Skin ADV
Giovedì 21 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








20.03.2019 Villanuova s/C

20.03.2019 Sabbio Chiese

19.03.2019 Vobarno

19.03.2019 Vobarno

19.03.2019 Vestone

21.03.2019 Gavardo

20.03.2019 Storo

19.03.2019 Gavardo

19.03.2019 Preseglie

19.03.2019 Pertica Bassa Casto Pertica Alta






29 Ottobre 2015, 11.26
Salò Garda
Conferenze

«Il morbo blu», epidemie di colera sul Garda

di Giancarlo Marchesi
Nell’ambito degli Itinerari storici gardesani promossi dall’Asar, questo venerdì pomeriggio Giovanni Pelizzari parlerà dell’epidemia di colera che nel 1836 investì il Bresciano

Il colera, una delle più tenute malattie pandemiche, non solo pochi anni fa aveva pieganto Haiti, ma continua a essere un morbo largamente diffuso in molti altri Paesi in via di sviluppo.

Se ai nostri giorni il colera sparge lutti e desolazione nelle realtà dove la scarsa disponibilità d’acqua pulita rappresenta una questione con la quale misurarsi quotidianamente, nel primo Ottocento il terribile morbo imperversava in Italia. Fra il 1836 e il 1837 mise radici in tutti gli stati regionali dell’epoca: una grande paura si diffuse lungo la penisola, dal Piemonte al Lombardo-Veneto, dal Granducato di Toscana allo Stato Pontificio al Regno delle Due Sicilie.

Nel 1836 l’intero Bresciano e il Garda furono colpiti dal colera: il contagio cominciò a diffondersi nel mese di aprile e infierì per sette lunghi mesi, fino all’autunno. La malattia provocò un elevato numero di vittime: stando a dati raccolti da Willelmo Menis, medico provinciale dell’epoca, furono colpiti dal morbo oltre 20mila individui, mentre i decessi sfiorarono le 10mila unità. Se, come evidenziano queste statistiche, il territorio provinciale pagò un ingente tributo, Brescia venne totalmente sconvolta dal colera, tanto da risultare una delle città del Lombardo-Veneto maggiormente falcidiata dall’epidemia, con oltre 1.600 morti.

Non vi è dubbio che, in periodi diversi, molto è stato scritto intorno all’epidemia di colera che nel 1836 investì la città di Brescia, tuttavia, occorre osservare che la storiografia locale ha lasciato più in ombra le vicende che interessarono il vasto e articolato territorio provinciale.
Ora Giovanni Pelizzari, socio dell’Ateneo di Salò, colma questa lacuna con la conversazione dal titolo «Morbo blu». Le epidemie di colera sul Garda che si terrà  venerdì 30 ottobre,alle 17.30 presso la Sala dei Provveditori di Salò, ultimo appuntamento degli Itinerari storici gardesani, il ciclo di conferenze organizzato dall’équipe archivistica dell’Asar.

Avvalendosi della preziosa documentazione conservata nel ricco archivio storico della comunità del Garda, Pelizzari focalizza la sua attenzione sui paesi del lago. 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/06/2018 08:00:00
Il colera a Brescia nel 1836 Sarà presentato questo giovedì sera nella biblioteca civica di Vestone il libro di Alessandro Bertoli e Alberto Vaglia con un carteggio sull'epidemia di colera che nell'Ottocento sconvolse l'intera Europa e anche Brescia


08/01/2011 12:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Fra il 1836 e il 1837 il colera causò numerosissime vittime. In un libro di Alberto Vaglia le vicissitudini, tenute finora in ombra, di quel che accadde a Bagolino

17/12/2010 07:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Sarà presentato a Bagolino il volume «L'epidemia di colera del 1836 a Bagolino e Ponte Caffaro», scritto da Alberto Vaglia.

10/10/2017 15:20:00
«Il lago di Garda e i Longobardi» Si terrà domani, 11 ottobre, alle 20.30 nella sala dei Provveditori di Salò la conferenza del prof. Gian Pietro Brogiolo organizzata dall’Ateneo di Salò e dall’Asar. In relazione alla mostra di Pavia si parlerà dei Longobardi e della loro presenza sul Garda

21/08/2008 00:00:00
Domenica da Passo Nota a Passo Tremalzo Si terrà domenica 24 agosto la sesta escursione della serie “La memoria della Grande Guerra sull’Alto Garda bresciano” proposta dall’Asar (Associazione Storico-Archeologica della Riviera del Garda) con sede in via Fantoni a Salò.



Altre da Salò
21/03/2019

Il libro incontra la montagna

Questa sera – giovedì 21 marzo – a Salò l’autore Fausto Camerini presenterà il volume “Prealpi gardesane occidentali”, scritto con Roberto Ciri e Ruggero Bontempi

21/03/2019

Nel weekend il 7° Trofeo Vittoria Alata Nuoto

All’importante competizione, che quest’anno ha registrato un record di iscrizioni, parteciperanno nuotatori tesserati con 40 società provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Svizzera, Spagna e Lettonia

20/03/2019

Giuseppe Zanardelli e il Lago di Garda

È il tema della mostra che verrà allestita nel fine settimana, presso il Municipio di Salò, in occasione delle Giornate FAI di Primavera. Esposte, in molti casi per la prima volta, importanti testimonianze storiche 

18/03/2019

Ora e sempre Resistenza

E’ stata ufficializzata sabato scorso all’Osteria Centro sociale “i Pini” di Salò la nascita della “Rete 25aprile… sempre” che mette insieme le forze antifasciste di Garda e di Valle Sabbia
(3)

15/03/2019

Storie e leggende del lago di Garda

L’Ateneo di Salò propone ai bambini dai 7 agli 11 anni un laboratorio teatrale condotto da Manuel Renga, con l’intento di avvicinare i giovanissimi al teatro, ma anche alla lettura e alla cultura in generale 

15/03/2019

Salò e le Comunali

Egregio direttore, le scriviamo questa lettera spinti dalla necessità che i salodiani conoscano cosa succede sopra le loro teste... (2)

14/03/2019

Luca Martini parla dei Centri Antiviolenza

La rete di associazioni femminili che quotidianamente aiuta nel concreto le donne vittime di violenza, raccontata nei libri dell’autore mantovano, sarà al centro dell’incontro in programma questa sera a Salò 

12/03/2019

Speziani stacca il pass per il meeting nazionale

L’atleta del circolo Canottaggio gruppo Volontari del Garda di Salò vince il terzo posto al trofeo Montù di Pusiano e accede alla finale nazionale (1)

11/03/2019

Riconoscimenti al capogruppo di Vallio Terme e a un alpino di Odolo

Un premio alla carriera per Sergio Berardi, da 25 anni alla guida delle Penne nere valliesi, e a Bortolo Gazzaroli per l’attività di solidarietà portata avanti (1)

11/03/2019

Alpini, altruismo e cura dell'ambiente

Nell’annuale assemblea dei delegati, svoltasi domenica a Vesio di Tremosine, il presidente Sergio Poinelli ha presentato il resoconto del suo primo anno alla guida degli Alpini della “Monte Suello”

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia