Skin ADV
Giovedì 20 Febbraio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

Sulla neve

Sulla neve

di Roberto Missiroli



19.02.2020 Villanuova s/C

19.02.2020 Villanuova s/C Roè Volciano Valsabbia

19.02.2020 Prevalle

18.02.2020 Sabbio Chiese Valsabbia

19.02.2020 Prevalle

18.02.2020 Gavardo Valsabbia

18.02.2020 Bagolino

19.02.2020 Valsabbia

18.02.2020 Muscoline

18.02.2020 Salò Garda



01 Luglio 2019, 07.58

Blog - Genitori e figli

I fatti di Bibbiano. Dalla violenza alla violenza?

di Giuseppe Maiolo
Quando un amico e collega, qualche sera fa mi segnala la notizia appena diffusa dalle agenzie di stampa sui fatti di Bibbiano in provincia di Reggio Emilia, la mia reazione non è solo di sorpresa ma di totale sconcerto

Al centro di questa inchiesta, come è ormai noto, vi sarebbero presunti affidi illeciti di bambini ritenuti abusati sessualmente e false relazioni predisposte dai servizi per allontanare i piccoli dalle famiglie di origine e, per ragioni economiche, collocarli presso genitori affidatari anche senza alcun motivo di tutela.

Le notizie che giungono, se saranno confermate
dalle indagini e dagli interrogatori, sono di per sé sconvolgenti in quanto portano alla luce una serie di comportamenti lesivi dei diritti dei minori e delle famiglie e, come dice in una nota il Cismai, dovranno mettere in evidenza “le responsabilità che si collocano su piani diversi”.

Impressiona però non poco
, il fatto che sulla vicenda dai contorni ancora nebulosi si siano immediatamente messi in moto i giudizi affrettati veicolati dai social e quel diffuso odio verbale che aggiunge violenza alla violenza.

Colpisce la diffusione di notizie, a mio avviso fake,
relative a forme di condizionamento definite “lavaggio del cervello” e a interventi con impulsi elettrici.
Temo che, al di là di possibili strumentalizzazioni, le emozioni di indignazione e di riprovazione scatenate da notizie come queste abbiano contribuito ad alimentare fantasie collettive fuori luogo e inappropriate.

Perché non è in alcun modo pensabile che siano stati usati “elettroshock” per alterare la realtà dei bambini in quanto tale pratica non appartiene alla cultura psicologica e poi non esiste da nessuna parte che un centro di diagnosi e cura della violenza usi un trattamento se non del tutto abbandonato, scientificamente considerato inefficace, oltreché dannoso.

È invece necessaria una riflessione
sul lavoro degli operatori del settore e sulle loro delicate funzioni di intervento a favore della tutela dell’infanzia violata ancora troppo esposta a varie forme abuso.

Mi occupo di maltrattamento dei minori da più di 25 anni e conosco il tema delicato quanto spinoso che riguarda ogni violenza sia sessuale che psicologica e che oggi più frequentemente si presenta come violenza assistita e trascuratezza.
Ho in mente le tante vittime incontrate nel corso degli anni, la loro inimmaginabile sofferenza, quel dolore taciuto e nascosto dentro un silenzio infinito.

Ho cercato in tutte le occasioni possibili insieme ad altri professionisti con cui è doveroso operare, di capire le devastazioni interne e avvicinarmi delicatamente alle spaventose ferite che genera ogni abuso vissuto soprattutto in età infantile.
Ogni volta mi sono reso conto che, nel tentativo di medicarle, si devono affrontare scelte difficili e sofferte come possono essere l’allontanamento delle vittime dagli “orchi” i quali spesso albergano dentro casa.
Ho sempre incrociato il dilemma della scelta e la necessità dell’aiuto trovando in tutti quelli che se ne occupano un elevato carico emotivo.

Quello che conta, allora, è la necessità di operare insieme
, sostenuti da un’equipe multidisciplinare specialistica e strutturata dove ogni membro ha bisogno di una elevata formazione e di una costante supervisione.

È compito di chi opera garantire un’elevata competenza
e assicurare un costante aggiornamento così come è dovere dei servizi e della comunità scientifica prestare il massimo dell’attenzione ai processi formativi degli operatori.

Solo con queste garanzie è possibile contenere gli errori
e le deformazioni professionali ma soprattutto garantire un intervento di aiuto utile alla cura di quelle profonde ferite generate dalla violenza precocemente vissuta che, se trascurate, neanche un’intera vita riesce a sanare.

Giuseppe Maiolo
Psicoanalista 
Università di Trento
www.officina-benessere.it

---------------------------------------------
Grazie doc per l'appunto.

Mi pare che lo stesso magistrato inquirente, pur confermando la gravità delle ipotesi di reato (e speriamo si vada fino in fondo), abbia fin da subito smentito la fake degli elettro-shock.
Nonostante questo i social, com'era prevedibile, ci stanno andando a nozze e c'è da chiedersi se non sia il caso di aprire anche un fascicolo per procurato allarme a carico di chi ha soffiato sul fuoco in questo modo, perchè non se ne può più.

La cosa più sconvolgente (a parere di molti e sempre sui social, dove non è importante capire, ma trovare il modo di accusare qualcuno) sarebbe il partito di appartenza del sindaco, ovviamente responsabile in prima persona dell'operato dei Servizi sociali (Pd).

Le accuse a suo carico sarebbero di natura amministrativa: nonostante ciò è già stato ampiamente e ripetutamente minacciato di morte.
Il suo telefono cellulare sarebbe stato sequestrato e anche qui c'è da sperare che i responsabili di tali assurde intimidazioni possano esere scoperti e sanzionati a dovere.

Che la giustizia faccia il suo corso insomma.

Ubaldo Vallini

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID80969 - 01/07/2019 18:10:38 (MAIOLO) Grazie Ubaldo
per la preziosa annotazione e soprattutto per la sollecitazione a coltivare sempre l'arte del dubbio e non rinunciare mai al pensiero critico!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
24/07/2019 10:30:00
Bambini e babbioni a Bibbiano Quella di Bibbiano è una vicenda sconvolgente ma, cosa che molti dimenticano, ancora in fase di svolgimento

07/05/2019 08:45:00
Manduria, adolescenti feroci e cultura della violenza Un fatto incredibile, che sembra puntare i riflettori sull’adolescenza di oggi priva di senso morale, la quale per noia o divertimento esercita violenza sui più deboli e sugli indifesi

03/04/2018 08:10:00
La violenza «assistita» Oggi parliamo della violenza di chi vive violenza. E del disagio di una generazione di bambini che crescono lasciati a loro stessi


24/11/2018 15:00:00
Educare i figli per prevenire la violenza sulle donne Se sai che una ragazza di 23 anni è andata a fare volontariato in Africa per occuparsi di bambini in un progetto di cooperazione internazionale, dovresti rivedere immediatamente tutte le idee negative che puoi avere sui giovani e sulla loro indifferenza 

26/07/2016 08:59:00
Bocciata. E lui la picchia Di violenza inaudita la reazione di un cittadino italiano di origine tunisina quando viene a sapere che la moglie non ha superato l'esame di guida. L'uomo ora si trova in carcere




Altre da Cronache
19/02/2020

Cadavere in acqua

E’ stato rinvenuto alla centrale idroeletterica di via Fucine a Prevalle. Ad un primo esame non presenterebbe segni di violenza, ma non si esclude nessuna ipotesi

19/02/2020

Carambola in galleria

Urta un camion nella fiancata, si gira e colpisce altre due auto. 45Bis chiusa a lungo, in territorio di Villanuova

19/02/2020

Vicolo cieco

Salve, scrivo per denunciare che da circa sei o sette mesi siamo senza luce pubblica nel vicolo di via Cesare Battisti n. 56 a Prevalle...

19/02/2020

Scambio... truffaldino e recidivo

Sorpreso alla guida dell’auto senza aver mai conseguito la patente vuol far credere che a farlo sia la moglie. E’ già la seconda volta. E poi c’è dell’altro

17/02/2020

Tutto da solo al Pozzo

E’ caduto in bicicletta in fondo alla discesa e si è rotto un piede. L’incidente ad un 32enne residente a Lonato del Garda


17/02/2020

Una taglia sui ladri di rame

Un danno di circa 30 mila euro a fronte di un “guadagno” che non dovrebbe arrivare ai 2 mila. E’ è l’epilogo dell’ennesimo furto di rame

16/02/2020

In difficoltà sullo Stino

Una brutta distorsione ad una caviglia ha rovinato l’escursione ad una donna che stava scendendo dal monte Stino verso Capovalle. Salvifico l’intervento del Soccorso alpino

16/02/2020

«Un gran signore»

E’ morto Valerio Parma. D'origini gardesane, fu segretario comunale in diversi Comuni della Valle del Chiese. Se n'è andato all'età di 88 anni

16/02/2020

E la rotonda?

Che quello sia un punto pericoloso è risaputo. Dal Comune più progetti, l’ultimo un mese fa, ma a dare l’ok, che non arriva, dev’essere Anas

15/02/2020

Mancata precedenza

Tanta paura, per fortuna nessun danno alle persone coinvolte, anche se in un primo momento sembrava si fosse ferito un ragazzino di 10 anni

Eventi

<<Febbraio 2020>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia