Skin ADV
Venerdì 19 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE


Salamandra

Salamandra

di Carla Dusi



17.01.2018 Sabbio Chiese

17.01.2018 Barghe

17.01.2018 Barghe

18.01.2018 Vestone Valtrompia

17.01.2018

19.01.2018 Odolo

18.01.2018 Valsabbia

17.01.2018 Gavardo

18.01.2018 Valsabbia Provincia

19.01.2018 Salò Garda






23 Agosto 2017, 09.18

L'intervista

Claudia is on the sofa in apertura a Thurston Moore

di Alfredo Cadenelli
Sarà la giovane cantautrice bresciana Claudia Ferretti, quest’anno finalista dell’ottava edizione di Musica da Bere, ad aprire questo giovedì sera, con i bergamaschi Vanarin, il concerto di Thurston Moore alla Festa di Radio Onda d'Urto

Claudia Ferretti è una giovane cantautrice bresciana, quest’anno finalista dell’ottava edizione del concorso Musica da Bere, organizzato dall’Associazione Il Graffio di Vobarno.
Abbiamo voluto scambiare quattro chiacchiere con lei prima di un appuntamento importante: giovedì 24 agosto Claudia suonerà sul palco principale della Festa di Radio Onda d’Urto a Brescia in apertura, con i bergamaschi Vanarin, a un certo signor Thurston Moore...

Cominciamo dall’inizio: quando, per la prima volta, Claudia si è “trasformata” in Claudia is on the sofa?


Claudia è diventata Claudia is on the sofa tanti tanti tanti anni fa...
Da bambina ho sempre cantato, fin da quando andavo sui monti della Valvestino con mia mamma e mia sorella e allontanavamo le vipere intonando canzoni anche complesse, con canoni, armonizzazioni…
Poi, alla scuola media, ho iniziato a suonare la chitarra: mia sorella aveva dato vita a un gruppo con cui suonava cover dei Beatles, le Quarrygirls, e mi propose di imparare a suonare!
Col passare degli anni, sono arrivati gli ascolti più “tosti”, come i Nirvana e i Sonic Youth (che peraltro ho scoperto recentemente essersi sono formati nel mio stesso anno di nascita).
Dopo le prime esperienze di gruppo, le prime divergenze, i primi naufragi, ho trovato la dimensione a me più congeniale e mi sono detta: “Vado avanti da sola per i fatti miei!”
Mi sono seduta sul divano e ho iniziato a scrivere.

Il nome “Claudia is on the sofa” è arrivato poco prima del primissimo concerto, in quel luogo mitico che fu il vecchio Moria Alter Bar di Cellatica, gestito dall’altrettanto mitico Aldino Bonanno: un tranquillo bar di paese che, nel seminterrato, ospitava concerti indipendenti con nomi di tutto rispetto del panorama nazionale e internazionale.
Quella sera aprii con la mia band di allora il concerto di Paolo Benvegnù, un musicista straordinario e un signore!
Da quella volta, tutte le presentazioni dei miei nuovi dischi le faccio nei locali gestiti da Aldino, per affetto, stima e solitamente mi porta anche fortuna!

Quali ritieni siano state le tappe fondamentali della tua crescita artistica?
Le tappe fondamentali del mio percorso artistico le faccio più o meno coincidere con l’uscita dei miei lavori: un EP, uscito su myspace, e poi Love Hunters, il primo disco “vero”, registrato insieme ad alcuni amici musicisti già membri degli Annie Hall, che mi ha permesso di portare la mia musica un po’ in giro per l’Italia.
Con l’uscita del secondo disco, Time of me, ho collaborato con musicisti differenti: Beppe Facchetti alla batteria, Giorgio Marcelli al basso e Marco Franzoni, che ha arrangiato, suonato, registrato e prodotto il disco presso Bluefemme Stereorec.

Quanto pensi sia importante, nel proprio percorso artistico, incontrare altri artisti, imparare, collaborare, contaminarsi?

Penso sia assolutamente fondamentale e necessario!
Io spesso suono dal vivo da sola o in duo insieme a Andrea Ragnoli, un giovanissimo e formatissimo pianista, poliedrico e aperto, con cui abbiamo “riletto” alcuni miei brani sulla base delle sue chiavi di lettura e del suo gusto.
Con un’altra amica musicista bresciana, Angela Kinczly, abbiamo fondato un duo, She&Her, con cui ci divertiamo a rileggere a modo nostro brani di mostri sacri della musica, da Tom Waits, a Neil Young, agli U2…
Ma le esperienze certamente non si riducono solo a quelle in cui suono insieme ad altri musicisti: con Ottavia Brown, bravissima cantautrice bresciana, mi incontro spesso e mi dona qualche segreto della sua straordinaria tecnica ed espressività vocale. Con Alessandro Pedretti creo musiche per video e documentari.
Se non si cerca di crescere si rimane sempre dove si è, no?
Quando arrivano troppi stimoli, però, poi devo cercare di raccapezzarmici!

L’apertura a Thurston Moore sul palco principale della Festa di Radio Onda d’Urto non sarà per te una prima volta: hai avuto numerose esperienze importanti di questo tipo, tra cui l’apertura a Joan As Police Woman quest’anno alla Latteria Molloy.
Che cosa ti hanno dato e insegnato queste esperienze?

Per quanto riguarda l’apertura a Thurston Moore, spero mi insegni a gestire la tensione, innanzitutto!
Mi emoziona la Festa, sempre fantastica, delle dimensioni del palco su cui suonerò da sola, io e le mie chitarre, il pubblico senz'altro numerosissimo (e anche io sarei stata sicuramente fra di loro!)... e stavolta l'artista a cui aprirò il concerto è veramente grosso!
Quando succedono queste cose, cerco sempre di arrivare presto per cercare di capire come lavorano anche prima dello show: ad esempio, Joan As Police Woman aspettava tranquilla il suo turno per il soundcheck leggendo un libro sul palco.
Il punto di vista tecnico e quello artistico sono sempre fondamentali, ma ancor di più lo sono i bizzarri rapporti umani che si creano: spesso gli artisti più famosi sono persone affabili, tranquille, disponibili ed accorte.
Credo sia importantissimo rispettare la loro professionalità, non spostare una virgola di ciò che c'è sul palco e dare il massimo nel tempo a me concesso.
Credo significhi anche rispettare la loro arte, il loro lavoro: hanno dedicato una vita intera per essere lì in quel momento!

Un’ultima domanda: quale significato ha per te, oggi, scrivere una canzone nuova?
Ogni canzone nasce e si conclude a sé, dopo vari ripensamenti e rimaneggiamenti.
Non credo molto nell’ispirazione che cala dal cielo e nell’ “opera dal niente”.
Scrivere canzoni significa per me raccogliere dal mondo qualcosa, un frammento, un’esperienza, una storia, e farla mia.
Quando invece mi concentro su esperienze mie personali, allora mi fermo e accolgo il mio sentire per potergli dare una forma musicale.

in foto (di Nicola Cargnoni) Claudia is on the sofa
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/08/2015 12:00:00
La Festa continua Prosegue sotto la pioggia la festa di Radio Onda d’Urto. Polemiche contro il sindaco di Brescia per aver istituito corse di autobus supplementari

12/08/2016 08:24:00
Radio Onda d'Urto, 25 anni di festa È iniziata il 10 agosto e continuerà fino al 27 la Festa di Radio Onda d'Urto, che si svolge a Brescia in località Sant'Eufemia. Teatro degli Orrori, 99 Posse e Goran Bregovic tra gli ospiti più attesi

11/08/2015 11:00:00
A Brescia arriva il Gatto Nero, Caparezza l'ospite più atteso Dal 12 al 29 agosto la Festa di Radio Onda d'Urto animerà quest'ultima parte di estate bresciana, con concerti ogni sera con band e cantanti locali, nazionali e internazionali


13/08/2014 09:12:00
Torna il gatto nero Al via questa sera a Brescia la XXIII edizione della festa di Radio Onda d’Urto, un happening estiva che richiama migliaia di giovani da tutta Italia

25/08/2016 11:33:00
Ultimi giorni di Festa di Radio Onda d'Urto La Festa di Radio Onda d'Urto a Brescia è alle battute finali. A chiudere nomi importanti tra cui l'istrionico Goran Bregovic



Altre da Eventi
19/01/2018

«Non sparate sul postino»

Andrà in scena domani, sabato 20 gennaio, presso il teatro Paolo VI di Prevalle la commedia di Derek Benfield proposta dal Gruppo Teatrale RìDÒ in collaborazione con l’associazione “Rio de Oro”

19/01/2018

In marcia per la pace

Due eventi dedicati al tema della pace sono in programma questa domenica 21 gennaio a Bagolino e a Vallio Terme organizzate dalle due parrocchie

18/01/2018

Oleg Mandic, l'ultimo bambino di Auschwitz

Porterà la sua testimonianza questo venerdì, 19 febbraio, a Roè Volciano Oleg Mandic, da bambino prigioniero nel campo di steriminio di Auschwitz-Birkenau, con un incontro nelle scuole e uno aperto alla cittadinanza

18/01/2018

Sabato l'open day alla scuola dell'infanzia di Odolo

In vista delle iscrizioni la scuola dell’infanzia “Ai Caduti” di Odolo invita le famiglie a partecipare al suo open day in programma per questo sabato mattina, 20 gennaio

18/01/2018

Una nuova guida per il Museo

Si terrà questa domenica, 21 gennaio, presso il Museo della Resistenza e del Folklore Valsabbino di Pertica Bassa la presentazione della nuova guida museale, pubblicata con l’appoggio dell’editore Grafo

18/01/2018

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

17/01/2018

Una lotteria per il premio

Contrordine: il premio ricevuto da Bbuono e da Vallesabbianews per l'albero di Natale più bello non verrà messo in palio questa domenica, ma sabato 3 febbraio, in occasione della partita Brescia-Parma
(2)

17/01/2018

Incontro con Oleg Mandic

L’autore del volume «L’ultimo bambino di Auschwitz» sarà a Sabbio Chiese domani, giovedì 18 gennaio, per incontrare in mattinata gli studenti delle scuole medie e in serata tutta la popolazione

17/01/2018

Primo Open Day alla scuola dell'infanzia di Agnosine

Sabato mattina la scuola dell’infanzia “D. Bernardelli” apre le porte alle famiglie per presentare la struttura e il progetto educativo in vista delle iscrizioni

17/01/2018

«Il ritorno di Freud»

Sono in programma in data 1, 8 e 15 febbraio presso la Biblioteca di Vobarno tre incontri sulla psicanalisi organizzati dalla Scuola di Psicanalisi Freudiana con il patrocinio del Comune. Ingresso libero e gratuito

Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia