Skin ADV
Martedì 16 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




New York by night

New York by night

by Ale & Dan



15.01.2018 Vestone

14.01.2018 Gavardo Valsabbia

15.01.2018 Vobarno Gavardo Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2018 Giudicarie Storo

14.01.2018 Vobarno

15.01.2018 Agnosine Anfo Mura Valsabbia

14.01.2018 Preseglie

15.01.2018 Vestone

14.01.2018 Gavardo Valsabbia

16.01.2018 Gavardo






25 Giugno 2016, 06.37
Gavardo
Ambiente

«Denunciate quelle fonderie»

di val.
In vista della Conferenza dei Servizi sul rinnovo dei permessi alle Fonderie Mora, attesa per il 5 luglio, Legambiente attacca e con una diffida chiede alla Provincia di denunciare l'azienda per il reato, continuato, di emissione di sostanze nocive nell'ambiente

Una procedura di rinnovo "Aia" (autorizzazione integrata ambientale) iniziata alla fine del 2011 e ancora non conclusa.
Prescrizioni in materia ambientale disattese. Realizzazione di un nuovo forno non previsto dalle concessioni.
Ispezioni dell'Arpa che denunciano gravi carenze in ordine al contenimento delle emissioni nocive per la popolazione ed un sindaco (quello di Gavardo) che non risponderebbe in modo esaustivo alle richieste.

L'ultima risposta conosciuta da parte dell'azienda, a chi le chiede conto di sistemazioni sempre rimandate (Provincia - Arpa), sarebbe quella della fine di febbraio di quest'anno, dalla quale, dice Legambeinte, "emerge che gran parte degli interventi auspicati e richiesti sono ancora da eseguire, e che tali interventi avranno esito, a detta della stessa azienda, solo nella seconda metà del 2017, e taluni di essi anche nel 2018".
Un continuo procrastinare che secondo l'associaizone ambientalista non avrebbe motivo di esistere.

Legambiente ha dunque messo tutto nero su bianco e diffidato la Provincia di Brescia, entre deputato al controllo proprio di quelle emissioni continuate, a richiedere all'autorità giudiziaria di indagare le Fonderie Mora di Gavardo per l'ipotesi di reato contemplata nell'articolo 674 del Codice penale, vale a dire l'immissione nell'ambiente di sostaze pericolose.

Fondamentale momento di chiarimento fra le parti, a questo punto, potrebbe essere la Conferenza dei Servizi prevista nell'iter di rinnovo dell'Aia per il prossimo martedì 5 luglio.
In quell'occasione si troveranno faccia a faccia i responsabili delle Fonderie Mora, il sindaco di Gavardo, i tecnici Arpa, il Comitato GAIA e Legambiente.





Invia a un amico Visualizza per la stampa






Commenti:

ID66916 - 25/06/2016 15:21:20 (minkia) Trovo strano che non sia proprio Legambiente a fare la denuncia
invece di diffidare la Provincia a farlo. La denuncia è semplicemente un atto per cui chiunque abbia notizia di un reato perseguibile d'ufficio ne informa il pubblico ministero o un ufficiale di polizia giudiziaria. Se Legambiente è certa del fatto che le Fonderie Mora sono responsabili di aver commesso il reato di cui all'art. 674 C.P., credo che dovrebbe essa stessa a segnalarlo all'autorità giudiziaria.


ID66917 - 25/06/2016 16:06:34 (turk182) accidenti
La diffida è quel che è, un'avviso alla Provincia, ora che ti ho diffidata prova a concedere ancora qualche proroga alle Fonderie e poi vediamo cosa succede, insomma, uomo avvisato mezzo salvato. Certo che se si passasse davvero alle vie legali qualcuno anche in Comune a Gavardo passera' un brutto quarto d'ora visto che anche Legambiente (e non sono quel Comitato pressoche' uninominale pseudo ambientalista privo di ogni credibilita' che sfrutta la serieta' di Legambiente per fare bassa politica gavardese) adesso dice che anche il Sindaco (ps, notate bene, dicono il Sindaco e non l'Amministrazione Comunale) non ha dato risposte esaustive.


ID66919 - 25/06/2016 19:33:45 (astrolabio)
Della serie:" vai avanti che io arrivo dopo.".


ID66942 - 26/06/2016 18:25:25 (Tc) ...
oppure...son tutti fr@ci col cul@ degli altri...


ID66945 - 27/06/2016 08:07:18 (ariatredici)
E' ormai noto che è da molto tempo che i cittadini esasperati chiedono all'azienda di risolvere gli odori altamente irritanti ,di contenere almeno la grande quantità di polvere nera che si deposita ovunque , penetrando anche all' interno delle abitazioni, rumore a soglie elevate e vibrazioni. L' azienda continua a dire che sta facendo e che completera' e farà. Duole davvero ribadire purtroppo però che per i cittadini nulla e' cambiato. Si deve rimanere chiusi nelle proprie abitazioni e continuare a respirare sostanze certamente non salutari. Alle istituzioni , agli enti competenti si chiede come si possa andare avanti senza avere un sistema di filtraggio minimo adeguato e chi risponde del danno che i cittadini subiscono per la loro salute ??? Anni di esposizione non sono tollerabili. E' ora che le istituzioni intervengano a fare quello che e' doveroso e giusto .



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/02/2016 13:49:00
Fonderie Mora, la Provincia detta i tempi Gavardo Ambiente Informazione Attiva (Gaia), rende nota in sintesi la presa di posizione da parte della Provincia di Brescia, in merito ai continui rinvii all'adeguamento degli impianti da parte dell'azienda Gavardese, che sono la sua storia più recente


29/08/2016 09:42:00
«Basta con le dilazioni» Le valutazioni di Arpa e Provincia di Brescia espresse a luglio dopo la Conferenza dei Servizi che ha fatto il punto sul caso delle Fonderie Mora, preoccupano la minoranza "targata" Gavardo in Movimento, che scrive.

04/09/2015 16:25:00
Legambiente? No grazie Legambiente chiede in municipio una copia della relazione ispettiva dell'Arpa alle Fonderie Mora. L'azienda nega il suo consenso all'accesso agli atti amministrativi che la riguardano. Il Comune di Gavardo si adegua


30/01/2017 14:24:00
Fonderie Mora: l'interrogazione del Movimento 5S Nuovo capitolo sul caso dello stabilimento gavardese delle Fonderie Mora, con una interrogazione dei rappresentanti bresciani del M5S rivolta ad Arpa e Provincia di Brescia

07/08/2015 14:03:00
Il sindaco risponde Emanuekle Vezzola, primo cittadino a Gavardo, ci chiede ospitalità per rispondere ad una lettera da noi pubblicata lo scorso 4 agosto e lle sollecitazioni della minoranza sul tema dei disagi provocati dalle Fonderie Mora. Pubblichiamo volentieri




Altre da Gavardo
16/01/2018

«Mi guido di te... istruzioni per l'uso»

È in programma per questo venerdì, 19 gennaio, a Sopraponte un incontro per adolescenti e genitori sul tema del rapporto tra guida, alcool e sostanze stupefacenti

16/01/2018

Frontale sulla 45Bis

Invade l'opposta corsia di marcia e si schianta contro un'auto che attiva dalla parte opposta. Sempre allo stesso modo, sempre lungo la stessa strada. Grave un giovane di Roè Volciano


15/01/2018

Gallerie chiuse per manutenzione

Per lavori di adeguamento agli impianti tecnologici questa settimana le gallerie degli svincoli valsabbini della 45 bis rimarranno chiuse al transito

14/01/2018

Compagni di viaggio

Seconda e ultima parte del racconto del pellegrinaggio a Roma svolto dal gruppo ciclistico dell’Avis di Gavardo nell’agosto del 2000 (1)

14/01/2018

Consegnato il premio

E’ stato consegnato questo sabato nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Gavardo il premio per l’albero più bello di questo Natale. E per l'anno prossimo il concorso si rinnova
(2)

12/01/2018

Ultima occasione per i presepi

Per chi non avesse colto l’occasione durante le feste di ammirare i presepi del Borgo del Quadrel a Gavardo e del Gruppo San Rocco di Paitone c’è la possibilità fino a questo fine settimana

12/01/2018

Ex Grignasco, al via i lavori

Dopo l'approvazione all'unanimità del piano integrato di recupero del comparto, i lavori sono iniziati con la demolizione dell'area del mercato coperto di Villanuova 

12/01/2018

«Lettera a don Milani»

Andrà in scena questa sera, venerdì 12 gennaio, e in replica domenica 14 lo spettacolo che il Teatro Gavardo ha dedicato al grande sacerdote e maestro, scomparso a soli 44 anni. Prima dello spettacolo la presentazione del libretto dell’Avis 

11/01/2018

Tutti insieme, con la banda

Il Corpo Bandistico “Nestore Baronchelli” di Sopraponte ha chiuso domenica scorsa, 7 gennaio, un anno di impegni, festeggiato dalla propria gente (1)

11/01/2018

Raccolta firme

Doppio appuntamento valsabbino per Liberi e Uguali, che deve raccogliere almeno 2mila firme bresciane per poter partecipare alle Regionali, a Gavardo e Vobarno


Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia