Skin ADV
Giovedì 17 Ottobre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




15.10.2019 Bagolino Storo

16.10.2019 Lavenone

15.10.2019 Bagolino

15.10.2019 Roè Volciano

15.10.2019 Vobarno

16.10.2019 Vobarno

16.10.2019 Bione Valsabbia Provincia

16.10.2019 Bagolino

16.10.2019 Sabbio Chiese

15.10.2019 Vestone Sabbio Chiese Gavardo Odolo Villanuova s/C Pertica Alta Valsabbia






11 Luglio 2019, 12.17

Eco del Perlasca

Pagare poco, pagare tutti

di Tommaso Franzoni
Siamo davvero così sicuri che il problema fondamentale dell’Italia attuale sia l’immigrazione? Il divario fra ricchi e poveri non interessa più a nessuno?

In Italia ci sono circa 59 milioni di abitanti ed un pil pro capite pressoché di 32mila euro.
Nella nostra nazione un partito in costante crescita, secondo i sondaggi, è la Lega, partito politico di centrodestra che vive e ottiene consensi anche grazie alla battaglia contro l’immigrazione clandestina, anche se questo obiettivo viene percepito dall’opposizione come una campagna contro l’immigrazione in generale.
Questa strategia genera rabbia e timore verso tutte le persone che per varie cause tentano di approdare in Europa, alla ricerca di una miglior vita.

Molti infatti considerano il fenomeno migratorio come una futura catastrofe che porterà alla disfatta dell’Europa.

Questi timori sono stati vivamente spinti da politici nazionalisti, per utilizzarli come cavallo di battaglia durante la loro campagna politica.
Si potrebbe dunque pensare che sia presente una lotta sociale, tra immigrati e cittadini italiani, ma è una prospettiva scorretta, dato che gli immigrati che lavorano e pagano i contributi, rendono in parte possibile anche il funzionamento dello Stato.

Per i più scettici sottolineo che gli stranieri resi schiavi dalla mafia (per esempio come i braccianti nella raccolta di ortaggi), non si divertono particolarmente e che il problema immigrazione sarebbe facilmente risolvibile grazie ad uno spartimento equo nell’UE dei richiedenti asilo.
In realtà la vera “guerra” nella società si trova tra le classi sociali, ovvero tra ricchi e poveri.

Escludendo dunque l’ipotesi della guerra tra i popoli,
dato che dubito dell’esistenza di una persona che insulti con termini razziali uno sceicco, può darsi si tratti davvero di una guerra contro i poveri e i deboli.
In Italia, come nel resto del mondo, ci sono grosse disparità economiche: i più ricchi possiedono la stessa ricchezza della maggior parte degli italiani.

Nonostante la crisi del 2009 abbia colpito gravemente l’Italia, Stato che addirittura ha meritato un posto nel “Piigs”(stati in UE più colpiti dalla crisi), la classe sociale alta è in costante crescita, ed è aumentata dal 2014 al 2017 di circa il 30% impoverendo le classi medio-basse.
Dato che della grande crisi chi più ne ha giovato sono le multinazionali, decine di migliaia di lavoratori sono rimasti senza lavoro, poiché le più colpite sono le piccole società.

La cosa più incredibile è che
, nonostante le difficoltà delle media-bassa borghesia, le loro imposte sono aumentate per colmare gli enormi buchi lasciati dai governi prima di Monti, mentre le imposte dell’alta classe sociale, dal 1973 al 2013, sono diminuite passando dal 62% al 38%.

Risolvere il problema non è affatto semplice, ma ci sono dei punti che potrebbero migliorare la situazione.
Sicuramente la soluzione non sembra essere il condono fiscale proposto dal nostro governo: non prevede le conseguenze penali giuste per gli evasori fiscali.
Invece il PD nel suo ultimo mandato aveva fatto una proposta diversa: un grande recupero dell'evasione fiscale, portando come successiva proposta il “pagare poco, pagare tutti”, evidentemente bocciata dagli italiani.

Chi invece sta favorendo l’aumento delle ricchezze a chi ne ha già, con le riforme riguardanti la flat-tax, è proprio il governo giallo-verde il quale, con la proposta del reddito di cittadinanza, rischia di concedere, a diversi evasori, addirittura 700 euro al mese!

Lo Stato, dopo aver preso una buona linea amministrativa, deve far rispettare la sua autorità, spartendo indirettamente ricchezze, garantendo salari minimi e un aumento delle imposte verso le multinazionali e i super-ricchi, ovviamente vietando delocalizzazione e spostamenti di capitale.

In Italia 6 milioni di persone (circa il 10%) vivono in povertà, mentre i governi tutelano i risparmi e guadagni di chi è più forte, ma solo noi cittadini possiamo cambiare, sostenendo chi davvero vuole un cambiamento.

Tommaso Franzoni

.la foto è stata presa da "Il quotidiano in classe" del Corriere della Sera.



Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Vedi anche
04/10/2019 09:11:00
Pagare tutti, pagare meno Dopo l’estate festaiola al Papetee, la cruda realtà presenta il conto. Il neo governo è alle prese con un’eredità pesante nel far quadrare i conti pubblici e contenere il debito senza ricorrere a nuove tasse

13/09/2012 07:01:00
Stelvio da pagare Dal 1° gennaio 2013, ammesso che si possa farlo per la neve, automobilisti e motociclisti dovranno pagare il "green pass" per transitare lungo il versante altoatesino.

22/01/2014 07:44:00
Mini Imu, ci siamo Ci siamo: ultime ore per scoprire se si deve pagare e quindi calcolare la Mini Imu che scade il prossimo 24 gennaio

09/06/2016 06:43:00
«Game of Thrones» serie TV L’inverno sta arrivando. Poco importa se nel nostro mondo siamo a primavera inoltrata, perché a Westeros la lunga notte sta calando e il freddo inverno non lascerà scampo a nessuno. Tutto chiaro? No? Facciamo un passo indietro...

04/02/2018 11:34:00
L'indecisione Si tratta di una scelta di cuore? Cosa ci riserverà il futuro? Abbiamo davvero l’età giusta per prendere importanti decisioni? Vera, che due anni fa ha scelto il Liceo Scientifico al Perlasca, in questo articolo vi dice cosa ne pensa




Altre da Politica e Territorio
16/10/2019

Il mese dell'oca a Paitone

Dopo il successo dello scorso anno, su iniziativa del Comune e col patrocinio dell’Ecomuseo del Botticino, anche quest’autunno i ristoranti proporranno il piatto tipico del paese

16/10/2019

L'ipocrisia dell'ennesima guerra

Come avrete sicuramente letto proprio pochi giorni fa la Turchia ha dato il via alle operazioni militari, sia via terra che aria, contro la zona curda del Rojava, l'amministrazione autonoma conosciuta come curdistan siriano (3)

15/10/2019

Dalla Regione il bando «Rinnova autovetture»

Così il Consigliere regionale valsabbino Massardi: “Dai 2.000 agli 8.000 euro per sostituire l’auto inquinante, 18 milioni dalla Lombardia” (1)

14/10/2019

Sindaci e Resistenza

Gentile Direttore, le chiedo un po’ di spazio per poter informare la cittadinanza della Valle Sabbia di una grave mancanza di cui si è reso protagonista il sindaco di Roè Volciano

14/10/2019

Con i Volontari del Garda anche le Guardie Ecozoofile

L’associazione di FareAmbiente Brescia è entrata ufficialmente a far parte del Gruppo dei Volontari del Garda. Il lavoro delle Guardie Ecozoofile, che è di protezione degli animali e del territorio, s’integrerà anche nei vari settori già presenti⠀

13/10/2019

Depurazione del Garda, la Provincia delude

Egregio Direttore, le scriviamo per esporre alcune considerazioni in merito al Consiglio Provinciale che si è svolto martedì 8 ottobre presso palazzo Broletto e al quale abbiamo presenziato in qualità di uditrici (3)

12/10/2019

Economia circolare a km zero

Economia circolare a chilometro zero in Valle Sabbia, dove scuole, Sae Vallesabbia, Raffmetal e Valsir, uniscono le forze con l’obiettivo di porre l’attenzione sul tema delicato della raccolta differenziata e del corretto smaltimento dei rifiuti

11/10/2019

A sostegno delle bande e dei cori lombardi

Floriano Massardi (Consigliere regionale Lega): "240 mila euro per le bande e i cori lombardi, Regione Lombardia sostiene la buona musica"

11/10/2019

Avviso pubblico Comune di Odolo

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Odolo relativo alla domanda presentata da RAFFMETAL per la realizzazione di un piano di sviluppo industriale e progetto di riqualificazione del complesso sito in via Brescia n. 58

10/10/2019

Ancora!

Questa foto è stata scattata stamattina, 10 ottobre 2019. Sono anni che quello svincolo crea problemi (15)

Eventi

<<Ottobre 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia