Skin ADV
Giovedì 24 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Sguardo verso l'alto

Sguardo verso l'alto

di Valentina Marchi



23.01.2019 Bagolino

23.01.2019

23.01.2019 Val del Chiese

23.01.2019 Valsabbia Valtenesi

23.01.2019 Bione

22.01.2019 Barghe

23.01.2019 Barghe

22.01.2019 Storo

23.01.2019 Bagolino

23.01.2019 Garda Valtenesi






14 Settembre 2018, 07.10
Gavardo
Protesta

«Basterebbe spostare indietro il semaforo»

di Cesare Fumana
Commercianti e cittadini di Sopraponte sul piede di guerra contro il Comune di Gavardo con l’avvio di una raccolta firme per ripristinare il senso unico alternato regolato dal semaforo della strettoia di via Vrenda. C'è anche un suggerimento alternativo

La modifica della viabilità i
ntrodotta del Comune di Gavardo per la stretta di via Vrenda a Sopraponte non piace né ai cittadini né ai commercianti della frazione.

La strettoia dopo il ponte sul Vrenda a salire verso la parrocchiale di San Lorenzo, con passaggio a senso unico alternato regolato da semaforo, da due settimane è transitabile solo a senso unico, in salita. Di conseguenza, tutti i mezzi provenienti dalla parte alta della frazione (dalle località di Quarena, Casalicolo e Monte Magno) sono costretti a deviare sulla Sp 56 (la Gavardo – Vallio Terme) per raggiungere il capoluogo, non passando più per la parte bassa della frazione.

Questa modifica della viabilità è stata adottata su consiglio della Locale per consentire all’Ufficio tecnico del Comune di porre in sicurezza il ponte sul torrente Vrenda.
Togliendo il semaforo, inoltre, si evita che le auto si fermino in colonna sul ponte.

Questa soluzione non piace
per nulla ai commercianti di Sopraponte e nemmeno a molti cittadini, costretti ad allungare il tragitto per raggiungere Gavardo.

«Da quando hanno introdotto questa modifica alla viabilità – ci dice Marco Colla, titolare di un bar tabacchi in piazza Santa Lucia, che si fa portavoce dei commercianti di Sopraponte –, abbiamo notato un notevole calo della clientela e del nostro lavoro.
Per questo da stamattina (ieri n.d.r.) abbiamo iniziato una raccolta firme presso gli esercizi commerciali di Sopraponte per far ripristinare il senso unico alternato».

«Capiamo le ragioni di sicurezza - prosegue Colla -, ma per evitare che le auto stazionino sul ponte quando il semaforo è rosso, basterebbe sportarlo prima del ponte».

«Abbiamo sentito il responsabile dell’Ufficio tecnico: ci ha detto che questo provvedimento è temporaneo, finché saranno eseguite le verifiche sul ponte.
Ma non vorremmo che il senso unico rimanesse per sempre, visto che girano voci in tal senso».

Per questo i commercianti stanno chiamando a raccolta i concittadini soprapontini per suffragare la loro richiesta al Comune con un consistente appoggio della popolazione.








 

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/10/2018 07:00:00
Ponte chiuso per prove di carico Nella mattinata di questo giovedì si effettueranno alcune verifiche tecniche sul ponte sul torrente Vrenda a Sopraponte. Intanto sono state consegnate in municipio le firme di protesta raccolte

20/09/2018 09:30:00
A tutela dell'incolumità, in attesa delle verifiche Con una nota il Commissario Prefettizio di Gavardo, dott.ssa Anna Pavone, precisa le ragioni dell'istituzione del senso unico alla strettoia di Sopraponte

14/09/2018 09:46:00
«Oppure portarlo più avanti» Il comandante della Locale gavardese, Luca Quinzani, ci spiega che non è stata una scelta suggerita dal suo Comando quella di istituire il senso unico a Sopraponte

02/10/2009 11:00:00
Via Romana buia, parte la protesta La ciclabile fra Villanuova e Gavardo è senza illuminazione da un mese. Una nuova raccolta di firme dopo il caso Co.Me.Tra.

01/11/2018 09:12:00
Ponte sicuro, ripristinato il doppio senso di marcia Da ieri il passaggio dalla strettoia di Sopraponte è di nuovo regolato dal semaforo, dopo che le prove di carico hanno confermato la stabilità del ponte sul Vrenda



Altre da Gavardo
24/01/2019

Un anno con il Cai

Anche per il 2019 la sezione gavardese del Club Alpino Italiano ha in serbo un ricco calendario di escursioni, trekking e attività, tra cui anche un cineforum a partire da domani, venerdì 25 gennaio 

24/01/2019

Giochi «inclusivi» al parco Baden Powell

Completato il restyling dell’area verde di via Baronchelli a Gavardo con nuovo giochi per i più piccoli, finanziato da un contributo regionale

22/01/2019

Raccolta firme contro il depuratore

L'appello di un lettore per firmare contro il progetto di costruire il maxidepuratore del Garda a Gavardo (1)

22/01/2019

Abitare bene il condominio, nuovo welfare di prossimità

Sarà avviato presso due condomini di edilizia residenziale pubblica di Prevalle e Gavardo un progetto sperimentale per superare situazioni di disagio con la presenza di un custode sociale e percorsi di formazione

20/01/2019

Una famiglia accogliente

Oggi pomeriggio sarò a Bagolino con la “signora Maria”, che reciterà presso la Rsa. Vado sempre volentieri a Bagolino, sia perché è un centro stupendo, pieno di vita e di cultura, sia perché conosco delle belle persone... (1)

19/01/2019

Accecato dalla gelosia

È un movente passionale all’origine del sequestro dell’operaio di Gavardo rimasto in ostaggio di Haida per due giorni, la prima notte sui monti e poi nel sottotetto dell’ex moglie a Peracque di Villanuova (3)

18/01/2019

Depuratore del Garda, la palla passa alla Provincia

Ieri in Regione un primo confronto fra gli amministratori del Garda e del Chiese con la presentazione del progetto dell’Aato. Posizioni ancora distanti. Il confronto proseguirà in Broletto (4)

18/01/2019

«La Memoria», il Tar dà ragione al Commissario

La sezione di Brescia del Tribunale amministrativo regionale non ha accolto il ricorso presentato da alcuni ex componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione “La Memoria” di Gavardo  (5)

17/01/2019

Preso il sequestratore, Mirko è libero

Svolta nelle indagini sul sequestro dell’operaio 45enne di Gavardo, ritrovato vivo. In manette è finito il suo rapitore, il marocchino 37enne che l’ha tenuto prigioniero per quasi due giorni.
Aggiornamento ore 7
(6)

17/01/2019

Un piccolo ricordo di un grande uomo

Un omaggio a don Lionello Cadei, molto amato dalle comunità valsabbine e dell'Alto Garda, venuto a mancare ieri pomeriggio   (1)



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia