Skin ADV
Giovedì 22 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




22.02.2018 Vallio Terme Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

21.02.2018 Giudicarie

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

22.02.2018 Valsabbia Muscoline

21.02.2018 Vobarno Valsabbia

21.02.2018 Gavardo






06 Dicembre 2017, 08.00

Teatro

«Una bestia sulla luna», la recensione

di Davide Vedovelli
Intensità e drammaticità per uno spettacolo che parla alla testa, al cuore e alla pancia degli spettatori

Poche volte capita, alla fine di uno spettacolo teatrale, di trattenere a fatica le lacrime, anzi, di non trattenerle affatto e sentire un nodo alla gola tanto che le parole faticano ad uscire. Poche volte mi è capitato, ma una di queste è stata dopo lo spettacolo “Una bestia sulla luna” in programmazione al Teatro S. Chiara di Brescia fino a lunedì 11 dicembre. 
 
Se questa cosa capita a te e a tutto il pubblico presente in sala allora quest'emozione collettiva ha un qualche cosa di straordinario.
Se non l'avete ancora visto, prima di finire di leggere l'articolo, andate di corsa sul sito e prenotate un biglietto (ne sono rimasti pochissimi).
 
L'intensità emotiva del testo e la straordinaria bravura degli attori parlano alla testa, alla pancia e al cuore dello spettatore, che si dimentica di essere tale e partecipa emotivamente a ciò che succede sul palcoscenico.
 
Il testo racconta del genocidio del popolo armeno e lo fa focalizzando l'attenzione sulla storia di due persone che si sposano per procura e cominciano la loro vita insieme. 
 
Una vita come quelle di tante altre coppie, con sogni, speranze, il desiderio di un figlio che però non arriva, i ricordi di un passato talmente cruento che impedisce di vivere il presente.
 
Nella quotidianità di un marito ossessionato dall'esigenza di avere un figlio e da una fotografia della sua famiglia a cui ha tagliato le teste e ora vorrebbe riempire questi “spazi vuoti” con nuove fotografie, di una moglie giovanissima, appena quindicenne, che nonostante gli sforzi non riesce a soddisfare le pretese del marito, si consuma la storia di una vita coniugale arida, triste e impermeabile a qualsiasi emozione positiva.
Questo testo ci fa capire come a volte i ricordi di un tragico evento annebbino la nostra vita, la riempiano di odio e coprano tutto con un velo grigio difficile da scostare.
 
Storie di vita quotidiana a volte non lontane dalle nostre, seppur declinate in modo differente e con un passato diverso. Stanze di vita quotidiana (mi viene da dire parafrasando Guccini) dove l'abitudine, l'egoismo, le regole e le tradizioni diventano una prigione invisibile da cui non si riesce a scappare. Sarà l'arrivo di un orfanello italiano a destabilizzare e rompere questo circolo vizioso apparentemente senza uscita e a dare la chiave per aprire la porta di questa prigione.
 
La forza del testo è magnificamente espressa dall'interpretazione magistrale di Elisabetta Pozzi, Fulvio Pepe, Alberto Mancioppi e Luigi Bignone.
 
Assolutamente da vedere.
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/12/2017 15:08:00
«Una bestia sulla luna» Silvia Quarantini, assistente alla regia, ci racconta com’è nata l'idea di mettere in scena questo testo e perché è importante riproporlo oggi. Lo spettacolo replicherà fino a lunedì 11 dicembre al Teatro S. Chiara di Brescia

09/12/2017 08:00:00
«La Bella e la Bestia» Andrà in scena domani, domenica 10 dicembre, presso il Teatro comunale di Vobarno lo spettacolo per bambini targato “Il Nodo Teatro” con la regia di Raffaello Malesci 

02/07/2009 10:10:00
In scena “Non voglio mica la luna” Doppio appuntamento con il Teatro Poetico di Gavardo con lo spettacolo che vede protagonista Paola Rizzi: stasera a Gavardo e venerdì a Vobarno.

28/11/2014 09:46:00
Una commedia per il proiettore digitale Questa sera a Villanuova sul Clisi, per iniziativa dell'amministrazione comunale, nel Teatro Corallo il monologo dialettale di Paola Rizzi del Teatro Gavardo, con lo spettacolo “Non voglio mica la luna”, con una raccolta fondi a scopo benefico


11/12/2015 10:31:00
Solitudine e sofferenza nella straordinaria interpretazione di Paiato e Scommegna Sala piena e commossa quella del Teatro Odeon di Lumezzane che ha applaudito a lungo le due protagoniste dello spettacolo "Due donne che ballano" andato in scena settimana scorsa.




Altre da Terza Pagina
20/02/2018

L'Età del Rame nel Basso Chiese

C’è anche un po’ di Valsabbia nella mostra che sarà inaugurata giovedì 22 febbraio a Calvisano, nella Bassa Bresciana

19/02/2018

Il credito e la cooperazione in Valle Sabbia

Dopo l’Unità, l’Italia dovette adeguarsi ai Paesi occidentali più avanzati nell’industrializzazione, come la Germania, l’Inghilterra, la Francia...


17/02/2018

«La psicanalisi non è una psicoterapia»

Poco partecipato ma estremamente interessante il terzo incontro del ciclo “Il ritorno di Freud” che si è svolto lo scorso giovedì, 15 febbraio, in biblioteca a Vobarno

16/02/2018

Ciao partigiano Spinetti

Saranno celebrati questo lunedì alle 15 a Paitone i funerali di Mario Spinetti, scomparso all’età di 99 anni. Mario è un eroe della Resistenza. Riportiamo uno scritto di Massimo Mattei, che l’aveva intervistato quindici anni fa

14/02/2018

A Vobarno la Giornata del Ricordo

In occasione della celebrazione della Giornata del Ricordo è in programma per questo venerdì, 16 febbraio, presso la Biblioteca di Vobarno una narrazione teatrale a cura di Laura Mantovi

13/02/2018

Migranti e migrazioni

L’ultimo appuntamento a Gavardo della rassegna “Fabula mundi” ha trattato il tema delle migrazioni, delle cause, delle soluzioni fin qui adottate e delle prospettive future

11/02/2018

Carnevale ricchezza della comunità

All’inaugurazione della mostra dedicata al Carnevale di Bagolino organizzata dall’associazione artistica culturale Eridio a Ponte Caffaro un excursus e una riflessione sull’importante festa della comunità bagossa

11/02/2018

A giorni alterni

Esistono nella vita di ognuno di noi dei valori fondanti, ai quali mai dovremmo sottrarci. Non si è fedeli un mese si e un mese no, non si è credenti a semestri e non si é onesti a giorni alterni, così come non si è solidali solo d’estate invece che d’inverno. O lo siamo sempre o non lo siamo mai (1)

08/02/2018

Dalla memoria della Shoah al ricordo delle Foibe

In occasione del Giorno del Ricordo domani, venerdì 9 febbraio, a Vestone andrà in scena l’evento teatrale “Il grimaldello della memoria” con Pino Casamassima e Bruno Noris

07/02/2018

Il mondo del carnevale bagosso racchiuso in una mostra

Sarà inaugurata questo sabato 10 febbraio a Ponte Caffaro una mostra dedicata al carnevale di Bagolino e alle sue tradizioni organizzata dall'Associazione artistica culturale Eridio

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia