/2019

Fermo in mezzo alla strada

Ha creato non pochi problemi al traffico il “bilico” che si è piantato senza più riuscire a muoversi in mezzo alla corsia per Brescia sulla 45Bis, a Gavardo

19/03/2019

Ritardi nell'adeguamento, AIA sospesa alle Fonderie Mora

Il settore Ambiente della Provincia aveva già diffidato la società gavardese perché sistemasse un impianto di abbattimento fumi. Con questo provvedimento l’intero reparto si deve fermare (3)

18/03/2019

Il «no» al doppio depuratore è corale

L’incontro pubblico indetto sabato scorso dal “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il lago d’Idro” ha raccolto gli interventi di numerosi amministratori locali e rappresentanti delle associazioni ambientaliste. Organizzate le prossime tappe della protesta. VIDEO
(1)

17/03/2019

Mezzo secolo d'impresa

La Termoidraulica Filippini di Gavardo compie cinquant’anni: attenti passaggi generazionali e innovazione continua i veri segreti aziendali

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia