Skin ADV
Venerdì 22 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE





28 Maggio 2018, 09.00

Blog - Un pesce al giorno

La danza del galleggiante

di Elio Vinati
Tra fine aprile e inizio maggio si è assistito ad abbondanti precipitazioni e temperature miti che hanno provocato un massiccio e rapido scioglimento delle copiose nevicate invernali 

La prima ovvia conseguenza è un deciso innalzamento dei livelli dei fiumi e torrenti, con relativo intorbidimento delle acque. La seconda è un calo drastico della temperatura dell'acqua. In queste condizioni la pesca con esche artificiali, sia essa a mosca o a spinning (tecniche a me più congeniali) sono a dir poco proibitive. 
 
E allora cosa fare? Aspettare forse che scendano i livelli? Oppure cogliere l'opportunità di affrontare il torrente in modo alternativo? Risposta ovvia. Mi attivo pertanto preparando una canna da 4 m estremamente leggera e maneggevole, montata inizialmente con un galleggiante da 3 gr, girella tripla e terminale da 50 cm dello 0,18 mm. A far da esca il classico lombrico su amo nr. 6.

Non potendo risalire il torrente in piena, scelgo gli spot di più facile accesso, rappresentati da grosse buche, pescando a piede asciutto. Lancio la lenza ai margini della buca dove la corrente è meno impetuosa e crea dei meravigliosi rigiri che consentono al galleggiante di esibirsi in una accattivante danza tra le acque. 
 
Non è facile regolare la profondità in quanto spesso l'acqua torbida non te lo concede e bisogna procedere per tentativi. Ed ecco che finalmente una tocca decisa fa sparire il galleggiante sotto la superficie, Strike! Una fario rustica combatte tenacemente spingendosi dove la corrente è più forte, ma l'attrezzatura reagisce con disinvoltura. 

Fantastico. Incoraggiato, decido di spingermi ancora più in alto dove il torrente, senza perdere la sua potenza, si presenta meno torbido. Qui mi trovo ad affrontare una corrente più veloce e lineare a bassa profondità, pertanto utilizzo un galleggiante da 4 gr e pesco con una sorta di 'passata', facendo raschiare il fondo al verme.

Un improvviso stop del galleggiante durante il tragitto mi porta a ferrare con decisione: di nuovo strike. Che giornata. Al prossimo ballo, pardon, danza...
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/05/2018 08:50:00
Tutto in un attimo Mi appresto a scendere lungo una sponda del Sarca, un fiume che mi ha sempre affascinato per la varietà di ambienti e conformazioni che è in grado di offrire, soprattutto a un 'malato' di pesca a mosca secca

11/10/2015 07:00:00
La prima a ninfa Vorrei raccontare una particolare uscita di pesca durante l'estate scorsa, che ha influito positivamente sul mio percorso di crescita come pescatore

13/06/2018 09:45:00
Finalmente Vaia Che trote! Che spettacolo al lago Vaia! Dal 9 giugno ha aperto la stagione di pesca sportiva nel suggestivo bacino lacustre incastonato nel fascinoso comprensorio del Maniva  

06/10/2014 17:30:00
Pesca d'alta quota Pensieri e domande affollano la mia testa e mi rendono inquieto: la chiusura della pesca si avvicina (la prima domenica d'ottobre in provincia di Brescia per le acque a salmonidi) e non so e non ho ancora deciso su quale fiume andare a finire la stagione

22/08/2015 08:14:00
A pesca di emozioni al lago Vaia Un appuntamento irrinunciabile ormai da anni nella mia agenda di pescatore è almeno un uscita al lago Vaia



Altre da UnPesceAlGiorno
13/06/2018

Finalmente Vaia

Che trote! Che spettacolo al lago Vaia! Dal 9 giugno ha aperto la stagione di pesca sportiva nel suggestivo bacino lacustre incastonato nel fascinoso comprensorio del Maniva  

07/05/2018

Tutto in un attimo

Mi appresto a scendere lungo una sponda del Sarca, un fiume che mi ha sempre affascinato per la varietà di ambienti e conformazioni che è in grado di offrire, soprattutto a un 'malato' di pesca a mosca secca

12/04/2018

Le gemelle

I mesi di marzo e aprile rappresentano per me il periodo più intrigante per la pesca, sia per il piacere di affrontare una nuova stagione, sia per la difficoltà intrinseca del periodo stesso

19/03/2018

Moby Dick

È una domenica soleggiata. La neve soffice ricopre ancora le sponde del torrente di media valle che scorre così in un contesto naturale incantevole.

04/03/2018

Apertura sotto zero

Si parte. È mattino presto. Il termometro segna meno tre e qualche timido fiocco neve comincia a far capolino tra le dense nubi color cenere.

10/02/2018

Toccata e fuga

L'attesa sta per terminare. Si rinnova la scelta del luogo dove affrontare l'inizio della nuova stagione piscatoria ai salmonidi, ovvero l'apertura

21/01/2018

La ripresa

Manca ancora un mese all'apertura della pesca ai salmonidi (25 febbraio), ma sto già progettando le future uscite, configurando mete, obiettivi e possibili strategie a seconda della stagione

28/12/2017

La «maledizione» del primo lancio

È il giorno di Santo Stefano. Sto rientrando dal meraviglioso spettacolo offertomi dalla Leonessa Basket Brescia in trasferta al Forum di Assago (stracolmo di tifosi bresciani). L'amara sconfitta mi ha portato a riflettere sulle mie disavventure peschistiche...  

12/12/2017

Happy due volte

Su consiglio dell'amico e collega di penna Elio ho deciso con amici di provare il laghetto Happy a Montirone...

26/11/2017

Quando meno te lo aspetti

Tiepida giornata di metà novembre. I vivaci colori dell'autunno stanno sfumando per lasciare posto al progressivo incedere della stagione invernale...

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia