Skin ADV
Giovedì 17 Ottobre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




15.10.2019 Bagolino Storo

16.10.2019 Lavenone

15.10.2019 Bagolino

15.10.2019 Roè Volciano

16.10.2019 Vobarno

15.10.2019 Vobarno

16.10.2019 Bione Valsabbia Provincia

16.10.2019 Bagolino

16.10.2019 Sabbio Chiese

15.10.2019 Vestone Sabbio Chiese Gavardo Odolo Villanuova s/C Pertica Alta Valsabbia






25 Novembre 2017, 07.23

25 novembre

Contro la violenza sulle donne

di red.
In occasione del 25 novembre, data che l'Onu ha identificato come giornata internazionale a contrasto della violenza contro le donne, Regione Lombardia lancia la propria campagna per promuovere i servizi attivati sul territorio e sensibilizzare l'opinione pubblica

In occasione del 25 novembre, data che l'Onu ha identificato come giornata internazionale a contrasto della violenza contro le donne, Regione Lombardia lancia la propria campagna per promuovere i servizi attivati sul territorio e sensibilizzare líopinione pubblica.
Martedì si è svolto il convegno "Il ruolo delle forze dell'ordine per prevenire e contrastare la violenza contro le donne" e sono stati illustrati dati allarmanti.

La violenza contro le donne rappresenta una delle principali cause di morte delle donne
in tutto il mondo senza distinzione d’età, livello d’istruzione o classe sociale.
In Italia ogni tre giorni viene uccisa una donna per mano del proprio partner attuale o ex.

In Lombardia, tra il 2015 e il 2016 (fonte: Rapporto annuale Osservatorio regionale antiviolenza 2016) 9.561 donne, passando da 4.317 nel 2015 a 5.244 nel 2016 donne si sono rivolte a un centro o a un servizio antiviolenza.

Quasi 4000 le donne che si sono rivolte ad un centro antiviolenza nel primo semestre 2017 segno di un’emersione crescente del fenomeno che va di pari passo con la crescente fiducia nei servizi attivi sul territorio e del lavoro di sensibilizzazione e informazione che viene fatto capillarmente da parte dei centri antiviolenza e dei altri soggetti istituzionali coinvolti (Pronto soccorsi, Forze dell’ordine, assistenti sociali).

Dal rapporto annuale 2016 emerge una fotografia che conferma la trasversalità del fenomeno.
La crescita registrata nel 2016 ha riguardato sia le italiane che le straniere, il 60% è di cittadinanza italiana, il 5, 7% appartenente a altri paesi UE e il restante 34,3% proviene da paesi extra-UE

Le donne che si rivolgono ai Centri antiviolenza sono soprattutto donne adulte (più della metà ha tra i 35 e i 54 anni e l’età media è di circa 40 anni), coniugate (circa 43%), con figli/figlie, spesso minorenni (il 61% di chi ha figli).
Seguono le giovani donne tra i 18 e i 34 anni che sono poco più di un terzo delle donne prese in carico.
Nel 2016 cresce purtroppo anche l’incidenza delle giovani donne tra i 18 e i 24 anni che si rivolgono ai CAV in cerca di un supporto ad uscire dalla condizione di violenza, l’11% del campione.

Un terzo delle donne che si è rivolta ai centri antiviolenza
ha un diploma secondario e le donne laureate sono intorno al 17%, d’altro canto nel 2016, aumenta anche l’incidenza delle donne con solo la scuola primaria.

La condizione occupazionale delle donne, mostra che il 41% non ha verosimilmente un proprio reddito da lavoro o non ha un reddito tale da garantire una sufficiente autonomia dal punto di vista economico, un dato importante nell’ottica di un percorso di sostegno all’uscita dalla violenza, è la possibilità delle donne che intraprendono questo percorso è quello di poter essere autonome economicamente rispetto al proprio partner o alla famiglia di origine, anche perché spesso all’interno della relazione violenta l’accesso all’autonomia economica è stato precluso dal partner (violenza economica)

Nei due terzi dei casi sono le stesse donne a effettuare il primo contatto con il Centro antiviolenza anche solo per ottenere inizialmente informazioni generiche.
Nei restanti casi sono le donne che contattano i Centri sono, in misura crescente, messe in contatto con il CAV dagli altri servizi territoriali o informate rispetto ai servizi attivi dalla rete dei servizi territoriali.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.nonseidasola.regione.lombardia.it


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID74289 - 27/11/2017 08:25:06 (Dioniso) Colpevole silenzio
Ma della totale sottomissione della donna nella cultura islamica, e della mancanza di parità di diritti con l'uomo, non si dice nulla? Del burqa neppure? Dei matrimoni combinati di ragazzine e bambine, neppure una parola? Oppure quella non è violenza, non è costrizione, non è mancanza di diritti e parità di diritti?


ID74292 - 27/11/2017 12:07:36 (ubaldo) Mi perdoni Dioniso
Ma a chi sta rivolgendo queste domande?



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/11/2017 07:47:00
Non sei sola, chiama il 1522 Violenza maschile contro le donne, una pratica odiosa perseguibile per legge. In Lombardia è attiva una rete di centri antiviolenza, con l’ente Regione schierato in prima linea

22/03/2017 09:14:00
Giù le mani Questo sabato pomeriggio nel teatro comuale di Vobarno, si parlerà di violenza sulle donne, con l'intervento delle operatrici di accoglienza del Centro Antiviolenza della Casa delle Donne di Brescia. Recitazione, musica e convivialità

25/11/2014 09:35:00
Contro la violenza sulle donne Anche la sede di Villanuova del Cfp partecipa alla campagna promossa nel bresciano dall’Ufficio della Consigliera di parità per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne

31/03/2017 07:18:00
Centro d'ascolto cercasi Un luogo per accogliere ed ascoltare le donne vittima di violenza. E' la richiesta avanzata in occasione di un incontro fra donne (e non solo) avvenuto a Vobarno, indirizzata alle Amministrazioni comunali e agli Enti valsabbini

13/03/2018 11:12:00
Autodifesa contro la violenza sulle donne Questo martedì sera nel municipio di Storo, al termine di un corso di autodifesa, una serata dedicata al tema dello stalking e della violenza sulle donne



Altre da Politica e Territorio
16/10/2019

Il mese dell'oca a Paitone

Dopo il successo dello scorso anno, su iniziativa del Comune e col patrocinio dell’Ecomuseo del Botticino, anche quest’autunno i ristoranti proporranno il piatto tipico del paese

16/10/2019

L'ipocrisia dell'ennesima guerra

Come avrete sicuramente letto proprio pochi giorni fa la Turchia ha dato il via alle operazioni militari, sia via terra che aria, contro la zona curda del Rojava, l'amministrazione autonoma conosciuta come curdistan siriano (3)

15/10/2019

Dalla Regione il bando «Rinnova autovetture»

Così il Consigliere regionale valsabbino Massardi: “Dai 2.000 agli 8.000 euro per sostituire l’auto inquinante, 18 milioni dalla Lombardia” (1)

14/10/2019

Sindaci e Resistenza

Gentile Direttore, le chiedo un po’ di spazio per poter informare la cittadinanza della Valle Sabbia di una grave mancanza di cui si è reso protagonista il sindaco di Roè Volciano

14/10/2019

Con i Volontari del Garda anche le Guardie Ecozoofile

L’associazione di FareAmbiente Brescia è entrata ufficialmente a far parte del Gruppo dei Volontari del Garda. Il lavoro delle Guardie Ecozoofile, che è di protezione degli animali e del territorio, s’integrerà anche nei vari settori già presenti⠀

13/10/2019

Depurazione del Garda, la Provincia delude

Egregio Direttore, le scriviamo per esporre alcune considerazioni in merito al Consiglio Provinciale che si è svolto martedì 8 ottobre presso palazzo Broletto e al quale abbiamo presenziato in qualità di uditrici (3)

12/10/2019

Economia circolare a km zero

Economia circolare a chilometro zero in Valle Sabbia, dove scuole, Sae Vallesabbia, Raffmetal e Valsir, uniscono le forze con l’obiettivo di porre l’attenzione sul tema delicato della raccolta differenziata e del corretto smaltimento dei rifiuti

11/10/2019

A sostegno delle bande e dei cori lombardi

Floriano Massardi (Consigliere regionale Lega): "240 mila euro per le bande e i cori lombardi, Regione Lombardia sostiene la buona musica"

11/10/2019

Avviso pubblico Comune di Odolo

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Odolo relativo alla domanda presentata da RAFFMETAL per la realizzazione di un piano di sviluppo industriale e progetto di riqualificazione del complesso sito in via Brescia n. 58

10/10/2019

Ancora!

Questa foto è stata scattata stamattina, 10 ottobre 2019. Sono anni che quello svincolo crea problemi (15)

Eventi

<<Ottobre 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia